FEDERCONTRIBUENTI: ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI DA PARTE DELLE ESATTORIE; LA MAGISTRATURA E LA DIREZIONE NAZIONALE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA INDAGHINO SE LE MAFIE, NELLE ASTE DEGLI IMMOBILI PER DEBITI TRIBUTARI, FANNO AFFARI.

casi la data di svolgimento dell'asta avviene solo attraverso la

26/mar/2006 10:18:25 carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
In Italia esiste un fenomeno di cui la stampa non parla molto che riguarda
le espropriazioni immobiliari per debiti tributari. Il fenomeno, coinvolge
centinaia di migliaia di contribuenti che per debiti tributari si vedono
vendere all’asta l’immobile da parte dei concessionari della riscossione.
Calcoliamo che in tutta Italia si tratta di oltre 500.000 immobili. Il
fenomeno è drammaticamente in notevole aumento. I Concessionari della
Riscossione mettono all’asta l’immobile senza procedere ad effettuare
alcuna perizia che porterebbe invece a determinare il valore reale
dell’immobile. La base d’asta viene determinata sul solo valore catastale;
valore che nella maggior parte dei casi risulta assolutamente inferiore a
quello reale. Una procedura che danneggia il contribuente moroso e che
rischia di facilitare i poteri illegali nella partecipazioni alle aste
consentendogli di fare buoni affari attraverso l’utilizzo di prestanomi e di
riciclare denaro sporco. Denunciamo inoltre che le Aste vengono effettuate
senza una preventiva e adeguata pubblicità, perché nella maggior parte dei
casi la data di svolgimento dell’asta avviene solo attraverso la
pubblicazione nella bacheca della sede dei concessionari e/o in quotidiani a
diffusione limitata. Temiamo e denunciamo che il dramma di molti
contribuenti, spesso realmente impossibilitati ad adempiere al pagamento,
può favorire le mafie (siciliana , ndrangheta, camorra, sacra corona unita,
mafia finanziaria). Tutto ciò consente alle MAFIE di fare ottimi affari a
prezzi di assoluto favore. La Federcontribuenti chiede che la Direzione
Investigativa Antimafia verifichi e monitori questo nuovo potenziale
business per le cosche e che la Magistratura accerti le responsabilità dei
concessionari sulle valutazioni oggettive degli immobili stessi messi
all’asta in maniera da determinare il giusto rapporto fra debito tributario
e valore degli immobili messi all’asta. Inoltre chiediamo la verifica degli
atti di pubblicizzazione delle aste stesse. L’allarme lanciato va colto
con immediatezza dalle autorità competenti per evitare un nuovo business per
i poteri illegali ma anche per usurai e speculatori senza scrupoli.

FEDERCONTRIBUENTI - FEDERAZIONE NAZIONALE PER LA DIFESA DEI CONTRIBUENTI
DELLO STATO E LA TUTELA DELLA PICCOLA PROPRIETA' IMMOBILIARE.
www.federcontribuenti.it - info@federcontribuenti.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl