cs - Export Usa: il nostro vino da 3 a 32 euro se i dazi saranno al 100%

05/feb/2020 16:49:27 Cia Alessandria Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gentili colleghi

si è svolto (lunedì scorso) un incontro Cia a Monforte d’Alba per parlare dei dazi Usa che minacciano il mondo del vino.

Allego una nota di sintesi con una spiegazione del nostro associato Gabriele Gaggino, in foto, titolare di Tenuta Gaggino a Ovada, sui passaggi che condizionano il prezzo delle bottiglie nell’export.

A disposizione per ogni info, grazie della collaborazione!
Genny Notarianni

 

 

Export Usa: il nostro vino da 3 a 32 euro se i dazi saranno al 100%

Incontro Cia a Monforte d’Alba per fare il punto della situazione

 

C’era anche la Cia di Alessandria a fare chiarezza con alcuni associati dell’Organizzazione nel corso di un incontro sulla minaccia dei dazi Usa per il nostro vino, svolto lo scorso lunedì a Monforte d’Alba (Cn) nell’azienda vitivinicola Conterno Fantino di Claudio Conterno, presidente provinciale Cia Cuneo, insieme al presidente nazionale Cia Dino Scanavino, al presidente Cia Piemonte Gabriele Carenini e al direttore Cia Cuneo Igor Varrone. A rappresentare Alessandria c’erano il direttore Cia Paolo Viarenghi, il responsabile Impresa Franco Piana e l’imprenditore ovadese Gabriele Gaggino.

La situazione non è ancora del tutto chiara su quanto accadrà al nostro vino e ai produttori che esportano negli Usa; il quadro sarà meglio definito il prossimo 18 febbraio, quando sarà nota la lista aggiornata dei prodotti e dei dazi, soggetta a revisione ogni 4 mesi. Nel frattempo, la barriera è attualmente al 25% e si rischia di arrivare al 50%, se non al 100% come paventato in principio (lo scorso mese di ottobre).

Spiega Gaggino: “La situazione sarà di vera difficoltà per quei vini di particolare pregio e di grande costo già all’origine, anche se il colpo lo subiranno comunque tutti i produttori che esportano. Per fare un esempio concreto, i passaggi del funzionamento di mercato sono strutturati così: una bottiglia che il produttore fa uscire a 3 euro, ad esempio, subisce un aumento del 25% per il cambio, arrivando così a 3.75 euro. Si aggiunge circa un dollaro di spese doganali e di trasporto e diventa circa 4.75 euro. Poi subentra il distributore, e la bottiglia arriva a 6.20 euro, quindi il passaggio successivo è in enoteca o dal ristoratore, con un costo di bottiglia a circa 8 euro. Infine avviene l’ultimo ricarico da parte dei rivenditori e il cliente finale spende dal 50% al 100% in più per la bottiglia, quindi dai 12 ai 16 euro. I dazi sono attualmente al 25%, potrebbero diventare più alti e addirittura raddoppiare il prezzo stesso della bottiglia. Immaginate l’impatto che avrà, anche su produzioni che escono dall’azienda vitivinicola a soli 3 euro”.

Conclude Viarenghi: “La Cia è attenta a quanto sta avvenendo. In una fase in cui anche i produttori della nostra provincia si stanno strutturando sui mercati esteri, questo è un momento di difficoltà da affrontare, delicato e complesso. Il mercato statunitense è importante per il vino piemontese. La nostra Organizzazione è presente a livello nazionale ed europeo ai Tavoli predisposti, per valorizzare e tutelare la nostra economia”.

 

 

http://comunicati.net/allegati/220604/cs6_dazi_calcolo.docimage003.png@01D37A7F.A8968B70

 

Genny Notarianni
Ufficio stampa e Relazioni esterne | Cia - Agricoltori Italiani Alessandria

Via G. Savonarola, 29 – 15121 Alessandria
Tel +39 0131 1961339 | Fax +39 0131 41361 | Mobile + 39 345 4528770

e-mail g.notarianni@cia.it | sito web www.ciaal.it

_________________

 

http://comunicati.net/allegati/220604/cs6_dazi_calcolo.docimage004.png@01D37A7F.A8968B70 http://comunicati.net/allegati/220604/cs6_dazi_calcolo.docimage005.png@01D37A7F.A8968B70 http://comunicati.net/allegati/220604/cs6_dazi_calcolo.docimage006.png@01D37A7F.A8968B70 http://comunicati.net/allegati/220604/cs6_dazi_calcolo.docimage007.png@01D37A7F.A8968B70

 

 

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "stampa Cia Alessandria" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a stampa-cia-alessandria.mailing+unsubscribe@cia.it.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/a/cia.it/d/msgid/stampa-cia-alessandria.mailing/09e501d5dc3b%24d96ae460%248c40ad20%24%40cia.it.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl