CAGLIARI: in via Sant’Avendrace si diffonde la verità sull’abuso di farmaci prescritti

13/apr/2019 21:42:03 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

      

Il dilagare di droghe illegali e legali, induce i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology a non abbassare la guardia nei confronti di questo fenomeno sempre più preoccupante e diffuso. Quando si parla di droghe generalmente si pensa alla cocaina, eroina e altre droghe illegali da strada spacciate da pusher senza scrupoli anche tra i minorenni, spesso solo adolescenti. Il fenomeno si aggrava ulteriormente quando si vanno ad analizzare dati relativi ai consumi di farmaci come antidolorifici, antidepressivi, ansiolitici e simili che vengono prescritti con troppa facilità da certi camici bianchi, il cui interesse è più quello di creare un malato cronico alimentando le entrate miliardarie delle case farmaceutiche, che quello di curare le cause che hanno portato quel paziente alle condizioni per cui si è rivolto al suo medico di “fiducia”. Non si spiegherebbe, altrimenti, l’aumento a due cifre dei consumi nei paesi occidentali, Italia compresa, di farmaci come i sedativi, gli oppiacei ed antidepressivi, responsabili da soli di più morti per overdose di quanto lo siano la cocaina, l’eroina, le anfetamine e la metanfetamina messe assieme.

Altro fenomeno dilagante e fuori controllo è che quasi il 50% degli adolescenti crede che assumere farmaci prescritti sia più sicuro che assumere droghe illegali da strada. Moltissimi di loro dichiarano di procurarsi lo sballo grazie ai farmaci che trovano nell’armadietto farmaceutico di casa, mischiandoli con alcool o altre sostanze di facile reperimento. Un modo efficace ma oltremodo pericoloso, per procurarsi  lo sballo a costo zero.

        Possiamo chiamarla inconsapevolezza, incoscienza o ignoranza, le conseguenze sono sempre drammatiche, spesso letali. Una situazione che conferma le parole del filosofo L. Ron Hubbard il quale denunciava: “le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”. La necessità di spezzare questa apparente spirale discendente sprona i volontari a divulgare in forma massiccia la corretta informazione sulle conseguenze causate dall’abuso di farmaci e lo faranno nella serata di lunedì 15 aprile nei negozi e tra i passanti di via Sant’Avendrace a Cagliari, sicuri che una informazione corretta creerà quella sanità che in tanti auspicano ma che in troppi ignorano.

Info: www.noalladroga.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl