IL 3 MARZO, ANNIVERSARIO DEL DISASTRO FERROVIARIO DI BALVANO: IL GIORNO DELLA DIMENTICANZA

01/mar/2013 22:59:02 Andrej Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

             

IL 3 MARZO, ANNIVERSARIO DEL DISASTRO FERROVIARIO DI BALVANO: IL GIORNO DELLA DIMENTICANZA

 

DAL 2006 IL GRUPPO TRENO  DI LUCE HA ISTITUITO IL GIORNO 3 MARZO, GIORNO DELLA DIMENTICANZA OVVERO QUELLO IN CUI LE ISTITUZIONI SI DIMENTICANO DEI LORO FIGLI.

L'ANNUNCIO FU DATO IL 24 GENNAIO 2006 DA VINCENZO FRANCIONE, PRESENTE AL CONVEGNO VIAGGIO-NELLA STORIA - IL TRENO MALEDETTO TENUTOSI PRESSO L'UNIVERSITA' DI SALERNO. FRANCIONE  TENNE A SOTTOLINEARE: "SONO SICURO CHE IL PRESIDENTE CIAMPI NON NE SA NULLA DI QUESTA FACCENDA" ATTRIBUENDO OGNI RESPONSABILITA' ALLA BUROCRAZIA CIECA.

 

Valga la democrazia dal basso per ridare reali pari dignità e diritti ai vivi  e ai morti contro le BUROCRAZIE  immemori perse nei loro discorsi sulla costituzione EGUALITARIA vuoti  e retorici.

 

Gloria e pace a Vincenzo Francione che un  anno e mezzo fa è salito sul treno di luce accolto dal papà Gennaro  e dalla mamma Giulietta perita in quel tragico disastro.  E' grazie a Vincenzo se il fenomeno è stato rievocato dai media forti in un'epica trasmissione condotta da Cocuzza nell'Italia in diretta, con l'intervento fraterno di sopravvissuti e  parenti delle vittime. Ora può  essere rivista  su   http://youtu.be/VnFhu3pZE44

@@@@@@

         UNA TRASMISSIONE STORICA

 

                                                 24 marzo 2004          

                     

SQUARCIATO IN RAI A "UN GIORNO SPECIALE" DI COCUZZA IL VELO DI COLPEVOLE OMERTA'  DURATO 60 ANNI SULLA PIU' GRAVE TRAGEDIA FERROVIARIA DELLA STORIA, QUELLA DEL TRENO 8017.

 

Il Gruppo Treno di Luce è intervenuto il 24 marzo 2004 nella trasmissione "Un giorno speciale" condotta da Michele Cocuzza, per ricordare la Tragedia di Balvano, il più grave disastro ferroviario di tutti tempi, misteriosamente nascosto alla coscienza collettiva.

Nella notte tra il 2 e il 3 marzo 1944 nei pressi della stazione di Balvano, sotto la Galleria delle Armi, morirono oltre 600 persone uccise dal monossido di carbonio sprigionato dalle due locomotive di un convoglio sovraccarico che non riuscirono a vincere la forte pendenza. I macchinisti continuarono ad alimentare le caldaie trasformando la galleria in una lunga camera a gas.

Con immagini e servizi davvero forti realizzati sui posti del disastro la trasmissione ha fornito uno spaccato vibrante della tragedia.

I signori Agostino e Ciro Avventurato hanno ricordato la Cappella di Balvano, fatta erigere dal loro rispettivo padre e fratello Salvatore Avventurato, non solo per i suoi tre parenti morti ma per tutte le vittime che si abbracciarono nell'ultimo viaggio là nella Galleria delle Armi, da allora detta Galleria della Morte.

Apuzzo Silvio ha ricordato i parenti morti in quella tragedia e il viaggio che essi facevano per procurarsi cibo mancante nella loro terra.

Galdino Acampora ha portato la sua testimonianza di unico sopravvissuto attualmente vivente, scampato perché viaggiava su uno dei due vagoni rimasti appena fuori dalla galleria.

Vincenzo Francione e suo figlio, il giudice drammaturgo romano Gennaro Francione, che nel disastro persero l'amata Giulietta, loro rispettiva madre e nonna, a nome del gruppo hanno chiesto al Presidente Ciampi di istituire il Giorno della Memoria per poter ricordare pubblicamente e per sempre quei fatti, per troppo tempo rimasti oscuri.

La trasmissione seguita in Italia da oltre 2.500.000 di persone, è stata mandata in onda in America. Intanto è stata seguita in Svizzera da nostri connazionali là emigrati che hanno fatto pervenire al Gruppo Treno di Luce lettere di rammarico per la vicenda sconosciuta e di commossa partecipazione agli avvenimenti.

Messaggi di dolore partecipato sono continuati a pervenire nei tempi successivi. Il velo squarciato ha portato intellettuali, accademici universitari, artisti a interessarsi della tragedia aiutando il Treno di Luce a riaprire la storia. Per  non dimenticare.

 

GRUPPO TRENO DI LUCE 8017: L’INNO ALLA PACE DEI 521 MORTI DELLA   

      TRAGEDIA DI BALVANO  http://www.antiarte.it/trenodiluce       

 

In Face Book

http://www.facebook.com/groups/125209645401/?ref=ts&fref=ts

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl