Un documentario di denuncia: "marketing della pazzia".

Allegati

24/mag/2020 18:30:58 Affari Pubblici Novara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’incisivo documentario sugli effetti degli psicofarmaci, mostra la storia di una collaborazione lucrativa fra le aziende farmaceutiche e la psichiatria, che ha creato profitti per 80 miliardi di dollari prescrivendo illegalmente (spacciando) droghe psichiatriche ad un pubblico ignaro. 

Ma le apparenze ingannano.

Quanto sono valide le diagnosi degli psichiatri e quanto sono sicuri i loro psicofarmaci?

Scavando a fondo sotto la maschera aziendale, questo documentario suddiviso in tre parti, denuncia la verità che si trova dietro i falsi schemi di marketing e le frodi scientifiche che nascondono una campagna di vendite pericolosa e spesso mortale.

Gli psichiatri dicono che il modo per occuparsi di comportamenti non voluti è attraverso l’assunzione di una pillola che altera l’equilibrio chimico nel cervello.

Tuttavia diversamente da una comune medicina come l’insulina, gli psicofarmaci non hanno alcuna malattia da correggere, e possono sconvolgere il delicatissimo equilibrio dei processi chimici di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente.

Ciò nonostante gli psichiatri e le aziende farmaceutiche hanno usato questi farmaci per creare una sicura nicchia di mercato che è molto remunerativa.

Lo hanno fatto chiamando “disturbi medici” una quantità sempre più grande di comportamenti indesiderati e dicendo che richiedevano un medicamento psichiatrico.

Ma andavano davvero chiamati disturbi?

Pertanto il punto è:

In che modo gli psicofarmaci, senza indirizzarsi ad alcuna malattia fisica, senza poteri curativi e con un’estesa lista di effetti collaterali, sono diventati il trattamento indicato per ogni genere di tensione emotiva?

E in che modo gli psichiatri che adottano questi farmaci arrivano a dominare il campo del trattamento mentale?

Gli psichiatri dichiarano di avere una storia di grandi progressi nel campo degli psicofarmaci. Ma sarebbe questa truffa di sostanze chimiche per il cervello il “progresso scientifico” che affermano?

I primi sforzi di Sigmund Freud per pubblicizzare i farmaci aiutarono a diffondere l’uso di cocaina in Europa.

Gli psichiatri in seguito si sono indirizzati alle anfetamine fino a quando si è scoperto che questi farmaci erano non solo inefficaci, ma anche altamente tossici e assuefacenti.

Anni dopo, è stato annunciato al mondo che gli antidepressivi potevano far si che le persone scegliessero “uno stile di vita in base ai farmaci” cioè una società che “scelga” le emozioni da provare grazie all’assunzione di una pillola. Nonostante tutto questo, dieci anni di agghiaccianti rapporti, sugli effetti collaterali degli antidepressivi, non possono essere ignorati. Per esempio i casi di improvvisa violenza ed i suicidi che sono causati dagli effetti collaterali del Prozac con una stima di 3,9 milioni di vittime.

Oggi la stessa storia continua, con allarmanti notizie di cronaca riguardo ai trattamenti chimici promossi come “farmaci miracolosi”.

Ma restano due domande: dov'è la scienza che sostiene la psichiatria?

E per quanto tempo la gente continuerà a credere a false speranze che sono vere e proprie menzogne?

Un documentario di denuncia

“Se si riesce a convincere qualcuno che soffre di un disturbo medico o biologico e che l’unica soluzione è una pillola è ovvio che si venderanno più pillole” - Martin Cosgro, Psicologo clinico

“Il mio salario dipendeva da quanti psicofarmaci piazzavo nel mio territorio.” - Kathleen Slattery - Moschkau, Ex Rappresentante farmaceutica

“Era un giro d’affari, dovevi ottenere il più possibile di ricette mediche e facevi di tutto per ottenerle.” - Claudia Keyworth, Ex Rappresentante farmaceutica

Ma non vi dicono tutto 

“Non devono riferire tutte le sperimentazioni che fanno. Devono solo riferire quello che vogliono loro”. Toby Watson, Psicologo clinico

Conflitto di interessi

“Quasi ognuno di loro, aveva legami finanziari con le case farmaceutiche.” - Nancy Wilson, reporter investigativa

Il documentario di denuncia definitivo sugli psicofarmaci

“Un giorno in America, tutti prenderanno psicofarmaci, sani o meno”. Gwen Olsen, Ex Rappresentante farmaceutica

Il documentario “Marketing della Pazzia” è stato realizzato dal CCHR (Citizens Commission on Human Rights), ovvero Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, un’organizzazione assistenziale senza scopo di lucro per la vigilanza sulla salute mentale, istituita nel 1969 da membri della Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard, è dedita all’eliminazione radicale di abusi psichiatrici e alla tutela dei pazienti.

fonte: ccdu.it/videos/marketing-of-madness/


--
Ufficio Affari Pubblici
Chiesa di Scientology di Novara
Via G. Visconti 1 - 28100 Novara
Cell: 371 3613824
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl