Il CCDU informa a Firenze

31/gen/2019 11:36:03 campagna sociale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Domenica scorsa i Volontari del CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, hanno distribuito alla popolazione di Firenze opuscoli informativi sugli effetti collaterali di alcuni farmaci psichiatrici.

Il tavolo informativo era situato nei pressi della stazione ferroviaria di SMN, e i materiali erano offerti gratuitamente ai passanti. Nonostante il freddo, molte persone si sono fermate chiedendo informazioni più dettagliate.

 

Proprio la settimana scorsa, a Ginevra, nel corso dell’80esima sessione del Comitato per i Diritti del Fanciullo, il Governo italiano è stato interrogato per verificare l’implementazione della Convenzione ONU sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza. Nel corso della seduta, la professoressa Olga Khazova, Vicepresidente del Comitato e Co-relatrice per l’Italia, ha sollevato perplessità sulle eccessive diagnosi di DSA nelle scuole italiane e sulla somministrazione di psicofarmaci ai bambini, sollevando il problema della salute mentale per i bambini italiani:

 

"La nostra preoccupazione più seria riguarda la salute mentale ... Su quest’argomento siamo particolarmente preoccupati per i bambini con problemi comportamentali e per quelli affetti da Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA).
Il numero di bambini così etichettati è in costante aumento. Ad esempio, un quarto di milione di bambini (250.000) sono stati diagnosticati con un Disturbo Specifico dell'Apprendimento.
I DSA sono definiti come una sorta di diagnosi psichiatrica, offerta ai bambini con diversi tipi di difficoltà di apprendimento legati alla lettura, alla scrittura o alle abilità matematiche. E siamo preoccupati che non vi sia una corretta differenziazione tra l'avere un Disturbo Specifico dell’Apprendimento, come una malattia mentale, o solo una scarsa prestazione scolastica. E i bambini sono etichettati come affetti da DSA con tutte le conseguenze negative.
Inoltre, anche per i bambini con problemi comportamentali sono in aumento le diagnosi di Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività e la somministrazione di farmaci antidepressivi che hanno dei gravi effetti collaterali.
Questo è – mi dispiace dirlo – non solo un problema dell'Italia, ma ora stiamo parlando del vostro paese.”
In questa corsa alla medicalizzazione di qualsiasi disagio, che non è esente dal sospetto di conflitti d’interesse alimentati dai miliardi dell’industria psicofarmacologica, la Toscana gioca purtroppo un ruolo da protagonista: un’impennata del 100% dei rimborsi per antidepressivi pagati dal Servizio Sanitario Nazionale dal 2001 al 2010. Questi dati dovrebbero far riflettere, specialmente perché ad aumentare è proprio la popolazione più indifesa, quella di cui si sta preoccupando l'ONU, i nostri bambini.
INFORMATI, è un tuo diritto ma è soprattutto un tuo dovere verso chi dovresti proteggere
" I Diritti Umani Dedvono essere Resi un Fatto, non un Sogno Idealistico" L. Ron Hubbard

https://www.ccdu.org

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl