Covid-19 e pets: no allarmismo, richiamo a fonti ufficiali vale per tutti

04/apr/2020 19:40:10 ANMVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E-mail  inviata dai servizi telematici di ANMVI / EV. Il tuo programma di posta la visualizza male? Guardala on-line



ANMVI
Covid-19, ANMVI: il richiamo ad attenersi a fonti ufficiali vale per tutti
Le speculazioni su ciò che non è scientificamente dimostrato
rischiano di stressare un Paese gìà molto provato

(Cremona, 4 aprile 2020)- Arriva opportuna la raccomandazione dell'ISS a non destare inutili allarmismi a proposito del ruolo di cani e gatti, durante la pandemia da SARS CoV-2.

Può risultare destabilizzante per milioni di proprietari e famiglie il continuo dilagare di disinvolti commentari alle notizie -spesso frammentarie, imprecise e non ultimative- che giungono da laboratori e centri di ricerca sperimentale.

L'asimmetria informativa tra addetti ai lavori e cittadini dovrebbe muovere, eticamente, i comunicatori scientifici e i rappresentanti del mondo scientifico più esposti mediaticamente ad attenersi alle fonti ufficiali e alle sole evidenze scientifiche consolidate.

"Non esiste alcuna evidenza che gli animali domestici giochino un ruolo nella diffusione di SARS-CoV-2 che riconosce, invece, nel contagio interumano la via principale di trasmissione"- ribadisce l'ISS. 

Gli stessi laboratori di Harbin (Cina) -che stanno osservando a livello sperimentale il comportamento del virus nei cani e nei gatti - hanno avuto la prudenza di chiarire che i riscontri dei loro esperimenti "non riflettono le condizioni della vita domestica" e che "i proprietari di animali domestici non hanno motivi di preoccupazione, perchè non ci sono prove che possano confermare la capacità degli animali domestici di diffondere il virus".

Ricordiamo con le parole del Prof Umberto Agrimi (Dip.to di Veterinaria dell'ISS) che "gli animali domestici contribuiscono alla nostra gioia e al nostro benessere, soprattutto in periodi di stress come quelli che stiamo vivendo".

ANMVI si appella alla comunicazione scientifica affinchè rispetti la sensibilità dell'opinione pubblica anche per l'informazione riguardante gli animali da compagnia. Il Paese è già bastantemente provato.

Ufficio Stampa ANMVI - Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani- 0372/40.35.47

 



iBOX DEM

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl