Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Thu, 23 Nov 2017 08:28:41 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/1 STUDIO LEGALE AVVOCATO Responsabilità medica – Diagnosi errata Mon, 20 Nov 2017 12:27:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/460029.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/460029.html Avvocato Gelsomina Cimino Avvocato Gelsomina Cimino Responsabilità medica – Diagnosi errata – Male inguaribile

Il sanitario è responsabile per il tempo che la vittima avrebbe potuto ancora vivere.

 

http://studiolegalecimino.eu/responsabilita-medica-diagnosi-errata/

 

Con la recentissima sentenza, pronunciata dalla IV^ Sezione Penale, la Suprema Corte è tornata sull’annosa e spinosa questione della omessa diagnosi della patologia oncologica da parte del sanitario, nonché sull'importanza della sua tempestività al fine di escluderne la responsabilità.

 

Il caso di specie - definito con la sentenza n. 50975 dello scorso 08 novembre - ha visto coinvolta una paziente, ricorsa alla prestazione professionale dello specialista per la cura di quella che solo in apparenza si era profilata come “ernia iatale” e, nonostante gli esami clinici cui veniva sottoposta, perdeva la vita nel giro di pochi mesi.

In particolare, a fronte del quadro sintomatico lamentato, la diagnosi elaborata dallo specialista si rivelava completamente errata, poiché non venivano opportunamente disposti idonei accertamenti cito-istologici, che, qualora eseguiti tempestivamente, avrebbero rilevato con sensibile anticipo la natura della patologia da cui la paziente era affetta (poi scoperta a seguito di accertamenti clinici a cui la stessa si era sottoposta di sua autonoma iniziativa), consentendole di ricorrere a protocolli terapeutici, come la resezione del pancreas, in grado di procurare la guarigione o di incrementare consistentemente le sue speranze di vita.

Lo specialista, quindi, è finito sotto processo per omicidio colposo per aver scambiato un tumore al pancreas per un'ernia iatale.

La Corte di Appello di Bari, aveva confermato la sentenza del Giudice di primo grado, il quale aveva assolto l’imputato, perché il fatto non sussiste, dall’imputazione del reato penale di cui all'articolo 589 c.p. “poiché per colpa consistita in negligenza e violazione delle leges artis, cagionava la morte della sua paziente, la quale aveva richiesto la sua prestazione professionale per la cura di una patologia che si manifestava tramite astenia, forti dolori addominali e calo ponderale, e che poi si sarebbe rivelata per adenocarcinoma mucocosecernente ad origine pancreatica”.

Avverso tale provvedimento proponevano ricorso per Cassazione sia il Procuratore Generale della Repubblica di Bari, che le parti civili.

La Cassazione, con la sentenza in parola, pur ritenendo pienamente fondati i motivi di ricorso, ha annullato, con rinvio ai soli effetti civili, vista la sopravvenuta prescrizione del reato, la sentenza di assoluzione emessa dalla Corte di appello di Bari.

 

LA POSIZIONE DELLA CASSAZIONE SUL PUNTO.

Tuttavia, anche ai soli limitati effetti civilistici, la Cassazione ha affrontato il tema, ribadendo il principio di diritto secondo cui: “in tema di colpa professionale medica, l'errore diagnostico si configura non solo quando, in presenza di uno o più sintomi di una malattia, non si riesca ad inquadrare il caso clinico in una patologia nota alla scienza o si addivenga ad un inquadramento erroneo, ma anche quando si ometta di eseguire o disporre controlli ed accertamenti doverosi ai fini di una corretta formulazione della diagnosi” (cfr. ex plurimis Sez. 4, Sentenza n. 46412 del 28/10/2008, Calo', Rv. 242250; Sez. 4, n. 21243 del 18/12/2014 dep. il 2015, Pulcini, Rv. 263492).

La Corte, inoltre, rilevando che il thema decidendum della questione sottoposta alla sua attenzione è riassumibile nei seguenti termini: “ha un'influenza causale rispetto all'evento una ritardata diagnosi di tumore pur in presenza di quella che è comunemente e scientificamente ritenuta una delle patologie oncologiche più aggressive e ad evento nefasto quel è il carcinoma al pancreas”, ha evidenziato la contraddittorietà e lacunosità della motivazione della sentenza di merito.

La pronuncia in parola sembrerebbe, dunque, voler porre un punto fermo - assurgendo quasi a monito - sulla necessità di ancorare l'ambito della responsabilità penale medica a parametri il più possibile delineati, al fine di evitare stati si assoluta incertezza circa le conseguenze dei comportamenti attuati dai sanitari, richiamando, a tal uopo, il diffuso orientamento giurisprudenziale in relazione all'intempestiva diagnosi tumorale che trova il suo fondamento nelle note sentenze n. 36603/2011 e n. 3380/2005 e sottolineando che, nel caso di specie, se lo specialista avesse tempestivamente messo in atto tutti i protocolli diagnostici necessari e doverosi in presenza anche del solo sospetto di un tumore pancreatico, “trattandosi di una massa tumorale di dimensioni inferiori ai 2 cm. e senza metastasi in alcuno degli organi controllati, sarebbe stato possibile effettuare la c.d. stadiazione del tumore e procedere alla resezione chirurgica del pancreas o di parte di esso, con indubbi benefici per la paziente, derivandone, quanto meno, un rallentamento del decorso aggressivo della patologia con possibilità di sopravvivenza fino a cinque anni.”

Non va dimenticato, infatti, che in tutti i casi di morte dovuta ad errore diagnostico, va valutato "se vi sia stata una colpevole omissione nel disporre gli opportuni accertamenti diagnostici". In particolare, nell’ambito delle malattie oncologiche la diagnosi precoce è fattore di assoluto rilievo ed assurge ad una funzione estremamente essenziale, proprio perché serve ad approntare quelle terapie che in numerosi casi si rivelano salvifiche oppure, in casi come quelli del tumore al pancreas, idonee ad allungare, anche se di pochi mesi soltanto, la prospettiva di vita del paziente o, quanto meno, a rendere significativamente meno doloroso il decorso stesso della malattia.

La sentenza in commento rappresenta, inoltre, un ulteriore punto di riflessione ed un prezioso strumento attraverso cui poter ancora una volta affermare che l’errore diagnostico, dovuto alla intempestiva diagnosi (con particolare attenzione alle vicende tumorali), non può escludersi per il semplice fatto che il sanitario si sia basato su precedenti "referti e pareri... di altri sanitari" (ancorché rivelatisi non risolutivi), in tal modo ritenendosi esentato dal dovere di approfondimento delle indagini diagnostiche e, nei casi più gravi, di malattie inguaribili destinate (prima o poi) ad un esito infausto.

L'essere affetti da una malattia incurabile non è sufficiente, dunque, a scriminare la condotta del medico che ritardi di molti mesi la corretta diagnosi, poiché anche il prolungamento della vita, di settimane o anni, è un elemento che va preso in considerazione ai fini della valutazione della responsabilità sia civile che penale del sanitario.

@Produzione Riservata

Studio Legale Gelsomina Cimino

www.studiolegalecimino.eu

 

 

]]>
STUDIO LEGALE AVVOCATO Responsabilità medica – Diagnosi errata Mon, 20 Nov 2017 12:27:41 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/460028.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/460028.html Avvocato Gelsomina Cimino Avvocato Gelsomina Cimino Responsabilità medica – Diagnosi errata – Male inguaribile

Il sanitario è responsabile per il tempo che la vittima avrebbe potuto ancora vivere.

 

http://studiolegalecimino.eu/responsabilita-medica-diagnosi-errata/

 

Con la recentissima sentenza, pronunciata dalla IV^ Sezione Penale, la Suprema Corte è tornata sull’annosa e spinosa questione della omessa diagnosi della patologia oncologica da parte del sanitario, nonché sull'importanza della sua tempestività al fine di escluderne la responsabilità.

 

Il caso di specie - definito con la sentenza n. 50975 dello scorso 08 novembre - ha visto coinvolta una paziente, ricorsa alla prestazione professionale dello specialista per la cura di quella che solo in apparenza si era profilata come “ernia iatale” e, nonostante gli esami clinici cui veniva sottoposta, perdeva la vita nel giro di pochi mesi.

In particolare, a fronte del quadro sintomatico lamentato, la diagnosi elaborata dallo specialista si rivelava completamente errata, poiché non venivano opportunamente disposti idonei accertamenti cito-istologici, che, qualora eseguiti tempestivamente, avrebbero rilevato con sensibile anticipo la natura della patologia da cui la paziente era affetta (poi scoperta a seguito di accertamenti clinici a cui la stessa si era sottoposta di sua autonoma iniziativa), consentendole di ricorrere a protocolli terapeutici, come la resezione del pancreas, in grado di procurare la guarigione o di incrementare consistentemente le sue speranze di vita.

Lo specialista, quindi, è finito sotto processo per omicidio colposo per aver scambiato un tumore al pancreas per un'ernia iatale.

La Corte di Appello di Bari, aveva confermato la sentenza del Giudice di primo grado, il quale aveva assolto l’imputato, perché il fatto non sussiste, dall’imputazione del reato penale di cui all'articolo 589 c.p. “poiché per colpa consistita in negligenza e violazione delle leges artis, cagionava la morte della sua paziente, la quale aveva richiesto la sua prestazione professionale per la cura di una patologia che si manifestava tramite astenia, forti dolori addominali e calo ponderale, e che poi si sarebbe rivelata per adenocarcinoma mucocosecernente ad origine pancreatica”.

Avverso tale provvedimento proponevano ricorso per Cassazione sia il Procuratore Generale della Repubblica di Bari, che le parti civili.

La Cassazione, con la sentenza in parola, pur ritenendo pienamente fondati i motivi di ricorso, ha annullato, con rinvio ai soli effetti civili, vista la sopravvenuta prescrizione del reato, la sentenza di assoluzione emessa dalla Corte di appello di Bari.

 

LA POSIZIONE DELLA CASSAZIONE SUL PUNTO.

Tuttavia, anche ai soli limitati effetti civilistici, la Cassazione ha affrontato il tema, ribadendo il principio di diritto secondo cui: “in tema di colpa professionale medica, l'errore diagnostico si configura non solo quando, in presenza di uno o più sintomi di una malattia, non si riesca ad inquadrare il caso clinico in una patologia nota alla scienza o si addivenga ad un inquadramento erroneo, ma anche quando si ometta di eseguire o disporre controlli ed accertamenti doverosi ai fini di una corretta formulazione della diagnosi” (cfr. ex plurimis Sez. 4, Sentenza n. 46412 del 28/10/2008, Calo', Rv. 242250; Sez. 4, n. 21243 del 18/12/2014 dep. il 2015, Pulcini, Rv. 263492).

La Corte, inoltre, rilevando che il thema decidendum della questione sottoposta alla sua attenzione è riassumibile nei seguenti termini: “ha un'influenza causale rispetto all'evento una ritardata diagnosi di tumore pur in presenza di quella che è comunemente e scientificamente ritenuta una delle patologie oncologiche più aggressive e ad evento nefasto quel è il carcinoma al pancreas”, ha evidenziato la contraddittorietà e lacunosità della motivazione della sentenza di merito.

La pronuncia in parola sembrerebbe, dunque, voler porre un punto fermo - assurgendo quasi a monito - sulla necessità di ancorare l'ambito della responsabilità penale medica a parametri il più possibile delineati, al fine di evitare stati si assoluta incertezza circa le conseguenze dei comportamenti attuati dai sanitari, richiamando, a tal uopo, il diffuso orientamento giurisprudenziale in relazione all'intempestiva diagnosi tumorale che trova il suo fondamento nelle note sentenze n. 36603/2011 e n. 3380/2005 e sottolineando che, nel caso di specie, se lo specialista avesse tempestivamente messo in atto tutti i protocolli diagnostici necessari e doverosi in presenza anche del solo sospetto di un tumore pancreatico, “trattandosi di una massa tumorale di dimensioni inferiori ai 2 cm. e senza metastasi in alcuno degli organi controllati, sarebbe stato possibile effettuare la c.d. stadiazione del tumore e procedere alla resezione chirurgica del pancreas o di parte di esso, con indubbi benefici per la paziente, derivandone, quanto meno, un rallentamento del decorso aggressivo della patologia con possibilità di sopravvivenza fino a cinque anni.”

Non va dimenticato, infatti, che in tutti i casi di morte dovuta ad errore diagnostico, va valutato "se vi sia stata una colpevole omissione nel disporre gli opportuni accertamenti diagnostici". In particolare, nell’ambito delle malattie oncologiche la diagnosi precoce è fattore di assoluto rilievo ed assurge ad una funzione estremamente essenziale, proprio perché serve ad approntare quelle terapie che in numerosi casi si rivelano salvifiche oppure, in casi come quelli del tumore al pancreas, idonee ad allungare, anche se di pochi mesi soltanto, la prospettiva di vita del paziente o, quanto meno, a rendere significativamente meno doloroso il decorso stesso della malattia.

La sentenza in commento rappresenta, inoltre, un ulteriore punto di riflessione ed un prezioso strumento attraverso cui poter ancora una volta affermare che l’errore diagnostico, dovuto alla intempestiva diagnosi (con particolare attenzione alle vicende tumorali), non può escludersi per il semplice fatto che il sanitario si sia basato su precedenti "referti e pareri... di altri sanitari" (ancorché rivelatisi non risolutivi), in tal modo ritenendosi esentato dal dovere di approfondimento delle indagini diagnostiche e, nei casi più gravi, di malattie inguaribili destinate (prima o poi) ad un esito infausto.

L'essere affetti da una malattia incurabile non è sufficiente, dunque, a scriminare la condotta del medico che ritardi di molti mesi la corretta diagnosi, poiché anche il prolungamento della vita, di settimane o anni, è un elemento che va preso in considerazione ai fini della valutazione della responsabilità sia civile che penale del sanitario.

@Produzione Riservata

Studio Legale Gelsomina Cimino

www.studiolegalecimino.eu

 

 

]]>
Why rsgoldonline is legit runescape 2007 gold sites? Mon, 20 Nov 2017 09:12:26 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459996.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459996.html rsgoldonline rsgoldonline Coins (also referred to as gold pieces, gp, gold, or simply money) are the most common form of currency in Old School RuneScape. They can be used to represent the value of virtually every single tradeable item in the game, as well as various services offered throughout. Where to buy runescape 2007 gold Safe and fast? This is a very good question,RSGoldOnline is trusted runescape 2007 gold sites. QQ截图20171117160645 Why RSGoldOnline is safe and legit runescape 2007 gold Site? First, All of our gold coins are made by hand and we never use robots. We understand the security of our account is most important for the players. We trade in game face to face. And we never talk with you in game. So that we can avoid the attention of scammers. Second, you do not need to register as a member on our website. Be sure you enter correct display name so that we can easily deliver you the rs gold as soon as possible. DO NOT tell anyone your order/account details except our online supporter and our 24/7 Live Chat is the ONLY SAFE place to deal with your order. As we all know, buying bonds is the safest way, you can use the Cheapest Runescape 2007 Gold to the trading in grade exchange. You can search RSgoldonline on trustpilot.com to check our review or contact us on facebook. Good reputation,safely and fast delivery is the tree basic elements that all players focus. If a website owns this service,most players will definitely choose to buy Runescape 2007 Gold  for sale without hesitation.

]]>
IL GAL L’ALTRA ROMAGNA PROTAGONISTA AL TALK SHOW TV PING PONG “PRO LOCO:UNA RICCHEZZA” Tue, 14 Nov 2017 12:52:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459387.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459387.html GAL L'ALTRA ROMAGNA GAL L'ALTRA ROMAGNA

Alla presenza dell’Assessore regionale al turismo e commercio Andrea Corsini, del Presidente dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia Antonino La Spina, dei vertici regionali e provinciali delle Pro loco, di amministratori locali,  ci sarà la sottoscrizione in diretta televisiva di una convenzione tra il GAL-L’Altra Romagna, rappresentato dal Presidente Bruno Biserni e i Comitati provinciali delle Pro loco di Forlì-Cesena e Ravenna.

Obiettivo del GAL-L’Altra Romagna, in quanto ente di promozione e sviluppo territoriale, è diffondere all’interno dei propri canali di comunicazione, i principali eventi che le Pro Loco locali organizzano sul territorio. Questa azione, con le positive ricadute sul territorio, sulle Istituzioni  e sugli operatori, vuole collegarsi ed integrarsi con le attività, con gli obiettivi e con i ruoli di tutti coloro che operano nel sistema del turismo, dell’ambiente, del marketing territoriale.

Interverranno anche alcune Pro loco del territorio di competenza del Gal L’Altra Romagna, all’interno delle Province di Forlì-Cesena e Ravenna, portando le proprie esperienze nell’organizzazione e animazione di eventi.

La messa in onda della trasmissione è prevista nelle seguenti giornate:

·        Giovedì 16/11 alle ore 21,00 sul canale 14

·        Venerdì 17/11 alle ore 21,00 sul canale 11

·        Sabato 18/11 alle ore 14,00 sul canale 74

·        Sabato 18/11 alle ore 23,15 sul canale 14

·        Domenica 19/11 alle ore 15,15 sul canale 11

INTERVENGONO

ANDREA CORSINI, Assessore al turismo e commercio della Regione Emilia Romagna

BRUNO BISERNI, Presidente Gal L’Altra Romagna

ANTONINO LA SPINA, Presidente Unione Nazionale Pro loco d’Italia

STEFANO FERRARI, Presidente  Unione Pro loco dell’Emilia Romagna

MAURO PAZZAGLIA, Direttore Gal L’Altra Romagna

LUBIANO MONTAGUTI, Vicesindaco di Forlì con delega al marketing territoriale

MAURIZIO NATI, Vicesindaco di Casola Valsenio con delega al turismo

MAXIMILIANO FALERNI, Consigliere Nazionale e Vice Presidente Unione Pro loco dell’Emilia Romagna

ATOS MAZZONI, Presidente Comitato provinciale  Pro loco Forlì-Cesena

MARINO MORONI, Presidente Comitato provinciale Pro loco Ravenna

GABRIELE MANELLA, Docente di sociologia del turismo

 

All’interno della trasmissione, Vi saranno anche le testimonianze delle Pro loco di:

Borghi, Brisighella, Casola Valsenio, Chiusa d’Ercole, Santa Sofia, Modigliana, Montiano, San Benedetto in Alpe.

 

 

                                                                                  L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

 

]]>
Roadshow ICE, nell’export la provincia di Pesaro-U rbino è la migliore delle Marche Tue, 14 Nov 2017 08:28:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/460115.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/460115.html Nello Di Marcantonio Nello Di Marcantonio

Il RoadshowItalia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” si prepara alla tappa di Pesaro. Mercoledì 15 novembre 2017 dalle 9 alle 17 all’hotel Baia Flaminia Resort di Pesaro in viale Parigi 8 si potranno scoprire le opportunità legate all’export. L’iniziativa, promossa e sostenuta dal Ministero dello Sviluppo Economico e organizzata da ICE-Agenzia in collaborazione con Confartigianato Ancona �“ Pesaro e Urbino, partner di tappa, vede insieme tutti i soggetti pubblici e privati del Sistema Italia a fianco delle imprese per vincere la sfida nei mercati mondiali. All’appuntamento hanno già dato adesione molti imprenditori che potranno usufruire incontri individuali con i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche e private presenti per approfondire le opportunità di internazionalizzazione ed elaborare una strategia di mercato personalizzata

Lo scopo della manifestazione è quello di aumentare il numero delle imprese che esportano, alla luce anche del positivo riscontro del primo semestre dell’anno. Stando alle elaborazioni ICE su dati ISTAT, la variazione in aumento della provincia di Pesaro-Urbino per quanto riguarda l’export è del 4,4 per cento nel periodo gennaio-giugno 2017 rispetto all’anno precedente.  Il dato rappresenta la performance migliore in termini di export a livello regionale. A livello regionale invece si registra una diminuzione dell’1,2 per cento, figlia soprattutto del calo della provincia di Ascoli Piceno, duramente colpita dagli eventi sismici nel 2016.

Obiettivo del Roadshow è quello di affiancare le aziende sui temi dell'internazionalizzazione, per sostenere quelle realtà che intendono aprirsi ai mercati esteri per individuare nuove opportunità di business. In questa maniera si punta ad aumentare il numero delle imprese che stabilmente esportano, andando a coinvolgere le imprese del territorio.

Il programma prevede, dalle 9 alle 11, la presentazione dei dati dello scenario internazionale coi relatori di Prometeia, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, delle Agenzie pubbliche ICE, SACE e Simest che illustreranno gli strumenti e le strategie a sostegno delle imprese sui mercati globali. Per parlare delle opportunità per le aziende interverranno a Pesaro in apertura di giornata Graziano Sabbatini, Presidente Confartigianato Ancona �“ Pesaro e Urbino. Subito dopo sarà la volta di Claudio Colacurcio di Prometeia che traccerà lo scenario di contesto. A presentare gli strumenti nazionali di supporto all’internazionalizzazione ci saranno Paolo Bulleri, responsabile della segreteria tecnica della Direzione Generale per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi del Ministero dello Sviluppo Economico, Stefano Nicoletti,  Capo Ufficio Internazionalizzazione delle Imprese delMinistero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, Francesco Alfonsi, Dirigente Ufficio Servizi alle Imprese di ICE-Agenzia, Saverio Amoroso, Responsabile Marche della SACE e Carlo De Simone, Responsabile Servizio Marketing Territoriale di SIMEST. A seguire, dalle 11 alle 17 (ultimo appuntamento ore 16:30), gli imprenditori potranno richiedere incontri B2B.


]]>
Il Manifesto del Marketing Etico compie 6 anni Mon, 13 Nov 2017 12:44:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459275.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459275.html PRMedia Italia PRMedia Italia

6 anni fa veniva presentato ufficialmente dal suo autore, Emmanuele Macaluso, il documento che riunisce gli undici punti per l’attuazione di un marketing etico e funzionale.

 

 

11/11/11, questa la data in cui l’esperto di marketing e divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso ha presentato ufficialmente il suo Manifesto del Marketing Etico.  Oltre ad essere un documento formale composto da 11 punti che illustrano come sia possibile attuare strategie di marketing etico, è ormai da considerarsi una vera e propria campagna di sensibilizzazione.

 

Nei 6 anni di vita, l'azione divulgativa del MME si è concretizzata così:

 

- Pubblicazione diretta di 2 libri da parte di Emmanuele Macaluso ("Bende Invisibili" del 2011 e "Dirty Marketing" del 2014).

- Collaborazione alla pubblicazione di altri 2 libri ("Il Marketing Etico - Ethical Marketing 3.0” di Irene Donata Ferri del 2014 e "Le nuove regole del Web Marketing" di Gentian Hajdaraj del 2016)

- Patrocinio dello studio statistico denominato "Studio sulla creazione di credibilità percettiva attraverso i social media" pubblicato nel libro "Il sex appeal dei corpi digitali. Seduzione, amori, tradimenti, malattie e immortalità dei nostri digital body" di Luca Poma del 2016

- 6 stagioni radiofoniche del programma "Fuori la Verità" su RadioFlash FM 97,6 per un totale di 72 puntate

- 10 interviste radiofoniche

- 15 interviste televisive

- 25 incontri dal vivo

- 73 articoli di stampa

 

Contact:

Web: www.manifestodelmarketingetico.org

Facebook: www.facebook.com/MANIFESTODELMARKETINGETICO/

Twitter: https://twitter.com/EthicMktgManife]]>
Il Manifesto del Marketing Etico compie 6 anni Mon, 13 Nov 2017 12:44:24 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459274.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459274.html PRMedia Italia PRMedia Italia

6 anni fa veniva presentato ufficialmente dal suo autore, Emmanuele Macaluso, il documento che riunisce gli undici punti per l’attuazione di un marketing etico e funzionale.

 

 

11/11/11, questa la data in cui l’esperto di marketing e divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso ha presentato ufficialmente il suo Manifesto del Marketing Etico.  Oltre ad essere un documento formale composto da 11 punti che illustrano come sia possibile attuare strategie di marketing etico, è ormai da considerarsi una vera e propria campagna di sensibilizzazione.

 

Nei 6 anni di vita, l'azione divulgativa del MME si è concretizzata così:

 

- Pubblicazione diretta di 2 libri da parte di Emmanuele Macaluso ("Bende Invisibili" del 2011 e "Dirty Marketing" del 2014).

- Collaborazione alla pubblicazione di altri 2 libri ("Il Marketing Etico - Ethical Marketing 3.0” di Irene Donata Ferri del 2014 e "Le nuove regole del Web Marketing" di Gentian Hajdaraj del 2016)

- Patrocinio dello studio statistico denominato "Studio sulla creazione di credibilità percettiva attraverso i social media" pubblicato nel libro "Il sex appeal dei corpi digitali. Seduzione, amori, tradimenti, malattie e immortalità dei nostri digital body" di Luca Poma del 2016

- 6 stagioni radiofoniche del programma "Fuori la Verità" su RadioFlash FM 97,6 per un totale di 72 puntate

- 10 interviste radiofoniche

- 15 interviste televisive

- 25 incontri dal vivo

- 73 articoli di stampa

 

Contact:

Web: www.manifestodelmarketingetico.org

Facebook: www.facebook.com/MANIFESTODELMARKETINGETICO/

Twitter: https://twitter.com/EthicMktgManife]]>
CS: Book Weekend: 18 - 19 Novembre 2017 @Robert Cutty RC KIDS - letture, musica e pigiama party! Thu, 09 Nov 2017 14:49:35 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459810.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459810.html Kora Kora





BOOK WEEKEND �“ @ ROBERT CUTTY RC KIDS - 18/19 NOVEMBRE 2017



 

Nel fine settimana meneghino dedicato agli amanti della lettura, arriva il Book Weekend di RC Kids.  https://www.robertcutty.com/

Il 18 e il 19 Novembre, due giorni di workshop, letture animate, merende e pigiama party, animeranno gli spazi di Via Pietrasanta, 14, dove le storie saranno le vere protagoniste.

 

Due,  i libri scelti dal team per affrontare la maratona di lettura, tra i centinaia di titoli a disposizione, scelti in collaborazione con Editrice Il Castoro.

Fantasmi

 

di Raina Telgemeier, vincitrice di tre Eisner Award �“ ed. Il Castoro

Una storia profonda e commovente sull’importanza della famiglia e dell’amicizia. Un racconto che tiene col fiato sospeso e che affronta temi importanti, con la delicatezza che contraddistingue i bambini.

 

 

ROAR! Come diventare un leone

 

di Jon Agee . ED. Il Castoro

In uscita il 9 Novembre 2017

Come si ottiene un diploma da leone? Semplice: ci sono 7 importantissime lezioni da seguire e tanto allenamento da fare.

 

 

Due appuntamenti per grandi e piccoli, da condividere con la famiglia e da cui prendere spunto.

 

Tanto divertimento, fantasia e creatività, per far appassionare ancora di più i piccoli alla magia della lettura!

 


Programma:

 

SABATO 18 NOVEMBRE ore 19.00

 

Pigiama party con fantasmi

 

Giropizza + Lettura animata e interattiva “Come vi immaginate la fine della storia?

 

28 euro (1 bambino + 1 adulto) 10 euro ogni adulto aggiuntivo.

Sconto fratelli 50 euro 2 bambini + 1 adulto

Con la partecipazione di Claudia Veronese, educatrice musicale e co-fondatrice di Musilieu

 

 

DOMENICA 19 NOVEMBRE ORE 10:30

 

Roar! Una colazione da leoni

 

Colazione +  Mimo libro/Lettura teatrale

 

23 euro (1 bambino + 1 adulto) 5 euro ogni adulto aggiuntivo.

Sconto fratelli 40 euro 2 bambini + 1 adulto

 

 

Info e prenotazioni:  https://goo.gl/tTtn2G 3477129086

 

In allegato il comunicato stampa

Resto a disposizione per ulteriori info, sperando il materiale possa essere utile per una segnalazione. 


Cordialmente, 


Valentina 


]]>
I LIBRETTI LA VIA DELLA FELICITÀ DISTRIBUITI A NOVARA Tue, 07 Nov 2017 16:20:15 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459540.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459540.html Michele Michele

Sabato 4 novembre  in Via Fratelli Rosselli a Novara  i volontari novaresi hanno messo a disposizione,  per chiunque lo desiderasse, copie dell’opuscolo La via della Felicità.

Consegnando delle copie della Via della Felicità ad amici, conoscenti e perfino a sconosciuti, chiunque può aiutare le persone intorno a sé a sopravvivere meglio, migliorando in questo modo anche la propria sopravvivenza. A loro volta, le persone che ricevono l’opuscolo lo passeranno ad altre persone che influenzano, guidandole a trattare i propri simili con gentilezza, umanità e rispetto. In questo e molti altri modi, il movimento della Via della Felicità sta risollevando ogni settore della società.

 L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology, scrisse i 21 precetti della Via della Felicità per fornire una guida che ogni individuo potesse seguire al fine di fare scelte che conducessero a una vita più felice, decente e appagante. Questo codice morale basato sul buon senso, poiché interamente laico, può essere seguito da persone di ogni razza, cultura o credo.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

Oppure:  https://www.facebook.com/LaViadellaFelicitaNovara/

 

]]>
Export, imprenditori a confronto a Pesaro nell’app untamento col Roadshow ICE Fri, 03 Nov 2017 16:59:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459176.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/459176.html Nello Di Marcantonio Nello Di Marcantonio

Export, imprenditori a confronto a Pesaro nell’appuntamento col Roadshow ICE

Pesaro, 3 novembre 2017 �“ Il RoadshowItalia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” si prepara alla tappa di Pesaro.L’appuntamento per scoprire le opportunità dell’export è per il 15 novembre 2017dalle 9 alle 17 all’hotel Baia Flaminia Resort di Pesaro in viale Parigi 8. L’iniziativa, promossa e sostenuta dal Ministero dello Sviluppo Economico e organizzata da ICE-Agenzia in collaborazione con Confartigianato Ancona �“ Pesaro e Urbino, partner di tappa, vede insieme tutti i soggetti pubblici e privati del Sistema Italia a fianco delle imprese per vincere la sfida nei mercati mondiali. Sono già molte le aziende che si sono iscritte per partecipare all’appuntamento di Pesaro, sintomo di una vivacità imprenditoriale e di una apertura al confronto col mercato estero che è ben evidenziata anche dai numeri dell’export.

I settori di maggior attenzione, stando alle rilevazioni di Prometeia, sono quelli delle macchine utensilie dell’arredo(distretto del mobile), che rappresentano insieme il 30% delle esportazioni provinciali. Seguono la metallurgia, la meccanica e la filiera della moda. Tra i mercati emerge, periprimi due settori, una maggior vocazione delle imprese verso gli Stati Uniti. In entrambi i comparti gli USA hanno per le imprese della provincia un peso mercato più alto rispetto alla media italiana. Si tratta di un dato confortante alla luce dello scenario atteso per i prossimi anni, nel quale gli Stati Uniti rappresenteranno uno dei mercati più interessanti per le imprese italiane. Discorso analogo per la Francia(secondo mercato per le macchine utensili e primo per l’arredo). Il paese transalpino beneficerà infatti di un consolidamento della più generale ripresa europea, rappresentando, vista l’accessibilità, un’occasione importante per le imprese che si affacciano per la prima volta sul mercato estero. Il tema dell’accessibilità dovrà invece essere valutato attentamente per le imprese esposte verso il Regno Unito. Se dal lato dell’arredo non emergono, almeno nel breve termine, forti contraccolpi per il potenziale di domanda italiano (più esposto nell’area di Londra e quindi su un segmento di domanda più resiliente), più complicato è lo scenario delle macchine utensili. Le imprese della provincia dovranno infatti confrontarsi con una previsione sugli investimenti oltre Manica che già sconta un rallentamento dell’attività produttiva post Brexit, un fattore che abbassa il potenziale di domanda in assenza di innovazioni di prodotto. Fra i mercati emergenti, confortante e da rafforzare la presenza delle imprese della provincia in Arabia Saudita (il terzo mercato nell’arredo dopo Francia e Stati Uniti). Al contrario appare da rafforzare l’offerta verso il mercato cinese (dove gli investimenti sono tornati a crescere). La Cina in particolare ha un peso del 3,6% nell’export di macchine utensili della provincia rispetto a un dato circa doppio per la media nazionale.

Obiettivo del Roadshowè quello di affiancare le aziende sui temi dell'internazionalizzazione, per sostenere quelle realtà che intendono aprirsi ai mercati esteri per individuare nuove opportunità di business. In questa maniera si punta ad aumentare il numero delle imprese che stabilmente esportano, andando a coinvolgere anche le PMI, visto che le aziende di dimensioni medio grandi hanno ormai quasi tutte unità commerciali o produttive insediate all’estero. Dall’altra parte allargare il numero delle imprese esportatrici serve a garantire continuità della domanda.

Il programmaprevede, dalle 9 alle 11, la presentazione dei dati dello scenario internazionale coi relatori di Prometeia, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, delle Agenzie pubbliche ICE, SACE e Simest che illustreranno gli strumenti e le strategie a sostegno delle imprese sui mercati globali. A seguire, dalle 11 alle 17 (ultimo appuntamento ore 16:30),gli imprenditori potranno richiedere incontri individuali con i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche e private presenti per approfondire le opportunità di internazionalizzazione ed elaborare una strategia di mercato personalizzata. Per parlare delle opportunità per le aziende interverranno a Pesaro in apertura di giornata Graziano Sabbatini, Presidente Confartigianato Ancona �“ Pesaro e Urbino. Subito dopo sarà la volta di Claudio Colacurciodi Prometeia che traccerà lo scenario di contesto. A presentare gli strumenti nazionali di supporto all’internazionalizzazione ci saranno Paolo Bulleri, responsabile della segreteria tecnica della Direzione Generale per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi del Ministero dello Sviluppo Economico, Stefano Nicoletti, Capo Ufficio Internazionalizzazione delle Imprese delMinistero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale, Francesco Alfonsi, Dirigente Ufficio Servizi alle Imprese di ICE-Agenzia, Saverio Amoroso, Responsabile Marche della SACE e Carlo De Simone, Responsabile Servizio Marketing Territoriale di SIMEST.


]]>
Il Comitato per la Promozione e la Tutela del Biomeccanismo Posturale OG di Maurizio Formia Wed, 01 Nov 2017 15:06:22 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/458847.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/458847.html Liberidea Liberidea
“Nei pazienti con disordini posturali, in base ai dati forniti dalla letteratura, non è possibile
l’attuazione di terapia odontoiatriche volte alla correzione degli stessi. Allo stato attuale mancano
ancora prove scientifiche certe e, quindi, le relative evidenze che dimostrino la natura delle
relazioni tra occlusione, disfunzioni temporo-mandibolari e postura.
È comunque il caso di segnalare che, nell’evidenza clinica, vi sono riscontri di pazienti con
sintomatologie riferibili a disordini posturali che hanno confermato il miglioramento della
sintomatologia successivamente al riequilibrio occlusale. La spiegazione di tali eventi è tuttora nel
campo delle ipotesi e nessun dato scientifico ne è a supporto.” Ministero della Salute (2011)
Nel 2014 è nato un comitato di cittadini con lo scopo di avvicinare associazioni, enti, movimenti,
privati cittadini e sensibilizzarli al problema dei vuoti normativi sui trattamenti posturali.
Il Comitato per la Promozione e la Tutela del Biomeccanismo Posturale OG di Maurizio Formia
scrive:”
Mentre il medico-dentista cura la postura senza avvallo della comunità medico scientifica, molte figure
professionali non mediche fanno altrettanto.
Un musicista di Torino, Maurizio Formia, ha trovato la risposta a questa correlazione vivedola sulla
propria pelle e l'ha pubblicata nel 2001 e l'ha condensata in un libro e in 3 siti web dal 2004.
Il libro, pubblicato nel 2009 con un tumore in fase terminale, è stato oggetto di copie e plagi in tutto il
mondo.
Maurizio Formia non è morto ed è sopravvissuto al tumore. Dopo 15 giorni di coma e 6 mesi di
ospedale, 18 mesi in sedia a rotelle, si batte da anni per mettere la sua scoperta a disposizione dei
cittadini e di farlo in modo corretto.
Medici e dentisti non conoscono la sua invenzione e confondono il cittadino perchè spacciano e
vendono per medici, trattamenti posturali- occluso posturali che non sono trattamenti medici.
Maurizio Formia ha aperto nel 2013 una piccola sede dove utilizzare scientemente ed in modo corretto
la sua invenzione a fronte di persone, anche medici e dentisti, che non conoscevano la sua invenzione
ma la utilizzavano senza conoscerla, di fatto, utilizzandola male e diffamandolo.
L'invenzione di Formia Maurizio funziona. Anche teoricamente. E' MECCANICA.
Abbiamo informato tutte le più alte cariche Istituzionali. La Presidenza della Repubblica è informata.
Sono state presentate interrogazioni parlamentari al legislatore.
In barba a leggi e regole:
l''associazione dei dentisti (ANDI) e l'ordine dei medici di Torino con l'AIO (associazione italiana
odontoiatri) lo hanno denunciato per esercizio abusivo della professione medica.
Il primo paradosso che è emerso è che l'odontoiatra non è medico. L'AIO, infatti, non compare più tra i
denuncianti.
Per denunciare Formia Maurizio hanno dovuto ammettere che loro curano la postura con terapie
odontoiatriche.
Se voi cittadini voleste denunciarli per avervi cagionato un danno occluso-posturale, non trovereste
bibliografia ed evidenze scientifiche pertanto i periti medico-legali non potrebbero dimostrare il danno.
Di fatto, molti dentisti, gnatologi oggi emettono fatture di trattamento della postura come cicli di cure
odontoiatriche.
Dopo quasi 5 anni di battaglie nei tribunali, le risultanze sono queste:
Sentenza POLITICA"- Comunicato Stampa Avvocato Francesco Miraglia -
Studio Legale
“Miraglia”
Avv. Francesco Miraglia
Avv. Pasqualino Miraglia
Modena, lì 27 ottobre 2017
Pregg.mo
Diettore
Sua sede
Oggetto: MUSICISTA CONDANNATO PER ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE MEDICA
«È UNA SENTENZA POLITICA»
IVREA.«È una condanna politica, emessa soltanto in difesa di una casta, quella dei medici e dei
dentisti». L’avvocato Francesco Miraglia non usa mezze parole nel commentare la condanna a quattro
mesi (con sospensione condizionale della pena) del suo assistito, Maurizio Formìa, inventore del
sistema “OG Occlusione-gravità”, da lui
ideato per riequilibrare la postura delle persone tramite un “morso” indurito da inserire tra i denti, così
da alleviare dolori alla schiena e cefalee.
A denunciare l’attività di Formia erano state l’Associazione medici chirurgi odontoiatri di Torino e
l’Associazione nazionale dentisti italiani, costituitesi parti civili: la condanna prevede che ricevano
entrambe provvisionali di 15.000 euro.
Formìa, comunque, mai si è definito medico né ha preteso di curare le persone, ma solo di alleviare un
loro sintomo, riequilibrandone la postura: continua a definirsi, infatti, musicista, professione che ha
svolto per quasi tutta la vita, e non si è mai sognato di promuovere attività ritenute mediche.
Fermo restando che la posturologia non è una branca della
medicina e non sono i medici ad occuparsene.
«Il Consiglio superiore della magistratura dovrebbe attenzionare il giudice che ha emanato
questa sentenza» prosegue il legale, «che ha falsato il processo con dei vizi di forma
inammissibili.
Innanzitutto ha voluto processare il mio assistito, benché la Procura di Ivrea avesse avanzato
per ben due volte la richiesta di archiviazione, accolta anche dalla Procura generale di Torino.
Nella richiesta di archiviazione depositata a gennaio del 2015, il sostituto procuratore Ruggero Mauro
Crupi sosteneva che non vi fossero elementi sufficienti a sostenere l’accusa, anche perché la perizia
presentata a sostegno dell’imputazione era lacunosa e copiata pari pari da siti internet, senza entrare
nel merito della vicenda. Come invece aveva ben fatto il Consulente tecnico di parte, il quale aveva
dimostrato come la Disfunzione cranio cervico mandibolare sia un mero disturbo, sintomo di una
patologia di cui ad oggi non si conosce il decorso eziologico. Analogamente nessuno ascriverebbe a
una madre l’esercizio abusivo della professione medica ove preparasse per il figlioletto una borsa
dell’acqua calda con lo scopo di alleviargli il mal di pancia. Infine, oltre alla placca orale ideata da
Maurizio Formìa, esistono nel libero commercio anche dei plantari realizzati appositamente per
alleviare i medesimi disturbi legati alla Disfunzione cranio cervico mandibolare.
«Il magistrato, oltre a non aver tenuto in considerazione nessuno di questi aspetti, non ha
nemmeno accettato di ammettere dei testimoni in difesa di Maurizio Formìa» conclude
l’avvocato Miraglia, «né ha preso in considerazione la corposa documentazione
presentata, da cui si evinceva che la medesima attività di posturologo viene espletata da decine
di persone in tutta Italia. In ogni modo stiamo parlando di una sentenza di 1 grado a cui sarà
presentato appello con la ferma convinzione che tale decisione sarà ribaltata>>.
Avv. Francesco Miraglia
41124 Modena Via Rainusso n° 176/A
Tel 059 822698 Fax 059 3366455
Link utili per maggiori informazioni:
Link dell’articolo apparso sul sito del Comitato per la Promozione e la Tutela del
Biomeccanismo Posturale OG di Maurizio Formia:
francesco-miraglia-27-ottobre-2017/
Link alla conferenza del 21 ottobre 2017 organizzata dal Comitato OG presso il Centro
Congressi dell'Unione Industriale di Torino, per chiarire una volta e per tutte, scopi e temi
trattati:
unione-industriale-torino/
Aiutateci e sosteneteci iscrivendovi al Comitato OG.
Tutti abbiamo parenti, amici, figli, mamme e papà che potrebbero potenzialmente avere un problema
posturale e rivolgerci potenzialmente a persone e discipline a cui crediamo di default ma che in questo
caso non sono sostenute dalla scienza e dalla comunità medico scientifica.
]]>
Ascenta Nutrasea + D Liquid: Taking a Supplement with Omega-3s and Vitamin D Can Help Contribute to a Healthy Heart, Brain, and Bones at Any Age Wed, 01 Nov 2017 07:58:43 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457901.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457901.html aldisrou aldisrou Have you noticed a difference in the consistency of your bones lately? Have you noticed that you have been breaking your bones much easier lately than you did years ago? This may not be a sign of getting older. You may have a vitamin D deficiency. Vitamin D is an important element in the absorption of calcium, and it also has many other health benefits.

Taking vitamin D in addition to an omega-3 supplement can have a positive effect on your health because they both provide heart, brain, and bone support. Taking a joint supplement with omega-3s and vitamin D like Ascenta Nutrasea Omega 3 Liquid + D can give you all the omega-3s and vitamin D that you need every day. You can find Ascenta Nutrasea + D Liquid and other Ascenta Nutrasea supplements through Vitasave, Canada’s 1 herbal supplement company.

The vitamins and minerals found in Ascenta Nutrasea + D Liquid are extremely important to our overall health. Omega-3s provide heart and brain support by decreasing the chances of developing heart disease and decreasing inflammation while promoting mental clarity and function. Vitamin D makes our bodies absorb the calcium it needs to keep our bones strong.

As we age, maintaining the health of our brains, hearts, and bones is fundamentally important, so taking a supplement like Ascenta Nutrasea Omega-3 Liquid + D will provide support for all of these organ systems, which would be beneficial to anyone. If you want to take a supplement that will make your heart, brain, and bones stronger, order your bottle of Ascenta Nutrasea + D Liquid from Vitasave today!

About Vitasave:

Vitasave is Canada’s largest herbal supplement website. We focus on providing all-natural supplements to the public that create no adverse reactions in the body. We care about our clients’ health and well-being, which is a keystone to our organization. Our company has been hugely successful in providing herbal supplements that have improved the health of both men and women. Please call or visit our website at vitasave.ca for more information or to place your order.

Vitasave

106 – 375 Lynn Avenue

North Vancouver, British Columbia

CANADA, V7J 2C4

1-888-958-5405

info@vitasave.ca

https://www.vitasave.ca/

]]>
Lorna Vanderhaeghe’s ESTROsmart: Get Rid of Your Painful Periods with ESTROsmart! Mon, 30 Oct 2017 11:58:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457686.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457686.html aldisrou aldisrou Are you a woman who suffers from painful periods? Do you feel like nothing you do for the pain every month seems to help? Many women suffer from dysmenorrhea, the medical term for painful periods. There is no apparent medical cause for this condition, but women who suffer from cysts and endometriosis seem to have this condition more often than women who don’t. Every month is a trial for these women. In most cases, the pain is caused by a disruption in our hormones.

When our hormones progesterone and estrogen are imbalanced, it causes the symptoms of painful periods. Taking a supplement like Lorna Vanderhaeghe ESTROsmart balances your hormones to alleviate the pain of your periods every month. If you have read any ESTROsmart reviews, you would know that it is a product that is trusted by many women to help them through the pain of their cycle and it helps them lead a more normal life. You can find Lorna Vanderhaeghe’s ESTROsmart and other women’s hormone supplements through Vitasave, Canada’s 1 herbal supplement company.

There are so many positive ESTROsmart reviews that it seems like the product is too good to be true. The truth is that it works with your body to balance out your hormones to help you feel better when you are on your period. All women who suffer from dysmenorrhea, endometriosis, and cysts who have taken the product have reported that Estrosmart alleviated their symptoms and made them more comfortable during their periods.

Estrosmart is different than other hormonal supplements because it doesn’t only balance your hormones. It also slows cyst growth and relieves pain. The change in your hormone balance also has the unexpected benefit of clearing your skin. If you need a supplement that will help balance your hormones and relieve your pain, order your bottle of Lorna Vanderhaeghe’s ESTROsmart from Vitasave today!

About Vitasave:

Vitasave is Canada’s largest herbal supplement website. We focus on providing all-natural supplements to the public that create no adverse reactions in the body. We care about our clients’ health and well-being, which is a keystone to our organization. Our company has been hugely successful in providing herbal supplements that have improved the health of both men and women. Please call or visit our website at vitasave.ca for more information or to place your order.

Vitasave

106 – 375 Lynn Avenue

North Vancouver, British Columbia

CANADA, V7J 2C4

1-888-958-5405

info@vitasave.ca

https://www.vitasave.ca/

]]>
Il Distretto Turistico Palermo Costa Normanna in vetrina alla fiera internazionale di Lugano Sun, 29 Oct 2017 14:35:45 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/458407.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/458407.html Nello Di Marcantonio Nello Di Marcantonio

 

Lugano, 29 ottobre 2017 - Il Distretto Turistico Palermo Costa Normanna torna sotto i riflettori a “IViaggiatori �“ Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze” di Lugano. Per l’intero week-end si sfrutterà una vetrina che offre una superficie espositiva di 10 mila metri quadrati, più di 200 stand, con oltre 30 Paesi rappresentati. Il Salone delle Vacanze �“ giunto alla sua 15ma edizione - trasforma per tre giorni la splendida città di Lugano nel centro di attrazione di tutti gli amanti e gli appassionati di viaggio, dell’intera Svizzera e della vicina Italia. Migliaia di persone partecipano alla manifestazione, alla ricerca di spunti e idee su località turistiche e strutture ricettive per le proprie vacanze

Il Distretto Turistico Palermo Costa Normanna per incrementare i flussi di arrivi sul territorio punta pertanto su un appuntamento fieristico internazionale, per promuovere un’area variegata e ricca di bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche, all'insegna quindi di un turismo di territorio e non di sola destinazione.

Un progetto articolato, basato sullo sviluppo di servizi di orientamento al turista e di supporto e assistenza tecnica per gli operatori locali, coinvolti nella costruzione di quattro esperienze di viaggio da proporre �“ tra le tante altre opportunità - agli ospiti:

- UNUSUAL CULTURAL TOUR, per chi vuole allontanarsi dai flussi turistici di massa;

- CULTURE FOR KIDS, per le famiglie con bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni;

- SURPRISING FOOD, per chi è alla ricerca dei sapori unici dell’enogastronomia siciliana;

- ACTIVE TOURISM, per chi ama viaggiare a contatto con la natura.

Cuore pulsante della promozione è il sito ufficiale del progetto integrato del Distretto Turistico, www.costanormanna.it Sul portale sono disponibili ad esempio i percorsi naturalistici, dedicati a chi vuole scoprire il territorio a piedi, in bicicletta o a cavallo che rientrano nell'esperienza di ACTIVE TOURISM. Una sezione specifica è dedicata all'ospitalità, con una serie di soluzioni per il soggiorno che vanno dai pratici appartamenti in centro ai b&b immersi nel verde, dalle suite ricche di charme alle strutture accoglienti e moderne. È possibile inoltre scoprire le eccellenze dell'artigianato di qualità del Distretto Turistico, che racchiude arte e tradizione, ingegno e passione.

Il punto di informazione della fiera a Lugano è lo stand pensato per accogliere interessati e curiosi nonché per rappresentare la base di incontri con la stampa specializzata e i tour operator. Il Distretto Turistico Palermo Costa Normanna vuole così confermare il successo riscosso negli appuntamenti di Berlino, con l’ITB, a Rimini, col TTG, e a Roma, con la Borsa del Turismo Religioso.

D'altro canto il territorio del Distretto contiene in sé tutti gli elementi della più nota sicilianità, apprezzata dai turisti: il mare, la costa, i monumenti, le risorse naturali e ambientali, le architetture, l’artigianato, l’enogastronomia. Elementi che consentono di offrire un’esperienza unica. Un vero e proprio viaggio emozionale alla scoperta delle similitudini e delle diversità della Sicilia. Palermo, capitale italiana della cultura 2018, si fa vetrina e portavoce di tutto il territorio del Distretto Turistico, offrendo ai viaggiatori, oltre alla consueta accoglienza e vastità di itinerari in città, anche l’opportunità unica e imperdibile, di approfondire la conoscenza di un territorio più vasto che si estende dalla costa all’entroterra.

 

 


]]>
Il Gal L’Altra Romagna protagonista alla trasmissione televisiva “Ping Pong – Il turismo ha fatto boom” di Teleromagna Fri, 27 Oct 2017 12:07:31 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457392.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457392.html GAL L'ALTRA ROMAGNA GAL L'ALTRA ROMAGNA

Si avvia a conclusione l’annata turistica 2017, molto significativa per le imprese ed i settori dell’Accoglienza, per le Istituzioni, per gli Enti e per le Organizzazioni che operano nel comparto e per l’occupazione.

I benefici del trend turistico si sono manifestati sia a livello nazionale (l’Italia è quinta nella classifica dell’Organizzazione Mondiale del Turismo come capacità attrattiva con 50,7 milioni di arrivi internazionali), che regionale e romagnolo (in prima fila assoluta si colloca Rimini).

Il GAL –L’Altra Romagna (Gruppo di Azione Locale), rappresentato dal Presidente Bruno Biserni e dal Direttore Mauro Pazzaglia, costituisce un crogiolo di iniziative, bandi e proposte per lo sviluppo del Territorio della Romagna.

In tal senso, unitamente alle Istituzioni e alle Organizzazioni della Romagna e al Gruppo Teleromagna-Pubblisole, verrà realizzato un talk show televisivo “Il Turismo ha fatto boom” all’interno dell’appuntamento settimanale di Ping Pong.

Con gli importanti protagonisti presenti, infatti, si approfondirà il tema del turismo in tutte le sue declinazioni, confrontando e condividendo idee ed obiettivi provenienti sia dalla componente pubblica che da quella privata.

L’offerta balneare, le proposte naturalistiche, culturali, enogastronomiche, wellness-salutistiche, sportive e religiose fanno della Romagna un territorio molto ricco e variegato dal punto di vista attrattivo.

Il talk show “Il turismo ha fatto boom”, condotto da Piergiorgio Valbonetti, andrà in onda nelle giornate di:

·        Giovedì 2 novembre alle ore 21,00 sul canale 14

·        Venerdì 3 novembre alle ore 21,00 sul canale 11

·        Sabato 4 novembre alle ore 14,00 sul canale 74

·        Sabato 4 novembre alle ore 23,15 sul canale 14

·        Domenica 5 novembre alle ore 15,15 sul canale 11

Intervengono

Emma Petitti, Assessore al bilancio, riordino istituzionale, risorse umane e pari opportunità della Regione Emilia Romagna

Bruno Biserni, Presidente Gal L’Altra Romagna

Mauro Pazzaglia, Direttore Gal L’Altra Romagna

Liviana Zanetti, Presidente Apt Servizi Emilia Romagna

Alberto Zambianchi, Vice Presidente Camera di Commercio della Romagna

Luca Santini, Presidente Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Gianmarco Lanzoni, Presidente della Comunità del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola  

Gian Marco Rossi, Presidente nazionale Associazione Italiana Centri Benessere

Patrizia Rinaldis, Presidente Associazione italiana albergatori-Rimini

Lorenzo Angelini, Direttore Associazione Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Cesena 

Pierino Liverani, Presidente Associazione Strada della Romagna

Flavio Foietta, Associazione Via Romea Germanica

Gabriele Manella, Docente di sociologia del turismo

                                                                                          L’Ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

]]>
PROROGATO IL BANDO DEL GAL L’ALTRA ROMAGNA “CREAZIONE E SVILUPPO DI AGRITURISMI E FATTORIE DIDATTICHE” DA 1 MILIONE DI EURO Fri, 27 Oct 2017 11:45:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457387.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457387.html GAL L'ALTRA ROMAGNA GAL L'ALTRA ROMAGNA

All’interno del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia Romagna, il Gal L’Altra Romagna ha prorogato i termini di presentazione delle domande relative al bando pubblico 6.4.01 “Creazione e sviluppo di agriturismi e fattorie didattiche” che stanzia 1.000.000 € di risorse da destinare su tutto il  territorio rurale di competenza, costituito da 20 Comuni della Provincia di Forlì-Cesena e 5 Comuni della Provincia di Ravenna.

Il bando è stato prorogato al 13 novembre 2017, data entro la quale dovranno pervenire le domande, sostituendo il precedente termine del 3 novembre.

I beneficiari del finanziamento sono gli imprenditori agricoli singoli e associati ai sensi dell’art. 2135 del codice civile iscritti negli elenchi della LR 4/2009 “Disciplina dell’agriturismo e della multifunzionalità delle aziende agricole” ricadenti nel territorio dei 25 Comuni di competenza del Gal L’Altra Romagna all’interno del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna 2014-2020.

 

Il bando è rivolto agli imprenditori agricoli dei Comuni della Provincia di Forlì-Cesena e Ravenna ricadenti in area GAL.

I comuni del forlivese interessati sono:

Castrocaro Terme e Terra del Sole, Civitella di Romagna, Dovadola, Galeata, Meldola, Modigliana, Portico e San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia e Tredozio

 

I comuni del cesenate interessati sono:

Bagno di Romagna, Borghi, Mercato Saraceno, Montiano, Roncofreddo, Sarsina, Sogliano al Rubicone e Verghereto

I comuni del faentino-ravennate interessati sono:

Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese (parzialmente), Faenza (parzialmente), Riolo Terme

Il bando è rivolto agli imprenditori agricoli iscritti negli elenchi regionali che disciplinano l’attività agrituristica e la multifunzionalità delle imprese agricole.

Obiettivo del bando è quello di rafforzare la vocazione turistica locale attraverso il supporto alla qualificazione e lo sviluppo di attività di accoglienza utilizzando le opportunità di diversificazione offerte alle aziende agricole, incentivando un ampliamento dell’offerta.

L’aliquota di sostegno del finanziamento è compresa tra il 40 e il 50% della spesa ammissibile.

Il bando è consultabile su sito www.altraromagna.it, e contestualmente è stato inviato a tutti i Comuni, alle Province, alle Unioni dei Comuni, alle  Camere di Commercio e a tutte le Associazioni di categoria delle Province di Forlì-Cesena e Ravenna dell’area di competenza del Gal L’Altra Romagna.

 

                                                                                  L’ufficio stampa

GAL L’ALTRA ROMAGNA

 

]]>
Il Gal L’Altra Romagna in missione studio a Santiago de Compostela Thu, 26 Oct 2017 13:22:20 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457261.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457261.html GAL L'ALTRA ROMAGNA GAL L'ALTRA ROMAGNA

Sono stati 3 giorni di studio approfonditi per la delegazione del Gal L’Altra Romagna, guidata dal Consigliere di Amministrazione Giorgio Sagrini e dal Direttore Mauro Pazzaglia, quelli trascorsi a Santiago de Compostela nella regione spagnola della Galizia insieme ad altri 3 Gal dell’Emilia Romagna.

Obiettivo della missione incontrare addetti ai lavori che da anni si occupano della promozione del Cammino di Santiago, comprendendone l’esperienza ai fini di incrementare competenze e conoscenze da trasferire in un possibile progetto di cooperazione regionale di valorizzazione dei cammini.

Il Cammino di Santiago, infatti, rappresenta un modello studiato da esperti di pellegrinaggio e turismo di tutto il mondo, essendo la via più frequentata in Europa. Ricevuti dal Vicesindaco del Comune di Santiago de Compostela Marta Lois, la delegazione ha incontrato il Gal spagnolo “Pontevedra Norte” per rilevare e conoscere l’esperienza maturata nella gestione e sviluppo di uno specifico cammino all’interno del Cammino di Santiago, oltre che comprenderne le attività indirizzate allo sviluppo del territorio e del comparto turistico.

Contestualmente si è avuto un colloquio anche con il Responsabile dell’Autorità di gestione regionale.

Si sono avuti importanti confronti anche con l’ufficio del Turismo che si occupa delle azioni promozionali internazionali della città, e con referenti della società “Turismo de Galicia” che gestisce le attività di promozione della regione galiziana.

La missione è proseguita con la visita ad alcune strutture ricettive e ostelli che quotidianamente ospitano e gestiscono in maniera efficace un elevato numero di pellegrini.

Momento rilevante e conclusivo della missione l’escursione lungo un tratto del Cammino, nel quale si è potuto apprezzare la qualità della segnaletica, della manutenzione sentieristica, la presenza di numerose strutture di accoglienza, oltre che un elevato numero di pellegrini incontrati.

                                                                                                                        

L’ufficio stampa Gal L’Altra Romagna


]]>
Premio Umberto Agnelli per il giornalismo 2017 Wed, 25 Oct 2017 15:36:24 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457135.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457135.html Fondazione Italia Giappone Fondazione Italia Giappone  

 

Duecentosessanta puntate di "Racconti dei borghi d'Italia": questo l'incredibile traguardo raggiunto da una delle serie televisive più seguite in  Giappone, ideata nel 2007 da Kazuhiro Taguchi. Mandato in onda dalla BS NTV (Nippon Television), il programma, dopo la scomparsa - l’anno scorso - del suo ideatore, continuerà ancora con un’altra serie già prevista per i mesi prossimi. Il produttore e continuatore di questa impresa straordinaria, Takayuki Terashima, Presidente di Telecomstaff,  ha ricevuto ieri, 24 ottobre, a Kanazawa il Premio Umberto Agnelli per aver fatto conoscere al pubblico nipponico l'Italia minore, meno monumentale di quella del Grand Tour, ma ricca di storia, di tradizioni, di segreti. Una menzione speciale è stata attribuita alla società italo-giapponese M&M Mediaservices, con sede a Roma, che ha curato l'organizzazione delle riprese in Italia.

Il riconoscimento è stato consegnato dal Presidente della Fondazione Italia Giappone, Ambasciatore Umberto Vattani, nell'ambito della ventinovesima sessione dell'Italy Japan Business Group che si sta svolgendo proprio a Kanazawa sotto la co-presidenza, da parte italiana, dell'Ingegner Mauro Moretti.

Il Premio è alla sua sedicesima edizione. E' stato intitolato a Umberto Agnelli per ricordarne sia la figura di imprenditore lungimirante sia la sua passione per il Giappone. Umberto Agnelli fu, tra l'altro, promotore della Fondazione Italia Giappone, dell'Italy Japan Business Group, e anche  International Advisor - insieme con Helmut Schmidt, Edward Heath e David Rockefeller - del Praemiun Imperiale, che è il "Nobel" giapponese per le arti. Già negli anni '70 Umberto Agnelli auspicava un ampio ed esteso accordo commerciale tra Europa e Giappone, proprio quello che è stato raggiunto nel luglio scorso e che entro quest’anno  sarà firmato e ratificato tra la Commissione dell’Unione Europea e il Governo di Tokyo.

 

L'opera di Takayuki Terashima “Racconti dei borghi d’Italia” è tanto più degna di nota in quanto il turismo, negli ultimi decenni, ha subìto una profonda trasformazione alla quale hanno contribuito i voli low cost, le catene di Bed and Breakfast, la facilità di cercare e di prenotare viaggi e soggiorni attraverso internet. La presentazione di nuove mete turistiche  - meno conosciute ma non per questo meno attraenti ed interessanti -  è un modo per far conoscere un Paese e una civiltà attraverso itinerari poco battuti ma di sicura suggestione. Le visite ai centri minori hanno poi il vantaggio di favorire la quiete e la meditazione, valori che sono molto apprezzati dai nipponici: ciò costituisce un pregio ulteriore per i borghi d'Italia che consentono forme di turismo alternativo e originale, soprattutto in un Paese come il nostro che ha inventato la civiltà comunale e nel quale le piccole città poco conosciute sono numerose e ricche di testimonianze artistiche, storiche, culturali ed umane. Farle conoscere e amare da un pubblico evoluto come quello giapponese è sembrato particolarmente meritorio alla giuria del Premio Umberto Agnelli.

]]>
STARTUP ECOSYSTEM DAY: Bologna capitale dell'Italian Excellence Tue, 24 Oct 2017 16:42:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457020.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457020.html Giordana Sapienza Giordana Sapienza  

Bologna Business School ha ancora una volta puntato i riflettori sul tema di economia, innovazione digitale e sociale proponendo anche quest’anno - dopo il successo dell’edizione 2016 - l’evento StartUp Ecosystem Day, dedicato alla condivisione di nuovi progetti e idee. Sono stati coinvolti investitori istituzionali, manager, business angels, imprenditori e studenti BBS – oltre 100 alumni del Global MBA e dei Master Executive, provenienti da 40 nazioni diverse. 

 

 

 

Tenutosi presso la storica sede di Villa Guastavillani, lo StartUp Ecosystem Day si è svolto sotto il segno dell’eccellenza italiana, con più di 30 investitori e più di 250 partecipanti, oltre 55 startup e gruppi di ricerca, e 3 presenze d’eccezione:

 

Riccardo Fini, Associate Dean for Entrepreneurship and Innovation Bologna Business School, Luca Giordano, Responsabile Coordinamento Territoriale Intesa Sanpaolo della Direzione Regionale Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo e Molise (presente in qualità di investitore) e Fabio Poli, Presidenza Giovani Imprenditori CNA Bologna.

 

 

 

Del resto, trovare collaboratori validi e affidabili nonché i fondi necessari per sviluppare la propria idea, il tutto coordinato da un’adeguata comunicazione, sono grandi scogli e le startup riscontrano spesso un problema culturale sia nelle Istituzioni sia nelle aziende. Le prime faticano a capire i progetti e d il loro valore aggiunto, le seconde spesso non si fidano di piccole realtà per creare progetti comuni e collaborazioni. Il valore aggiunto dello StartUp Ecosystem Day rispetto ad altri eventi simili è la sua multiculturalità, grazie innanzitutto alla presenza di studenti provenienti da diversi Paesi del mondo, che hanno portato non solo le loro competenze manageriali ed economiche ma anche stimolanti punti di vista 'esterni'.

 

 

 

Nella parte iniziale dell’evento ciascuna startup ha proposto due progetti differenti valutati dagli student BBS dei Global MBA sino alla selezione finale di 20 progetti che sono stati poi presentati in modo più dettagliato durante i Discussion Tables, tavoli di lavoro tematici.

 

 

 

Tra le idee che hanno riscosso grande attenzione ben 2 sono state realizzate da alumni BBS, originari di Bologna. Si tratta delle startup Badeggs e Shapeme.

 

Il primo è un progetto food oriented che porta catering, chef e cuochi a domicilio, mentre il secondo strizza l’occhio al benessere e alla produttività dei dipendenti offrendo una vasta gamma di servizi di People Care e Corporate Wellness.

 

 

 

Badeggs è un “ristorante virtuale” nato con lo scopo di fare interagire professionisti e amanti del buon cibo. Pranzo, cena o catering che sia - purché a domicilio – chef e cuochi professionisti animeranno con le loro creazioni le cucine degli italiani, utilizzando sempre e soltanto materie prime a Km zero e di altissima qualità per menù su richiesta capaci di soddisfare qualsiasi tipo di richiesta ed esigenza.

 

 

 

Shapeme vuole diffondere un nuovo modo di concepire l’azienda quale luogo di lavoro più felice, sano e produttivo, diventando il complemento perfetto per una soddisfacente vita privata. Numerosi i servizi pensati ad hoc: dal Team Building alle attività di allenamento in gruppo o individuali, con coach professionista a disposizione, dai Check-up specifici per conoscere e monitorare la salute dei lavoratori all’Office Massage magari in pausa pranzo per ridurre lo stress e aumentare la produttività, sino ad includere seminari e workshop dedicati a temi di Alimentazione, Postura e Mindfulness.

 

 

 

Tra le startup presenti a Villa Guastavillani anche l’incredibile progetto Bettery che ha ricevuto il prestigioso premio StartCup 2017 edizione Bologna, ritirato da Francesca Soavi e Francesca De Giorgio, rispettivamente ricercatrice e post-doc del laboratorio di elettrochimica dei materiali per l’energetica del dipartimento di chimica dell’Università di Bologna. Dopo oltre otto anni di intenso studio e lunghe ricerche si è arrivati a Bettery, la batteria liquida ricaricabile a base di ossigeno e litio e 5 volte più potente delle normali batterie, che promette di rivoluzionare il mercato dell’energetica.

 

 

 

“La presenza di così tanti studenti provenienti da tutto il mondo e di manager e imprenditori realmente interessati a valutare nuovi progetti e idee su cui investire per il futuro del Paese, ci rende molto orgogliosi“ afferma Riccardo Fini, Associate Dean for Entrepreneurship and Innovation Bologna Business School. “Riteniamo fondamentale potenziare l’ecosistema imprenditoriale non solo italiano, secondo una strategia di crescita e internazionalizzazione che ha portato la nostra Scuola ad eccellere e ad avere sempre un occhio verso tutto ciò che promuovendo il cambiamento determina innovazione e progresso”.

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni:

 

www.bbs.unibo.it/startup-ecosystem-day

    

]]>
Export, al Roadshow ICE gli imprenditori scoprono gli strumenti per l'internazionalizzazione Wed, 18 Oct 2017 13:43:05 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457049.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/457049.html Nello Di Marcantonio Nello Di Marcantonio


Verona, 18 ottobre 2017 �“ Il Roadshow “Italia per le Imprese, con le PMI verso i mercati esteri” ha fatto tappa di Verona, nel Centro Congressi della Camera di Commercio di Verona. I circa 200 imprenditori presenti hanno potuto così ricevere informazioni sugli strumenti che i soggetti pubblici e privati del Sistema Italia possono mettere a disposizione per vincere la sfida nei mercati mondiali ed individuare nuove opportunità di business. «Il successo di questa tappa del Roadshow �“ ha spiegato Antonino Laspina, Direttore dell'Ufficio di Coordinamento Marketing ICE-Agenzia �“ è testimoniato dalla cospicua presenza di operatori e dimostra l'interesse per le azioni messe in campo dall'ICE e dagli attori del Sistema per l'internazionalizzazione per contribuire alla crescita delle nostre esportazioni. Per dare un impulso concreto al commercio internazionale del Veneto è necessario informare sempre di più le aziende sugli strumenti e sui servizi, anche digitali, che hanno a disposizione per operare all'estero».

Si è parlato ovviamente dei nuovi strumenti messi a disposizione col rifinanziamento del Piano di Promozione straordinaria per il Made in Italy da parte del ministero dello Sviluppo economico. Con uno stanziamento di 26 milioni di euro si puntano a sostenere le PMI che intendano avvalersi di temporary export manager per perseguire al meglio la loro strategia di internazionalizzazione. In particolare, attraverso il voucher le imprese potranno usufruire di contributi a fondo perduto di diversa entità, a seconda delle loro esigenze. Rispetto alla precedente edizione che ha visto la concessione di 1.790 voucher ad altrettante PMI beneficiarie, il decreto ministeriale stavolta estende la sua operatività anche alle PMI costituite sotto forme di società di persone e, oltre a confermare il precedente voucher di euro 10.000 per ogni PMI (8.000 per quelle già beneficiarie sul precedente bando), prevede la concessione di un voucher di importo pari a euro 15.000 (innalzabile fino a 30.000 al raggiungimento di specifici obiettivi sui volumi di export) al fine di supportare le PMI che intendano usufruire di un temporary export manager per almeno 1 anno. L’iniziativa del Roadshow, promossa e sostenuta dal Ministero dello Sviluppo Economico e organizzata da ICE-Agenzia in collaborazione con Confindustria Verona, è stata aperta dal saluto di Michele Bauli, Presidente Confindustria Verona, e di Giuseppe Riello, Presidente della Camera di Commercio di Verona. Subito dopo ha tracciato lo scenario di contesto Alessandra Lanza di Prometeia. I dati forniti durante il convegno hanno mostrato un export in crescita, con Verona che ha fatto segnare incrementi del 14.1% secondo l’ultima rilevazione ISTAT nel confronto tra il primo trimestre 2017 e quello 2016. A presentare gli strumenti nazionali di supporto all’internazionalizzazione è stata Chiara Franco, dell’Ufficio Internazionalizzazione delle Imprese del MAECI. «Per le imprese oggi l’internazionalizzazione è un’opportunità preziosa �“ ha spiegato - ma operare all’estero non è sempre facile e il supporto istituzionale può essere determinante. Per questo il MAECI, attraverso le Ambasciate e i Consolati in tutto il mondo, mette a disposizione delle aziende italiane non solo il suo patrimonio di informazioni strategiche, ma anche la sua rete di contatti ai massimi livelli. In questo modo possiamo aiutare le imprese ad inserirsi nei mercati, specie quelli più complessi ed emergenti, a vincere gare o a risolvere eventuali contenziosi. È fondamentale per noi far conoscere sempre di più i servizi che offriamo al settore privato, anche attraverso incontri sul territorio: ciò in particolare in una Regione già altamente internazionalizzata come il Veneto, dove infatti la Farnesina ha partecipato a numerose iniziative negli ultimi mesi».

È stata poi la volta di Tiziana Vecchio dell’Ufficio Relazioni Internazionali, Direzione Generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha sottolineato come «La dotazione complessiva di risorse destinate all'attività promozionale per il 2018 e per gli anni successivi resta invariata rispetto alla media delle risorse disponibili per il triennio 2015-2017, attestandosi a 190 milioni di euro circa. Allo stesso tempo, unitamente allo sforzo per presidiare i mercati “maturi” nei quali il posizionamento italiano è già prossimo a saturare il nostro potenziale di export, andrà condotta un'azione di forte investimento promozionale in quei Paesi/settori nei quali le opportunità da cogliere sono ancora ampie. La dinamica di crescita del numero delle imprese italiane affacciatesi sui mercati internazionali è lievemente positiva (+ 7.000 nel 2015 rispetto alla media del decennio 2005 �“ 2014) ma tale andamento non è tuttavia ancora soddisfacente: restano infatti ampi margini per ampliare e consolidare la base delle imprese italiane stabilmente esportatrici».

Dopo l’intervento di Antonino Laspina, Direttore dell'Ufficio di Coordinamento Marketing ICE-Agenzia, hanno parlato Andrea Di Nicolantonio, Responsabile Trentino Alto Adige e Verona della SACE e Carlo De Simone, Responsabile Servizio Marketing Territoriale di SIMEST. Fino al termine della giornata si sono succeduti gli incontri individuali tra gli imprenditori e gli esperti.

]]>