Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Tue, 18 Jun 2019 18:59:03 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/1 Nel Lungomare Poetto di Cagliari si divulgano i Diritti Umani Mon, 17 Jun 2019 22:45:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570042.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570042.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

 

 

        Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di informare le persone che a migliaia vanno a godere della brezza rinfrescante nel lungomare cagliaritano. I dibattiti con i cittadini sono frequenti e spesso si pensa che certi argomenti siano di competenza dei politici e di chi comanda non guardando quelle che sono le nostre responsabilità. Infatti, parlando del nostro quotidiano ci si rende conto di quanto, non facendo delle piccole e, in apparenza, insignificanti azioni, trascuriamo quei diritti che noi stessi neghiamo ai nostri vicini o che ci vengono negati regolarmente.

 “I Diritti Umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard e perché questo succeda dobbiamo essere noi in primo luogo ad essere protagonisti nelle nostre azioni quotidiane. Un sorriso e un saluto sincero dato con entusiasmo al nostro vicino, l’aiuto alla persona sconosciuta senza aspettarsi niente in cambio, l’accoglienza senza discriminazioni e il rispetto chi chiunque ci sia vicino, sono azioni che non costano niente ma che contribuiscono a creare l’ambiente giusto perché i Diritti Umani siano resi una realtà. Farli conoscere è un dovere di chiunque desidera che la società sia più vivibile e giusta e i volontari con le loro azioni promuovono l’unico messaggio in quella direzione.  Info: www.unitiperidirittiumani.it

 

        Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di informare le persone che a migliaia vanno a godere della brezza rinfrescante del lungomare cagliaritano. I dibattiti con i cittadini sono frequenti e spesso si pensa che certi argomenti siano di competenza dei politici e di chi comanda e noi ci tirando indietro dalle nostre responsabilità e parlando del nostro quotidiano ci si rende conto che si trascurino quei diritti che noi stessi neghiamo ai nostri vicini o che ci vengono negati regolarmente.

 “I Diritti Umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard e perché questo succeda dobbiamo essere noi in primo luogo ad essere protagonisti nelle nostre azioni quotidiane. Un sorriso e un saluto dato con entusiasmo al nostro vicino, l’aiuto alla persona sconosciuta senza aspettarsi niente in cambio, l’accoglienza senza discriminazioni e il rispetto chi chiunque ci sia vicino, sono azioni che creano l’ambiente giusto perché i Diritti Umani siano resi una realtà. Farli conoscere è un dovere di chiunque desidera che la società sia più vivibile e giusta e i volontari con le loro azioni promuovono l’unico messaggio in quella direzione.  Info: www.unitiperidirittiumani.it

 

       

 

 

]]>
I volontari olbiesi all'assalto della droga Mon, 17 Jun 2019 22:29:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570039.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570039.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Pronti con altre centinaia di libretti informativi contro gli effetti devastanti dovuti al consumo di droga, i volontari olbiesi di Fondazione per un mondo Libero dalla Droga e della chiesa di Scientology, nella serata di martedì 18 giugno, informeranno i cittadini affinché, in primis i ragazzi, decidano di non provare nemmeno lo sballo.

 

Troppo spesso i volontari, nel fare attività di prevenzione, si trovano a doversi occupare di ragazzi che pensano che il valido motivo per cui provano il primo sballo è che si debba essere liberi di sperimentare qualsiasi cosa. Che sia una falsità è testimoniato dal fatto che non è veramente necessario essere sparati per sperimentare il dolore della pallottola o la morte dovuta ad un colpo come quello di una pistola.

 

 

“La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. Proprio la cultura è ciò su cui abbiamo necessità di lavorare: eliminare la cultura della droga è il primo passo da fare, ripristinarla con una che metta la salute al primo posto, che faccia pensare ai nostri ragazzi che la costruzione del futuro dipenda dalla capacità di confrontare le situazioni, belle o brutte, che offre la quotidianità; occorre che si abbia una cultura di libertà dalla droga. 

]]>
La detenzione forzata è una violazione e avviene anche a Cagliari Mon, 17 Jun 2019 22:00:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570036.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570036.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

Un interessante dibattito è scaturito nella, serata di lunedì 17 giugno, tra i volontari dell’Associazione Uniti per i Diritti Umani e gli studenti della Facoltà di Magistero a Cagliari. Una studentessa particolarmente sensibile al problema delle violazioni nel campo dei Diritti Umani, ha denunciato senza mezzi termini: “il TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio) è una chiara violazione dei Diritti Umani e a Cagliari si continuano ad effettuare regolarmente i ricoveri coatti seguiti da trattamenti disumani. Ho avuto la fortuna di avere una docente sensibile al fatto che si divulghino gli articoli contenuti nella Dichiarazione Universale e ci ha illuminato su argomenti così importanti, purtroppo sono rarissimi i docenti come lei. In questo campo, a mio parere, la scuola non assolve ai propri compiti di formazione dei ragazzi”.

        Quando pensiamo alle violazioni dei Diritti Umani la nostra mente va subito ai paesi in guerra o in via di sviluppo, ai profughi che arrivano con i barconi o alle periferie di molte città dove il degrado ambientale e sociale è immediatamente visibile, non andiamo ad individuare come violazioni episodi come i TSO che avvengono tutti i giorni nei nostri paesi, e sono altrettanto gravi. Spesso questi episodi accadono nei nostri condomini, dove ognuno, in nome della privacy, si fa i fatti suoi e i problemi del vicino sono più lontani di quelli degli paesi del terzo mondo.

        Il fatto che i Diritti Umani siano divulgati è sempre più una necessità, perché non possiamo pretendere che gli stessi vengano rispettati se non si conoscono. Come scriveva ilo filosofo e umanitario L. Ron Hubbard: “I diritti umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” e i volontari di Uniti per i Diritti Umani in collaborazione con la Chiesa di Scientology in Sardegna come in tutto il pianeta, sono in prima fila per far si che si divulghino e vengano riconosciuti e rispettati in ogni occasione.               Info: www.unitiperidirittumani.it

]]>
“A Sestu sono l’unico sopravvissuto all’eroina degli anni ‘80” Mon, 17 Jun 2019 20:59:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570031.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570031.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

Con il consueto impegno che li contraddistingue, nella serata di lunedì 17 giugno, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology hanno inondato le strade di Sestu, di libretti informativi sulle conseguenze che le droghe causano a breve e lungo termine.

Particolarmente interesdsante e inquietante la dichiarazione di un cittadino che mostrando le sue vene ancora evidentemente martoriate dagli aghi delle siringhe ha dichiarato: “sono l’unico sopravvissuto tra i miei amici che negli anni ’80 abbiamo fatto uso di eroina. È stata una strage di ragazzi giovanissimi e di famiglie distrutte.” Alla domanda dei volontari su che cosa ne pensasse della proposta di liberalizzazione delle droghe leggere, il signore ha risposto: “non possiamo paragonare la marijuana con l’eroina, la cocaina o il crack, droghe di cui ho fatto uso in quegli anni, ma devo dire che la marijuana mi ha rovinato perché da lì è partito tutto. Secondo me la marijuana è la via che porta all’autostrada delle droghe pesanti. Se vedessi qualcuno farsi le canne lo distoglierei”. Dichiarazioni che fanno pensare e aumentano nei volontari la determinazione a continuare nelle loro azioni di prevenzione.

Il filosofo L. Ron Hubbard proprio in quegli anni ’80 denunciava la pericolosità di tutte le droghe definendole come “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”. I volontari sono sempre più determinati a diffondere nella società il messaggio che solo stando lontani  dalla droga si potranno evitare vite a famiglie distrutte. Info: www.noalladroga.it

]]>
Riprendono a UTA le iniziative di prevenzione alla droga Mon, 17 Jun 2019 19:48:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570026.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570026.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Dopo qualche settimana di interruzione per dare spazio agli altri paesi limitrofi, riprendono a Uta nella giornata di martedì 18 giugno le iniziative dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa d Scientology. La pressione dei volontari sugli spacciatori è pari a quella che gli stessi criminali stanno portando sui ragazzini, aimè sempre più giovani. Infatti l’età di chi si affaccia per la prima volta al mondo della droga, “provando” il primo spinello gentilmente offerto dal bullo di turno, si è ulteriormente abbassata, arrivando alla tenera età di 11/12 anni, una strategia che gli spacciatori stanno portando avanti con successo, anche grazie ai messaggi provenienti da più parti che vorrebbero far credere che quello spinello innocente non è altro che un diversivo senza conseguenze, dal quale possono allontanarsene quando vorranno. La realtà è ben diversa come dimostrano i fatti provenienti da quel mondo fatto di furti, vite spezzate, affetti e famiglie distrutte.

 “La droga priva la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere” scriveva il filosofo L. Ron Hubbard nei lontani anni ’70, anni in cui la voglia di false libertà individuava nelle droghe l’elemento di emancipazione delle nuove generazioni. Niente di più falso come hanno dimostrato nei successivi anni ’80, le centinaia di migliaia di vittime per overdose di eroina e altre sostanze stupefacenti, non risparmiando neanche la nostra regione.

         Fondazione per un Mondo libero dalla Droga è una associazione senza scopo di lucro che da circa 25 anni opera nel campo della prevenzione alle droghe in oltre 150 nazioni collaborando con Istituzioni Pubbliche, altre Associazioni del settore, forze dell’ordine, educatori, oratori, commercianti e semplici cittadini che hanno abbracciato lo stesso scopo di lavorare nella direzione della prevenzione, portando il messaggio che non c’è vita possibile nel mondo della droga. Info: www.noalladroga.it

 

]]>
Il giorno dei Diritti Umani a Cagliari Mon, 17 Jun 2019 17:04:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570015.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570015.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

In una giornata in cui si celebrano le vittorie elettorali, parlare di Diritti Umani appare quasi goliardico vista la generale insoddisfazione che hanno le persone in merito alla gestione generale in ambito politico.

 

Mentre in generale ci si augura che i prossimi sappiano amministrare meglio di chi li ha preceduti, i volontari di Uniti per i Diritti Umani hanno pensato che è sempre meglio fare la prima mossa e, nella serata di oggi, lunedì 17 giugno, sii daranno da fare per far conoscere ai cagliaritani i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

 

Purtroppo si parla troppo poco di questo documento o, quando se ne parla, non vengono citati i singoli articoli e non viene mostrato come possano essere applicati alla quotidianità per creare un clima migliore in cui vivere.

 

 

Ispirati da quanto disse il filosofo L. Ron Hubbard che in suo scritto affermò che “i diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico”, i volontari vogliono far conoscere ogni singolo articolo, così che i cittadini, avendo questa conoscenza, possano davvero indirizzare le proprie azioni quotidiane a un graduale miglioramento basato sui valori morali che tutti hanno in quanto umani.

]]>
Diritti Umani: anche nel comune di Sestu informazione sui 30 articoli Mon, 17 Jun 2019 16:45:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570013.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570013.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

la serata di oggi, lunedì 17 giugno, vedrà i volontari di Uniti per i Diritti Umani impegnati nel comune di Sestu per far conoscere ai cittadini i 30 articoli di questo documento che, nonostante siano passati 70 anni dalla sua pubblicazione e siamo nel 71esimo, continua ad essere poco più che un codice morale piuttosto che un codice di leggi.

 

In pochi sanno che quasi nessuna costituzione include i diritti umani al proprio interno e di conseguenza non c'è da sorprendersi se i diritti delle persone vengono calpestati. Tuttavia la gente, quando presa dalla disperazione, finisce sempre per insorgere in qualche modo ma solamente laddove l'insurrezione è stata costruttiva si sono visti cambiamenti che apportassero miglioramento sociale. Quando si parla di Diritti Umani ci si sente subito parte dell'umanità intera e certamente il fatto che siano stati leaders di grandi movimenti a battersi perché questi venissero rispettati, fa subito andar l'attenzione allo scenario globale.

 

 

Questo tuttavia, nel caso di questo documento scritto e approvato dai membri delle Nazioni Unite, rischia di farlo sentire distaccato dalla società che vive il quotidiano. “I diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico” disse il filosofo L. Ron Hubbard. Questo ispira i volontari a fare in modo che le persone, quelle semplici, quelle che vivono vite reali, quelle che magari non vedremo mai in un film ma alle quali i film si ispirano per dare una descrizione della vita comunemente vissuta, siano messe a conoscenza dei loro diritti la cui applicazione gli è dovuta in quanto appartenenti al genere umano.

]]>
Attacco alla droga a Sestu Sun, 16 Jun 2019 16:11:16 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569639.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569639.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Decisi ad incrementare le attività di prevenzione, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, nella serata di lunedì 17 giugno, per le vie del centro del comune di Sestu, distribuiranno centinaia di copie di materiali informativi nei quali gli effetti causati dalla droga vengono descritti con testimonianze dirette di ex consumatori.

 

Troppo spesso la cronaca ci ha abituato al fatto che nei centri minori, specialmente quelli vicini alla città, gli spacciatori possono agire con un po meno disturbo. Sarà che etnicamente le persone sono abituate a pensare al proprio orticello e quello che coltivano gli altri non gli interessa, sarà che è in corso una vera e propria campagna mediatica che vuole vedere il mercato della droga fiorire rigoglioso come le piante da cui si ricava la marijuana. Qualunque sia la causa, è bene che ci sia aiuto alla cittadinanza in quanto le persone comuni, quelle che non si sognerebbero mai di sballarsi ma che di fatto non sanno come fare per contribuire alla riduzione del consumo di droga, tutti vogliono veder cessare il mondo della droga e tutto vogliono essere certi del fatto che i loro figli non rischieranno di essere presi dallo sballo.

 

 

“La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. La prevenzione mette le persone in condizione da poter veramente prendere decisioni che siano basate su comprensione e conoscenza di questo mondo, consente di capire a che cosa si rischia di andare incontro, da modo di capire che “non è necessario essere sparati per comprendere che si può morire venendo sparati”. Fa comprendere che l'unica via per gestire la quotidianità con consapevolezza, è la vita libera dalla droga.

]]>
La settimana cagliaritana inizia dalla prevenzione Sun, 16 Jun 2019 15:57:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569636.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569636.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Mentre ancora una volta, dopo pochi mesi, le attenzioni della città sono rivolte principalmente alle elezioni, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology portano avanti il lavoro volto a far conoscere gli effettivi disastri causati dalla droga.

 

Non c'è momento migliore per far sentire la voce di chi vuole la vita libera dalla droga se non quello in cui ci sono elezioni in corso: gli amministratori devono essere al corrente di che cosa sia la droga, devono mettere la loro attenzione sulla saluta fisica delle persone prima ancora del benessere economico, sarebbe bene legiferassero in direzione della diminuzione del consumo di droga e soprattutto prendano una posizione che sia definitivamente contro lo spaccio. Non va infatti dimenticato che nei pochissimi paesi nei quali degli stupefacenti sono legalizzati (meno del 5% delle nazioni presenti sul pianeta) il consumo di droga raggiunge le percentuali più elevate e le sostanze legalizzate sono accompagnate da quelle illegali nella quantità di spaccio.

 

 

Ispirati da quanto disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che si riferì alla droga individuandola come “l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, i volontari continueranno con la prevenzione nella serata di lunedì 17 giugno e per le strade del centro verrà promosso un solo ideale: la vita libera dalla droga.

]]>
D’Annunzio protagonista della sua epoca e dell’italianità adriatica Sun, 16 Jun 2019 11:23:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569633.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569633.html ANVGD ANVGD


Trieste, 16 giugno 2019

 

D’Annunzio protagonista della sua epoca e dell’italianità adriatica

 

Gabriele d’Annunzio, personaggio complesso e dalle mille sfaccettature, continua a subire critiche basate su di una storiografia obsoleta e condizionata da luoghi comuni che ormai sono stati superati anche dalla divulgazione storica più recente.

La stessa impresa fiumana va contestualizzata nella cornice storica che vide il deputato Andrea Ossoinack, rappresentante di Fiume democraticamente eletto, appellarsi nell’ottobre 1918 durante una delle ultime sedute del Parlamento asburgico di Budapest al principio di autodeterminazione dei popoli per spiegare la volontà di venire annesso all’Italia che il capoluogo del Carnaro andava manifestando con sempre maggior convinzione. Il successivo 30 ottobre, in pieno disfacimento dell’Impero austro-ungarico, la popolazione fiumana (censimenti asburgici alla mano costituita in prevalenza da italiani) approvava per acclamazione la dichiarazione del Consiglio Nazionale di Fiume che chiedeva l’annessione al Regno d’Italia. Tali manifestazioni di volontà popolare vennero trascurate dalla Conferenza di Pace spingendo d’Annunzio alla sua rocambolesca spedizione. Egli si ricollegò esplicitamente alla tradizione volontaristica garibaldina, che era stata protagonista del Risorgimento realizzando anche imprese al di fuori dell’ordinario e della diplomazia. D’altro canto nel tumultuoso dopoguerra analoghe iniziative avvenivano anche altrove, nella cornice di conflitti che dovevano ancora modificare i confini e di colpi di mano che intendevano salvaguardare l’appartenenza statuale di varie località. Fiume era contesa tra Italia e neonato Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, il ché portò d’Annunzio ad assumere toni fieramente nazionalistici, analoghi a quelli della controparte, ma non si può tacciare di slavofobia colui il quale aveva composto “L’ode alla nazione serba”. La Carta del Carnaro rappresentò inoltre un testo costituzionale che recepiva le principali istanze libertarie  e sociali dell’epoca. La matrice nazionalista e militarista della Reggenza Italiana del Carnaro andò stemperandosi in iniziative come la Lega dei Popoli Oppressi, attraverso la quale, auspicando un nuovo ordine mondiale, il poeta abruzzese si rivolgeva ai popoli ed alle colonie che avevano visto i propri diritti calpestati dalle decisioni della nascente Società delle Nazioni.

Riguardo la statua da dedicargli a Trieste, a prescindere dal valore dell’uomo di cultura, che, prima di rischiare la vita come poeta-guerriero durante la Prima guerra mondiale, aveva raggiunto la fama con le sue opere letterarie e teatrali note ed apprezzate in tutto il mondo, d’Annunzio rappresenta un passaggio fondamentale nella storia della città di Fiume. L’italianità fiumana fu salvaguardata al termine della Grande guerra dall’intraprendenza del “Vate della nazione”, ma venne distrutta ed annichilita dall’occupazione dell’esercito partigiano comunista jugoslavo di Tito al termine della Seconda guerra mondiale, inducendo la maggioranza dei fiumani a scegliere la via dell’esilio. Trieste come capitale morale dell’esodo che coinvolse il 90% della comunità italiana dell’Adriatico orientale è la sede ideale per accogliere un monumento dedicato a chi, con l’impresa fiumana, con il lancio su Trieste dall’aereo di volantini propagandistici (non bombe) e con la stesura della “Lettera ai dalmati” tanto rappresentò per l’italianità di queste terre.

 

Renzo Codarin 
Presidente Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia 
Via Milano, 22 �“ 34122 Trieste �“ info@anvgd.it


]]>
comunicato stampa Sun, 16 Jun 2019 10:09:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569632.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569632.html infonews infonews Con preghiera di cortese pubblicazione ]]> Il rispetto dei DIRITTI UMANI per cambiare la società Sat, 15 Jun 2019 20:47:13 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569599.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569599.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Con il solito impegno che li contraddistingue, i volontari di Uniti per Diritti Umani e della Chiesa di Scientology si apprestano a diffondere i valori della Dichiarazione Universale anche nella prossima settimana. Con iniziative in diversi quartieri di Cagliari e a Sestu, i volontari distribuiranno centinaia di libretti contenenti i trenta articoli dei Diritti Umani, in collaborazione con i commercianti locali, con lo scopo di farli conoscere e rispettare da tutti.

        L’argomento dei Diritti Umani è sempre più all’ordine del giorno: in questi giorni fanno notizia le navi cariche di profughi che viaggiano nel mare Mediterraneo senza trovare un porto sicuro disposto ad accoglierli, quasi fossero delle merci che si possono rispedire al mittente, dimenticando che dietro ogni individuo di qualsiasi colore, cultura, credo o provenienza, c’è un Essere Umano e una vita da salvare. Ma, anche se con meno scalpore, esistono tante storie di cittadini nostri conterranei che vorrebbero vedere riconosciuti il Diritto al lavoro, allo studio, alla casa o alle cure necessarie per la propria sopravvivenza.

Il rispetto dei Diritti Umani è l’unico modo per invertire la cultura dell’egoismo che, spesso, dilaga giustificata dai problemi personali, in una società sempre più multietnica ma anche più introvertita nei problemi personali. Così divulgare i Diritti Umani talvolta diventa un’attività controcorrente che da qualcuno viene, se non osteggiata, guardata con il punto di vista: “non mi interessano, a me chi ci pensa?”

        “I Diritti Umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” diceva in un suo celebre scritto il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, e questa realtà va coltivata giorno per giorno creando accettazione e condivisione in ogni azione che facciamo nei confronti di noi stessi e degli altri che ci stanno vicini. È con questo spirito che i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology, continuano a portare tra la gente il messaggio che da solo potrebbe veramente risolvere tutti i problemi dell’umanità: la garanzia che i trenta articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani siano garantiti a tutti. Info: www.unitiperidirittiumani.it

]]>
In Sardegna sarà un’altra settimana di prevenzione alle droghe Sat, 15 Jun 2019 18:46:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569598.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569598.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Si apprestano a vivere un’altra settimana intensa di iniziative i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology della Sardegna. Nuove azioni di prevenzione da fare in piccole comunità come Uta, piccolo paese alle porte della Città Metropolitana di Cagliari, o in comuni come Sestu e Quartu S.Elena o in grandi città capoluogo di provincia come Nuoro, Sassari e Olbia e Cagliari, capoluogo della regione. Oltre dieci iniziative dove verranno distribuiti migliaia di opuscoli “la verità sulla droga” che vedrà impegnati un gran numero di volontari che della prevenzione ne ha fatto una ragione di vita.

        Il problema droga è sempre più frequentemente all’ordine del giorno dell’agenda della politica nazionale, vuoi per chi giustamente, parafrasando il filosofo L. Ron Hubbard, l’ha individuato come “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” e cerca soluzioni efficaci per arginarlo, vuoi per chi, non avendo idee e riponendo le armi, vorrebbe liberalizzarle per evitare lo spaccio nelle strade e “controllare” così il consumo e chi ne fa uso. Un modo singolare di fare prevenzione visto che, a questo punto, lo scopo dello Stato non sarebbe più quello di evitare che i ragazzi entrino nel mondo della droga ma quello di controllarli una volta che vi sono caduti. Una visione scellerata che sta portando tanti ragazzi, disorientati da tanta confusione, a sottovalutare le conseguenze che le droghe portano sempre con sé e a creare problemi sociali che lo stesso Stato non è in grado di tenere sotto controllo.

        La prevenzione è l’unico modo per arginare questo fenomeno mondiale, unitamente alla dura repressione dello spaccio e della produzione a tutti i livelli, e i volontari saranno sempre in prima fila nel contrastare spaccio e culture pericolose, diffondendo l’unico messaggio utile alle nuove generazioni: vivi libero dalla droga! Info sui materiali e le iniziative a livello locale, nazionale e internazionale su: www.noalladroga.it

 

]]>
“La verità sull’alcool” in tutte le case del quartiere Prunizzedda a Sassari Sat, 15 Jun 2019 17:38:15 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569597.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569597.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Senza risparmiare le energie, strada per strada e casa per casa, non c’è famiglia del grande e popolare quartiere Prunizzedda a Sassari che nelle ultime settimane, non abbia ricevuto almeno uno dei 13 libretti informativi con le corrette informazioni su tutte le droghe illegali da strada e sulle conseguenze causate dall’abuso di farmaci e antidolorifici. Da un anno e mezzo i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology stanno portando avanti una campagna di prevenzione alle droghe in tutti i quartieri di Sassari e da oltre un mese le attività si sono concentrate nel quartiere Prunizzedda. Giovedì 13 giugno centinaia di libretti contenenti informazioni sulle conseguenze derivate dall’abuso di alcool sono stati distribuiti alla cittadinanza nelle buche delle lettere in tutte le case e con il coinvolgimento dei commercianti locali che si sono resi subito disponibili a collaborare per quella che loro stessi considerano una campagna di civiltà.

        “Questi libretti arrivano bene ai ragazzi perché parlano con la loro stessa lingua - ha dichiarato Stefano il responsabile della campagna - senza fare prediche né inutili proibizionismi, le informazioni arrivano direttamente e i giovani apprezzano questi libretti. Molti di coloro che fanno uso di droghe più o meno “leggere” dichiarano che i sintomi descritti nei libretti, li hanno provati anche loro e che le esperienze corrispondono a storie vere perché molto simili le hanno vissute anche loro”. Testimonianze che incoraggiano i volontari a continuare nel loro lavoro sociale, perché sono convinti che, come scriveva il filosofo L. Ron Hubbard: “le droghe sono l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”.

 

 

]]>
Denuncia:“A Quartu S.Elena le canne se le fanno già nelle elementari” Sat, 15 Jun 2019 16:43:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569596.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569596.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Non è raro per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, impegnati da anni nella campagna di prevenzione alle droghe in tutto il territorio regionale, di avere testimonianze scioccanti come quella avuta nella serata di venerdì 14 giugno, da una commerciante di Quartu S.Elena, la quale alla domanda di cosa ne pensasse della proposta di liberalizzare le droghe leggere ha risposto: “ le droghe sono ormai diffuse dappertutto, ho visto bambini della quinta elementare farsi le canne prima di entrare a scuola.” Una denuncia che lascia senza parole chi  vuole chiudere gli occhi davanti a questa cruda realtà, ma che conferma ciò che i volontari affermano da sempre, che la migliore prevenzione alle droghe è da sempre l’informazione.

Non è necessario aver conseguito la laurea in Scienza dell’Educazione per capire che i bambini imitano il comportamento degli adulti ai quali si ispirano, e che se il messaggio che si trasmette  attraverso i media, la pubblicità, internet, film e quant’altro i mezzi di comunicazione fanno passare come “ideale” influenza fortemente il loro modo di comportarsi, indirizzandoli ad una vita sregolata e priva di valori. Probabilmente qualcuno, il cui interesse primario è il business che le droghe porta con sé, lavora alacremente perché ciò avvenga, in modo da avere il controllo delle giovani generazioni già da bambini.

Seguendo gli insegnamenti del filosofo L. Ron Hubbard ai quali si ispirano, il quale affermava che “ l’istruzione è l’arma più efficace nella guerra contro la droga”, i volontari continuano nella loro azione capillare di prevenzione, informando i cittadini, i genitori e i ragazzi delle vere conseguenze che la droga porta sempre con sé e, con il fondamentale aiuto dei commercianti che mettono a disposizione i loro punti vendita, diffondono il messaggio di vivere liberi dalla droga. Info: www.noalladroga.it

]]>
Tra le droghe di cui si abusa …. Sat, 15 Jun 2019 09:45:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569510.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569510.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova Gli antidolorifici da prescrizione sono potenti farmaci che interferiscono  con  la trasmissione di segnali al sistema nervoso che percepiamo sotto forma di dolore. La maggior  parte di essi stimola anche alcune parti del cervello associate al piacere. In tal modo oltre a fermare il dolore, producono uno stato di esaltazione.

Per fornire la Verità in merito a tali sostanze, domenica prossima i volontari di Scientology delle Marche effettueranno una distribuzione di opuscoli informativi dal titolo La verità sugli antidolorifici a Porto Recanati.

Gli antidolorifici prescritti più potenti sono denominati oppioidi, un composto simile all’oppio. Sono prodotti al fine di reagire sul sistema nervoso allo stesso modo delle droghe derivate dal papavero da oppio, come l’eroina. Gli antidolorifici oppioidi più comunemente abusati comprendono, hydrocodone, meperidine, hydromorphine e propoxyphene.

Gli oppiacei, derivati in origine dal papavero da oppio, sono stati usati per migliaia di anni a scopi di diversivo e medicinali.

Oggi, per una serie di motivi, tra le varie sostanze usate per lo sballo o semplicemente per “rilassarsi un pochino” c’è chi abusa di tali medicinali, visto che fanno passare sintomi e dolori, in sostituzione alla droga…  essendo legali, apparentemente fanno credere all’individuo che ne abusa di non far nulla di “grave” o illecito. Questo è il motivo per cui la campagna La verità sulla droga include tra i suoi opuscoli informativi La verità sugli antidolorifici, materiali che verranno distribuiti ampiamente anche a Porto Recanati.


 

]]>
Prevenzione negli stabilimenti di Marotta Sat, 15 Jun 2019 09:44:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569508.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569508.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova La stagione è ormai iniziata e i ragazzi arrivano da ogni dove per godersi le meritate vacanze nella bellissima costa marchigiana. Ma le vacanze  rappresentano anche un momento di svago e occasioni di “sballo” che inducono i giovani ad abusare di alcol e magari avvicinarsi al mondo della droga, solo per la gusto del divertimento.

Per fornire un valido aiuto e una valida guida alla prevenzione, giovedì scorso son stati posizionati opuscoli informativi nei  locali  di MAROTTA per dare la possibilità alla moltitudine di ragazzi di conoscere molto di più a riguardo.


Oggi, sulla Terra, c’è un enorme giro d’affari che gravita attorno ai narcotici. Viviamo in una società dove i valori umani vengono regolarmente messi da parte a favore degli interessi economici collegati alle droghe, legali o illegali. È semplicemente incalcolabile il costo degli sforzi che si compiono per cercare di controllare il problema: il costo del crimine, dell’inefficienza e semplicemente il prezzo delle vite sprecate sotto la loro influenza ottenebrante. Per calcolarlo, bisognerebbe attribuire un prezzo alla vita stessa.

 

Qual è il prezzo delle anfetamine che hanno ridotto i nostri figli a tossicodipendenti fin dall’età scolastica?

  

Qual è il costo delle droghe che, prese a scopo di svago, offrono una fuga dalla noia dell’eccessiva ricchezza?

 

Che prezzo hanno queste catene che c’impediscono di gustare le sensazioni e le gioie del vivere?

 

Su questo pianeta si sta combattendo una guerra contro la droga. Il filosofo umanitario L. Ron Hubbard ha riconosciuto il problema molto prima che diventasse d’interesse internazionale.

Per fare qualcosa a riguardo c’è un punto principale da affrontare: l’informazione.

 

L’iniziativa dei volontari di Scientology di Senigallia a supporto di Mondo Libero dalla droga, ha lo scopo di instillare l’informazione nella comunità e creare una cultura libera dalla droga.

   

Un Kit informativo e copie di opuscoli possono anche essere ordinati al sitowww.diconoalladroga.it


  

]]>
E’ possibile far avere i diritti umani a chiunque? Sat, 15 Jun 2019 09:43:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569506.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569506.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova Rendere i diritti umani una realtà, richiede duro lavoro, ma è ciò su cui si sono impegnati tanti leader internazionali, come L. Ron Hubbard che ha ispirato un movimento sostenuto dalla Chiesa di Scientology internazionalmente.

A sostegno di tale campagna, durante il fine settimana i volontari di Scientology della Romagna sono in centro a Bellaria per una distribuzione di opuscoli dal titolo Che cosa sono i diritti umani?

Leggiamo sui giornali quasi quotidianamente di abusi e violazioni dei principali diritti di donne, uomini e bambini che, in diverse forme ed in ogni parte del mondo, molto spesso sfociano in violenza, guerra, distruzione e morte.

Ma esistono dei diritti che ogni essere umano possiede e sono basilari. Esistono solo per il fatto che esiste la vita in ogni individuo e in ogni angolo del mondo.

Questi sono Diritti Umani, trattati ampiamente della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani redatta dalle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948 ed illustrati ampiamente negli opuscoli CHE COSA SONO I DIRITTI UMANI? che verranno distribuiti al centro di Bellaria.

Lo scopo ultimo dei volontari è far sì che gli articoli della Dichiarazione Universale siano applicati ad ogni uomo, donna e bambino, assicurando che i diritti fondamentali vengano rispettati per tutti.

La distribuzione di questo materiale informativo, ha lo scopo di creare una maggiore consapevolezza su questi basilari diritti che, trattati negli opuscoli in modo chiaro e semplificato, offrono una chiara visione di come possano essere applicati nella vita quotidiana, dando la possibilità di vivere una vita migliore, nel rispetto e nella tolleranza del prossimo; partendo dalla comprensione della famiglia, degli amici e dei vicini di casa e arrivando alle differenti culture, etnie e religioni: oggi più che mai oggetto di intolleranze e violazioni dettate da odio razziale.

Per info www.scientology.org.


 

]]>
L’intensa attività dell’Associazione Internazionale Guido Dorso Giovedì 20 in Senato e Venerdì 21 a Napoli Sat, 15 Jun 2019 07:38:08 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569446.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569446.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Sarà, come di consueto, la sala Zuccari di Palazzo Giustiniani al Senato della Repubblica, ad ospitare, giovedì 20 giugno 2019, alle ore 16, la consegna dei riconoscimenti della 40ma edizione del premio Guido Dorso, promossa dall’Associazione Internazionale Guido Dorso. L’iniziativa – patrocinata dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Università degli studi di Napoli “Federico II” – segnala dal 1970 contestualmente giovani studiosi del nostro Mezzogiorno e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e culturale che “hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e di progresso del Sud”. Il Premio Dorso istituito dall’omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri, consiste in un’artistica opera in bronzo realizzata in esclusiva dallo scultore di fama internazionale, Giuseppe Pirozzi, destinatario, nel 1980, del riconoscimento. Il prestigioso riconoscimento agli “ambasciatori” del Mezzogiorno, il Premio Internazionale “Guido Dorso”, giunto all’importante traguardo della 40ma edizione, nasce a Napoli nel 1970, per iniziativa di un gruppo di giovani studiosi della questione meridionale con la condivisa adesione della famiglia Dorso e il patrocinio della rivista “Politica meridionalista – Civiltà d’Europa”, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”. Assegnatari del prestigioso trofeo quest’anno sono: Federico Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo; Giovanni Pezzulo, Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr; Tommaso Russo, professore di biologia molecolare dell’università di Napoli “Federico II”; Marco Salvatore, fondatore de “Il Sabato delle idee”; Luigi Traettino, presidente Confindustria Caserta; Marco Esposito, giornalista-scrittore; Jean Noel Schifano, già direttore dell’Istituto francese di Napoli; Loredana Pirone, laureata presso il dipartimento di Scienze politiche della “Federico II” con la tesi in Politiche territoriali e governance delle amministrazioni locali, dal titolo “La questione metropolitana: il caso Napoli e Bordeaux”.
La targa di rappresentanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinata alla 40ma edizione del premio è stata quest’anno conferita dall’associazione Dorso alla Fondazione per la ricerca sul cancro “De Beaumont-Bonelli” presieduta dal prof. Giulio Tarro. A seguire la giornata romana in Senato, l’Associazione Internazionale Guido Dorso, ha inoltre organizzato per Venerdì 21 Giugno 2019, alle ore 17.30, al Blu di Prussia, Via Filangieri, 42, Napoli,  un incontro a con Jean-Noël Schifano, Premio Dorso 2019 dal tema: “NAPOLI TRA STORIA, MITO E REALTA”.

 

 

]]>
Informare per prevenire: a NUORO si sono attivati i volontari DICO NO ALLA DROGA con la verità sulla cocaina Fri, 14 Jun 2019 22:40:49 +0200 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569433.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569433.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

“L’arma più efficace nella lotta contro la droga è l’istruzione” sono parole del filosofo L. Ron Hubbard, il fondatore della religione di Scientology, che, negli anni ’70, aveva individuato nelle droghe “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”. A distanza di oltre 40 anni non possiamo affermare che quelle parole siano state ancora smentite: le droghe sono sempre più presenti nella nostra società e le nuove proposte invocanti alla liberalizzazione delle droghe cosiddette “leggere”, stanno minando il futuro delle nuove generazioni. L’esperienza ci insegna che ovunque si siano allentate le maglie della prevenzione, liberalizzando l’uso delle droghe leggere, vi è stato, di pari passo, un aumento dell’uso di quelle pesanti.       Le stesse testimonianze di coloro che oggi fanno uso di eroina e cocaina, dicono che l’inizio dell’avventura nel mondo della droga ha avuto inizio da quelle canne “innocenti” passate tra amici.

Ispirati dal loro fondatore e ben consapevoli di questa realtà, volontari della Chiesa di Scientology e di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga di Nuoro, da oltre tre anni fanno prevenzione nelle case e nei locali pubblici del capoluogo barbaricino, coinvolgendo centinaia di negozianti nella distribuzione dei libretti “la verità sulla droga” contenenti informazioni tratte dalle esperienze di chi la droga l’ha vissuta sulla propria pelle. Attraverso un linguaggio semplice e diretto, i ragazzi possono apprendere ciò che li aspetta imboccando quella strada e decidere, con cognizione di causa, se farne uso o meno. Anche questa settimana i volontari di Scientology e di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga nella serata di venerdì 14 giugno hanno incontrato cittadini e commercianti nelle strade di Nuoro, dove hanno divulgato l’unica cultura che garantisca davvero un futuro ai nostri giovani, quella di vivere liberi dalla droga.

 

]]>