Comunicato Stampa: FORB nell'UE e in Russia

Allegati

27/set/2018 09:41:40 F.O.B. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Trasmettiamo il seguente comunicato stampa, con preghiera di pubblicazione. 

Grazie per la cortese attenzione, 

Freedom of Belief - Roma



  

FORB nell'UE e in Russia


Nell’anno del 70o Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, FOB fa appello agli Stati affinché implementino FORB nel Palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra

Il presidente di FOB, Avv. Amicarelli e altri delegati hanno partecipato all’evento FORB IN EU AND RUSSIA, organizzato dall’associazione accreditata dell’UN ECOSOC, “Fundacion Vida”, durante la 39a sessione del Consiglio dei Diritti Umani a Ginevra il 18 settembre 2018.

L’evento FORB IN EU AND RUSSIA è stata un’occasione per condividere punti di vista coi partecipanti che ha incluso anche membri delle delegazioni e anche del Consiglio dei Diritti Umani.

Il forum, moderato da Christine Mirre del CAP LC, ha incluso Thierry Valle direttore del CAP LC, federato con FOB, Ivan Arjona-Pelado di "Fundacion VIDA”, che ha ospitato l’evento, Michele, anche noto come Michael Amicarelli, fondatore di "The Early Light”, e Alessandro (Alex) Amicarelli, presidente del "European Federation for Freedom of Belief (FOB)".

Gli oratori hanno argomentato riguardo a numerosi aspetti della libertà di religione e di credo nel mondo, focalizzandosi sull’Europa e sulla Russia, e da differenti prospettive, come filosofia, legge e patrocinio, e hanno riportato numerosi casi di discriminazione religiosa e perfino di persecuzione.

Ivan Arjona-Pelado ha evidenziato casi di discriminazione specialmente in Ungheria e nella Federazione Russa mettendo in rilievo che “mentre sempre più Paesi europei rispettano e proteggono il diritto di libertà di religione degli Scientologi, altri devono ancora imparare intensivamente ad applicare correttamente la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani”.

Thierry Valle del CAP LC, federato con FOB e l’accreditata Coordinazione di Associazioni e Privati per la Libertà di Coscienza dell’ UN ECOSOC ha dichiarato: «In questo 70o anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, “la CAP Liberté de Conscience", sollecita le autorità a implementare il pluralismo religioso per tutti».

Michele (Michael) Amicarelli, fondatore del "The Early Light", ricordando alcuni postulati filosofici di libertà ha dichiarato che “gli esseri umani sono veramente liberi quando possono realizzare i propri scopi della vita purché non interferiscano con la libertà delle altre persone e non violino la legge costituita”,  specificando a riguardo che “la vera libertà permette alla libera volontà degli individui di esercitare libere azioni senza alcun onere che possa impedire loro di agire in tal modo; tale libertà contribuirà possibilmente  al bene e alla gioia degli altri".

Il nostro presidente, rappresentando FOB, ha concluso la sessione con un discorso sul dovere degli Stati di riconoscere e implementare la libertà di religione e credo degli individui e dei gruppi in modo eguale.

Ha richiamato il Convegno Internazionale sulla Libertà di Credo in Europa, tenutosi a Firenze nel gennaio 2018, e  ha menzionato l’Appello della Federazione Europea per la Libertà di Credo (FOB) alle nazioni europee per la promozione e la realizzazione del Diritto alla Libertà di Credo, di Pensiero, di Coscienza e di Religione in Europa, facendo notare che gli Stati dovrebbero astenersi dall’imporre quelle restrizioni che limiterebbero la libertà di religione e di credo (FORB) degli individui e dei gruppi al di là di ciò che è permesso dalle disposizioni di legge internazionali sui diritti umani e al contrario fare il loro meglio per migliorare l’umanità, la giustizia e la pace per tutti gli individui in linea con le disposizioni di legge internazionali ed europee

Ha ricordato il recente Ministeriale per il Progresso della Libertà di religione nel mondo, chiamato e ospitato dal Segretario di Stato Michael Pompeo che fu tenuto a Washington DC dal 23 al 27 luglio 2018, dove il presidente parlò della persecuzione religiosa in Cina, riferendo la dura persecuzione sofferta dagli Uiguri musulmani, e in seguito focalizzandosi sui ricorsi che ha presentato al Gruppo di Lavoro sulla Detenzione Arbitraria delle Nazioni Unite a Ginevra, per conto dei membri della “Chiesa di Dio Onnipotente"; questi reclami hanno ricevuto il supporto di Lord Alton di Liverpool nel Parlamento Britannico e di Lord Ahmad di Wimbledon per il Governo Britannico.

Il Ministeriale, ha detto, "è stato un evento eccezionale in cui rappresentanti di 87 governi e organizzazioni internazionali hanno discusso questioni relative al FORB e il modo per facilitare il suo miglioramento nel mondo. Il risultato di quell’evento è stata la creazione di un movimento internazionale per la libertà di credo di cui FOB è orgogliosa di essere membro e a cui siamo lieti di contribuire".

Ha sottolineato che “dobbiamo continuare a lavorare insieme ed espandere il network tenendo un occhio sulle questioni in giro per il mondo. Parimenti è vitale dare visibilità tal nostro lavoro e lavorare in stretta collaborazione con gli enti e i rappresentanti delle organizzazioni nazionali e internazionali al fine di costruire una società migliore e più unita".

Egli ha poi concluso il suo discorso dicendo che "invero le persone hanno un naturale diritto alla libertà e questa libertà fu sancita 70 anni fa nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e in altri strumenti internazionali e regionali quali le Convenzioni Internazionali delle Nazioni Unite del 1966 e la Convenzione Europea dei diritti dell’Uomo del 1950. Mentre gli Stati devono riconoscere le libertà dei popoli, e il popolo deve godere delle loro libertà nel rispetto della legge, gli stessi Stati non dovrebbero imporre restrizioni ingiustificate, dirette solamente ad impedire alle persone di godere delle loro libertà, e qualunque limitazione alle libertà personali dovrebbe essere diretta solamente a rispettare egualmente tutte le persone".

La Federazione Europea per la Libertà di Credo (FOB) e associati sono obbligati a facilitare il cambiamento e il miglioramento di FORB in Europa, in Russia, e nel resto del mondo.

Federazione Europea per la Libertà di Credo (FOB)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl