Libertà dalla schiavitù delle droghe

03/set/2020 12:20:39 Affari Pubblici Novara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Finché ci saranno droghe su questa pianeta, sarà necessario un lavoro efficace di riabilitazione. Secondo l’ONU e il suo Rapporto mondiale sulla droga 2020, più di 35 milioni di persone sono tossicodipendenti.


A causa dei catastrofici problemi creati dalla pandemia di Coronavirus (perdita di posti di lavoro, isolamento e tutte le relative conseguenze), molte persone non hanno trovato altra soluzione che ricorrere alla droga e innumerevoli tossicodipendenti sono stati vittima di ricadute. Il risultato è salito alle stelle e nei primi quattro mesi del 2020 i decessi per overdose sono dell’11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Anche in Europa le attività legate alla droga nella darknet sono aumentate del 25% nei primi quattro mesi del 2020.


Traffico di stupefacenti

Il traffico di stupefacenti ha un valore di 350 miliardi di dollari l’anno, pari al 10% del PIL a livello internazionale ed è anche la causa di diverse decine di migliaia di morti l’anno. Una vera e propria strage di vite umane è in corso: un fenomeno decisamente allarmante che richiederebbe soluzioni straordinarie e definitive.


Narconon Piemonte

Il Narconon (letteralmente “niente narcotici”) è un programma di recupero per persone che hanno la necessità di liberarsi dall’abuso di droghe ed alcolici e che, come dice il nome stesso, non prevede la somministrazione di altre droghe o farmaci come metodo terapeutico per uscire dal tunnel della tossicodipendenza. 


Il Narconon fu istituito nel 1966 ad opera di un detenuto (William Benitez) che si avvalse delle opere del filosofo e umanitario L. Ron Hubbard per liberarsi dalla schiavitù delle droghe. Oggigiorno la struttura del Narconon comprende centri di prim’ordine in tutto il mondo, in circa 20 nazioni, che sono frequentati da un numero sempre più crescente di persone che si disintossicano a ritornano a vivere una vita degna d'essere chiamata tale. 


Il programma Narconon ha ricevuto moltissimi apprezzamenti e riconoscimenti e le statistiche relative al tasso di successo del programma sono ragguardevoli. Il programma Narconon prevede la riabilitazione dei tossicodipendenti attraverso un regime per l’eliminazione dei residui di droga dal corpo e per la riduzione degli effetti fisici e mentali causati dalle droghe. 


Il centro Narconon più vicino a Novara è situato a Villafranca d’Asti (Narconon Piemonte), a circa 100 km di distanza, il quale dispone di una struttura per affrontare il programma di riabilitazione in piena tranquillità e serenità. Nel territorio nazionale sono presenti sette centri Narconon.

 

Un individuo non sarà in grado di raggiungere una vera libertà in un mondo inondato di uso di droga e tossicodipendenza. Ecco perché la Chiesa di Scientology è impegnata anima e corpo in programmi che affrontano in modo efficace questa piaga della società.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl