NO ALLA DROGA, SI ALLA VITA a Porto Torres i commercianti si schierano con i volontari

20/ago/2019 19:18:41 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

È proseguita nel pomeriggio di lunedì 19 agosto, la distribuzione dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, degli opuscoli sulla Marijuana e sulle droghe illegali, ai negozianti di Porto Torres e continua la loro estrema ricettività per una campagna che viene lodata come un'iniziativa di cui si sentiva veramente il bisogno.
Da diverse settimane, ormai i volontari sono impegnati a distribuire gli opuscoli della serie "La Verità sulla Droga" relativi alla Marijuana, su specifica richiesta di alcuni commercianti molto scontenti dell'apertura nel loro vicinato di un "Cannabis Store", attività commerciale che, pur essendo legale, tende a dare l'idea ai giovani che la Marijuana e i prodotti da essa derivati siano innocui per la salute e possano essere assunti senza rischi a puro scopo ricreativo.
Niente di più falso, ovviamente, come spiegato in modo molto dettagliato negli opuscoli che mirano ad elevare la consapevolezza sui veri effetti di tale droga e a sfatare i vari "miti" sul fatto che possa essere consumata senza rischi.
Incuriosito dall'incredibile ricettività riscontrata a Porto Torres dalla campagna (approdata nella cittadina da due mesi) un volontario che procedeva alla distribuzione ha chiesto ai negozianti quale fosse l'effettiva entità del problema delle droghe in città.
I negozianti interpellati si sono dimostrati preoccupati, visto che il problema c'è sempre stato e per un po' pareva essere stato messo sotto controllo dalle forze dell'ordine, ma di recente si è nuovamente amplificato, portando alla preoccupazione molte persone.

Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, al quale i volontari si ispirano, in un suo celebre scritto diceva: “le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”, la marijuana è riconosciuta dagli stessi consumatori di droghe pesanti, è la prima uscita di strada apparentemente “leggera” che ti immette nel tunnel nel quale non si vede la luce.

I volontari intendono continuare la campagna di distribuzione degli opuscoli con la collaborazione dei commercianti locali, con l'obiettivo di sensibilizzare le persone al pericolo dei vari tipi di droghe andando ad affrontare il problema alla radice, tra i potenziali consumatori, che se raggiunti e informati in tempo, si terranno alla larga da queste pericolose sostanze.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl