Ecco perché sono scomparsi gli abitanti dell’Isola di Pasqua

Vissuti per secoli sull'Isola di Pasqua, lasciando come ricordo della loro civiltà delle enormi teste di pietra, secondo molti storici i Rapa Nui (gli abitanti dell'isola di Pasqua) sarebbero letteralmente"morti di fame", per aver sfruttato troppo intensamente le scarse risorse naturali dell'isola.

12/gen/2015 17:00:03 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vissuti per secoli sull'Isola di Pasqua, lasciando come ricordo della loro civiltà delle enormi teste di pietra, secondo molti storici i Rapa Nui (gli abitanti dell'isola di Pasqua) sarebbero letteralmente"morti di fame", per aver sfruttato troppo intensamente le scarse risorse naturali dell'isola. Un articolo appena pubblicato sulla rivista Pnas, sembra suggerire, invece, che le vere cause del declino di questa popolazione siano state molto più complesse, e che più che la mancanza di cibo, a causarne la scomparsa possano essere state le malattie portate dai primi colonizzatori europei. Famosi per i Moai, le enormi teste di tufo – molte hanno anche braccia e busto, che negli anni sono stati ricoperti dalla terra – costruite sull'Isola di Pasqua, i Rapa Nui sono una popolazione di origine polinesiana insediatasi sull'isola intorno al 1200.

 

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl