Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Fri, 20 Jan 2017 02:31:09 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/1 Corso Booking agent Musicale ||| /// #FormazioneLive Thu, 19 Jan 2017 01:32:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418441.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418441.html formazionelive formazionelive I CORSI DI FORMAZIONELIVE

logo

INFO E ISCRIZIONI QUI
+39 329 168 6906
info@formazionelive.eu 


I corsi di febbraio e marzo 2017

Corso per booking agent musicale
vola in tutta Italia e dopo Roma e Bologna si aggiungono Bergamo e Catania

- INIZIO 28 GENNAIO - BOLOGNA
- INIZIO 18 FEBBRAIO - CATANIA
- INIZIO 4 MARZO - BERGAMO

opendayDopo il successo delle prime tre edizioni raddoppiamo l'offerta e oltre Roma e Bologna le prossime edizioni si terranno anche a Catania e Bergamo.

Il corso di booking agent musicale è l'unico in Italia dedicato esclusivamente alla figura del booking agent musicale.

A cura di MArteLabel

In un momento storico di forte crisi nella vendita di prodotti discografici attraverso il circuito tradizionale, ecco che suonare dal vivo diventa il momento decisivo attorno a cui ruota l'intero percorso artistico di una band.


Ufficio Stampa per la musica e la discografia
- INIZIO 4 FEBBRAIO - ROMA

opendayTotalmente rinnovato e focalizato sulla musica e la discografia per formare professionisti della comunicazione musicale.
A cura dell'ufficio stampa di MArteLabel

Il corso di formazione per “Ufficio stampa per la musica e la discografia” offre agli allievi inediti punti di vista e prospettive per la figura dell’addetto stampa in ambito discografico a partire dall’esperienza di MArtePress, ufficio stampa con 10 anni di esperienza tra festival come MArteLive e numerose band come Nobraino, Management del Dolore post Operatorio, Dellera, UNA, Gli Scontati, Gianluca De Rubertis e molti altri meno noti al grande pubblico ma di grande qualità.

LEGGI TUTTO!

PARTNER

logomei docservizi 

  

-------------------------------------

Questo messaggio ti viene inviato in osservanza del Dlgs 196/2003 sul trattamento e la protezione dei dati personali, se non sei più interessato o la consideri un'invasione per la tua privacy ti basterà cliccare QUI  per rimuovere il tuo indirizzo di posta. Ti ricordiamo che la nostra newsletter viene inviata con cadenza settimanale salvo comunicazioni straordinarie e importanti per un totale di circa 6 newsletter mensili. Per info: privacy@martelive.it

]]>
Esercizi commerciali e prevenzione Wed, 18 Jan 2017 20:10:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418431.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418431.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia L'azione di prevenzione nei centri commerciali

Gli esercizi commerciali, nelle loro diverse modalità, costituiscono un diffuso luogo di incontro.

Di solito non è semplice parlare con i ragazzi. Loro tendono a dialogare con i loro coetanei. 

I centri commerciali, molto frequentati dai giovani divengono quindi dei luoghi di contatto fra le diverse generazioni.

Perciò, noi posizioniamo i libretti di prevenzione proprio negli esercizi dei centri commerciali. Diffondiamo così le informazioni che permettono ai giovani di scegliere di non assumere droga in primo luogo. 

Per di più, la nostra campagna La Verità sulla Droga consiste di attività a cui possono unirsi per diffondere un modo di vivere libero dalla droga. Queste attività sono semplici, efficaci e possono coinvolgere persone di tutte le età.

La campagna "La Verità sulla Droga" utilizza un linguaggio comune e presenta i fatti nella loro semplicità. I lettore è lasciato libero di formulare le proprie decisioni. Molto di ciò che si sente sulla droga, in effetti, viene da quelli che la vendono. Ex spacciatori hanno ammesso che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far comprare la droga alle persone.

Queste e molte altre informazioni sono presenti nei libretti distribuiti.

Per questo i volontari di "Mondo libero dalla droga", si sono recati a Palazzolo ed hanno posizionato 50 libretti "La verità sulla Marijuana" presso alcuni esercizi che sostengono l'iniziativa in modo che le persone ne possano parlare.

La diffusione della informazione

L’informazione è la pietra angolare del cambiamento. Per questo motivo un’ampia serie di materiali educativi, basati su fatti reali e di forte impatto, viene distribuita gratuitamente alle persone tramite i volontari di "Mondo Libero dalla Droga".

Questi semplici opuscoli permettono di esaminare le proprie scelte in modo libero e senza l'influenza di persone verso le quali spesso nasce un senso di rifiuto.

Gli interessati possono trovano una informazione completa, quanto oggettiva, che affronta gli argomenti in modo semplice, ma non banale.

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare.

Si possono utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani.

Loro cresceranno nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
GIORNATA DELLA MEMORIA: un incontro in via Villar, 2 Wed, 18 Jan 2017 15:45:24 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418386.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418386.html chiesa di scientology di torino chiesa di scientology di torino


GIORNATA DELLA MEMORIA: un incontro in via Villar, 2

    Torino: venerdì 27 gennaio in via Villar 2 alle ore 17.00 presso la Chiesa di Scientology di Torino avrà luogo un momento di raccoglimento e di incontro dedicato alla Giornata della Memoria. 

    La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sarà la chiave di lettura degli avvenimenti del passato e del presente con uno sguardo all'attuazione pratica della Dichiarazione Universale e dei suoi principi quale strumento morale indispensabile contro qualsiasi guerra e sopruso presenti e futuri. Ingresso libero. Per informazioni: 011 85 30 12
]]>
Conoscere le droghe Wed, 18 Jan 2017 14:59:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418379.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418379.html Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Domenica 17 gennaio a Firenze,  i volontari della sezione fiorentina di un Mondo libero dalla droga hanno distribuito nuovamente ed instancabilmente gli opuscoli della serie de La Verità sulla Droga. Questa serie comprende 13 opuscoli, una per ogni droga e ,scritti in un linguaggio molto semplice, forniscono le informazioni corrette sulle stesse. In pratica spiegano la verità nuda e cruda sugli effetti negativi che le droghe hanno a livello fisico e mentale. Riportano anche storie vere di persone che ne hanno fatto uso e ne sono diventati dipendenti. In questo modo portano i giovani a piena comprensione e a far sì che decidano consapevolmente di non assumerla o di non assumerla più. Fino ad ora questa associazione, a livello mondiale ed attraverso una rete di volontari, ne ha distribuiti circa 56 milioni in 120 paesi ottenendo anche cali drastici del consumo di droga. L'associazione, che è patrocinata dalla Chiesa di Scientology, pubblica, inoltre, anche video informativi che sono stati trasmessi in 275 stazioni televisive. Questi materiali sono a disposizione di tutti: adolescenti, genitori, insegnanti, avvocati, forze dell’ordine, animatori, specialisti nella prevenzione e nella riabilitazione dalla droga, professionisti della salute. Invitiamo comunque a visitare il sito: www.drugfreeworld.it e ad usare a piene mani questi materiali per aiutare i nostri giovani a prendere le giuste decisioni.

]]>
Corso di Scrittura Narrativa a Topos Tue, 17 Jan 2017 19:06:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418266.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418266.html OASI Spettacoli e Corsi OASI Spettacoli e Corsi

COMUNICATO STAMPA

Torino, 17 gennaio 2017


OASI CORSI organizza un laboratorio di SCRITTURA NARRATIVA, condotto da Marco Racca. 
26 ore, 13 lezioni, il lunedì h. 20.30/22.30, dal 30 gennaio.
Presso TOPOS, Via Pinelli 23, Torino.

Il laboratorio è dedicato a chiunque voglia misurarsi con la scrittura, a chi desidera finalmente dare corpo a quella storia che gli ronza in 

testa da un po’, a chi già scrive ma sente che non è proprio soddisfatto e potrebbe fare meglio, a chi vuole capire perché gli piace così 

tanto come scrive quell’autore lì, a chi non ha mai scritto e pensa sia il momento giusto per iniziare.



Info: 011.76.00.736, oasi@oasitopos.eu.
   
Grazie.



Tullio Lucci
380.512.86.08

Associazione Culturale OASI
Spazio Corsi TOPOS
DURGA - Scuola di Formazione e Valorizzazione per Operatori Olistici

Via Pinelli 23, 10144 Torino
tel. 011.76.00.736 

facebook Oasi & Topos - DURGA











]]>
Social network e disturbi dell'apprendimento. Parliamone insieme! - Centro Benedetta d'Intino Onlus Tue, 17 Jan 2017 12:49:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418182.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418182.html Press Un-Guru Press Un-Guru

 

mage001.png@01D270B2.851FF780PARLIAMONE INSIEME

Social network, disturbi specifici dell’apprendimento, i bisogni fisici ed emotivi

di bambini e adolescenti oggi

Riparte il ciclo di incontri per genitori ed educatori del Centro Benedetta D’Intino Onlus

 

 

Milano, 17 gennaio 2017 – Torna l’appuntamento dedicato a genitori ed educatori dedicati alla comprensione dei bisogni fisici ed emotivi dei bambini e degli adolescenti della società di oggi del Centro Benedetta D’Intino Onlus.

 

Gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno in base al seguente calendario:

-          28 gennaio 2017. Il mondo dei DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) dedicato alle certificazioni quali strumento di riconoscimento e presa in carico del disturbo

-          11 marzo 2017. Genitori e figli nei social network: una mappa per non perdersi. I nuovi spazi e tempi delle relazioni, i mondi virtuali e la “fragilizzazione” delle relazioni umane, come suggerita da Zygmunt Bauman.

 

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel programma PARLIAMONE INSIEME, giunto quest’anno alla nona edizione.

PARLIAMONE INSIEME è un progetto che vuole stimolare l’incontro con i genitori nella logica di fare emergere le competenze che, in qualità di madri e padri, sono “conosciute”, ma non ancora “pensate”, aiutandoli nei momenti di incertezza, fatica e solitudine.

PARLIAMONE INSIEME nasce dall’esperienza maturata all’interno del Settore di Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino con l’obiettivo di comprendere le problematiche legate allo sviluppo del corpo e della mente di bambini e preadolescenti.

 

“Creiamo occasioni di confronto e scambio per futuri genitori, insegnanti, personale della scuola, psicologi e pediatri interessati ai temi dell’età evolutiva. Si tratta di un percorso sviluppato nel corso degli ultimi anni che ci permette di condividere l’esperienza fatta all’interno del Centro Benedetta D’Intino con tutti coloro che, a vario titolo, sono chiamati a riconoscere, conoscere e gestire il disagio psicologico e le difficoltà emotive e relazionali" commenta Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino.

 

Tutti gli appuntamenti del programma PARLIAMONE INSIEME sono condotti da psicoterapeuti esperti nell’età evolutiva e da pediatri, talvolta accompagnati da artisti che danno voce a fiabe e letture ispirate dai temi proposti.

 

Gli incontri saranno moderati dalla dott.ssa Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro.

Interverranno, in qualità di relatori, la dott.ssa E. Maggioni, neuropsichiatra infantile e direttore sanitario del Centro Benedetta D’Intino, le dott.sse Ilaria Dufour, Valeria Ladino, Sara Micotti, psicoterapeute del Centro, le dott.sse E. Mazzucchi, M. Picciotti e R. Schiro’, pediatre di libera scelta, il dott. Riccardo Ricotti, avvocato; la dott.ssa Manuela Tagliabue, esperta in social network.

Per partecipare è necessaria la prenotazione (tel. 02 39263940 – infocbdi@benedettadintino.it). Gli incontri si svolgono presso la sede del Centro Benedetta D’Intino Onlus in via Sercognani 17, Milano.

 

Il Centro Benedetta D’Intino è un’associazione ONLUS che si occupa di bambini e adolescenti affetti da disagi psicologici e disabilità comunicative. Certificato ISO 9001 e accreditato da Regione Lombardia come Polo di Neuropsichiatria Infantile, il Centro è composto da un’équipe di professionisti con una formazione specifica e una lunga esperienza nel trattamento di minori con problemi psicologici e disabilità.

 

---------------------------------------------------------------------------------------

Antonella TAGLIABUE
Managing Director & Senior Advisor
UN-GURU® 
unique value consulting solutions


E-mail: 
a.tagliabue@un-guru.com
Mobile: +39 3339274531

Skype: antonella.tagliabue.un-guru
P.zza Castello 19 20121 Milano MI

Tel. 0039 02 30310564
Twitter @AntonellaT10


Web: 

www.un-guru.com

UN-GURU Network è presente su: 
www.linkedin.com
www.viadeo.com
www.facebook.com 
www.twitter.com

Un-Guru® è una innovativa società di consulenza strategica di direzione

per la valorizzazione, lo sviluppo e la sostenibilità di imprese, prodotti e idee.

Un-Guru è opinion maker riconosciuto con numerose pubblicazioni 
su vari media, tra cui Il Sole 24 Ore, Metro, Modus Vivendi, Digitalic, 
e come relatore e moderatore in convegni e seminari.
Un-Guru è un marchio registrato.
--------------------------------------------------------------------------------------
Sii smart, pensa all'ambiente: non stampare questa e-mail se non necessario.

 

 

]]>
Social network e disturbi dell'apprendimento. Parliamone insieme! - Centro Benedetta d'Intino Onlus Tue, 17 Jan 2017 12:39:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418181.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418181.html Press Un-Guru Press Un-Guru

 

mage001.png@01D270B2.851FF780PARLIAMONE INSIEME

Social network, disturbi specifici dell’apprendimento, i bisogni fisici ed emotivi

di bambini e adolescenti oggi

Riparte il ciclo di incontri per genitori ed educatori del Centro Benedetta D’Intino Onlus

 

 

Milano, 17 gennaio 2017 – Torna l’appuntamento dedicato a genitori ed educatori dedicati alla comprensione dei bisogni fisici ed emotivi dei bambini e degli adolescenti della società di oggi del Centro Benedetta D’Intino Onlus.

 

Gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno in base al seguente calendario:

-          28 gennaio 2017. Il mondo dei DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) dedicato alle certificazioni quali strumento di riconoscimento e presa in carico del disturbo

-          11 marzo 2017. Genitori e figli nei social network: una mappa per non perdersi. I nuovi spazi e tempi delle relazioni, i mondi virtuali e la “fragilizzazione” delle relazioni umane, come suggerita da Zygmunt Bauman.

 

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel programma PARLIAMONE INSIEME, giunto quest’anno alla nona edizione.

PARLIAMONE INSIEME è un progetto che vuole stimolare l’incontro con i genitori nella logica di fare emergere le competenze che, in qualità di madri e padri, sono “conosciute”, ma non ancora “pensate”, aiutandoli nei momenti di incertezza, fatica e solitudine.

PARLIAMONE INSIEME nasce dall’esperienza maturata all’interno del Settore di Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino con l’obiettivo di comprendere le problematiche legate allo sviluppo del corpo e della mente di bambini e preadolescenti.

 

“Creiamo occasioni di confronto e scambio per futuri genitori, insegnanti, personale della scuola, psicologi e pediatri interessati ai temi dell’età evolutiva. Si tratta di un percorso sviluppato nel corso degli ultimi anni che ci permette di condividere l’esperienza fatta all’interno del Centro Benedetta D’Intino con tutti coloro che, a vario titolo, sono chiamati a riconoscere, conoscere e gestire il disagio psicologico e le difficoltà emotive e relazionali" commenta Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino.

 

Tutti gli appuntamenti del programma PARLIAMONE INSIEME sono condotti da psicoterapeuti esperti nell’età evolutiva e da pediatri, talvolta accompagnati da artisti che danno voce a fiabe e letture ispirate dai temi proposti.

 

Gli incontri saranno moderati dalla dott.ssa Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro.

Interverranno, in qualità di relatori, la dott.ssa E. Maggioni, neuropsichiatra infantile e direttore sanitario del Centro Benedetta D’Intino, le dott.sse Ilaria Dufour, Valeria Ladino, Sara Micotti, psicoterapeute del Centro, le dott.sse E. Mazzucchi, M. Picciotti e R. Schiro’, pediatre di libera scelta, il dott. Riccardo Ricotti, avvocato; la dott.ssa Manuela Tagliabue, esperta in social network.

Per partecipare è necessaria la prenotazione (tel. 02 39263940 – infocbdi@benedettadintino.it). Gli incontri si svolgono presso la sede del Centro Benedetta D’Intino Onlus in via Sercognani 17, Milano.

 

Il Centro Benedetta D’Intino è un’associazione ONLUS che si occupa di bambini e adolescenti affetti da disagi psicologici e disabilità comunicative. Certificato ISO 9001 e accreditato da Regione Lombardia come Polo di Neuropsichiatria Infantile, il Centro è composto da un’équipe di professionisti con una formazione specifica e una lunga esperienza nel trattamento di minori con problemi psicologici e disabilità.

 

---------------------------------------------------------------------------------------

Antonella TAGLIABUE
Managing Director & Senior Advisor
UN-GURU® 
unique value consulting solutions


E-mail: 
a.tagliabue@un-guru.com
Mobile: +39 3339274531

Skype: antonella.tagliabue.un-guru
P.zza Castello 19 20121 Milano MI

Tel. 0039 02 30310564
Twitter @AntonellaT10


Web: 

www.un-guru.com

UN-GURU Network è presente su: 
www.linkedin.com
www.viadeo.com
www.facebook.com 
www.twitter.com

Un-Guru® è una innovativa società di consulenza strategica di direzione

per la valorizzazione, lo sviluppo e la sostenibilità di imprese, prodotti e idee.

Un-Guru è opinion maker riconosciuto con numerose pubblicazioni 
su vari media, tra cui Il Sole 24 Ore, Metro, Modus Vivendi, Digitalic, 
e come relatore e moderatore in convegni e seminari.
Un-Guru è un marchio registrato.
--------------------------------------------------------------------------------------
Sii smart, pensa all'ambiente: non stampare questa e-mail se non necessario.

 

 

]]>
Scopriamo le bugie più comuni sulle droghe leggere Tue, 17 Jan 2017 12:18:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418174.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418174.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova Giornata a porte aperte con un’attenzione su:

“Scopriamo le bugie più comuni sulle droghe leggere ”.

Nel prestigioso salone di Villa Francesconi Lanza, sede di Scientology, verrà ospitato il 21 Gennaio 2017, all’interno di una giornata a porte aperte sul soggetto delle droghe e della prevenzione, un seminario organizzato dall’associazione “Mondo Libero dalla droga Padova”  tenuto dalla Vicepresidente della “Fondazione per un’ Europa Libera dalla Droga”, Penny Spanù.

La giornata che si prevede molto intensa, vedrà un’intera mostra sul soggetto, disposta in un’ordine che ne favorisce la comprensione anche per chi è a digiuno nel settore. La mostra ha per l’occasione un titolo singolare ed eloquente: ”Raggiungere i Ragazzi, prima che lo facciano gli spacciatori”. Si conviene che un tale titolo non lascia spazio a riserve nelle intenzioni. Alla mostra si aggiungono video e materiali di ultima generazione nel settore della prevenzione.

Alle ore 16.00 (apertura porte ore 15:30) anticipato da un rinfresco, un seminario specifico sul settore, dove la Vicepresidente Penny Spanu, tratterà argomenti di tutti i giorni e che, grazie alla sua attiva presenza sul territorio a livello europeo, esporrà informazioni teorico pratiche sul soggetto delle insidiose“droghe leggere” e le sue varianti del mercato, per arrivare a ciò che viene usato da coloro che si fanno esplodere negli attentati terroristici.

La giornata ha una rilevanza notevole, magari ambiziosa, per la presa di posizione che si può prendere in conseguenza alla consapevolezza raggiungibile. Fronteggiare ed arginare questo problema, al fine di fare qualcosa al riguardo per arrivare ad incidere sulla vita di tutti i giorni qui a Padova.

Come potrebbe essere la nostra città con un tasso di persone che si drogano in calo ? …e se questo progredisse con una certa costanza….si  d’accordo è difficile immaginarlo. Ma considerare che non sia impossibile e fare qualcosa al riguardo, dà, anche solo a pensarlo, una sensazione di benessere. 

Giornata a porte aperte, sabato 21 Gennaio a Villa Francesconi Lanza in Via Pontevigodarzere 10, Padova, dalle ore 11.00 alle 18.00 ed un’importante seminario alle ore 16:00 con la Vicepresidente della “Fondazione per un’ Europa Libera dalla Droga” Penny  Spanù.

 

Per informazioni 348.3332499 


]]>
Nuove e antiche religioni Mon, 16 Jan 2017 17:54:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418083.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418083.html Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology È insito nel cuore e nella coscienza di tutti desiderare la realizzazione di una vita pacifica. Quest’obiettivo può essere perseguito solo grazie a un processo di formazione delle coscienze individuali; processo che deve poi espandersi naturalmente a tutta la collettività, a partire dagli educatori, dai rappresentanti delle istituzioni, dai giornalisti, dagli uomini di scienza.

Indispensabile in questo processo è la cooperazione inter-religiosa: le religioni devono ritrovare ciò che le unisce pur nelle diversità che le contraddistinguono.

Ed è necessaria anche la collaborazione tra le varie attività e discipline umane.

Ieri si è tenuto un dialogo tra la Chiesa di Scientology e Marco Borghini , Direttore dell’Accademia Strata di Pisa ,ma anche attento studioso della cultura religiosa che si trova nella Sacra Scrittura e di tutte le filosofie religiose dell’antichità.

Il ministro della Chiesa di Scientology ha risposto a tutti  i quesiti posti dall’auditorio , quest’ultimo incuriosito da una nuova realtà probabilmente poco conosciuta .

 

La conferenza ha permesso un confronto tra vecchie e nuove religioni ,invogliando la collettività ad un dialogo sempre più aperto e collaborativo tra diverse realtà.

]]>
IL 2016 E’ STATO UN ANNO RICCO DI ATTIVITA’ Mon, 16 Jan 2017 17:05:49 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418080.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418080.html Vicki Franceschini Vicki Franceschini
I volontari della Chiesa di Scientology continuano a distribuire gli opuscoli informativi intitolati "La Verità sulla Droga" a quante più persone possibile.
 
Questo viene fatto attraverso varie attività come ad esempio: gare podistiche, conferenze pubbliche, conferenze nelle scuole, contatti personali, allestimento di gazebo nei centri città e durante varie manifestazioni pubbliche.
 
Tutte le attività dei volontari sono iniziative laiche basate sulle ricerche del filosofo L. Ron Hubbard e sul principio fondamentale che solo una conoscenza adeguata del soggetto può portare alla scelta libera e responsabile di non fare uso di sostanze psicotrope.
 
Nel 2016 sono stati distribuiti gratuitamente, dai volontari, oltre 10.000 libretti informativi la cui realizzazione e stampa a livello mondiale è resa possibile grazie alla Fondazione Internazionale per un Mondo Libero dalla Droga. 
 
Le azioni di prevenzione continuano e per il 2017 ci sono già in programma diverse attività pubbliche su cui verranno fornite informazioni man mano che verranno svolte.
 
Per ulteriori informazioni o richieste di materiali:
 
]]>
Gelli (Cesvot): “Terzo settore sempre pi ù complesso, Centri Servizio siano protagonisti cambiamento” Mon, 16 Jan 2017 16:39:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418077.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418077.html Spes - Ufficio Stampa Spes - Ufficio Stampa Comunicato stampa

 
Gelli (Cesvot): “Terzo settore sempre più complesso, Centri Servizio siano protagonisti cambiamento”
 
“Il Terzo settore è sempre più complesso e per questo motivo deve essere necessariamente compreso e sostenuto in ogni sua articolazione. È in questo contesto che i Centri di Servizio devono essere in grado, attraverso un'azione capillare e facendo rete su tutto il territorio, di garantire quell'aiuto che è il motivo stesso della loro costituzione”. È quanto dichiara Federico Gelli, presidente di Cesvot – Centro Servizi Volontariato Toscana, nel ‎messaggio inviato alla presentazione del volume di ricerca ‘Volontari e Attività Volontarie in Italia. Analisi, Impatti, Esplorazioni’ (Il Mulino, 2016), che si sta svolgendo alla Camera dei Deputati.
 
“All'indomani di una legge sul Terzo settore approvata soltanto pochi mesi fa e con i decreti attuativi ancora in divenire – ha spiegato Gelli - ci troviamo ad affrontare una fase del tutto nuova per le nostre strutture, chiamate a rispondere con sempre maggiore efficienza, ma purtroppo con sempre meno fondi a disposizione, alle tante necessità che emergono ogni giorno dalle nostre associazioni e dai milioni di volontari attivi sul nostro territorio. Ciò che è stato presentato oggi – ha concluso Gelli - indica come senza la ricerca e la promozione culturale per la conoscenza dei volontari su cui i nostri centri devono continuamente investire, il nostro lavoro sarebbe estremamente più difficile e certamente meno utile. E la ricerca è soltanto uno dei settori che siamo chiamati a migliorare attraverso un continuo confronto che dobbiamo impegnarci ad avere in modo costante e costruttivo. È necessario e fondamentale studiare e comprendere il cambiamento epocale del nostro settore, e proprio attraverso questo approfondimento, gettare le basi per un futuro al passo coi tempi. Un futuro che deve vedere i Centri di Servizio ancora protagonisti.”
 
Roma, 16 gennaio 2017
 
Ufficio stampa SPES
349.6638812‎
]]>
Lavoro volontario, risultati ricerca: Colti, felici e fiduciosi, volontari italiani record di benessere ***CON EMBARGO ALLE ORE 15 DI OGGI*** Mon, 16 Jan 2017 12:44:39 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418039.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418039.html Spes - Ufficio Stampa Spes - Ufficio Stampa ***CON EMBARGO ALLE ORE 15 DI OGGI, LUNEDì 16 GENNAIO 2017***

 

Comunicato stampa (materiali in allegato)

 

Colti, felici e fiduciosi: ecco i volontari italiani, record del benessere

Dalla ricerca un’indicazione alla politica: per l’impegno civico serve più cultura

 

Colti, felici e fiduciosi nel prossimo. Questo il ‘volontario tipo’ che emerge dal volume di ricerca “Volontari e attività volontarie in Italia. Antecedenti, impatti, esplorazioni” (Bologna, Il Mulino, 2016), presentato oggi alla Camera dei Deputati.

Il volume, a cura di Riccardo Guidi, Ksenija Fonović e Tania Cappadozzi, approfondisce i caratteri e i significati dell’azione volontaria in Italia attraverso un lavoro collettivo e prospettive di diverse discipline. Presenta analisi e risultati inediti sulla base dei dati Istat 2013 rilevati applicando, per la prima volta in Italia, lo standard mondiale ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro) per la rilevazione del volontariato all’interno dell’Indagine Multiscopo Aspetti della Vita Quotidiana.

“Dai risultati deriva una precisa indicazione politica: per far crescere la solidarietà e l’impegno civico è di primaria importanza investire nell’educazione, nell’istruzione universitaria e nella cultura”, dichiarano i curatori del volume.

La ricerca attesta che non sono le risorse economiche la variabile determinante per accrescere le probabilità che una persona faccia volontariato, bensì le risorse socio-culturali: titolo di studio, abilità digitali, partecipazione culturale. Maggiori risorse socio-culturali si traducono in una maggiore propensione al fare volontariato. Per cui, più aumenta il titolo di studio e la fruizione di cultura, più aumenta la probabilità di fare volontariato.

“Questo libro ha contenuti originali: non esiste attualmente un altro contributo scientifico accessibile al grande pubblico che affronti lo stesso tema su una base statistica ufficiale”, rendono noto i curatori, che sottolineano come il volume esca “in un momento cruciale, mentre il Governo sta definendo i decreti attuativi della Riforma del Terzo Settore”.

In Italia sono 6,63 i milioni di persone (12,6% della popolazione) che si impegnano gratuitamente per gli altri o per il bene comune: 4,14 milioni (7,9%) lo fanno all’interno di organizzazioni e 3 milioni (5,8%) individualmente.

La quantità (del volontariato) aumenta la qualità (della vita). Dai risultati della ricerca emerge che le persone che fanno volontariato hanno una qualità della vita migliore rispetto al resto della popolazione italiana. In particolare, i punteggi più alti di soddisfazione vengono registrati dai volontari attivi da oltre 10 anni e da quanti si impegnano in più di una associazione.

Di particolare rilievo l’impatto positivo sul benessere degli anziani: il 50,4% dei volontari organizzati sopra i 65 anni si dichiara molto soddisfatto della propria vita.

Il tasso di fiducia interpersonale dei volontari (35,8%) svetta su quello di chi non fa volontariato (20,6%). I volontari mostrano più fiducia anche nelle istituzioni: l’indice medio di fiducia è stato calcolato al punteggio di 4,7 rispetto a 4,4 dei non volontari. Ma la relazione dell’impegno gratuito con la fiducia nelle istituzioni, viste come enti gerarchici che richiedono una adesione fideistica, è di gran lunga più debole rispetto a quella interpersonale.

Fare volontariato e partecipare ad associazioni ha anche un effetto di socializzazione alla partecipazione politica, soprattutto per le classi sociali più svantaggiate. Questa propensione si manifesta sia a livello ‘visibile’, ovvero nella partecipazione a cortei, comizi, riunioni e/o attività di un partito e nella tendenza a parlare di politica ogni giorno; sia a livello ‘latente’, ossia nella tendenza a informarsi della vita politica e nella disponibilità ad assistere a dibattiti politici.

Per quanto riguarda chi opera all’interno di organizzazioni, sono stati distinti sette profili di volontari. “I fedelissimi dell’assistenza” sono volontari (i più numerosi, un milione e 228 mila cittadini, pari al 29,6% del totale di volontari organizzati) che dedicano mezza giornata alla settimana a chi ha bisogno di aiuto nel campo dei servizi sociali, della protezione civile e della sanità. Seguono, per numerosità, “Le educatrici di ispirazione religiosa”, pari a un milione di persone (1.036 mila, 25%), impegnate nelle attività educative e nella catechesi; un impegno settimanale vissuto come stile di vita, in particolare per le donne del Sud. “I pionieri” sono generalmente laici ed istruiti; sperimentano modalità di impegno per l’ambiente e la collettività ai margini delle modalità organizzative tradizionali (il 13,6% dei volontari organizzati, 561 mila persone). “Gli investitori in cultura” mettono a disposizione competenze professionali specializzate e offrono supporto organizzativo per iniziative culturali e ricreative (il 10,3% dei volontari organizzati, 427 mila persone). “i volontari laici dello sport” sono allenatori e dirigenti di associazioni sportive dilettantistiche (l’8,9%dei volontari organizzati, 368 mila persone). “I donatori di sangue” sono per lo più maschi, occupati, genitori e in buona salute, fidelizzati all’associazione; si mettono a disposizione una volta al mese (l’8% dei volontari organizzati, 333 mila persone). Infine, “Gli stacanovisti della rappresentanza” sono dirigenti e organizzatori di associazioni che si occupano di politica, attività sindacale e tutela dei diritti (il 4,6% dei volontari organizzati, 190 mila persone); per un terzo è un impegno a tempo pieno.

Ma i volontari non sono solo quelli che si impegnano nelle associazioni. C’è chi lo fa individualmente. Grazie a questo volume di ricerca, per la prima volta in Italia conosciamo chi si impegna in modo diretto a beneficio di persone al di là della propria famiglia o per la collettività e ambiente. In particolare, sono stati individuati quattro ‘profili tipo’.

“Quelli che… danno una mano” (il gruppo più numeroso, pari al 34,2% dei volontari individuali, ovvero 852mila persone) sono quelle persone che offrono aiuto in casa o per pratiche burocratiche; rappresentano la ‘filiera corta’ dell’attivazione delle reti di prossimità. Seguono “quelle che… senza come si farebbe” (il 28,4% dei volontari individuali, 707 mila persone), che offrono assistenza qualificata a persone in difficoltà: è una relazione di aiuto duratura, un vero e proprio servizio complementare all’autogestione famigliare. L’attività di cura è svolta in prevalenza da donne: la maggior parte (69,9%) lo fa per almeno 10 ore al mese, una su cinque (20,5%) per più di 40 ore al mese.

Ci sono poi “quelli che… scelgono di fare da soli” (il 27,6% dei volontari individuali, 688mila persone), per lo più laureati, professionisti, impegnati con continuità (42,2% da oltre dieci anni, 17,5% da cinque a nove anni) per l’ambiente o cultura; rispetto ai volontari impegnati nelle organizzazioni, il tempo dedicato è minore (da due a quattro ore al mese). Infine, troviamo “quelli che… per donare vanno diritti all’ospedale” (il 9,9% dei volontari individuali, 246mila persone), ovvero i donatori di sangue che dedicano un’ora al mese al di fuori delle associazioni.

L’incentivo più forte a fare volontariato è l’identità religiosa. Condividere un’identità religiosa forte è il fattore che maggiormente determina la propensione all’impegno volontario in un’organizzazione. Lo stesso vale per i volontari individuali; un dato, questo, mai dimostrato prima di questo volume di ricerca.

  

In allegato: dichiarazione di Luigi Bobba; risposta di Renzo Razzano a Bobba; sintesi del volume; copertina del volume; indice del volume; scheda autori; programma dell'evento

 

Roma, 16 gennaio 2017

 

Claudia Farallo 

Ufficio stampa SPES

349.6638812

]]>
Lavoro volontario: SINTESI PER LA STAMPA del volume di ricerca edito da Il Mulino con **EMBARGO** ore 15,00 di lunedì 16 gennaio 2017 Sun, 15 Jan 2017 18:01:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417956.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417956.html Spes - Ufficio Stampa Spes - Ufficio Stampa Gent.mi colleghi,

trasmettiamo in allegato ***CON EMBARGO ALLE ORE 15,00 DEL 16 GENNAIO 2017*** la SINTESI PER LA STAMPA del volume di ricerca "Volontari e attività volontarie in Italia. Analisi, impatti, esplorazioni" (Il Mulino, 2016) che sarà presentato domani, lunedì 16 gennaio 2017, dalle ore 15 alle 18, presso la Sala Refettorio della Biblioteca della Camera dei Deputati (Palazzo San Macuto, Via del Seminario 76).

Cogliamo l'occasione per inviare nuovamente il programma dell'evento, l'indice del volume, la copertina del volume e la scheda degli autori.

 

Con l'augurio di avervi tra noi domani, cari saluti.

 

Claudia Farallo

Ufficio stampa SPES

349.6638812

]]>
Latina: il Capol inaugura il Salone dell’Olio e delle Olive della provincia pontina Sat, 14 Jan 2017 15:39:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417917.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417917.html comune di cori comune di cori

Per la prima volta a Latina verrà inaugurato dal Capol il 4 e 5 Febbraio presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina nell’ambito della fase finale del Concorso provinciale ‘L’Olio delle Colline’. I Concorsi ‘Assaggiatore per un giorno’, ‘L’Olio delle Colline Pontine al suo Miglior Assaggiatore’ e Concorso ‘Olio Extra Vergine Pontino’ le altre novità della 12^ edizione.

Nell’ambito della fase finale del 12° Concorso provinciale ‘L’Olio delle Colline, Paesaggi dell'Extravergine e Buona Pratica Agricola dei Lepini, Ausoni e Aurunci’, il Capol inaugura quest’anno, per la prima volta, il Salone dell’Olio e delle Olive della provincia di Latina, nelle giornate del 4 e 5 Febbraio.

Due giorni dedicati alle eccellenze olivicole ed olearie pontine, dove scoprire e degustare le migliori produzioni di olio extra vergine di oliva della DOP Colline Pontine e di olive da mensa DOP ‘Gaeta’ e ‘Itrana Bianca’. Il tutto negli stand allestiti a Latina, presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina.

Una novità assoluta del Concorso e nel panorama della manifestazioni locali. Un evento specializzato, attento agli aspetti in-formativi, che renderà protagonisti i consumatori per addentrarli nel mondo dell’olivicoltura di qualità. Potranno conoscere gli olivicoltori pontini e gli altri addetti alla filiera olivicola del territorio.

Qualificati esperti del settore e assaggiatori professionisti del Capol insegneranno ai visitatori a riconoscere il prodotto di qualità attraverso degustazioni guidate e informate e il nuovo Concorso ‘Assaggiatore per un giorno’, in cui saranno proprio i consumatori a giudicare gli olii in gara.

Debutteranno inoltre il Concorso ‘L’Olio delle Colline Pontine al suo Miglior Assaggiatore’, riservato agli assaggiatori iscritti agli elenchi regionali/nazionale di tecnici ed esperti di olii di oliva vergini ed extravergini, e il Concorso ‘Olio Extra Vergine Pontino’ in cui i produttori stessi valuteranno alla cieca i propri olii.

“È soprattutto in annate ‘magre’ come questa che è necessario promuovere maggiormente la cultura dei prodotti di qualità – spiega il Presidente del Capol Luigi Centauri - in modo tale che il consumatore possa comprenderne meglio l'importanza e dare il giusto valore alle eccellenze di nicchia”.

Marco Castaldi

Addetto Stampa & OLMR

]]>
10° Viaggio Pontino della Memoria per gli studenti del ‘Chiominto’ di Cori Sat, 14 Jan 2017 15:39:22 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417916.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417916.html comune di cori comune di cori  

Tra una settimana 14 alunni delle classi medie di Cori, Giulianello e Rocca Massima inizieranno il loro pellegrinaggio spirituale nel luogo simbolo degli orrori generati dall’odio razziale, in occasione della Giornata Europea della Memoria.

14 studenti delle classi terze medie dell’Istituto Comprensivo Statale ‘Cesare Chiominto’ sono pronti anche quest’anno ad intraprendere il ‘Viaggio Pontino della Memoria’, al quale le Amministrazioni comunali di Cori e Rocca Massima hanno aderito per il 10° anno consecutivo.

Partiranno tra una settimana, nel pomeriggio di lunedì 23 Gennaio, con arrivo a Vienna il giorno successivo. Visitata la capitale austriaca, proseguiranno verso Cracovia, città medievale, tra le 12 più belle al mondo, e antica capitale polacca.

Il 26 Gennaio l’emozionante ingresso nel Campo di Concentramento di Auschwitz – Birkenau, dove tutto è rimasto come allora, in memoria delle vittime dell’Olocausto, e la partecipazione alle celebrazioni ufficiali per il 72° anniversario della Liberazione del Campo e della città di Oświęcim.

Il 27 Gennaio, Giornata Europea della Memoria, saranno al quartiere ebraico di Cracovia, Kazimiertz, set del film ‘Shindler’s List’, premio Oscar 1994 dedicato al tema della Shoah, diretto da Steven Spielberg e ispirato al romanzo ‘La lista di Schindler’ di Thomas Keneally, che racconta la vera storia di Oskar Shindler.

Il giorno dopo, la suggestiva discesa nella miniera di salgemma di Wieliczka, tra le più antiche che esistano, con sculture incise nel sale dai minatori che vi hanno lavorato dal XIII secolo al 1996. Dopo la visita di Wadowice, città natale di San Giovanni Paolo II, il rientro a casa domenica 29 Gennaio.

Sarà un’esperienza educativa unica, occasione per vivere di persona un importante capitolo della Seconda Guerra Mondiale, nel luogo simbolo degli orrori generati dall’odio razziale, a contatto con i pochi superstiti e le realtà che operano per conservarne il ricordo.

Lo stesso tragitto in pullman rappresenta un vero e proprio ‘pellegrinaggio spirituale’ verso una meta di conoscenza e profonda riflessione, in un’area geografica protagonista di grandi cambiamenti storici e di grande interesse monumentale, considerata dall’UNESCO bene culturale mondiale.

Marco Castaldi

 

Addetto Stampa & OLMR

]]>
PREVENIRE L’OBESITA’ INFANTILE? SCOPRIAMO LO SVEZZAMENTO CON LA DIETA MEDITERRANEA Fri, 13 Jan 2017 13:03:00 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417836.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417836.html Mediterranea Mediterranea

PREVENIRE L’OBESITA’ INFANTILE? SCOPRIAMO LO SVEZZAMENTO CON LA DIETA MEDITERRANEA


Il 18 gennaio presso il Punto Luce del quartiere Sanità il dibattito “Prevenire l’obesità infantile? Proviamoci con la dieta mediterranea”, il terzo di 9 appuntamenti della V edizione di Mondo Donna

 

Napoli, 13 gennaio 2017 – Quella bimba è la copia del padre! Quel bambino è tutto suo padre! Ma cosa succede se i genitori sono in sovrappeso? I bambini saranno anche loro in sovrappeso? Pare proprio di sì. Non si tratta solo di una questione genetica, un ruolo determinante è giocato dallo stile alimentare dei genitori, fin dalla fase dell’allattamento.

 

Salvatore Auricchio, professore di pediatria dell’Università Federico II di Napoli, Raffaella De Franchis, pediatra di famiglia e autore di un volume dedicato allo svezzamento con la dieta mediterranea in pediatria, Francesca Romano Marta, referente nazionale per l’associazione Save the Children Italia saranno a disposizione del pubblico per rispondere ad alcuni interessanti quesiti: è possibile prevenire l'obesità infantile? Quali alimenti sono da preferire? Carne e pesce, cosa offrire? Uova e legumi, quando vanno aggiunti?

All’incontro, che si terrà il prossimo 18 gennaio presso il Punto Luce del Quartiere Sanità in Piazzetta Vincenzo alla Sanità, parteciperanno anche due mamme che porteranno la loro testimonianza.

 

Il sovrappeso e l’obesità sono tra i principali fattori di rischio per le patologie non trasmissibili, quali le malattie ischemiche del cuore, l’ictus, l’ipertensione arteriosa, il diabete tipo 2, le osteoartriti ed alcuni tipi di cancro, e la loro diffusione, sempre più in crescendo, è ormai un problema prioritario di salute pubblica a livello mondiale, con un grosso impatto sui servizi sanitari nazionali. In base a studi effettuati a livello internazionale, si è riscontrato che i costi economici legati all’obesità e al sovrappeso rappresentano il 2-7% dei costi sanitari totali.


La dieta mediterranea è stata dimostrata essere il miglior modello alimentare per la prevenzione di malattie cronico-degenerative come le malattie cardiovascolari, il diabete, l’obesità e il cancro.

 

I Pediatri di famiglia della Provincia di Napoli hanno costituito un Gruppo di lavoro denominato “Dieta Mediterranea in Pediatria” che si propone di promuovere la dieta mediterranea come corretto stile alimentare agendo sulle abitudini alimentari della madre già durante l’allattamento e proseguendo poi sul bambino fin dalle prime fasi dello svezzamento.

 

“Secondo una recente indagine– afferma Celeste Condorelli, Amministratore Delegato Clinica Mediterranea – l’obesità infantile è in diminuzione in Italia, ma non in Campania, che è la regione con la percentuale più alta di obesi tra gli 8 e i 9 anni. La mancanza di mense scolastiche, il poco moto e la bassa distribuzione di alimenti sani sono una determinante, ma spesso sono i genitori a trasferire una scorretta educazione alimentare ai propri figli. Per questo abbiamo coinvolto alcuni dei pediatri di famiglia della Provincia di Napoli che hanno costituito il Gruppo di lavoro denominato “dieta mediterranea in pediatria”, che si propone di promuovere la dieta mediterranea come corretto stile alimentare agendo sulle abitudini alimentari della madre già durante l’allattamento e proseguendo poi sul bambino fin dalle prime fasi dello svezzamento, per capire qual è il modo corretto di comportarci con i nostri figli”. 

A questo link il programma completo degli incontri Mondo Donna 2016/2017: http://www.clinicamediterranea.it/mondo-donna-2016-2017

 

La quinta edizione di “Mondo Donna” mira ad accrescere le competenze necessarie affinché i cittadini siano attivamente coinvolti nelle decisioni che riguardano la propria salute ed acquisiscano competenze al fine di migliorare il proprio ambiente sociale e politico.

La salute, infatti, non è determinata solo dalle politiche del Servizio Sanitario Nazionale, ma soprattutto dalle politiche di istruzione, economiche, urbanistiche, ambientali, dell’energia, dei trasporti e della mobilità, per cui tutti sono devono partecipare per migliorare la salute della popolazione. Per questo motivo il titolo dell’intera rassegna sarà “Il futuro è di chi sa” perché Mondo Donna vuole essere un momento gratuito di informazione rivolto a tutti i cittadini che vogliono essere più consapevoli sui temi che riguardano la salute e la prevenzione in genere.

 

La CLINICA MEDITERRANEA è una struttura privata di eccellenza nella sanità campana. Accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, ospita attività ad elevata specializzazione. Fondata nel 1949, ha costituito nel tempo delle equipe stabili, formate da personalità di spicco nel mondo della sanità e caratterizzate da un’elevata interazione tra le diverse specialità. Certificata in qualità a norma UNI EN ISO 9001/2008, la Clinica Mediterranea è una struttura all’avanguardia per i servizi e le attività proposte in particolare l’alta specialità del Cuore e il Nido per tre, la prima sala parto familiare del centro sud Italia, inaugurata anche per tentare di contrastare il triste primato mondiale della Campania per numero di parti cesarei, numero che dal 2006 al 2011 è ulteriormente cresciuto dal 60,6% al 62,4% dei casi. Negli ultimi sessant’anni alla Clinica Mediterranea sono nati oltre 50mila napoletani.

 

Clinica Mediterranea

via Orazio 2

Per info e per confermare la propria presenza:

mondodonna@clinicamediterranea.it

http://www.clinicamediterranea.it/mondo-donna-2016-2017

https://www.facebook.com/events/1745785382406929/

 

 

]]>
[CICAP-HOTLINE] Il CICAP d il benvenuto a 8 nuovi Soci onorari Fri, 13 Jan 2017 08:17:49 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417812.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417812.html Ufficio Stampa CICAP Ufficio Stampa CICAP ***

I nuovi Soci onorari sono:

Guido Barbujani
Professore ordinario di genetica
Università di Ferrara

Gilberto Corbellini
Professore ordinario di storia della medicina
Università “La Sapienza” di Roma

Giulio Giorello
Professore ordinario di filosofia della scienza
Università degli Studi di Milano

Marco Malvaldi
Scrittore e chimico

Giorgio Manzi
Professore ordinario di biologia
Università “La Sapienza” di Roma

Massimo Pigliucci
K.D. Irani Professor of Philosophy
CUNY-City College & Graduate Center, New York

Gianluca Vago
Professore ordinario di anatomia patologica
Rettore dell’Università degli Studi di Milano

Margherita Venturi
Professore ordinario di chimica generale
Università di Bologna

Diamo a loro il nostro benvenuto e li ringraziamo per avere accettato di affiancare il CICAP nell’impegno quotidiano per la diffusione del metodo razionale e scientifico nell’analisi e nella soluzione dei problemi.

Gli otto nuovi Soci onorari si vanno ad affiancare al presidente onorario Piero Angela, al genetista Edoardo Boncinelli, al farmacologo Silvio Garattini, direttore dell’Istituto Mario Negri, e al Premio Nobel Carlo Rubbia e seguono una tradizione che ha visto tra i Soci onorari del CICAP personalità quali: Edoardo Amaldi, Giuliano Toraldo Di Francia, Umberto Eco, Margherita Hack, Tullio Regge, Umberto Veronesi, Aldo Visalberghi e i premi Nobel Daniel Bovet e Rita Levi Montalcini.


_______________________
Ufficio Stampa - CICAP
Comitato Italiano per il
Controllo delle Affermazioni
sulle Pseudoscienze

Casella postale 847
35100 Padova
tel. e fax 049-686870
e-mail: ufficiostampa@cicap.org
www.cicap.org
www.queryonline.it

Seguici anche su
Facebook: https://www.facebook.com/cicap.org
Twitter: https://twitter.com/cicap

Sostieni il CICAP con il 5x1000 - C.F. 03414590285 - Informazioni
http://goo.gl/90ZkTR

_________________________________________

INFORMAZIONI

Ricevi questa mail in quanto ci hai dimostrato il tuo interesse per il nostro lavoro (abbonato a "Query", a Cicap-Extra, a "Magia", hai acquistato libri o pubblicazioni da Prometeo, ci segui sui social network, ecc...) oppure perché ne hai fatto espressa richiesta. Se desideri cancellare la tua sottoscrizione puoi inviare una mail a info@cicap.org chiedendo di essere rimosso dalla lista oppure seguire le istruzioni che seguono:

- Come fare per iscriversi
Se non sei ancora iscritto alla Hotline del CICAP puoi farlo in qualsiasi momento inserendo il tuo indirizzo email in questo form: http://www.cicap.org/rubriche/hotline/subscribe.php

- Come fare per cancellarsi dalla lista
Puoi cancellarti in ogni momento inserendo l'indirizzo email con cui sei iscritto in questo form: http://www.cicap.org/rubriche/hotline/unsubscribe.php

_________________________________________




]]>
Reggio Calabria: Ecco il programma completo del Corso di Editoria Digitale di Calabria Formazione Fri, 13 Jan 2017 06:21:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417795.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417795.html Calabria Formazione Calabria Formazione L’associazione Calabria Formazione onlus, in collaborazione con la Biblioteca Comunale Pietro De Nava di Reggio Calabria, rende noto il programma completo del CORSO DI EDITORIA DIGITALE, un ciclo di seminari teorico/pratici  tra ebook, pre-press, web e digital publishing alla scoperta delle tecniche e delle potenzialità delle pubblicazioni digitali.

Come è noto, il corso – aperto a tutti e sponsorizzato dalla società Creative 3.0 –, si terrà nella sala conferenze della Villetta De Nava, sede storica della Biblioteca Comunale di Reggio Calabria, in Via Demetrio Tripepi, 9, a partire dal prossimo 19 gennaio 2017 e si svilupperà in un ciclo di otto incontri articolati con cadenza settimanale ogni giovedì pomeriggio dalle ore 16:30 alle 18:30. Alla conclusione del ciclo di seminari ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Il programma degli incontri è così articolato:

·         19 gennaioIntroduzione all’Editoria Digitale (Giorgio Nordo, Dipartimento MIFT dell’Università di Messina)

·         26 gennaioLinguaggi di composizione tipografica (Giorgio Nordo, Dipartimento MIFT dell’Università di Messina)

·         2 febbraioSoftware per l’editoria digitale (ing. Antonio Galletta, vicepresidente di Calabria Formazione – ing. Fabrizio Croce, direttore di produzione di Creative 3.0 – Domenico Surace, direttore generale di Creative 3.0)

·         9 febbraio: Aspetti legali nell’editoria digitale (avv. Antonino Bizzintino, consigliere dell’ordine degli avvocati di Reggio Calabria)

·         16 febbraio: Aspetti economici e sociali nell’editoria digitale (Antonio Signorello, direttore della filiale di Reggio Calabria della Banca d’Italia – dott. Pietro Stilo, Centro Studi IRConsult dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria)

·         23 febbraio: La pratica dell’ebook (Giorgio Nordo, Dipartimento MIFT dell’Università di Messina)

·         2 marzo: Editori e librai digitali (dott. Franco Arcidiaco, direttore della casa editrice Città del Sole Edizioni – dott. Domenico Surace, direttore generale di Creative 3.0)

·         9 marzo: Giornali digitali (dott. Claudio Cordova, giornalista e direttore responsabile del quotidiano online Il Dispaccio)

Il corso è aperto a tutti prevede l’impiego dell'innovativa formula della "Formazione Solidale", una modalità di erogazione di servizi formativi che non prevede alcuna obbligo di pagamento ma solo un eventuale contributo volontario.

I partecipanti potranno registrarsi gratuitamente sul posto, prima dell’inizio del seminario nel giorno del primo incontro, ossia giovedì 19 gennaio 2017 dalle ore 16:00 fino alle ore 16:30 ma, considerato il numero limitato di posti, è consigliabile preiscriversi online dalla pagina  www.calabriaformazione.it/news/2-corso-di-editoria-digitale .

 

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.calabriaformazione.it di Calabria Formazione o sulla pagina FaceBook www.facebook.com/events/1220805731332718 dedicata al corso.

Contatti:
info@calabriaformazione.it  |  0965.1875620  |  348.2217420    

]]>
Diffondere informazione è azione di Prevenzione Thu, 12 Jan 2017 14:46:43 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417725.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417725.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Tutte le informazioni sulle droghe

L'azione continuativa dei volontari di "Mondo libero dalla droga" nel quartiere Monterosso di Bergamo si è ripetuta in questi giorni. Circa 800 libretti, su Alcol, Marijuana e Cocaina, sono stati distribuiti alla cittadinanza.

Molto di ciò che si sente sulla droga, in effetti, viene dal suo "marketing". Ex spacciatori hanno ammesso che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far comprare la droga alle persone.

I ragazzi devono conoscere i fatti per evitare di cadere nella trappola della droga.

Presto o tardi, se non è già successo, a qualcuno a noi vicino, verrà offerta della droga. La sua decisione, di assumerla o meno, potrebbe influenzare drasticamente la nostra vita. 

Qualsiasi tossicodipendente non si sarebbe mai aspettato di perdere il controllo della propria vita. Forse ha cominciato con “della innocente marijuana” ed era solo “qualcosa da fare” con gli amici. 

Abbiamo il diritto di conoscere i FATTI sulla droga, non opinioni, esagerazioni o tattiche intimidatorie. Quindi, come si distingue la realtà dalla fantasia? Questo è il motivo per cui svolgiamo questa azione di informazione.

La coordinate della campagna

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

Dato che fornire ai giovani fatti puri e semplici sui danni che la droga è in grado di causare, aumenta notevolmente le loro possibilità di rifiutarla di propria iniziativa, La Verità sulla Droga è un programma molto richiesto come strumento educativo da scuole, forze dell’ordine e svariati settori della società. 

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
Parlare ai giovani sulle droghe Thu, 12 Jan 2017 14:33:10 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417720.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/417720.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Parlare per comunicare

Di solito non è semplice parlare con i ragazzi. Loro tendono a dialogare con i loro coetanei.

A nessuno piace sentire la predica su ciò che si può o non si può fare. Perciò, noi forniamo le informazioni che permettono ai giovani di scegliere di non assumere droga in primo luogo. Per di più, la nostra campagna La Verità sulla Droga consiste di attività a cui possono unirsi per diffondere un modo di vivere libero dalla droga. Queste attività sono semplici, efficaci e possono coinvolgere persone di tutte le età.

La campagna "La Verità sulla Droga" utilizza un linguaggio comune e presenta i fatti nella loro semplicità. I lettore è lasciato libero di formulare le proprie decisioni. Molto di ciò che si sente sulla droga, in effetti, viene da quelli che la vendono. Ex spacciatori hanno ammesso che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far comprare la droga alle persone.

Queste e molte altre informazioni sono presenti nei libretti distribuiti.

Per questo i volontari di "Mondo libero dalla droga", si sono recati a Palazzolo ed hanno posizionato 50 libretti "La verità sulla Marijuana" presso alcuni esercizi che sostengono l'iniziativa in modo che le persone ne possano parlare.

L’informazione è la pietra angolare del cambiamento. Per questo motivo un’ampia serie di materiali educativi, basati su fatti reali e di forte impatto, viene distribuita gratuitamente alle persone tramite i volontari di "Mondo Libero dalla Droga".

Questi semplici opuscoli permettono di esaminare le proprie scelte in modo libero e senza l'influenza di persone verso le quali spesso nasce un senso di rifiuto.

Gli interessati possono trovano una informazione completa, quanto oggettiva, che affronta gli argomenti in modo semplice, ma non banale.

La campagna informativa

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare.

Si possono utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani.

Loro cresceranno nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>