COMUNICATO LAV MODENA: PROVINCIA ESCLUDE L'ALLODOLA DAL CALENDARIO VENATORIO 2005-2006

Certamente molte altre specie avrebbero meritato altrettanta tutela così come la

Allegati

04/ago/2005 13:02:38 LAV - Delegazione di Modena Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Comunicato Stampa LAV:

 

MODENA: LA PROVINCIA ESCLUDE L'ALLODOLA DAL CALENDARIO VENATORIO 2005-2006. SODDISFAZIONE DELLA LAV: “PRIMO PASSO

VERSO UNA GESTIONE VENATORIA MENO CONDIZIONATA

DALLA LOGICA DELLE DOPPIETTE”

 

 

La LAV, Lega Anti Vivisezione, accoglie con soddisfazione la decisione della Provincia di Modena di escludere l'allodola (Alauda arvensis) dalle specie cacciabili previste nel nuovo Calendario Venatorio per la stagione 2005-2006.

 

Ennio Bonfanti, responsabile nazionale LAV del settore “Fauna”, commenta così la decisione: "Siamo felici di poter costatare che l'Assessorato provinciale all’Ambiente abbia deciso di tutelare l'allodola, sottraendola ad una fortissima pressione venatoria e ponendo le basi per garantire una ripresa della popolazione migratoria di questo piccolo uccello, già messo a rischio oltre che da una caccia massiccia anche dai cambiamenti del territorio e dall’uso sconsiderato di prodotti chimici in agricoltura. Certamente molte altre specie avrebbero meritato altrettanta tutela così come la normativa della Regione Emilia Romagna in materia di caccia necessita di urgenti correttivi per portarla alla compatibilità con la legislazione statale ed europea, ma confidiamo che la innovativa scelta sia solo il primo passo verso una politica di gestione della caccia più attenta all’interesse generale della tutela della fauna e meno condizionata dalle logiche ‘sparatutto’ delle doppiette. Confidiamo che l’esempio di Modena sia seguito anche da altre province dell’Emilia Romagna a tutela degli ecosistemi e della biodiversità che necessitano urgentemente di essere salvaguardate da un avanzante depauperamento".

 

La LAV condivide quanto dichiarato dall'Assessore Alberto Caldana circa la necessità di questa decisione, che recepisce i risultati dei recenti studi scientifici contemplati nel rapporto "Birds in Europe", patrocinato dalla Commissione Europea proprio a tutela della fauna selvatica: "Vincolanti quanto esplicite disposizioni delle direttive comunitarie, così come il dovere di vigilare e tutelare l'equilibrio faunistico e ambientale, sono alla base della decisione presa per salvaguardare l'allodola. Il piccolo volatile risulta purtroppo essere in costante e preoccupante declino a livello internazionale e l'Assessorato ha voluto, con la decisione presa, proteggere attivamente questa specie, un tempo comunemente presente nel nostro territorio, al fine di favorirne l’incremento demografico".

 

Modena, 4 agosto 2005

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

LAV Ufficio Stampa Sede Nazionale 06.4461325, E-mail: ufficiostampa@infolav.org

LAV Ufficio Stampa Coordinamento Regionale Emilia Romagna tel.338 53 63 357, E-mail: lav.emiliaromagna@infolav.org

Sede Locale: Via Mar Mediterraneo, 135 - 41100 MODENA Tel. & Fax: 059.250855 - Cell.: 347.1364237 + 333.2741093 E-mail: lavmo@comune.modena.it / lav.modena@infolav.org / www.comune.modena.it/associazioni/lavmo

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Annamaria Pisapia
Coordinatrice LAV Emilia Romagna
tel 338 53 63 357
email: lav.emiliaromagna@infolav.org
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl