Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Associazioni Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Associazioni Fri, 20 Jan 2017 19:01:21 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/1 Promuovere i valori a Lonato Thu, 19 Jan 2017 18:17:44 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418601.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418601.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia Promuovere e diffondere i valori

"La Via della Felicità" continua ad essere diffusa in città e provincia. Oltre 150 copie dell'omonimo libretto sono state distribuite nel fine settimana a Lonato. 

L'obiettivo è sempre lo stesso: diffondere i corretti valori della vita in modo che le persone si possano orientare.

Il progresso di una civiltà passa dalla conoscenza e dal rispetto che gli individui danno a tali valori.

La promozione ai ragazzi ed agli adulti, ha permesso che i semplici precetti del testo, sempre condivisi, venissero assorbiti da ogni persona. Questo permetterà ad ognuno di sostenere i propri impegni con il sostegno ed il supporto di amici, familiari e conoscenti. Questo è il risultato di un comportamento sempre rispettoso dei valori fondamentali della vita.

La guida contiene 21 brevi testi illustrati, non religiosi e basati esclusivamente sul buon senso.

Fornire una bussola morale a persone di qualunque razza, colore o credo, colma efficacemente divari culturali, religiosi e linguistici di cui c'è sempre più bisogno nella nostra città. La distribuzione del testo su vasta scala, contribuisce alla creazione di un ambiente più sano, meno violento e basato su questi principi e valori improntati al buon senso.

La campagna

I principi che si trovano nel libro si fondano sul buon senso e sono stati scritti affinché possano essere applicati. Questo libro è una guida veramente pratica e moderna che può essere usata da chiunque per arrivare con fiducia ad una vita più felice e di successo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard fondatore di Scientology: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
convegno 3 febbraio 2017 INVITO Thu, 19 Jan 2017 18:17:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418605.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418605.html ferrovia Civitavecchia Capranica Orte Audizione Ca ferrovia Civitavecchia Capranica Orte Audizione Ca

LOGO COMITATO FERROVIA CCO PICCOLO.jpg


                                                                                             
INVITO     

Il Comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte, in collaborazione con il Comune di Gallese e i Comuni interessati dalla ferrovia dei “DUE MARI - CIVITAVECCHIA ORTE ANCONA”,  e molte associazioni culturali, ambientaliste, turistiche, dei consumatori, dei pendolari, organizzano Il Convegno che si terrà il 3 febbraio 2017 ore 16,00 a Gallese presso il Museo Marco Scacchi, sul tema: La ferrovia Civitavecchia Capranica Orte- Aspetti di sviluppo.

Questi i patrocini e le adesioni scritte ad oggi pervenute: Provincia di Macerata, Provincia di Perugia, Provincia di Viterbo,  Comune di Gallese, Caprarola, Vallerano, Pro Loco Gallese, Pro Loco Castel S.Elia, Cooperativa Idee in azione Onlus di Castel S.Elia, Comitato pendolari litoranea Roma NORD, Osservatorio Regionale Trasporti ORT, Legambiente circolo lago di Vico, Accademia Kronos nazionale, Italia Nostra provincia Viterbo, AICS Ambiente nazionale, AICS comitato provinciale Viterbo, Associazione Grandangolo, Blog CAFEVIRTUEL, Coordinamento comitati e associazioni per la ferrovia CCO, Coordinamento Ponte sul Rio Vicano, Associazione degli utenti e Consumatori ADUC, Coordinamento associazioni per la riapertura della Civitavecchia Orte e per la mobilità Centro Italia, Comitato Utenti Trasporti, Associazione Terra Tua, Associazione Tuscia in Treno. Mentre si è in attesa di ulteriori adesioni, hanno già assicurato la partecipazione oltre ai Sindaci del viterbese e del Centro Italia interessati alla ferrovia e ai responsabili delle istituzioni locali, i consiglieri regionali del Lazio dell’Umbria e delle Marche, deputati e senatori della Repubblica, membri del Governo nazionale, urbanisti, personalità della cultura e dell’associazionismo, fra questi:  il prof Giuseppe De Rita presidente CENSIS,il Premio Nobel per la Pace Riccardo Valentini, l’architetto Francesco Giacobone della segreteria del Vice Ministro dei Trasporti, l’europarlamentare Fabrio Massimo Castaldo, i Deputati Massimiliano Bernini, Alessandro Mazzoli, Emiliano Minnucci, Oreste Pastorelli, il presidente AICS nazionale e CSIT Mondiale e deputato Bruno Molea, Il presidente commissione agricoltura regione Lazio Daniele Fichera, la consigliera regionale del Lazio Silvia Blasi, il consigliere regionale delle Marche Piergiorgio Fabbri, il consigliere regionale dell’Umbria Andrea Liberati.

La riunione avviene dopo la approvazione all’unanimità in Commissione Trasporti della Camera dei Deputati della proposta di legge n 1178 per le ferrovie turistiche, a prima firma dell’on. Iacono, che include la Civitavecchia Capranica Orte.

Con il convegno si vorrebbe ridare centralità alle questioni che interessano i cittadini e cioè la creazione di posti di lavoro e una migliore qualità della vita. Con lo sguardo attento al territorio e a ciò che offre, emerge netta la necessità di chiedere il suo riequilibrio, enormemente squilibrato nei confronti di Roma metropolitana e quindi mettere in atto iniziative anche legislative per la creazione dell’AREA TUSCIA-ETRURIA-UMBRIA di cui faccia parte il viterbese, la parte alta della provincia di Roma con Civitavecchia e il suo Porto, Grosseto, Rieti e l’Umbria (Terni, Orvieto, Perugia ). Alcune iniziative prese negli ultimi tempi vanno verso questa ipotesi. La creazione del distretto turistico dell’Etruria meridionale, l’alleanza tra territori CIVITER (Civitavecchia-Viterbo-Terni-Rieti), vanno accompagnate dalla progettazione di un’AREA che crei occupazione in loco,  nel Centro Italia e con le infrastrutture necessarie. Diversamente rischiano di rimanere asfittiche e non propulsive di sviluppo.   In attesa di conferma, anche telefonica, che ci auguriamo favorevole, cordiali saluti.

                                                                                                                             Raimondo  Chiricozzi

COMITATO PER LA RIAPERTURA DELLA FERROVIA CIVITAVECCHIA CAPRANICA ORTE Tel 0761652027 �“ 3683065221
Email: comitato.civitavecchia.orte@gmail.com
Via Resistenza, 3 �“ 01037 Ronciglione VT

]]>
I veri valori della vita Thu, 19 Jan 2017 18:01:35 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418598.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418598.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia Diffondere i veri valori

Continua la diffusione dei valori de "La Via della Felicità", nella provincia di Bergamo. Oltre 300 copie dell'omonimo libretto sono state posizionate nelle cassette postali di Treviolo.

La civile convivenza ed il sostegno reciproco, si raggiungono con la conoscenza e e la condivisione di tali valori.

I ragazzi, ed i loro genitori, hanno potuto leggere i semplici precetti, universalmente condivisi, che permettono ad una persona di svolgere il proprio lavoro con il sostegno ed il supporto di amici, familiari e conoscenti proprio in virtù di un comportamento sempre rispettoso dei valori fondamentali della vita.

La guida contiene 21 brevi testi illustrati, non religiosi e basati esclusivamente sul buon senso.

Precetti condivisi

Fornire una bussola morale a persone di qualunque razza, colore o credo, colma efficacemente divari culturali, religiosi e linguistici di cui c'è sempre più bisogno nella nostra città. La distribuzione del testo su vasta scala, contribuisce alla creazione di un ambiente più sano, meno violento e basato su questi principi e valori improntati al buon senso.

I principi che si trovano nel libro si fondano sul buon senso e sono stati scritti affinché possano essere applicati. Questo libro è una guida veramente pratica e moderna che può essere usata da chiunque per arrivare con fiducia ad una vita più felice e di successo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard fondatore di Scientology: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
La vita delle persone ed i valori Thu, 19 Jan 2017 13:46:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418542.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418542.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia I valori delle persone

In ogni città ed in ogni luogo incontriamo persone diverse tra loro. La maggior parte lavorano e crescono i loro figli, altre incontrano difficoltà. Queste creano uno stato di necessità sulla famiglia ed una urgenza che non è facile risolvere.

In questa situazione dolorosa alcuni trovano più semplice mettere da parte i valori tradizionali come l'onesta, la verità e la fiducia.

I volontari della campagna "La Via della felicità" ritengono che le persone non dovrebbero mai allontanarsi dai valori a cui si sono ispirate. 

Il loro contributo si realizza nella distribuzione dei libretti "La via della felicità" che illustrano i principi morali che costituiscono appunto la carreggiata di una strada entro la quale si possa godere della fiducia e della stima delle persone a noi vicine.

E' importante osservare che le persone di qualsiasi luogo, tempo, cultura o fede condividono gli stessi valori fondamentali. L'educazione dei figli, l'onestà, la verità, il rispetto dei genitori, sono stati declamati e sostenuti da tutte le culture.

Ventuno precetti

Con questi obiettivi la campagna “La via della felicità” promuove tali valori. Il libretto contiene ventuno precetti basati esclusivamente sul buon senso, pienamente condivisibili, indipendentemente da razza, colore o credo. Essi favoriscono il manifestarsi di gentilezza, onestà e rispetto nella vita.

Il testo costituisce un codice morale, non religioso, ed è stato scritto da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. 

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito. 

]]>
La diffusione dei valori a Collebeato Thu, 19 Jan 2017 13:26:23 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418537.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418537.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia La diffusione dei valori alle persone

La maggior parte delle persone si impegnano nel proprio lavoro, si comportano con correttezza verso amici e colleghi, magari commettendo occasionalmente qualche errore, nessuno è perfetto. Alcuni invece cercano di trarre vantaggi da ogni situazione, si fingono amichevoli solo perché è utile e giustificano qualsiasi comportamento con il classico “ho fatto solo il mio interesse”.

Che differenza c’è fra questi due tipi di persone? 

I volontari della campagna “La via della felicità” ritengono si tratti di differenti valori a cui ci si ispira. Se il successo economico, la ricchezza materiale ed il possedere gli oggetti migliori sono gli obiettivi di una persona, allora si comporterà in funzione di questi. Se l’amicizia, l’affetto ed il rispetto degli altri verso di sé, sono i valori principali, senza per questo dover disdegnare un equo compenso al proprio lavoro, allora la persona adotterà i comportamenti come quelli all’inizio citati.

Credendo alla forza dei valori umani, i volontari de "La Via della Felicità" hanno provveduto alla diffusione, a Collebeato, di oltre 200 omonimi libretti nella cassette postali.

Anche l'integrazione, così necessaria nella nostra provincia, è sostenuta dalla condivisione dei valori nelle più diverse culture.

Il testo dei libretti

Il testo costituisce un codice morale, non religioso, ed è stato scritto da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. 

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
DICO NO ALLA DROGA, CONTINUA LA PREVENZIONE A PORDENONE Thu, 19 Jan 2017 11:46:22 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418519.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418519.html ChiesaScientologyPordenone ChiesaScientologyPordenone

L' associazione Dico No alla Droga era presente alla marcia di Versutta, località di Casarsa, ed ha distribuito ai podisti presenti gli opuscoli "La verità sulla Droga", riguardanti le Droghe comunemente più usate. 

Gli opuscoli illustrano che cosa sono le droghe e quali sono gli effetti dannosi a breve e lungo termine, questo per dare informazioni corrette ai ragazzi in modo che non inizino mai farne uso.

Gli opuscoli riguardano marijuana, alcool, ecstasi, cocaina, crack, crystal meth e metanfetamina, inalanti, eroina, LSD e abuso di farmaci venduti dietro prescrizione di ricetta medica. Provvisto di queste informazioni, il lettore può prendere la decisione di vivere una vita libera dalla droga.

L'associazione,che si ispira alle opere del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard, ritiene importante che i ragazzi ricevano informazioni sui pericoli delle droghe prima di ricevere la droga stessa da qualche amico disinformato o da qualche spacciatore.

Tra i maggiori sostenitori dell'Associazione c'è la Chiesa di Scientology che da oltre 30 anni da vita in tutta Italia a manifestazioni volte a sensibilizzare i giovani sugli effetti dannosi della droga.

]]>
Corso Booking agent Musicale ||| /// #FormazioneLive Thu, 19 Jan 2017 01:32:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418441.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418441.html formazionelive formazionelive I CORSI DI FORMAZIONELIVE

logo

INFO E ISCRIZIONI QUI
+39 329 168 6906
info@formazionelive.eu 


I corsi di febbraio e marzo 2017

Corso per booking agent musicale
vola in tutta Italia e dopo Roma e Bologna si aggiungono Bergamo e Catania

- INIZIO 28 GENNAIO - BOLOGNA
- INIZIO 18 FEBBRAIO - CATANIA
- INIZIO 4 MARZO - BERGAMO

opendayDopo il successo delle prime tre edizioni raddoppiamo l'offerta e oltre Roma e Bologna le prossime edizioni si terranno anche a Catania e Bergamo.

Il corso di booking agent musicale è l'unico in Italia dedicato esclusivamente alla figura del booking agent musicale.

A cura di MArteLabel

In un momento storico di forte crisi nella vendita di prodotti discografici attraverso il circuito tradizionale, ecco che suonare dal vivo diventa il momento decisivo attorno a cui ruota l'intero percorso artistico di una band.


Ufficio Stampa per la musica e la discografia
- INIZIO 4 FEBBRAIO - ROMA

opendayTotalmente rinnovato e focalizato sulla musica e la discografia per formare professionisti della comunicazione musicale.
A cura dell'ufficio stampa di MArteLabel

Il corso di formazione per “Ufficio stampa per la musica e la discografia” offre agli allievi inediti punti di vista e prospettive per la figura dell’addetto stampa in ambito discografico a partire dall’esperienza di MArtePress, ufficio stampa con 10 anni di esperienza tra festival come MArteLive e numerose band come Nobraino, Management del Dolore post Operatorio, Dellera, UNA, Gli Scontati, Gianluca De Rubertis e molti altri meno noti al grande pubblico ma di grande qualità.

LEGGI TUTTO!

PARTNER

logomei docservizi 

  

-------------------------------------

Questo messaggio ti viene inviato in osservanza del Dlgs 196/2003 sul trattamento e la protezione dei dati personali, se non sei più interessato o la consideri un'invasione per la tua privacy ti basterà cliccare QUI  per rimuovere il tuo indirizzo di posta. Ti ricordiamo che la nostra newsletter viene inviata con cadenza settimanale salvo comunicazioni straordinarie e importanti per un totale di circa 6 newsletter mensili. Per info: privacy@martelive.it

]]>
Esercizi commerciali e prevenzione Wed, 18 Jan 2017 20:10:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418431.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418431.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia L'azione di prevenzione nei centri commerciali

Gli esercizi commerciali, nelle loro diverse modalità, costituiscono un diffuso luogo di incontro.

Di solito non è semplice parlare con i ragazzi. Loro tendono a dialogare con i loro coetanei. 

I centri commerciali, molto frequentati dai giovani divengono quindi dei luoghi di contatto fra le diverse generazioni.

Perciò, noi posizioniamo i libretti di prevenzione proprio negli esercizi dei centri commerciali. Diffondiamo così le informazioni che permettono ai giovani di scegliere di non assumere droga in primo luogo. 

Per di più, la nostra campagna La Verità sulla Droga consiste di attività a cui possono unirsi per diffondere un modo di vivere libero dalla droga. Queste attività sono semplici, efficaci e possono coinvolgere persone di tutte le età.

La campagna "La Verità sulla Droga" utilizza un linguaggio comune e presenta i fatti nella loro semplicità. I lettore è lasciato libero di formulare le proprie decisioni. Molto di ciò che si sente sulla droga, in effetti, viene da quelli che la vendono. Ex spacciatori hanno ammesso che avrebbero detto qualsiasi cosa pur di far comprare la droga alle persone.

Queste e molte altre informazioni sono presenti nei libretti distribuiti.

Per questo i volontari di "Mondo libero dalla droga", si sono recati a Palazzolo ed hanno posizionato 50 libretti "La verità sulla Marijuana" presso alcuni esercizi che sostengono l'iniziativa in modo che le persone ne possano parlare.

La diffusione della informazione

L’informazione è la pietra angolare del cambiamento. Per questo motivo un’ampia serie di materiali educativi, basati su fatti reali e di forte impatto, viene distribuita gratuitamente alle persone tramite i volontari di "Mondo Libero dalla Droga".

Questi semplici opuscoli permettono di esaminare le proprie scelte in modo libero e senza l'influenza di persone verso le quali spesso nasce un senso di rifiuto.

Gli interessati possono trovano una informazione completa, quanto oggettiva, che affronta gli argomenti in modo semplice, ma non banale.

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare.

Si possono utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani.

Loro cresceranno nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
articolo malasanità animale sull'Indro Wed, 18 Jan 2017 16:03:28 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/animaliste/418391.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/animaliste/418391.html arca2000 arca2000

 

 

Da: arcanimali [mailto:arcanimali@tiscali.it]
Inviato: mercoledì 18 gennaio 2017 15:53
Oggetto: I: articolo malasanità animale sull'Indro

 

stopmalasan.jpg

 

 

http://www.lindro.it/la-malasanita-colpisce-gli-animali/

]]>
GIORNATA DELLA MEMORIA: un incontro in via Villar, 2 Wed, 18 Jan 2017 15:45:24 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418386.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418386.html chiesa di scientology di torino chiesa di scientology di torino


GIORNATA DELLA MEMORIA: un incontro in via Villar, 2

    Torino: venerdì 27 gennaio in via Villar 2 alle ore 17.00 presso la Chiesa di Scientology di Torino avrà luogo un momento di raccoglimento e di incontro dedicato alla Giornata della Memoria. 

    La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sarà la chiave di lettura degli avvenimenti del passato e del presente con uno sguardo all'attuazione pratica della Dichiarazione Universale e dei suoi principi quale strumento morale indispensabile contro qualsiasi guerra e sopruso presenti e futuri. Ingresso libero. Per informazioni: 011 85 30 12
]]>
Conoscere le droghe Wed, 18 Jan 2017 14:59:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418379.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418379.html Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Domenica 17 gennaio a Firenze,  i volontari della sezione fiorentina di un Mondo libero dalla droga hanno distribuito nuovamente ed instancabilmente gli opuscoli della serie de La Verità sulla Droga. Questa serie comprende 13 opuscoli, una per ogni droga e ,scritti in un linguaggio molto semplice, forniscono le informazioni corrette sulle stesse. In pratica spiegano la verità nuda e cruda sugli effetti negativi che le droghe hanno a livello fisico e mentale. Riportano anche storie vere di persone che ne hanno fatto uso e ne sono diventati dipendenti. In questo modo portano i giovani a piena comprensione e a far sì che decidano consapevolmente di non assumerla o di non assumerla più. Fino ad ora questa associazione, a livello mondiale ed attraverso una rete di volontari, ne ha distribuiti circa 56 milioni in 120 paesi ottenendo anche cali drastici del consumo di droga. L'associazione, che è patrocinata dalla Chiesa di Scientology, pubblica, inoltre, anche video informativi che sono stati trasmessi in 275 stazioni televisive. Questi materiali sono a disposizione di tutti: adolescenti, genitori, insegnanti, avvocati, forze dell’ordine, animatori, specialisti nella prevenzione e nella riabilitazione dalla droga, professionisti della salute. Invitiamo comunque a visitare il sito: www.drugfreeworld.it e ad usare a piene mani questi materiali per aiutare i nostri giovani a prendere le giuste decisioni.

]]>
Corso di Scrittura Narrativa a Topos Tue, 17 Jan 2017 19:06:14 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418266.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418266.html OASI Spettacoli e Corsi OASI Spettacoli e Corsi

COMUNICATO STAMPA

Torino, 17 gennaio 2017


OASI CORSI organizza un laboratorio di SCRITTURA NARRATIVA, condotto da Marco Racca. 
26 ore, 13 lezioni, il lunedì h. 20.30/22.30, dal 30 gennaio.
Presso TOPOS, Via Pinelli 23, Torino.

Il laboratorio è dedicato a chiunque voglia misurarsi con la scrittura, a chi desidera finalmente dare corpo a quella storia che gli ronza in 

testa da un po’, a chi già scrive ma sente che non è proprio soddisfatto e potrebbe fare meglio, a chi vuole capire perché gli piace così 

tanto come scrive quell’autore lì, a chi non ha mai scritto e pensa sia il momento giusto per iniziare.



Info: 011.76.00.736, oasi@oasitopos.eu.
   
Grazie.



Tullio Lucci
380.512.86.08

Associazione Culturale OASI
Spazio Corsi TOPOS
DURGA - Scuola di Formazione e Valorizzazione per Operatori Olistici

Via Pinelli 23, 10144 Torino
tel. 011.76.00.736 

facebook Oasi & Topos - DURGA











]]>
Social network e disturbi dell'apprendimento. Parliamone insieme! - Centro Benedetta d'Intino Onlus Tue, 17 Jan 2017 12:49:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418182.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418182.html Press Un-Guru Press Un-Guru

 

mage001.png@01D270B2.851FF780PARLIAMONE INSIEME

Social network, disturbi specifici dell’apprendimento, i bisogni fisici ed emotivi

di bambini e adolescenti oggi

Riparte il ciclo di incontri per genitori ed educatori del Centro Benedetta D’Intino Onlus

 

 

Milano, 17 gennaio 2017 – Torna l’appuntamento dedicato a genitori ed educatori dedicati alla comprensione dei bisogni fisici ed emotivi dei bambini e degli adolescenti della società di oggi del Centro Benedetta D’Intino Onlus.

 

Gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno in base al seguente calendario:

-          28 gennaio 2017. Il mondo dei DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) dedicato alle certificazioni quali strumento di riconoscimento e presa in carico del disturbo

-          11 marzo 2017. Genitori e figli nei social network: una mappa per non perdersi. I nuovi spazi e tempi delle relazioni, i mondi virtuali e la “fragilizzazione” delle relazioni umane, come suggerita da Zygmunt Bauman.

 

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel programma PARLIAMONE INSIEME, giunto quest’anno alla nona edizione.

PARLIAMONE INSIEME è un progetto che vuole stimolare l’incontro con i genitori nella logica di fare emergere le competenze che, in qualità di madri e padri, sono “conosciute”, ma non ancora “pensate”, aiutandoli nei momenti di incertezza, fatica e solitudine.

PARLIAMONE INSIEME nasce dall’esperienza maturata all’interno del Settore di Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino con l’obiettivo di comprendere le problematiche legate allo sviluppo del corpo e della mente di bambini e preadolescenti.

 

“Creiamo occasioni di confronto e scambio per futuri genitori, insegnanti, personale della scuola, psicologi e pediatri interessati ai temi dell’età evolutiva. Si tratta di un percorso sviluppato nel corso degli ultimi anni che ci permette di condividere l’esperienza fatta all’interno del Centro Benedetta D’Intino con tutti coloro che, a vario titolo, sono chiamati a riconoscere, conoscere e gestire il disagio psicologico e le difficoltà emotive e relazionali" commenta Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino.

 

Tutti gli appuntamenti del programma PARLIAMONE INSIEME sono condotti da psicoterapeuti esperti nell’età evolutiva e da pediatri, talvolta accompagnati da artisti che danno voce a fiabe e letture ispirate dai temi proposti.

 

Gli incontri saranno moderati dalla dott.ssa Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro.

Interverranno, in qualità di relatori, la dott.ssa E. Maggioni, neuropsichiatra infantile e direttore sanitario del Centro Benedetta D’Intino, le dott.sse Ilaria Dufour, Valeria Ladino, Sara Micotti, psicoterapeute del Centro, le dott.sse E. Mazzucchi, M. Picciotti e R. Schiro’, pediatre di libera scelta, il dott. Riccardo Ricotti, avvocato; la dott.ssa Manuela Tagliabue, esperta in social network.

Per partecipare è necessaria la prenotazione (tel. 02 39263940 – infocbdi@benedettadintino.it). Gli incontri si svolgono presso la sede del Centro Benedetta D’Intino Onlus in via Sercognani 17, Milano.

 

Il Centro Benedetta D’Intino è un’associazione ONLUS che si occupa di bambini e adolescenti affetti da disagi psicologici e disabilità comunicative. Certificato ISO 9001 e accreditato da Regione Lombardia come Polo di Neuropsichiatria Infantile, il Centro è composto da un’équipe di professionisti con una formazione specifica e una lunga esperienza nel trattamento di minori con problemi psicologici e disabilità.

 

---------------------------------------------------------------------------------------

Antonella TAGLIABUE
Managing Director & Senior Advisor
UN-GURU® 
unique value consulting solutions


E-mail: 
a.tagliabue@un-guru.com
Mobile: +39 3339274531

Skype: antonella.tagliabue.un-guru
P.zza Castello 19 20121 Milano MI

Tel. 0039 02 30310564
Twitter @AntonellaT10


Web: 

www.un-guru.com

UN-GURU Network è presente su: 
www.linkedin.com
www.viadeo.com
www.facebook.com 
www.twitter.com

Un-Guru® è una innovativa società di consulenza strategica di direzione

per la valorizzazione, lo sviluppo e la sostenibilità di imprese, prodotti e idee.

Un-Guru è opinion maker riconosciuto con numerose pubblicazioni 
su vari media, tra cui Il Sole 24 Ore, Metro, Modus Vivendi, Digitalic, 
e come relatore e moderatore in convegni e seminari.
Un-Guru è un marchio registrato.
--------------------------------------------------------------------------------------
Sii smart, pensa all'ambiente: non stampare questa e-mail se non necessario.

 

 

]]>
Social network e disturbi dell'apprendimento. Parliamone insieme! - Centro Benedetta d'Intino Onlus Tue, 17 Jan 2017 12:39:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418181.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418181.html Press Un-Guru Press Un-Guru

 

mage001.png@01D270B2.851FF780PARLIAMONE INSIEME

Social network, disturbi specifici dell’apprendimento, i bisogni fisici ed emotivi

di bambini e adolescenti oggi

Riparte il ciclo di incontri per genitori ed educatori del Centro Benedetta D’Intino Onlus

 

 

Milano, 17 gennaio 2017 – Torna l’appuntamento dedicato a genitori ed educatori dedicati alla comprensione dei bisogni fisici ed emotivi dei bambini e degli adolescenti della società di oggi del Centro Benedetta D’Intino Onlus.

 

Gli incontri sono gratuiti e si svolgeranno in base al seguente calendario:

-          28 gennaio 2017. Il mondo dei DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) dedicato alle certificazioni quali strumento di riconoscimento e presa in carico del disturbo

-          11 marzo 2017. Genitori e figli nei social network: una mappa per non perdersi. I nuovi spazi e tempi delle relazioni, i mondi virtuali e la “fragilizzazione” delle relazioni umane, come suggerita da Zygmunt Bauman.

 

Si tratta di un’iniziativa che rientra nel programma PARLIAMONE INSIEME, giunto quest’anno alla nona edizione.

PARLIAMONE INSIEME è un progetto che vuole stimolare l’incontro con i genitori nella logica di fare emergere le competenze che, in qualità di madri e padri, sono “conosciute”, ma non ancora “pensate”, aiutandoli nei momenti di incertezza, fatica e solitudine.

PARLIAMONE INSIEME nasce dall’esperienza maturata all’interno del Settore di Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino con l’obiettivo di comprendere le problematiche legate allo sviluppo del corpo e della mente di bambini e preadolescenti.

 

“Creiamo occasioni di confronto e scambio per futuri genitori, insegnanti, personale della scuola, psicologi e pediatri interessati ai temi dell’età evolutiva. Si tratta di un percorso sviluppato nel corso degli ultimi anni che ci permette di condividere l’esperienza fatta all’interno del Centro Benedetta D’Intino con tutti coloro che, a vario titolo, sono chiamati a riconoscere, conoscere e gestire il disagio psicologico e le difficoltà emotive e relazionali" commenta Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro Benedetta D’Intino.

 

Tutti gli appuntamenti del programma PARLIAMONE INSIEME sono condotti da psicoterapeuti esperti nell’età evolutiva e da pediatri, talvolta accompagnati da artisti che danno voce a fiabe e letture ispirate dai temi proposti.

 

Gli incontri saranno moderati dalla dott.ssa Sara Micotti, direttore scientifico settore Psicoterapia del Centro.

Interverranno, in qualità di relatori, la dott.ssa E. Maggioni, neuropsichiatra infantile e direttore sanitario del Centro Benedetta D’Intino, le dott.sse Ilaria Dufour, Valeria Ladino, Sara Micotti, psicoterapeute del Centro, le dott.sse E. Mazzucchi, M. Picciotti e R. Schiro’, pediatre di libera scelta, il dott. Riccardo Ricotti, avvocato; la dott.ssa Manuela Tagliabue, esperta in social network.

Per partecipare è necessaria la prenotazione (tel. 02 39263940 – infocbdi@benedettadintino.it). Gli incontri si svolgono presso la sede del Centro Benedetta D’Intino Onlus in via Sercognani 17, Milano.

 

Il Centro Benedetta D’Intino è un’associazione ONLUS che si occupa di bambini e adolescenti affetti da disagi psicologici e disabilità comunicative. Certificato ISO 9001 e accreditato da Regione Lombardia come Polo di Neuropsichiatria Infantile, il Centro è composto da un’équipe di professionisti con una formazione specifica e una lunga esperienza nel trattamento di minori con problemi psicologici e disabilità.

 

---------------------------------------------------------------------------------------

Antonella TAGLIABUE
Managing Director & Senior Advisor
UN-GURU® 
unique value consulting solutions


E-mail: 
a.tagliabue@un-guru.com
Mobile: +39 3339274531

Skype: antonella.tagliabue.un-guru
P.zza Castello 19 20121 Milano MI

Tel. 0039 02 30310564
Twitter @AntonellaT10


Web: 

www.un-guru.com

UN-GURU Network è presente su: 
www.linkedin.com
www.viadeo.com
www.facebook.com 
www.twitter.com

Un-Guru® è una innovativa società di consulenza strategica di direzione

per la valorizzazione, lo sviluppo e la sostenibilità di imprese, prodotti e idee.

Un-Guru è opinion maker riconosciuto con numerose pubblicazioni 
su vari media, tra cui Il Sole 24 Ore, Metro, Modus Vivendi, Digitalic, 
e come relatore e moderatore in convegni e seminari.
Un-Guru è un marchio registrato.
--------------------------------------------------------------------------------------
Sii smart, pensa all'ambiente: non stampare questa e-mail se non necessario.

 

 

]]>
Scopriamo le bugie più comuni sulle droghe leggere Tue, 17 Jan 2017 12:18:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418174.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418174.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova Giornata a porte aperte con un’attenzione su:

“Scopriamo le bugie più comuni sulle droghe leggere ”.

Nel prestigioso salone di Villa Francesconi Lanza, sede di Scientology, verrà ospitato il 21 Gennaio 2017, all’interno di una giornata a porte aperte sul soggetto delle droghe e della prevenzione, un seminario organizzato dall’associazione “Mondo Libero dalla droga Padova”  tenuto dalla Vicepresidente della “Fondazione per un’ Europa Libera dalla Droga”, Penny Spanù.

La giornata che si prevede molto intensa, vedrà un’intera mostra sul soggetto, disposta in un’ordine che ne favorisce la comprensione anche per chi è a digiuno nel settore. La mostra ha per l’occasione un titolo singolare ed eloquente: ”Raggiungere i Ragazzi, prima che lo facciano gli spacciatori”. Si conviene che un tale titolo non lascia spazio a riserve nelle intenzioni. Alla mostra si aggiungono video e materiali di ultima generazione nel settore della prevenzione.

Alle ore 16.00 (apertura porte ore 15:30) anticipato da un rinfresco, un seminario specifico sul settore, dove la Vicepresidente Penny Spanu, tratterà argomenti di tutti i giorni e che, grazie alla sua attiva presenza sul territorio a livello europeo, esporrà informazioni teorico pratiche sul soggetto delle insidiose“droghe leggere” e le sue varianti del mercato, per arrivare a ciò che viene usato da coloro che si fanno esplodere negli attentati terroristici.

La giornata ha una rilevanza notevole, magari ambiziosa, per la presa di posizione che si può prendere in conseguenza alla consapevolezza raggiungibile. Fronteggiare ed arginare questo problema, al fine di fare qualcosa al riguardo per arrivare ad incidere sulla vita di tutti i giorni qui a Padova.

Come potrebbe essere la nostra città con un tasso di persone che si drogano in calo ? …e se questo progredisse con una certa costanza….si  d’accordo è difficile immaginarlo. Ma considerare che non sia impossibile e fare qualcosa al riguardo, dà, anche solo a pensarlo, una sensazione di benessere. 

Giornata a porte aperte, sabato 21 Gennaio a Villa Francesconi Lanza in Via Pontevigodarzere 10, Padova, dalle ore 11.00 alle 18.00 ed un’importante seminario alle ore 16:00 con la Vicepresidente della “Fondazione per un’ Europa Libera dalla Droga” Penny  Spanù.

 

Per informazioni 348.3332499 


]]>
Fabrice Ribourg nuovo General Manager di Royal Canin Italia Tue, 17 Jan 2017 11:10:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/animaliste/418167.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/animaliste/418167.html Royal Canin Royal Canin

 

Photo_FR

Milano 17 gennaio 2017Fabrice Ribourg è il nuovo General Manager di Royal Canin Italia, azienda specializzata nella produzione di alimenti secchi e umidi di alta gamma per cani e gatti.

Fabrice sostituirà Giorgio Massoni, che dopo una lunga e importante carriera in Royal Canin Italia e dopo esser stato alla guida della stessa per cinque anni, ha deciso di intraprendere un nuovo capitolo della sua carriera.   

 

Il nuovo Direttore Generale sarà responsabile del coordinamento di tutte le attività operative e progettuali dell’azienda e riporterà direttamente a Michael Kunze, Regional President Europa di Royal Canin.  

 

“Nella mia carriera, così come nella vita personale, ho sempre cercato di superare gli obiettivi con determinazione e passione. Pur essendo nato in Francia, ho sempre avuto curiosità e ammirazione per l’Italia.

Per questo sono felicissimo di potermi trasferire con mia moglie e i miei due bambini a Milano e poter mettere a disposizione tutta la mia esperienza e determinazione a servizio di un’azienda dinamica, innovativa e con lo sguardo sempre rivolto verso il futuro, come Royal Canin Italia” afferma Fabrice Ribourg

 

Fabrice arriva in Italia a 38 anni, dopo una lunga carriera, varia e di successo, in Royal Canin Svizzera. Dopo esser entrato nel 2003 con il ruolo di Financial Controller, è stato poi promosso nel 2005 a CFO. Nel 2007 decide di accrescere la sua esperienza professionale come Sales & Marketing Director dei punti vendita specializzati. Nel gennaio del 2013, amplia la sua funzione diventando responsabile anche del canale allevatori.

Nell’agosto del 2015, viene promosso al ruolo di Country Manager di Royal Canin Svizzera.

 

“Come General Manager, il mio principale intento, sarà quello di valorizzare la passione e il talento di tutti gli Associati. Un aspetto fondamentale, per un’azienda che ha saputo costruire il proprio posizionamento grazie ad una politica delle risorse umane orientata alla crescita professionale, al well-being, al rispetto del bilanciamento lavoro/vita privata e alla condivisione dei 5 principi Mars di qualità, responsabilità, reciprocità, efficienza e libertà conclude il nuovo Direttore Generale di Royal Canin Italia

 

 

]]>
Nuove e antiche religioni Mon, 16 Jan 2017 17:54:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418083.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418083.html Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology Celebrity Centre Firenze Chiesa di Scientology È insito nel cuore e nella coscienza di tutti desiderare la realizzazione di una vita pacifica. Quest’obiettivo può essere perseguito solo grazie a un processo di formazione delle coscienze individuali; processo che deve poi espandersi naturalmente a tutta la collettività, a partire dagli educatori, dai rappresentanti delle istituzioni, dai giornalisti, dagli uomini di scienza.

Indispensabile in questo processo è la cooperazione inter-religiosa: le religioni devono ritrovare ciò che le unisce pur nelle diversità che le contraddistinguono.

Ed è necessaria anche la collaborazione tra le varie attività e discipline umane.

Ieri si è tenuto un dialogo tra la Chiesa di Scientology e Marco Borghini , Direttore dell’Accademia Strata di Pisa ,ma anche attento studioso della cultura religiosa che si trova nella Sacra Scrittura e di tutte le filosofie religiose dell’antichità.

Il ministro della Chiesa di Scientology ha risposto a tutti  i quesiti posti dall’auditorio , quest’ultimo incuriosito da una nuova realtà probabilmente poco conosciuta .

 

La conferenza ha permesso un confronto tra vecchie e nuove religioni ,invogliando la collettività ad un dialogo sempre più aperto e collaborativo tra diverse realtà.

]]>
IL 2016 E’ STATO UN ANNO RICCO DI ATTIVITA’ Mon, 16 Jan 2017 17:05:49 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418080.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418080.html Vicki Franceschini Vicki Franceschini
I volontari della Chiesa di Scientology continuano a distribuire gli opuscoli informativi intitolati "La Verità sulla Droga" a quante più persone possibile.
 
Questo viene fatto attraverso varie attività come ad esempio: gare podistiche, conferenze pubbliche, conferenze nelle scuole, contatti personali, allestimento di gazebo nei centri città e durante varie manifestazioni pubbliche.
 
Tutte le attività dei volontari sono iniziative laiche basate sulle ricerche del filosofo L. Ron Hubbard e sul principio fondamentale che solo una conoscenza adeguata del soggetto può portare alla scelta libera e responsabile di non fare uso di sostanze psicotrope.
 
Nel 2016 sono stati distribuiti gratuitamente, dai volontari, oltre 10.000 libretti informativi la cui realizzazione e stampa a livello mondiale è resa possibile grazie alla Fondazione Internazionale per un Mondo Libero dalla Droga. 
 
Le azioni di prevenzione continuano e per il 2017 ci sono già in programma diverse attività pubbliche su cui verranno fornite informazioni man mano che verranno svolte.
 
Per ulteriori informazioni o richieste di materiali:
 
]]>
Gelli (Cesvot): “Terzo settore sempre pi ù complesso, Centri Servizio siano protagonisti cambiamento” Mon, 16 Jan 2017 16:39:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418077.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418077.html Spes - Ufficio Stampa Spes - Ufficio Stampa Comunicato stampa

 
Gelli (Cesvot): “Terzo settore sempre più complesso, Centri Servizio siano protagonisti cambiamento”
 
“Il Terzo settore è sempre più complesso e per questo motivo deve essere necessariamente compreso e sostenuto in ogni sua articolazione. È in questo contesto che i Centri di Servizio devono essere in grado, attraverso un'azione capillare e facendo rete su tutto il territorio, di garantire quell'aiuto che è il motivo stesso della loro costituzione”. È quanto dichiara Federico Gelli, presidente di Cesvot – Centro Servizi Volontariato Toscana, nel ‎messaggio inviato alla presentazione del volume di ricerca ‘Volontari e Attività Volontarie in Italia. Analisi, Impatti, Esplorazioni’ (Il Mulino, 2016), che si sta svolgendo alla Camera dei Deputati.
 
“All'indomani di una legge sul Terzo settore approvata soltanto pochi mesi fa e con i decreti attuativi ancora in divenire – ha spiegato Gelli - ci troviamo ad affrontare una fase del tutto nuova per le nostre strutture, chiamate a rispondere con sempre maggiore efficienza, ma purtroppo con sempre meno fondi a disposizione, alle tante necessità che emergono ogni giorno dalle nostre associazioni e dai milioni di volontari attivi sul nostro territorio. Ciò che è stato presentato oggi – ha concluso Gelli - indica come senza la ricerca e la promozione culturale per la conoscenza dei volontari su cui i nostri centri devono continuamente investire, il nostro lavoro sarebbe estremamente più difficile e certamente meno utile. E la ricerca è soltanto uno dei settori che siamo chiamati a migliorare attraverso un continuo confronto che dobbiamo impegnarci ad avere in modo costante e costruttivo. È necessario e fondamentale studiare e comprendere il cambiamento epocale del nostro settore, e proprio attraverso questo approfondimento, gettare le basi per un futuro al passo coi tempi. Un futuro che deve vedere i Centri di Servizio ancora protagonisti.”
 
Roma, 16 gennaio 2017
 
Ufficio stampa SPES
349.6638812‎
]]>
Lavoro volontario, risultati ricerca: Colti, felici e fiduciosi, volontari italiani record di benessere ***CON EMBARGO ALLE ORE 15 DI OGGI*** Mon, 16 Jan 2017 12:44:39 +0100 http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418039.html http://comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/418039.html Spes - Ufficio Stampa Spes - Ufficio Stampa ***CON EMBARGO ALLE ORE 15 DI OGGI, LUNEDì 16 GENNAIO 2017***

 

Comunicato stampa (materiali in allegato)

 

Colti, felici e fiduciosi: ecco i volontari italiani, record del benessere

Dalla ricerca un’indicazione alla politica: per l’impegno civico serve più cultura

 

Colti, felici e fiduciosi nel prossimo. Questo il ‘volontario tipo’ che emerge dal volume di ricerca “Volontari e attività volontarie in Italia. Antecedenti, impatti, esplorazioni” (Bologna, Il Mulino, 2016), presentato oggi alla Camera dei Deputati.

Il volume, a cura di Riccardo Guidi, Ksenija Fonović e Tania Cappadozzi, approfondisce i caratteri e i significati dell’azione volontaria in Italia attraverso un lavoro collettivo e prospettive di diverse discipline. Presenta analisi e risultati inediti sulla base dei dati Istat 2013 rilevati applicando, per la prima volta in Italia, lo standard mondiale ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro) per la rilevazione del volontariato all’interno dell’Indagine Multiscopo Aspetti della Vita Quotidiana.

“Dai risultati deriva una precisa indicazione politica: per far crescere la solidarietà e l’impegno civico è di primaria importanza investire nell’educazione, nell’istruzione universitaria e nella cultura”, dichiarano i curatori del volume.

La ricerca attesta che non sono le risorse economiche la variabile determinante per accrescere le probabilità che una persona faccia volontariato, bensì le risorse socio-culturali: titolo di studio, abilità digitali, partecipazione culturale. Maggiori risorse socio-culturali si traducono in una maggiore propensione al fare volontariato. Per cui, più aumenta il titolo di studio e la fruizione di cultura, più aumenta la probabilità di fare volontariato.

“Questo libro ha contenuti originali: non esiste attualmente un altro contributo scientifico accessibile al grande pubblico che affronti lo stesso tema su una base statistica ufficiale”, rendono noto i curatori, che sottolineano come il volume esca “in un momento cruciale, mentre il Governo sta definendo i decreti attuativi della Riforma del Terzo Settore”.

In Italia sono 6,63 i milioni di persone (12,6% della popolazione) che si impegnano gratuitamente per gli altri o per il bene comune: 4,14 milioni (7,9%) lo fanno all’interno di organizzazioni e 3 milioni (5,8%) individualmente.

La quantità (del volontariato) aumenta la qualità (della vita). Dai risultati della ricerca emerge che le persone che fanno volontariato hanno una qualità della vita migliore rispetto al resto della popolazione italiana. In particolare, i punteggi più alti di soddisfazione vengono registrati dai volontari attivi da oltre 10 anni e da quanti si impegnano in più di una associazione.

Di particolare rilievo l’impatto positivo sul benessere degli anziani: il 50,4% dei volontari organizzati sopra i 65 anni si dichiara molto soddisfatto della propria vita.

Il tasso di fiducia interpersonale dei volontari (35,8%) svetta su quello di chi non fa volontariato (20,6%). I volontari mostrano più fiducia anche nelle istituzioni: l’indice medio di fiducia è stato calcolato al punteggio di 4,7 rispetto a 4,4 dei non volontari. Ma la relazione dell’impegno gratuito con la fiducia nelle istituzioni, viste come enti gerarchici che richiedono una adesione fideistica, è di gran lunga più debole rispetto a quella interpersonale.

Fare volontariato e partecipare ad associazioni ha anche un effetto di socializzazione alla partecipazione politica, soprattutto per le classi sociali più svantaggiate. Questa propensione si manifesta sia a livello ‘visibile’, ovvero nella partecipazione a cortei, comizi, riunioni e/o attività di un partito e nella tendenza a parlare di politica ogni giorno; sia a livello ‘latente’, ossia nella tendenza a informarsi della vita politica e nella disponibilità ad assistere a dibattiti politici.

Per quanto riguarda chi opera all’interno di organizzazioni, sono stati distinti sette profili di volontari. “I fedelissimi dell’assistenza” sono volontari (i più numerosi, un milione e 228 mila cittadini, pari al 29,6% del totale di volontari organizzati) che dedicano mezza giornata alla settimana a chi ha bisogno di aiuto nel campo dei servizi sociali, della protezione civile e della sanità. Seguono, per numerosità, “Le educatrici di ispirazione religiosa”, pari a un milione di persone (1.036 mila, 25%), impegnate nelle attività educative e nella catechesi; un impegno settimanale vissuto come stile di vita, in particolare per le donne del Sud. “I pionieri” sono generalmente laici ed istruiti; sperimentano modalità di impegno per l’ambiente e la collettività ai margini delle modalità organizzative tradizionali (il 13,6% dei volontari organizzati, 561 mila persone). “Gli investitori in cultura” mettono a disposizione competenze professionali specializzate e offrono supporto organizzativo per iniziative culturali e ricreative (il 10,3% dei volontari organizzati, 427 mila persone). “i volontari laici dello sport” sono allenatori e dirigenti di associazioni sportive dilettantistiche (l’8,9%dei volontari organizzati, 368 mila persone). “I donatori di sangue” sono per lo più maschi, occupati, genitori e in buona salute, fidelizzati all’associazione; si mettono a disposizione una volta al mese (l’8% dei volontari organizzati, 333 mila persone). Infine, “Gli stacanovisti della rappresentanza” sono dirigenti e organizzatori di associazioni che si occupano di politica, attività sindacale e tutela dei diritti (il 4,6% dei volontari organizzati, 190 mila persone); per un terzo è un impegno a tempo pieno.

Ma i volontari non sono solo quelli che si impegnano nelle associazioni. C’è chi lo fa individualmente. Grazie a questo volume di ricerca, per la prima volta in Italia conosciamo chi si impegna in modo diretto a beneficio di persone al di là della propria famiglia o per la collettività e ambiente. In particolare, sono stati individuati quattro ‘profili tipo’.

“Quelli che… danno una mano” (il gruppo più numeroso, pari al 34,2% dei volontari individuali, ovvero 852mila persone) sono quelle persone che offrono aiuto in casa o per pratiche burocratiche; rappresentano la ‘filiera corta’ dell’attivazione delle reti di prossimità. Seguono “quelle che… senza come si farebbe” (il 28,4% dei volontari individuali, 707 mila persone), che offrono assistenza qualificata a persone in difficoltà: è una relazione di aiuto duratura, un vero e proprio servizio complementare all’autogestione famigliare. L’attività di cura è svolta in prevalenza da donne: la maggior parte (69,9%) lo fa per almeno 10 ore al mese, una su cinque (20,5%) per più di 40 ore al mese.

Ci sono poi “quelli che… scelgono di fare da soli” (il 27,6% dei volontari individuali, 688mila persone), per lo più laureati, professionisti, impegnati con continuità (42,2% da oltre dieci anni, 17,5% da cinque a nove anni) per l’ambiente o cultura; rispetto ai volontari impegnati nelle organizzazioni, il tempo dedicato è minore (da due a quattro ore al mese). Infine, troviamo “quelli che… per donare vanno diritti all’ospedale” (il 9,9% dei volontari individuali, 246mila persone), ovvero i donatori di sangue che dedicano un’ora al mese al di fuori delle associazioni.

L’incentivo più forte a fare volontariato è l’identità religiosa. Condividere un’identità religiosa forte è il fattore che maggiormente determina la propensione all’impegno volontario in un’organizzazione. Lo stesso vale per i volontari individuali; un dato, questo, mai dimostrato prima di questo volume di ricerca.

  

In allegato: dichiarazione di Luigi Bobba; risposta di Renzo Razzano a Bobba; sintesi del volume; copertina del volume; indice del volume; scheda autori; programma dell'evento

 

Roma, 16 gennaio 2017

 

Claudia Farallo 

Ufficio stampa SPES

349.6638812

]]>