VITTORIA DEI DIRITTI UMANI. LA LIBERTÀ VINCE SULL'INTOLLERANZA RELIGIOSA

Allegati

15/ago/2018 19:38:25 F.O.B. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

  

È stata accolta la richiesta di Sorella Zou Demei di sospendere la procedura di estradizione in Cina.


14 agosto 2018 — Ieri, 13 agosto, il Consiglio per gli Appelli sull’Immigrazione ha concesso il posticipo all’allontanamento della leader di quattro province cinesi della Chiesa di Dio Onnipotente che doveva essere estradata in Cina dopo il 15 agosto.

Il 13 agosto Bitter Winter ha riferito che l’avvocato Russell Abrutyn ha depositato al Consiglio per gli Appelli sull’Immigrazione statunitense un appello urgente per sospendere la procedura di estradizione in Cina di Sorella Zou Demei, la leader di quattro province cinesi della Chiesa di Dio Onnipotente che era entrata negli Stati Uniti con un passaporto falso e che doveva essere estradata in Cina dopo il 15 agosto.

Siamo lieti di informare che la richiesta è stata accolta.



Ora il Consiglio esaminerà il merito della questione. La battaglia legale è lontana dall’essere conclusa, ma si è evitato il rischio imminente che Sorella Zou fosse rimpatriata in Cina, dove sarebbe stata arrestata e avrebbe rischiato anche l’esecuzione capitale.

L’avv. Abrutyn ha commentato che “Tutto ciò è stato reso possibile dal sostegno ricevuto dalla comunità internazionale dei difensori dei diritti umani e dai membri della Chiesa di Dio Onnipotente amici della Sig.ra Zou”. Ora questo sostegno è necessario per i prossimi passi legali che la Sig.ra Zou deve affrontare.

Fonte:  https://bitterwinter.org/the-motion-for-stay-of-removal-to-china-of-sister-zou-demei-has-been-granted/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl