Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Sun, 17 Nov 2019 00:55:42 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/1 Portare verità e informazioni con gli opuscoli informativi sui pericoli delle droghe Thu, 14 Nov 2019 12:29:28 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606880.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606880.html campagna sociale campagna sociale Spesso le persone pensano di sapere tutto sulle droghe, forse sanno solo una piccola parte riguardo a questo soggetto; quello che non sanno, siano essi giovani o adulti, li può uccidere.

L'aspetto più inquietante del problema droga, è che l'abuso danneggia i giovani e danneggiala loro posizione nel futuro. I giovani che ne abusano hanno più malattie, mancano più giorni da scuola e vengono indotti maggiormente ad essere coinvolti in attività criminali.

Quindi è vitale raggiungere i giovani primas che inizino a drogarsi.

E' stato dimostrato che l'informazione corretta, è molto più efficace di qualsisi tentativo delle persone che tentano di parlare ai propri figli, amici, studenti ma non sa come fare.

La campagna di informazione che i volontari si impegnano a diffondere, ha proprio questo scopo, arrivare là dove sono falliti anche i più nobili tentativi.

Con questo spirito, e per giungere alla meta senza tanti rigiri di parole, Volontari della Chiesa di Scientology, distribuiscono opuscoli informativi ai giovani nella citta di Firenze e in Toscana con lo scopo di educare più persone possibile sui pericoli delle droghe

" L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione"

 

 

]]>
A Firenze, una campagna sociale per scoprire “La verita sulla droga” Thu, 14 Nov 2019 12:02:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606870.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606870.html campagna sociale campagna sociale Gli opuscoli sulle droghe che i Volontari distribuiscono ogni giorno gratuitamente, hanno lo scopo di informare le persone e portarle a conoscenza di ciò che, o non conoscono, o conoscono solo in parte, in modo che possano prendere decisioni consapevoli e autodeterminate su questo soggetto.

Pare ovvio che la motivazione di base, dell'assunzione di droga, sia un desiderio di cambiare qualcosa nella vita di chi non sa affrontare uno dei qualsiasi problemi che, in un dato momento, appaiono insormontabili.

Le ragioni che inducono i giovani a drogarsi, in genere sono disagi adolescenziali, spesso risolvibili con una buona comunicazione, ma sicuramente la cattiva informazione su ciò che in realtà sono le droghe è, fra tutte le motivazioni quella più comune.

Gli spacciatori si avvicinano come amici, e offrono droga perchè “ ti tira fuori”, “ ti tira su”, “ ti aiuta ad adattarti”. “ ti fa essere alla moda”, l'unica verità è che sono motivati solo dal loro profitto, dicono qualsiasi cosa per indurre le persone a drogarsi, pedine in una partita di scacchi.

Ma questa, che è solo cattiva informazione, si può e si deve combattere, la Fondazione per Un Mondo libero dalla Droga è attiva in tutto il mondo e, attraverso un programma educativo, diffonde verità sulle droghe a ogni persona.

A Firenze e in Toscana, come in tantissime città e paesi d'Italia e del mondo, i volontari della campagna La Verità sulla droga distribuiscono giornalmnte opuscoli informativi sui pericoli delle droghe affinchè le persone in generale e i giovani in particolare possono conoscere come stanno le cose veramente e fare la loro scelta consapevole

"Il potere di indicare una via verso una vita meno pericolosa e più felice è nelle tue mani" L.Ron Hubbard

 

]]>
La droga è entrata nella cultura giovanile, volontari a Firenze informano per prevenirne l'uso e lo spaccio Thu, 14 Nov 2019 11:33:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606861.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606861.html campagna sociale campagna sociale Alcune volte lo sforzo di portare avanti qualsiasi iniziativa di valore sociale sembra vanificato dalle grosse dimensioni del problema, ma rimane il fatto che per quanto esile possa apparire tale sforzo - è nostro compito fare qualcosa al riguardo dell'aiutare i giovani in particolare e la società in generale.

E' appurato che il miglior deterrente contro l'abuso di droghe sia la prevenzione: una buona campagna d'informazione può cambiare un'idea, un comportamento e salvare, così, vite umane.

A Firenze opera la campagna sociale Scopri la Verità sulla Droga e vari membri che operano nell'impegno di fare prevenzione ovunque sia possibile: nelle piazze, nelle scuole e nei centri di aggregazione giovanile

Le problematiche legate alla droga sono conosciute, e come ben si sa il suo consumo è in continuo aumento. La droga è il soggetto che sta facendo ammalare una parte della società, con la quale si convive quotidianamente.

Oggigiorno la droga è entrata nella cultura giovanile, grazie a coloro che traggono vantaggio da essa, oppure da campagne mediatiche portate avanti da alcuni personaggi influenti, sino al punto che è più difficile starne fuori piuttosto che non "entrarci dentro". Si può dire che il farne uso fa addirittura "moda".

E' molto alta la percentuale dei ragazzi cui si è presentata, e si presenta quotidianamente, la circostanza del prendere una decisione nei suoi confronti. Ed è ciò che viene deciso in quel frangente di vita che per alcuni di essi rappresenta l'inizio di un calvario.
La spinta al consumo è molto forte, ma non lo è altrettanto per la prevenzione. E' da parecchi anni che si parla di questa piaga sociale, e dei tentativi fatti nello sforzo di limitarne i danni. Eppure la percentuale continua a crescere.
Il fenomeno non è più limitato alla figura dello sbandato di qualche anno fa o al locale specifico dove avveniva il consumo e lo spaccio. Attualmente lo scenario è diverso, il suo uso colpisce parecchie classi sociali, lo studente, l'operaio, la casalinga, il manager, lo sportivo, l'artista e il politico ed in circolazione ci sono svariati tipi di droghe da quelle naturali a quelle chimiche, con costi accessibili a tutti. Il suo uso avviene nelle scuole, caserme, discoteche, negli ambienti di lavoro ed altri luoghi ancora.
Tutto ciò porta a riflettere e, per alcuni ai quali sta a cuore il bene dell'umanità, a fare molto di più. Per questo è nata la Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, che opera anche a Firenze attraverso un programma internazionale di informazione e prevenzione. Una buona campagna di prevenzione dalla droga può cambiare un concetto, un comportamento e può salvare vite umane.

per info www.drugfreeworld.org

per prenotare lezioni gratuite laveritasulladrogafi@gmail.com

L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard


]]>
L' alcool, è la droga che uccide di più Wed, 13 Nov 2019 15:40:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606709.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606709.html campagna sociale campagna sociale La droga fa parte della nostra cultura dalla metà del secolo scorso. Negli anni ’60 venne resa popolare dalla musica e dai mass media e oggi invade ogni aspetto della società

Probabilmente tutti noi conosciamo qualcuno che è stato influenzato dalla droga, direttamente o indirettamente, ma pochi di noi pensano che la droga che fa più vittime di tutte le altre sia l'alcool

È classificato come un sedativo, che significa che rallenta le funzioni vitali che risulta nel farfugliare, in movimenti instabili, percezioni disturbate ed un’incapacità a reagire velocemente. La maggior parte delle persone bevono per il suo effetto stimolante, come una birra o un bicchiere di vino presi per “rilassarsi”. Ma se una persona consuma più di quello che il suo corpo può gestire, allora sente l’effetto sedativo dell’alcol. Comincia a sentirsi “stupido” o perde coordinazione e controllo.

Il modo in cui influenza la mente, viene meglio compreso come una droga che riduce la capacità di una persona di pensare razionalmente e distorce il suo giudizio.

L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente.

In Toscana, come in tutta Italia e nel mondo, i Volontari della Chiesa di Scientology portano avanti la campagna di informazione e prevenzione dalle droghe “ La verità sulla droga”. Attraverso l'opuscolo informativo, spot di pubblica utilità, kit informativo per educatori ed insegnanti, viene ampiamente spiegato cosa sia in realtà questa sostanza, cosa fa all'organismo, alla mente e quali effetti a breve e lungo termine determina la sua assunzione. Sono stati distribuiti centinaia di opuscoli sugli autobus, proprio perchè affollati dai giovani studenti che sempre di più cercano lo sballo con l'alcool ed è anche per cercare di limitare le morti del fine settimana che viene fatta informazione preventiva dai volontari della Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga.

Il gruppo di volontari di Firenze, inoltre, si rende disponibile per distribuire informazioni attraverso lezioni multimediali interattive gratuite, sia a Firenze che in tutta la Toscana.

Per prenotazioni o richiesta info inviare una mail a: laveritasulladrogafi@gmail.com

 

Le persone che prendono droga, non sempre riescono a percepire il mondo reale di fronte a loro. Sono “assenti”. Queste persone possono essere molto pericolose per te, su un'autostrada, durante un incontro casuale o in casa.” L. Ron Hubbard


]]>
CS - Marino: ha vinto il Porta a Porta nella consultazione popolare avvenuta ieri nel Centro Storico per scegliere il metodo di raccolta dell’immondizia Mon, 11 Nov 2019 19:16:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606310.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606310.html Ufficio Stampa Punto a Capo Ufficio Stampa Punto a Capo                                         
COMUNICATO STAMPA
 
Marino: ha vinto il Porta a Porta nella consultazione popolare avvenuta ieri nel Centro Storico per scegliere il metodo di raccolta dell’immondizia
  
Il Centro Storico di Marino, nella zona che va da Piazza Matteotti a Viale Massimo D’Azeglio, e che comprende i due quartieri più antichi, le Coste e il Castelletto, ha votato ieri, domenica 10 novembre, quale metodo per la raccolta dell’immondizia deve essere applicato.
Ha vinto il Porta a Porta con una superiorità netta di preferenze: 153 contro le 20 che indicavano la preferenza per l’Isola Ecologica. Nessuna scheda nulla o bianca.
Si sono recati a votare, nonostante le avverse condizioni atmosferiche, 173 intestatari di Tari, quindi 173 nuclei familiari.
La votazione si è resa necessaria a seguito della protesta avviata dal Comitato Cittadino del Centro Storico, che presto si costituirà in Comitato di Quartiere, visti i continui rinvii della partenza della raccolta nelle suddette zone e visto il metodo indicato dalla Multiservizi, non di porta a porta come nel resto del territorio comunale, ma con due Ecobus ai quali quotidianamente i cittadini del Centro Storico avrebbero dovuto portare l’immondizia dalle 19.00 alle 21.00.
La protesta si è presto concretizzata in una raccolta firme contraria al provvedimento e a due incontri pubblici, uno dei cittadini del quartiere, avvenuto mercoledì 7 novembre a Piazza Farini e uno, il giorno successivo, svoltosi in Aula Consiliare, al quale, oltre al Direttore della Multiservizi, Michele Bernardini, sono intervenuti il Sindaco di Marino, Carlo Colizza, e parte della giunta, gli Assessori Tammaro, Trinca e Audino.
In apertura di questo incontro il Sindaco ha ammesso le criticità della situazione e ha lasciato l’opzione del metodo da applicare ai cittadini, che hanno apprezzato l’opportunità.
A seguire, il Direttore ed il Sindaco hanno risposto a molte delle domande e dei dubbi dei cittadini, dimostrando comprensione e disponibilità a rivedere situazioni più particolari, come ad esempio quella che interessa zone specifiche come Via delle Valli (Ortacci) o i vicoli più stretti, garantendo, nel caso dell’opzione Porta a Porta, che i dipendenti della Multiservizi ritireranno a mano i conferimenti, come del resto succede già in molti Comuni limitrofi con caratteristiche urbanistiche analoghe o addirittura più complesse.
Una proposta, da parte del Comitato, per agevolare la rimozione dei veicoli dai vicoli, agevolando il più possibile il passaggio dei piccoli mezzi della Multiservizi, è stata presentata al Sindaco che si è dimostrato disponibile a discuterla.
In settimana ci sarà un incontro del Comitato con il Direttore Bernardini per capire quali saranno le prossime tappe per far partire la differenziata porta a porta anche al Centro Storico.
Il Comitato Cittadino è apartitico e apolitico, e respinge e si astiene da inutili polemiche politiche che poco hanno a che fare con la risoluzione dei problemi.
È importante che per la prima volta i cittadini del Centro Storico abbiano dimostrato interesse e partecipazione attiva in una questione che li riguarda da vicino e segno di una cittadinanza attiva e responsabile.
Ringraziamo per la disponibilità e i mezzi messi a disposizione per garantire il celere e regolare espletamento delle votazioni, l’Amministrazione Comunale.
 
Per avere info sulle prossime iniziative, riunioni e sviluppi della situazione, potete contattare i fondatori del Comitato o iscrivervi alla Pagina Facebook: https://www.facebook.com/costecastellettomarino
 
 
Marino, 11 novembre 2019
 
Per info: Comitato Cittadini Centro Storico
Info: Francesca 392 8349631- Gianni Alfonsi 333 115 1861 - Silvia Adinolfi 345 157 4613 Roberta Covizzi 347 0521773 - Flavio Silvestre 347 5153940

�”�”�”�”�”�”
 Servizio esterno Ufficio Stampa Punto a Capo
Francesca Marrucci
Tel. 392 8349631 - 333 3876830

 
Direct Mail for Mac Questa e-mail è sviluppata da Direct Mail per Mac. Per saperne di piùSegnala spam
 
]]>
La Fondazione Premio Napoli ospita il secondo incontro d'autore del progetto «Il mondo salvato dai ragazzini» Sat, 09 Nov 2019 16:31:57 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606159.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606159.html Simona Pasquale Simona Pasquale
La Fondazione Premio Napoli ospita il secondo incontro d'autore del progetto «Il mondo salvato dai ragazzini» 

Entra nel vivo il progetto di letteratura per ragazzi «Il mondo salvato dai ragazzini» ideato dall’Associazione culturale Kolibrì Napoli e adottato dalla Fondazione Premio Napoli, in sodalizio con l’Università Suor Orsola Benincasa. Ospite d’onore del prossimo incontro ravvicinato d’autore, lunedì 11 novembre, a partire dalle 17.30 presso la sede della Fondazione a Palazzo Reale, sarà Vichi De Marchi autrice del romanzo-verità “I maestri di strada” (Einaudi Ragazzi). A dialogare con lei il Presidente della Fondazione Domenico Ciruzzi, il Maestro di strada Cesare Moreno, protagonista del libro, Paola Villani (Università Suor Orsola Benincasa) e Donatella Trotta (Presidente Associazione culturale Kolibrì).
]]>
San Martino Buon Albergo: consegnate le civiche benemerenze e i riconoscimenti agli studenti meritevoli Sat, 09 Nov 2019 09:23:56 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606148.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606148.html RedazioneSB RedazioneSB La festa patronale del Comune di San Martino Buon Albergo, ogni anno porta con sé musica, spettacoli, eventi culturali, enogastronomia e – soprattutto – l’attesa serata della consegna dei riconoscimenti civici, che si è tenuta venerdì 8 novembre alle ore 20.30 presso il Teatro Peroni, alla presenza di tutta l’amministrazione comunale e delle autorità.

«Quest’anno, la kermesse <Estate di San Martino> è particolarmente ricca di eventi e manifestazioni che animeranno la nostra comunità per due settimane. Come ogni anno, un’intera serata è stata dedicata ai nostri cittadini più illustri, che si sono contraddistinti nell’educazione, nello sport, nella ricerca scientifica, nella promozione di arte e cultura. Presenti anche i nostri studenti più meritevoli, a cui abbiamo consegnato un contributo economico sostenuto dall’Amministrazione comunale. Premiare il merito e le eccellenze è non solo doveroso ma anche una forma di riconoscenza e di ringraziamento che l’intera comunità rivolge a chi si impegna ogni giorno per il prossimo» spiega il Sindaco Franco De Santi.

Sono tre i Martini d’Oro assegnati quest’anno: a Marta Merzari, educatrice e musicoterapista, per l’impegno dimostrato nel campo sociale e culturale. Ideatrice di eventi no profit in ambito musicale per sostenere giovani talenti, collabora da anni con le scuole primarie trasferendo ai più piccoli la passione per arte, cultura e spettacolo. Damiano Anselmi, professore presso il Dipartimento di Fisica Teorica dell’Università di Pisa, fisico teorico e ideatore della possibile soluzione al problema della gravità quantistica, premiato per la sua notoria opera in campo scientifico, così come la Dott.ssa Chiara Della Libera, Ricercatrice in Fisiologia, nota per le sue ricerche nell’ambito delle Neuroscienze cognitive.

Il Martino d’Argento – il premio dedicato all’eccellenze più giovani – quest’anno è stato consegnato all’atleta Samuel Aldegari, cresciuto nel San Martino Baseball, oggi giocatore nel campionato statunitense, che vanta numerose presenze in nazionale, dove è stato definito uno dei migliori giovani giocatori italiani per talento e attitudine. «Un esempio – dichiara il Sindaco De Santi - per i tanti giovani di San Martino impegnati nelle attività sportive del nostro territorio. Come amministrazione, ci impegniamo costantemente per garantire supporto alle società sportive comunali, fucine di giovani talenti, ma anche luoghi di apprendimento di valori e di crescita personale».

Nel corso della serata è stata inoltre consegnata una targa commemorativa in memoria di Aldo Tregnago, già coordinatore della Protezione civile locale, per il suo costante impegno per la comunità di San Martino. Altri due riconoscimenti sono stati assegnati: all’Avis San Martino Buon Albergo, per il 50esimo anniversario dalla sua fondazione e a Lorenzo Speri, storico barbiere di San Martino, per i suoi 73 anni di attività e per la sua grandissima dedizione al lavoro.

Il gruppo Alpini ha premiato con delle borse di studio Vittoria Busola e Nicole Rabadetti, rispettivamente della 4 B e 4 A della scuola elementare Salvo D’Acquisto, mentre premiate a pari merito Chiara Griso e Aurora D’Onofrio della scuola media Berto Barbarani.

L’Amministrazione comunale – infine – ha premiato gli studenti che quest’anno si sono maggiormente contraddistinti per capacità e risultati, con un contributo economico da spendere in libri e testi scolastici. I beneficiari del contributo, istituito per la prima volta quest’anno, sono: Alessia Nordera , Tommaso Donatoni, Matteo Zumerle e Francesco Mantovani, diplomati alla Scuola Secondaria di 1° grado), Pietro Begnini, Beatrice Santi, Giada Pizzighella e Ginevra Barbieri , diplomati alla Scuola secondaria di 2° grado, Stefano Giuseppe Smecca, laureato in Lingue e Letterature Straniere, Matilde Castelli, laureata in Bioinformatica,  Giorgia Alberti,  laureata in  Medicina e Chirurgia e Cecilia Ferroni, laureata  in Psicologia Clinica.

]]>
GAL Madonie - Costruire una rete tra operatori turistici per valorizzare il territorio Fri, 08 Nov 2019 09:59:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606068.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/606068.html GAL Madonie GAL Madonie Costruire una rete tra operatori turistici per valorizzare il territorio

 

Per trasformare le proposte in progetti, il GAL Madonie programma un ulteriore incontro di animazione sul Bando della sottomisura 16.3. Appuntamento a Scillato lunedì 11 novembre.

 

Castellana Sicula, 08/11/2019 �“ Programmato un ulteriore incontro per stimolare la creazione di una rete stabile tra gli operatori turistici del territorio. L’appuntamento si terrà lunedi 11 novembre, dalle ore 09.00 alle ore 14.00, nell’aula consiliare del Comune di Scillato.

Al termine dei cinque incontri che si sono svoltisi ad Isnello, Nicosia, Petralia Sottana, Caccamo e Polizzi Generosa, il GAL ISC MADONIE propone un ulteriore momento di animazione per favorire la elaborazione di una proposta progettuale che abbia come obiettivo la creazione di una rete stabile tra gli operatori turistici del territorio.

I temi trattati dagli esperti, negli incontri già realizzati, sono stati: Turismo esperienziale, Turismo sportivo, Turismo per famiglie con bambini, Turismo pet friendly, Turismo delle origini, Turismo relazionale e Turismo naturalistico.

E’ necessario adesso che gli operatori trovino forme e modi per collaborare tra loro, trasformando le proposte in progetto, al fine di partecipare al Bando della sottomisura 16.3, la cui scadenza è fissata il 9 dicembre prossimo, con la quale il GAL sosterrà la creazione e la gestione della rete per un periodo massimo di due anni.

“Con questo ulteriore incontro, afferma il Presidente Santo Inguaggiato, il GAL, mediante l’approccio Leader, vuole creare un ulteriore “valore aggiunto” con l’intento di far emergere dal territorio i fabbisogni e le conseguenti possibili soluzioni (bottom up), in forma diretta e partecipata.”

All’incontro di animazione sono particolarmente invitati a partecipare tutti gli operatori turistici del territorio dei 34 comuni facenti parte del GAL, sia quelli già esistenti, sia quelli che intendono partecipare alle altre misure del P.A.L. (6.2 e 6.4.c) per avviare o sviluppare un’impresa turistica.



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
La Fondazione Istituti Educativi da nuova vita agli spazi della sede cittadina Wed, 06 Nov 2019 16:52:07 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605773.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605773.html RedazioneSB RedazioneSB Un altro piccolo passo per rilanciare la zona tra via Tasso e via Pignolo: la Fondazione Istituti Educativi ha scelto di dare nuova vita agli spazi della sede storica e di tenerla viva con eventi e iniziative: dopo l’edizione estiva Vivi il Chiostro fortemente voluta dalla Fondazione, anche gli spazi hanno subito una riqualificazione. Nello specifico, per sottolineare l’importanza del benessere dei dipendenti, è stato eseguito un intervento di riqualificazione degli uffici per mantenere e conservare gli spazi originari, distribuendoli in modo più funzionale ed efficiente.

Il progetto di ristrutturazione della sede è nato dall’idea di trasformare gli spazi in luoghi moderni, freschi e produttivi, che trasmettano i valori della Fondazione e che diano maggiore attenzione alla funzionalità e alla produttività, oltre che all’accoglienza. Un secondo obiettivo è quello di rivitalizzare la zona, creare luoghi di ospitalità per ritrovi e iniziative.

La riqualificazione della Fondazione non riguarda solo gli spazi fisici della sede, ma arriva a seguito della prima edizione di Vivi il Chiostro, un’iniziativa che ha visto durante l’estate il susseguirsi di eventi musicali e teatrali, appuntamenti con autori, e iniziative di sensibilizzazione sui temi d’attualità e si inserisce all’interno del più ampio percorso di cambiamento che vede aggiornare l’identità della fondazione con l’obiettivo di mantenere e trasmettere i valori della Fondazione, integrandoli con nuove necessità e bisogni attuali.

Il presidente Luigi Sorzi afferma “Come Fondazione Istituti Educativi crediamo che perdere le funzionalità e la vivacità del centro cittadino comporti un gravissimo danno per la società di oggi ma soprattutto per il futuro. In questo nostro percorso di rivitalizzazione degli spazi non potevamo certo non pensare anche al benessere dei nostri dipendenti e all’accoglienza dei nostri spazi. Un intervento che tiene conto della storia e del prestigio di FIEB, valorizzando anche il patrimonio artistico presente in sede”.

]]>
A Firenze distribuzione gratuita di opuscoli informativi sulle droghe Wed, 06 Nov 2019 15:04:42 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605762.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605762.html campagna sociale campagna sociale  

I Volontari di Scientology sono molto attivi nelle campagne sociali, il loro scopo è quello di educare le persone attraverso l'informazione corretta e reale.

La campagna sociale La verità sulla droga, dà le giuste informazione per cò che riguarda i pericoli derivanti dall'uso di sostanze che, a tutti gli effetti sono veleni per il corpo umano.

L'uso di droghe sta iniziando a toccare fasce di persone molto guovani che, per caratteristica propria dell'età protesta contro ogni forma di costrizione, di proibizione, e che per sentirsi parte del branco, accetta di fare cose imposte dal gruppo senza farsi tante domande.

Questo per dire che tutti i tentativi e costrizioni da parte di genitori, insegnanti, strutture varie sui giovani, riguardo al soggetto abuso di droghe, sono più o meno falliti tutti quanti.

Solo la giusta informazione può educare ad un giusto comportamento derivante dalla comprensione dell'argomento trattato, altrimenti il problema rimarrà un problema degli altri che gli altri devono risolvere e nei confronti del quale, chi si droga, non sentirà e non si prenderà nessuna responsabilità

Da sempre la conoscenza è indice di saggezza, e la saggezza dovrebbe permettere all'essere umano di vivere meglio; è innegabile dunque che se i giovani acquisiscono, attraverso la giusta informazione, più conoscenza riguardo alla droga, a come agisce e cosa fa al corpo, possano diventare più saggi su questo soggetto e decidere di vivere una vita libera dalla droga.

Per informare dunque sempre più persone, i volontari distribuiscono gratuitamente opuscoli informativi sui pericoli delle droghe nei punti nevralgici della citta dove maggiore è il consumo e lo spaccio di droga.

"L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione“ L. Ron Hubbard

 

Per lezioni gratuite in Associazioni, Fabbriche, Scuole inviare richiesta a laveritasulladrogafi@gmail.com

per info www.drugfreeworld.org

 

 

]]>
Al Lucca Comics si parla anche di diritti umani Wed, 06 Nov 2019 13:58:37 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605751.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605751.html campagna sociale campagna sociale Accesi dal 2 al 3 novembre, riflettori sugli abusi nel campo della salute mentale

 

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, una onlus che denuncia le violazioni nel campo della salute mentale, è stato presente al Lucca Comics con uno spazio informativo lungo le mura della città. I volontari del CCDU hanno distribuito materiale sugli effetti degli psicofarmaci e sullo scandalo del “rapimento di bambini” divenuto noto in seguito ai fatti di Bibbiano.

Contrariamente a quanto molti credono, nel nostro Paese si continua a praticare l’elettroshock (regolato da una circolare ministeriale del 1996). Eufemisticamente ribattezzato “Terapia Elettroconvulsivante”, l’elettroshock scarica nel cervello del malcapitato una quantità di energia equivalente a un vaso di due chilogrammi che gli cada in testa dal settimo piano. Infatti, secondo molti di quelli che l’hanno subìto, l’elettroshock produce gli stessi effetti del vaso in testa: intontimento, perdita di memoria, uno stato mentale confuso ecc.

L’ideologia psichiatrica è anche alla base del cosiddetto rapimento di bambini. Bibbiano è solo la punta dell’iceberg ma il fenomeno è diffuso in tutto il Belpaese, e il comune denominatore è costituito da certe diagnosi psichiatriche “disinvolte” usate come pretesto per giustificare l’inadeguatezza genitoriale. In certi casi, come a Bibbiano, viene addirittura usata una tecnica psichiatrica di lavaggio del cervello nota come EMDR, un lontano parente dell’ipnosi, in grado d’instillare falsi ricordi nelle menti dei bambini.

Recentemente perfino l’Alto Commissariato ONU per i Diritti Umani ha richiesto ai paesi aderenti di bandire alcune pratiche, definite dall’ONU come “tortura”, quali appunto la contenzione e l’elettroshock. Perfino il Garante Nazionale per la Tutela delle Persone Private della Libertà, nella sua relazione annuale, ha evidenziato una certa riluttanza da parte delle strutture psichiatriche ad accettare verifiche da parte del Garante.

I volontari, nei giorni 2 e 3 novembre, hanno distribuito oltre 4000 opuscoli informativi sugli psicofarmaci e circa 6000 volantini per ricordare i bambini rapiti di Bibbiano e non solo.Inoltre sono stati a disposizione di persone che hanno voluto raccontare la loro storia di abusi indicando il sito del CCDU italia proprio per la denuncia dei casi di abuso nel campo della salute mentale

Il CCDU è affiliato alla rete internazionale del Citizen Commission for Human Right, un’organizzazione con sede in California, fondata 51 anni fa dalla Chiesa di Scientology e dal compianto Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria presso l’università di Syracuse a New York. La sua missione è di portare il mondo della salute mentale nell’ambito della legalità.

Il filoso ed umanista L. Ron Hubbard afferma " I diritti Umani Devono Essere Resi Un Fatto Non Un Sogno Idealistico" 

 

Alberto Brugnettini

Vicepresidente CCDU

per maggiori informazioni:

www.ccdu.org

www.facebook.com/ccdu.org


]]>
La Fondazione Premio Napoli ospita il secondo incontro d'autore del progetto «Il mondo salvato dai ragazzini» Wed, 06 Nov 2019 13:18:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605806.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605806.html Simona Pasquale Simona Pasquale

PROGETTO «IL MONDO SALVATO DAI RAGAZZINI»

INCONTRO PUBBLICO CON VICHI DE MARCHI

Interverrà con l’autrice il Maestro di Strada Cesare Moreno

 

LUNEDÌ 11 NOVEMBRE 2019, ore 17.30

Fondazione Premio Napoli

Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito 1, Napoli

 

Nuovo appuntamento, in Fondazione Premio Napoli a Palazzo Reale, del ciclo di “Incontri ravvicinati d’Autore” per il progetto procidano di Children’s Literature «Il mondo salvato dai ragazzini», ideato dall’Associazione culturale Kolibrì: lunedì 11 novembre alle 17.30 ospite d’onore è Vichi De Marchi, autrice del romanzo-verità I maestri di strada (Einaudi Ragazzi). A dialogare con lei il Presidente della Fondazione Domenico Ciruzzi, il Maestro di strada Cesare Moreno, protagonista del libro, Paola Villani (Università Suor Orsola Benincasa) e Donatella Trotta (Presidente Associazione culturale Kolibrì).

 

NAPOLI - Tra pedagogia “scalza”, militante sul campo delle periferie geografiche ed esistenziali, e giornalismo d’inchiesta, che dalla realtà trae ispirazione per opere narrative di forte impatto emotivo e sociale, parla napoletano il libro al centro del secondo “Incontro ravvicinato d’Autore” ospitato alla Fondazione Premio Napoli, nell’ambito del progetto procidano di Children’s Literature «Il mondo salvato dai ragazzini», ideato dall’Associazione culturaleKolibrì Napoli (in collaborazione con la storica rivista «Andersen�“Il mondo dell’infanzia» e l’ente nazionale di formazione Agita Teatro con il sostegno tra gli altri, nel 2018/19, della Fondazione Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia). E dopo il successo del primo incontro, a fine ottobre, con lo scrittore, poeta e traduttore francese Bernard Friot, nuova protagonista dell’appuntamento aperto alla città (lunedì 11 novembre alle ore 17.30, nella sede della Fondazione a Palazzo Reale), è ora l’autrice Vichi De Marchi: autorevole giornalista e scrittrice per ragazzi, impegnata in innumerevoli programmi internazionali a favore delle donne e dei minori, già portavoce italiana del World Food Programme delle Nazioni Unite, attualmente nel Board di Save the Children e a capo del Comitato WE�“Women Empower the World, dove si occupa di temi internazionali in un’ottica di genere.

Il suo romanzo�“verità e di formazione I maestri di strada (Einaudi Ragazzi, nella collana Semplicemente Eroi), parte integrante della quaterna di libri già premiati in giugno a Procida - e ora sottoposti entro dicembre, per il Premio Napoli, al vaglio di circa 600 giovani giudici-lettori delle scuole medie di Napoli e Provincia con le loro docenti referenti che hanno aderito al Progetto sperimentale di Reading Literacy «Il mondo salvato dai ragazzini» -  racconta le vicende dei ragazzi napoletani coinvolti nel Progetto Chance dagli educatori coordinati dal maestro Cesare Moreno, protagonista del libro e Premio Napoli Cultura nel 2017 che, dopo i saluti istituzionali del Presidente della Fondazione Premio Napoli, Domenico Ciruzzi, dialogherà con l’autrice accanto all’italianista e docente Paola Villani dell’Università Suor Orsola Benincasa, partner del sodalizio, e alla giornalista e autrice Donatella Trotta, Presidente dell’Associazione culturale Kolibrì.

In mattinata, prima dell’incontro pubblico in Fondazione la scrittrice si recherà all’IC Filippo Caulino di Vico Equense, mentre il giorno dopo sarà presso l’IC Nevio del Vomero-Posillipo e l’IC Ferrajolo-Siani di Acerra, coinvolte del progetto con la scuola C.Poerio, l’SS di I grado Tito Livio, l’IC Giovanni XXIII-Aliotta di Chiaiano, l’IC Capraro di Procida, la SS di I grado Pirandello-Svevo di Soccavo-Pianura, l’IC Ristori-Durante di Forcella, l’IC Foscolo-Oberdan del centro storico e la partecipazione della libreria napoletana Librido. Lo sguardo indagatore di De Marchi sulle cause della povertà educativa, madre di tutte le miserie, morali e materiali ma, al contempo, ricco di umanità, è in sintonia con la politica culturale di apertura alla città e inclusione delle fasce più deboli portata avanti in questi anni dalla Fondazione, che grazie al sodalizio con l’Associazione Kolibrì e l’Università Suor Orsola Benincasa si sta aprendo anche a quella che Gianni Rodari chiamava “la Civiltà dell’Infanzia”, riconoscendone le istanze. Eaccogliendo la quaterna dei vincitori dell’edizione procidana dell’innovativo Progetto/Premio «Il mondo salvato dai ragazzini», che ha finora coinvolto circa 800 bambini e ragazzi della comunità educante di Procida e di altre realtà italiane, passerà adesso al vaglio dei circa 600 giudici-lettori degli istituti secondari di primo grado dell’Area Metropolitana di Napoli, coinvolti in una rete di scambi di letture e ospitalità per gli incontri nelle scuole, che attraversa centro e periferia e si ritroverà il 18 dicembre al Teatro Mercadante, per eleggere  il “Supervincitore Kids” nel corso di una mattinata dedicate: preludio di un’auspicata messa a Bando della sezione Ragazzi per il Premio Napoli del 2020: Anno Rodariano, centenario della nascita e quarantennale della morte del Maestro. L’intento dichiarato è quello di indurre finalmente i giovani, afferma il Presidente Domenico Ciruzzi, «A vantarsi di aver letto un libro»: obiettivo per il quale, aggiunge Ciruzzi, «la Fondazione è pronta a scendere in campo attivando laboratori per l’infanzia e l’adolescenza, d’intesa con l’Associazione culturale Kolibrì impegnata in questo da decenni sul territorio».

Gli appuntamenti proseguiranno �“ alternando sempre presentazione pomeridiana aperta alla città nella sede della Fondazione Premio Napoli, e incontri nelle scuole �“ martedì 19 novembre con Emanuela Bussolati ed Elisabetta Garilli, autrici dell’albo illustrato Tinotino Tinotina tin tin tin (Carthusia edizioni); e martedì 26 novembre con Luigi D’Elia e Simone Cortesi, autori con Francesco Niccolini del graphic novel Aspettando il vento (Beccogiallo edizioni), per concludersi il 27 novembre con gli ultimi incontri ravvicinati nelle scuole, prima della votazione dei giovanissimi giudici-lettori, entro il 30 novembre. La rassegna sperimentale si concluderà a dicembre.

 

Vichi De Marchi, giornalista e scrittrice per ragazzi di origini veneziane, vive a Roma. Le piace scrivere storie che siano anche un po’ vere, come dimostra la sua produzione per i lettori più giovani. Come giornalista ha lavorato in molte testate, tra le quali il settimanale Rinascita e il quotidiano L’Unità, dove è stata a lungo inviata e per cui ha ideato e diretto l’inserto «Atinú», settimanale d'informazione per bambini pieno di notizie e di giochi. Fa parte della giuria del premio «Un libro per l'ambiente» (Legambiente) e di quello delle Biblioteche di Roma.Attualmente dirige il Comitato WE - Women empower the world, occupandosi di temi internazionali in un’ottica di genere, è nel Board di Save the Children, collabora con la rivista LiBer e ha un blog sulla piattaforma Giunti Scuola e uno su Huffington Post. Autrice di programmi per Raisat Ragazzi e, per molti anni, portavoce per l’Italia del WFP (World Food Programme), Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, anche in quella veste è riuscita ad occuparsi di bambini e con la Rai ha lanciato un videogioco gratuito che insegna come si diventa operatori umanitari, allegato in cd rom al libro per ragazzi La squadra: emergenza in Ristanga. Le avventure di una missione umanitaria (Giunti, 2008), ambientato in un paese immaginario, simile ai molti in cui interviene il Programma Alimentare Mondiale (PAM), braccio operativo per l’assistenza alimentare delle Nazioni Unite e ispirato al videogioco Food Force, le cui vendite sono servite a finanziare la campagna Fill the Cup, che raccoglie fondi per garantire un pasto a scuola ai 59 milioni di bambini costretti ogni giorno a studiare a stomaco vuoto. Tra i suoi libri anche il saggio sulla divulgazione per ragazzi Per saperne di più(Mondadori, 2000); e, per Editoriale Scienza, La mia vita con i gorilla. Dian Fossey si racconta(2014), premio Verghereto; la biografia della matematica Sofia Kovalewskaja, La trottola di Sofia, nella cinquina finalista del primo premio Strega Ragazze e Ragazzi 2016; Ragazze con i numeri. Storie, passioni e sogni di 15 scienziate (2018), accanto a libri di divulgazione unmanitaria come Emergenza cibo ed Eroi contro la fame Giunti 2010) o Le arance di Michele, vincitore del premio Verghereto e del Soroptimist International, epopea dei piccoli emigranti italiani all'inizio del Novecento, e Fratelli briganti, storie di briganti e brigantesse nell'Italia appena nata (entrambi Mondadori, 2010). Tra le sue ultime pubblicazioni, l’attualissimo Dentro il cuore di Kobane (Piemme, 2019), avvincente storia di due amiche siriane 15enni che decidono di unirsi alle resistenti curde contro il Daesh, e, per i più piccoli, A casa da soli (Giunti, 2019) con illustrazioni di Agnese Innocente: storia di due gemelli allegri e indipendenti, Gigi e Genoveffa, che vivono da soli �“ assistiti da una nonna che non abita con loro - dopo che i genitori sono volati in cielo. A Procida la scrittrice ha raccontato la propria esperienza di reporter ed il proprio impegno umanitario, a favore dell’istruzione, soprattutto femminile, durante gli incontri con i ragazzi, nell’ambito della seconda edizione del progetto «Il mondo salvato dai ragazzini», che vede coinvolte l’Amministrazione Comunale dell’Isola flegrea (Assessorato alla Cultura), l’IC-1°CD “Capraro” e l’IISS ITN "Caracciolo" �“ IM "Da Procida", l’Associazione “Isola di Graziella”, la Biblioteca comunale “Don Michele Ambrosino” e le librerie “Graziella” e “Nutrimenti”. Un cammino di lettura, confronto con gli autori e trasformazione della pagina scritta attraverso molteplici linguaggi della creatività - dal teatro alla grafica, dalla musica alla videoarte, dalla scrittura all’illustrazione - che, per l’edizione 2018/19, ha visto il sostegno della Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza all’Infanzia (Fbnai), del progetto regionale Scuola Viva, della Marina e del Comune di Procida.

 

Ufficio Stampa: Simona Pasquale cell. 339.5098790 / wapp. 334.3224441 / e-mail. simona.pasquale@gmail.com

 

]]>
Il GAL Madonie partecipa alla Borsa del Turismo Extralberghiero che si terrà a Bagheria Wed, 06 Nov 2019 12:56:03 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605803.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605803.html GAL Madonie GAL Madonie Il GAL Madonie partecipa alla Borsa del Turismo Extralberghiero che si terrà a Bagheria

 

Castellana Sicula, 06/11/2019 �“ Il GAL Madonie sarà presente alla BTE �“ Borsa Turismo Extralberghiero �“ di Bagheria con dieci aziende turistiche.  Gli operatori parteciperanno l’8 novembre alla giornata interamente dedicata agli incontri B2B tra venti buyers internazionali interessati ad acquistare il prodotto Sicilia ed a promuovere nei propri mercati di riferimento formule ricettive complementari a quelle alberghiere e gestori di strutture ricettive non alberghiere quali  B&B - Case vacanza - Ville - Affittacamere - Agriturismi - Camping - Rifugi �“ Ostelli.  Quest’anno la BTE ha selezionato 20 buyers tra operatori internazionali provenienti dai mercati target di maggior valore strategico per il turismo esperienziale, creativo, naturalistico e culturale e gli operatori siciliani specializzati in incoming.

L’importante appuntamento sarà una vera opportunità per presentare la propria offerta, aumentare la propria visibilità, acquisire nuovi clienti e avviare nuovi rapporti di collaborazione.

Per facilitare la partecipazione delle aziende operanti nel proprio territorio, il Gal Madonie, ha stipulato una convenzione con la Confesercenti Palermo grazie alla quale parteciperanno le seguenti aziende che ne hanno fatto richiesta, a seguito di manifestazione di interesse.

1. Agriturismo “Rinella” di Ricotta Laura C/da Rinella (Valledolmo)

2.Turismo Rurale Casale Villa Rainò (Gangi)

3. Case Vacanza Glorioso Federico (Cefalù)

4. B&B Le Dune di Francesco Polizzotto (Lascari)

5. Azienda Agrituristica Biologica Bergi (Castelbuono)

6. Azienda Agrituristica Villa Levante di Levante Diego (Castelbuono)

7. Terre e Torri Country Resort (Lascari)

8. B&B La casa del pittore (Petralia Soprana)

9. B&B Il Muretto di Schittino Pasquale (Lascari)

10. Casa Vacanza Il Casale di Carolina di Petralia (Petralia Soprana)



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Droga: a proposito di alcool Thu, 31 Oct 2019 13:57:10 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605073.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605073.html campagna sociale campagna sociale La droga fa parte della nostra cultura dalla metà del secolo scorso. Negli anni ’60 venne resa popolare dalla musica e dai mass media e oggi invade ogni aspetto della società

Probabilmente tutti noi conosciamo qualcuno che è stato influenzato dalla droga, direttamente o indirettamente, ma pochi di noi pensano che la droga che fa più vittime di tutte le altre sia l'alcool

È classificato come un sedativo, che significa che rallenta le funzioni vitali che risulta nel farfugliare, in movimenti instabili, percezioni disturbate ed un’incapacità a reagire velocemente. La maggior parte delle persone bevono per il suo effetto stimolante, come una birra o un bicchiere di vino presi per “rilassarsi”. Ma se una persona consuma più di quello che il suo corpo può gestire, allora sente l’effetto sedativo dell’alcol. Comincia a sentirsi “stupido” o perde coordinazione e controllo.

Il modo in cui influenza la mente, viene meglio compreso come una droga che riduce la capacità di una persona di pensare razionalmente e distorce il suo giudizio.

L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente.

A Firenze i Volontari della Fondazione internazionale per Un Mondo Libero dalla Droga portano avanti la campagna di informazione e prevenzione dalle droghe “ La verità sulla droga”.

Attraverso l'opuscolo informativo, spot di pubblica utilità, kit informativo per educatori ed insegnanti, viene ampiamente spiegato cosa sia in realtà questa sostanza, cosa fa all'organismo, alla mente e quali effetti a breve e lungo termine determina la sua assunzione. Vengono distribuiti centinaia di opuscoli in ogni quariere della città, sugli autobus, proprio perchè affollati dai giovani studenti che sempre di più cercano lo sballo con l'alcool e anche per cercare di limitare le morti del fine settimana. Quasi sempre l'alcool viene assunto con altre droghe come l'ecstasy, crystal meth e altre; e le cronache troppo spesso ci rivelano quanto tutto questo diventi un cocktail mortale.

 

Le persone che assumono alcolici mancano di prontezza. L'alcool compromette la loro capacità di reazione, anche se pensano il contrario”. L. Ron Hubbard

]]>
Ecstasy: ballare con la morte? Thu, 31 Oct 2019 13:47:16 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605070.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605070.html campagna sociale campagna sociale Le discoteche, posti dove i giovani si incontrano per ballare e divertirsi, a volte diventano luoghi di pericolo se non di morte.

Questo a causa dell'enorme quantità e varietà di droga che vi circola

L'ecstasy è una delle droghe più diffuse in discoteca.

L'ecstasy è illegale. La Drug Enforcement Administration degli stati uniti, la classifica come droga di Categoria I, descrizione riservata alle sostanze pericolose che non hanno alcun utilizzo medico riconosciuto. Altre droghe di categoria I sono l'eroina e l' LSD. Le sanzioni per il possesso, spaccio e fabbricazione di Ecstasy, possono arrivare da quattro anni di carcere a tutta la vita e, le multe, possono andare da 250.000 a 4 milioni di dollari, a seconda delle quantità di droga che si possiede al momento dell'arresto.

Tragicamente, l'Ecstasy, è oggi ua delle droghe più diffuse tra i giovani. Si calcola ( dati dell'Ufficio sulle droghe e sul crimine dedelle Nazioni Unite) che gli utilizzatori di Ecstasy, siano approssimativamente 9 milioni nel mondo. La stragrande maggioranza di essi sono adolescenti e giovani.

E' appunto nelle discoteche che l'ecstasy viene mischiata con l'alcool, e per questo è estremamente pericolosa e, di fatto può essere letale.

Il danno di questa droga “progettata” è così ampio che gli incidenti che finiscono al Pronto Soccorso sono saliti alle stelle, oltre il 12.000% in più, da quando l'Ecstasy è diventata la “droga del club” scelta per i “rave party” che durano tutta la notte e per le discoteche.

L'Ecstasy può contenere un grande miscuglio di sostanze: da LSD, cocaina, eroina, amfetamine ed metamfetamine, a veleno per topi,, caffeina soatenze per eliminare parassiti intestinali dai cani ecc..

Nonostante i loghi attraenti che gli spacciatori mettono sulle pastiglie,, questo è ciò che rende queste l'Ecstasy particolarmente pericolosa, chi la usa non sa mai davvero ciò che si sta prendendo.

I Volontari della campagna La Verità sulla Droga, intensificano la loro informazione distribuendo proprio nelle discoteche gli opuscoli affinchè i giovani possano apprendere dati reali in merito alle droghe e consapevolmente facciano la loro scelta di vita.

 

“ La ricerca dimostra che le droghe sono l'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale”. L. Ron Hubbard

]]>
Programmi di prevenzione dell'uso di droga Thu, 31 Oct 2019 13:35:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605069.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605069.html campagna sociale campagna sociale I Volontari della Fondazione per Un Mondo Libero dalla Droga consapevoli degli effetti devastanti delle droghe, sono impegnati a risolvere il problema droga in tutti i suoi differenti aspetti. Tra le loro attività vi sono apmie campagne pubbliche di informazione sui danni provocati dalle droghe, rivolte ad igni tipo di pubblico ma, in modo particolare ai giovani e bambini.

A Firenze questi volontari conducono questa attività di volontariato attraverso la diffusione della campagna sociale La Verità sulla Droga. L'educazione è la chiave per prevenire l'abuso di droghe, specialmente quando si tratta di bambini che crescono circondati da pubblicità di riviste e televisione, film e musica che esaltano i “benefici” del sentirsi bene prendendo droghe.

I materiali informativi, utilizzati per educare al problema droga, non hanno un approccio tipo “tattica del terrore”, ma attraverso testimonianze, video reali che riportano fatti e persone reali, ex tossicodipendenti usciti dal tunnel della droga, portano i ragazzi a comprensione del danno che le droghe provocano in un individuo. Ne consegue che è molto meno probabile che gli studenti che ascoltano lezioni e/o conferenze, inizino a prendere droghe.

Attraverso questa campagna informativa nelle scuole, possiamo affermare che centinaia di migliaia di bambini hanno conosciuto la verità sulle droghe e lamaggior parte di loro ha commentato di non immaginare che le droghe potessero avere questi effetti dannosi sul corpo e sulla mente delle persone.

Questa la motivazione, lo scopo altamente umanitario che anima il gruppo dei volontari di Firenze che ogni giorno distribuisce opuscoli informativi per educare le persone sulle droghe di ogni tipo, che tiene lezioni nelle scuole, che partecipa a manifestazioni pubbliche semplicemente per sensibilizzare la popolazione attraverso la verità e la giusta informazione

 

L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

]]>
Fornire ai giovani La Verità sulla Droga Thu, 31 Oct 2019 11:34:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605050.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/605050.html campagna sociale campagna sociale La Fondazione per Un Mondo Libero Libero dalla Droga, dopo aver sperimentato l'efficacia degli opuscoli della serie La Verità sulla Droga, ha realizzato gli annunci di pubblica utilità

“ Dicevano......Mentivano” ; tramite messaggi di grande impatto sugli effetti distruttivi delle droghe più diffuse, 16 annunci si rivolgono direttamente ai giovani con un linguaggio attuale ed efficace.

Gli annunci, creano negli studenti un coinvolgimento immediato perchè interpretati da persone della loro stessa età, con i quali possono identificarsi.

Questi annunci sono stati mandati in onda da 500 emittenti televisive in più di 100 nazioni. Ogni annuncio tratta di una specifica sostanza illegale, fornendo una descrizione visiva dei suoi effetti nocivi, basata su storie di vita vissuta.

In tutto il mondo questi messaggi convincenti stanno salvando tantissimi giovani dal rischio di cadere nella trappola della droga.

A Firenze, opera un gruppo molto attivo sia nelle scuole, dove porta lezioni interattive attraverso una moltitudine di materiali informativi, che a contatto diretto con il pubblico, attraverso i tavoli informativi e distribuzioni di opuscoli nei punti cruciali della città.

I Volontari si sono resi più volte disponibili a portare le lezioni informative gratuite nelle scuole, contattando direttamente i Dirigenti Scolastici, le segreterie e mettendo appelli come questo nei media on line.

Chiunque sia interessato, insegnante, genitore, zio, zia, nonna, nonno, amico,amico di amici ecc può inviare una richiesta per un nostro intervento gratuito all'indirizzo di posta elettronica laveritasulladrogafi@gmail.comsarà ricontattato dal personale volontario addetto.

 

“I dati falsi possono far commettere errori stupidi. Possono perfino impedire di assimilare i dati autentici . E' possibile risolvere i problemi dell'esistenza solo quando si posseggono dati autentici”. L. Ron Hubbard

]]>
Il GAL Madonie incentiva la partecipazione alla BTE di Bagheria Sat, 26 Oct 2019 10:25:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604725.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604725.html GAL Madonie GAL Madonie

Il GAL Madonie incentiva la partecipazione alla Borsa del Turismo Extralberghiero che si terrà a Bagheria

 

Castellana Sicula, 26/10/2019 �“ Il GAL Madonie invita le aziende turistiche extralberghiere a partecipare alla BTE �“ Borsa Turismo Extralberghiero �“ che si svolgerà l’8 novembre 2019 presso Villa Cattolica a Bagheria. Per facilitare le aziende operanti nel proprio territorio, il Gal Madonie, ha stipulato una Convenzione con la Confesercenti Palermo che mette a disposizione 13 posti.

La Borsa prevede una giornata interamente dedicata agli incontri B2B tra buyers (20) e gestori di strutture ricettive non alberghiere quali: B&B - Case vacanza - Ville - Affittacamere - Agriturismi - Camping - Rifugi - Ostelli Le aziende turistiche extralberghiere.

Gli operatori ricadenti nel territorio del GAL Isc Madonie interessate a partecipare dovranno far pervenire la propria manifestazione di interesse entro l’1 novembre prossimo alla mail  galiscmadonie@gmail.com

Sul sito www.madoniegal.it è possibile reperire l’avviso del presidente del GAL Santo Inguaggiato con ulteriori informazioni.



Addetto Stampa 
Gaetano La Placa
ufficiostampa@madoniegal.it 
Cell: 3356671785 


Avviso di riservatezza Ai fini del rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali, 
si precisa che le informazioni contenute in questo messaggio sono riservate e ad uso 
esclusivo del destinatario/i. Qualora il messaggio Vi fosse pervenuto per errore, Vi preghiamo 
di eliminarlo senza copiarlo ne inoltrarlo a terzi, dandocene comunicazione.
]]>
Senato, il Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati al convegno “Gemello Digitale” Fri, 25 Oct 2019 11:10:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604645.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604645.html ecnewsoffice ecnewsoffice Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati parla di innovazione e Intelligenza Artificiale aprendo i lavori del convegno "Gemello Digitale - L'altro me".

Maria Elisabetta Alberti Casellati

Maria Elisabetta Alberti Casellati apre con un indirizzo di saluto il convegno "Gemello Digitale - L'altro me".

L'innovazione tecnologica e lo sviluppo digitale, l'impatto in ambito politico ed informativo, le connotazioni di natura etica ed educativa: temi rilevanti, su cui si è espressa in più occasioni anche il Presidente del Senato. Non a caso Maria Elisabetta Alberti Casellati è stata invitata ad aprire i lavori del convegno "Gemello Digitale - L'altro me", in programma il 25 settembre preso la Sala Zuccari. L'evento accompagna la cerimonia di consegna del Premio "Nostalgia di Futuro" 2019: nato in ricordo di Giovanni Giovannini, storico presidente FIEG, viene assegnato annualmente a ricercatori, imprese e studenti che si sono distinti per la creazione di start up progetti di informazione innovativi. In occasione dell'evento, gli studenti del liceo Pitagora-Croce di Torre Annunziata (Napoli) hanno donato al Presidente del Senato un'agenda per sensibilizzare i giovani verso tematiche sociali come la violenza su donne e minori. Nel suo intervento, Maria Elisabetta Alberti Casellati ha sottolineato come le applicazioni pratiche dell'intelligenza artificiale, per quanto essa possa portare benefici all'intera società e all'economia, stiano comunque sollevando problematiche giuridiche ed etiche e lo faranno sempre più in futuro: "Questioni che non possono essere affrontate in un ambito esclusivamente nazionale, con riguardo solo al rafforzamento del quadro normativo interno. Presuppongono invece una visione più ampia, di ordine sovranazionale, che si caratterizzi per un approccio alla materia, tale da rafforzare la fiducia dei cittadini nello sviluppo digitale".

Intelligenza Artificiale: Maria Elisabetta Alberti Casellati evidenzia la necessità di norme e principi etici

Secondo Maria Elisabetta Alberti Casellati quindi solo se saprà essere 'antropocentrica' l'Intelligenza Artificiale potrà avere un futuro sostenibile e godere della fiducia dei cittadini: "Lo sviluppo digitale non è fine a se stesso ma è uno strumento a servizio delle persone ed ha come obiettivo ultimo quello di migliorare il benessere degli individui. Per queste ragioni non basta che le applicazioni dell'Intelligenza Artificiale rispettino la legge. Occorre invece che osservino principi etici e che le loro attuazioni pratiche non comportino danni indesiderati". La Commissione, come ricordato dal Presidente del Senato, individua sette requisiti fondamentali dell'affidabilità delle applicazioni della AI. "A questo proposito vorrei soffermarmi su uno di questi in particolare: quello riferito all'intervento e alla sorveglianza dell'uomo, affinché i sistemi di Intelligenza Artificiale non ne riducano o limitino l'autonomia" ha sottolineato Maria Elisabetta Alberti Casellati, spiegando come "dovranno soprattutto essere sempre garantiti meccanismi di sorveglianza e di controllo gestiti dall'uomo, per prevenire danni o effetti negativi dei sistemi".

]]>
La droga sta facendo ammalare una parte della società. L'importanza dell'informazione Thu, 24 Oct 2019 13:38:01 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604453.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/604453.html campagna sociale campagna sociale Firenze, la più nota e famosa città d'arte dell'intero pianeta, non si vuole ammalare di droga e nello stesso tempo diffonde verità sulle droghe per guarire chi malato lo è già

Succede ogni giorno, i che i volontari della campagna “ La verità sulla Doga” distribuiscano in zone calde della città centinaia di opuscoli illustrati con all'interno informazioni sugli effetti devastanti sull'organism oa breve e lungo termine oltre a testimonianze reali di giovani ed adulti che hanno conosciuto l'incubo della tossicodipendenza

Le problematiche legate alla droga sono conosciute a moltissime persone e, come ben si sa il suo consumo è in continuo aumento. La droga è il soggetto che sta facendo ammalare una parte della società con la quale si convive quotidianamente.

Oggigiorno la droga è entrata nella cultura giovanile, grazie a coloro che traggono vantaggio da essa, oppure da campagne mediatiche portate avanti da alcuni personaggi influenti, fino al punto che è più difficile starne fuori piuttosto che non “ entrarci dentro”. Si può dire che il farne uso fa addirittura “moda”.

E' molto alta la percentuale dei ragazzi cui si è presentata e, si presenta quotidianamente la circostanza del prendere una decisione nei suoi confronti. Ed è ciò che viene deciso in quel frangente di vita che per alcuni di essi rappresenta l'inizio di un calvario

La spinta al consumo è molto forte, ma non lo è altrettanto per la prevenzione. E' da parecchi anni che si parla di questa piaga sociale, e dei tentativi fatti nello sforzo di limitare i danni. Eppure la percentuale continua a crescere.

L'intento con il quale la Fondazione per Un Mondo libero dalla droga, attraverso le campagne di informazione,si propone, è quello di fare prevenzione ovunque sia possibile: nelle piazze, nelle scuole e nei centri di aggregazione giovanile attraverso le campagne di informazione portate avanti dalle varie associazioni e volontari in tutto il mondo.

" La ricerca dimostra che le droghe sono l'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale" L. Ron Hubbard

 

]]>