Covid-19, l'OIE dichiara la Veterinaria "attività essenziale"

20/mar/2020 16:03:18 ANMVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E-mail  inviata dai servizi telematici di ANMVI / EV. Il tuo programma di posta la visualizza male? Guardala on-line



ANMVI

EMERGENZA COVID-19

OIE DICHIARA LA VETERINARIA "ATTIVITÀ ESSENZIALE"

"I Veterinari sono parte integrante della comunità sanitaria globale".

(Cremona, 20 marzo 2020)- Nel quadro della pandemia COVID-19, l'Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE) ha dichiarato le attività veterinarie "attività essenziali".  

I governi di tutto il mondo sono stati invitati  dall'OIE a considerare la professione veterinaria fondamentale per la continuità della sicurezza alimentare, della prevenzione veterinaria e della sanità animale.

In Italia è già così, il Ministero della Salute ha infatti  dichiarato che le attività veterinarie di cura e benessere degli animali, sia da compagnia che da reddito, vanno garantite e ne ha disciplinato la prosecuzione - nella cornice delle misure governative in atto-   a tutela della sanità pubblica e  -per quanto riguarda gli alimenti di origine animale- a tutela delle produzioni nazionali.

Nello svolgere il proprio intervento, i Medici Veterinari italiani stanno applicando rigorosi protocolli di biosicurezza e le misure di limitazione della mobilità sociale prescritte su tutto il territorio nazionale.

Ufficio Stampa ANMVI - Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani- 0372/40.35.47

 



iBOX DEM

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl