DDL STABILITÁ 2013: UN ATTACCO FRONTALE AL SSN

21/ott/2012 08:21:51 UGL MEDICI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un'autorevolissima fonte quale Il Sole 24 Ore -ha affermato il Segretario Nazionale Ugl Medici Ruggero Di Biagi- ha aggiornato pochi giorni fa la sommatoria dei tagli inferti al SSN con le ultime normative, da Brunetta a oggi: sono 34,9 MLD nel quadriennio 2012-2015.

Il che significa, vista la previsione di spesa globale per questo settore di 112 MLD per il 2012, che verra' cassato dalle nuove normative (buon ultime il Dl 95/12 di spending review e il Ddl di Stabilita' 2013)  un terzo del finanziamento storico!

Riteniamo -ha concluso Di Biagi- trattarsi non certo di una razionalizzazione o di tagli agli sprechi, ma di un vero e proprio attacco frontale alla sanità pubblica e accreditata con una pervicace quanto perversa volontà di liquidare un servizio di altissima valenza sociale.

Ringraziamo le oligarchie finanziarie per i loro progetti di sostituire con organismi profit le strutture sanitarie di oggi.  

 

UGL MEDICI

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl