Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Scuola e Ricerca Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Scuola e Ricerca Fri, 20 Oct 2017 07:18:27 +0200 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/1 ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 16:00:51 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456490.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456490.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 16:00:29 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456489.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456489.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 16:00:06 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456488.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456488.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 15:59:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456486.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456486.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 15:59:22 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456485.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456485.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 15:58:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456484.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456484.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
ESCP Europe nella Top 10 mondiale degli Executive MBA Thu, 19 Oct 2017 15:58:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456483.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456483.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Un mese dopo essersi classificata sesta al mondo nel ranking annuale del Financial Times dei Master in Management, la Business School internazionale ESCP Europe fa un salto in avanti anche nella classifica dei migliori Executive MBA1, entrando per la prima volta nella Top 10 dei Master in Business Administration part-time compatibili con l’attività lavorativa dei partecipanti.

 

Il prestigioso quotidiano economico inglese considera l’offerta didattica delle migliori 100 Business School del mondo e fotografa la situazione dei diplomati a tre anni dal termine del loro percorso di studi. Il Master di ESCP Europe si conferma il programma per manager n.1 in Italia, al primo posto al mondo per obiettivi raggiuntisecondo per progressione di carriera - il criterio che considera la crescita professionale ottenuta grazie all’MBA comparando la posizione ricoperta in azienda prima dell’iscrizione con quella acquisita una volta conseguito il titolo - e terzo a livello globale per International Course Experience, la componente di internazionalità del programma. A rafforzare l’avanzamento nel ranking, anche l’incremento del 62% dello stipendio medio annuale - calcolato prima e dopo la frequentazione del Master - dei partecipanti, che arrivano a guadagnare in media 234.000 dollari annui (pari a 197.400 euro).

 

All’avanguardia nell’approccio didattico per permettere ai propri partecipanti di comprendere le differenti dinamiche del business moderno, l’EMBA di ESCP Europe offre uno stile di formazione interculturale e prepara i dirigenti a contesti altamente sfidanti e competitivi. Il programma è erogato attraverso due formule - Standard ed Extended - che vanno dai 18 ai 30 mesi di frequenza di moduli e seminari nei campus europei della Business School (a Berlino, Londra, Madrid, Parigi e Torino) e in altri sei Paesi (Belgio, Brasile, Cina, India, Libano, Stati Uniti).

 

Manager e top executive ad alto potenziale sono liberi di organizzare il percorso di studi in modo che possa facilitare il raggiungimento dei loro obiettivi professionali e portarli verso una svolta di carriera. La classe dell’Anno Accademico 2017-2018 accoglie 101 dirigenti provenienti da 32 diverse nazioni, con una età media di 37 anni e un’esperienza lavorativa di circa 13 anni. Ogni manager è chiamato a seguire lezioni dinamiche in cui è necessaria una partecipazione attiva e ogni tematica affrontata è di forte utilità e interesse perché contestualizzata in aziende reali.

 

«La struttura multi-campus di ESCP Europe offre ai nostri partecipanti l’opportunità di trarre il massimo vantaggio dall’immersione in un contesto interamente internazionale con una forte attenzione verso l’Europa», afferma il Prof. Frank Bournois, Dean di ESCP Europe.

 

«Viviamo in una società globale, i cui leader devono essere dotati di una prospettiva nuova e più ampia rispetto al passato - continua il Prof. Francesco Rattalino Direttore di ESCP Europe Torino Campus -. L’EMBA permette a chi lo frequenta di esprimere al massimo il suo potenziale, grazie a dei percorsi flessibili che si adattano alle esigenze del singolo partecipante, quasi in modo sartoriale. Infatti, oltre ai corsi di general management, gli iscritti possono scegliere tra un ampio ventaglio di seminari e oltre 50 moduli elective. È un programma globale a tutti i livelli e consente di entrare in contatto con un network di aziende e top manager di tutto il mondo. Inoltre è importante ricordare che i partecipanti e i docenti dell'EMBA provengono da tutto il mondo ed hanno background culturali differenti: per noi questa diversità è una grande ricchezza».

 

La natura internazionale della Business School e la possibilità di scegliere una modalità di accesso diluito nel tempo attraverso il percorso GMP - General Managament Programme, la cui frequenza consente la successiva integrazione nell’arco di 3 successivi anni, rendono l’EMBA di ESCP Europe un prodotto unico sul mercato italiano, che le aziende - da BNL BNP Paribas Group a Saipem, da Comau a Groupon e Eaton, solo per citarne alcune - chiedono in maniera crescente. «In un momento di divisioni crescenti e di paura nei confronti della diversità, di tensioni internazionali e segnali di disintegrazione europea, questo EMBA non solo offre la possibilità di viaggiare e studiare nei campus europei della Business School e in altre istituzioni partner internazionali, ma prima di tutto rappresenta un viaggio attraverso l'importanza e l'unicità del sogno europeo - dichiara Sandro Vitale, partecipante EMBA e Director CE Alliances & CHEX&MHEX Portfolio Strategy & Management -. Trovandosi in contatto con partecipanti provenienti da più di 30 paesi diversi, ci si rende conto che i valori comuni sono molto più forti delle differenze, che il modello dell'integrazione transculturale adottato dall’ESCP Europe dovrebbe essere da esempio per fare un passo avanti nel consolidamento europeo, senza il quale i singoli paesi dell'Unione Europea sono condannati in futuro ad avere un ruolo marginale rispetto a giganti globali come USA e Cina».

 

]]>
Executive Program in Management dell'IT della LUISS Business School: la nuova edizione in partenza a febbraio 2018 Fri, 13 Oct 2017 11:36:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/455802.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/455802.html Redazione LUISS Business School Redazione LUISS Business School Prodotti e servizi allineati alle esigenze dei clienti, semplificazione dei processi e riduzione dei costi: la Funzione Sistemi Informativi (FSI) in un’azienda richiede competenze di management che possano integrare quelle tecniche.

L’Executive Program in Management dell'IT della LUISS Business School permette di acquisire tutti gli strumenti e le conoscenze, per definire strategie IT integrate col piano industriale, coerenti con gli obiettivi e in linea con le risorse a disposizione.

Un percorso finalizzato allo sviluppo di competenze manageriali necessarie alla gestione dell’intero ciclo di vita dei servizi IT, consolidando ed integrando sia le Competenze verticali di processo (Demand, Development, Change, Service Level Management, Capacity Management, Security Management, Deployment, Asset Management, Service Support, Operation), sia le Competenze trasversali Project Management, progettazione organizzativa, gestione del cambiamento, ICT Financial Management, gestione degli aspetti legali e contrattuali, Sourcing & Vendor Management, Audit).

Competenze che favoriscono la capacità di organizzare al meglio la funzione sistemi informativi (FSI) al fine di:

·         Definire strategie IT integrandole col piano industriale;

·         Acquisire tecniche di progettazione organizzativa e gestione del cambiamento in linea con le sollecitazioni del mercato;

·         Applicare tecniche di performance management a progetti, servizi e processi della funzione sistemi informativi per prendere decisioni basate su dati oggettivi;

·         Descrivere in modo chiaro i servizi erogati dall’IT e negoziare i relativi livelli di servizio assicurando l’allineamento tra le esigenze delle business unit e i servizi erogati;

·         Comprendere i costi dell’IT e allocarli sui servizi erogati agli utenti e sulle business unit;

·         Aumentare la flessibilità dell’IT, variabilizzarne i costi e assicurare l’innovazione attraverso operazioni di IT Outsourcing selettivo;

·         Integrare la gestione dei rischi informatici nei processi decisionali ed operativi dell’azienda;

·         Assicurare il rispetto delle norme di legge rilevanti per la gestione dei sistemi informativi e l’acquisto di beni e servizi di natura informatica.

 

La nuova edizione del programma, della durata di 18 mesi e organizzato in formula week-end, è in partenza a febbraio 2018.

DOWNLOAD BROCHURE

 


Contatti

T +39 06 8522 2240/2354 §
Email emit@luiss.it

]]>
Executive Program in Management dell'IT della LUISS Business School: la nuova edizione in partenza a febbraio 2018 Fri, 13 Oct 2017 11:35:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/455801.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/455801.html Redazione LUISS Business School Redazione LUISS Business School Prodotti e servizi allineati alle esigenze dei clienti, semplificazione dei processi e riduzione dei costi: la Funzione Sistemi Informativi (FSI) in un’azienda richiede competenze di management che possano integrare quelle tecniche.

L’Executive Program in Management dell'IT della LUISS Business School permette di acquisire tutti gli strumenti e le conoscenze, per definire strategie IT integrate col piano industriale, coerenti con gli obiettivi e in linea con le risorse a disposizione.

Un percorso finalizzato allo sviluppo di competenze manageriali necessarie alla gestione dell’intero ciclo di vita dei servizi IT, consolidando ed integrando sia le Competenze verticali di processo (Demand, Development, Change, Service Level Management, Capacity Management, Security Management, Deployment, Asset Management, Service Support, Operation), sia le Competenze trasversali Project Management, progettazione organizzativa, gestione del cambiamento, ICT Financial Management, gestione degli aspetti legali e contrattuali, Sourcing & Vendor Management, Audit).

Competenze che favoriscono la capacità di organizzare al meglio la funzione sistemi informativi (FSI) al fine di:

·         Definire strategie IT integrandole col piano industriale;

·         Acquisire tecniche di progettazione organizzativa e gestione del cambiamento in linea con le sollecitazioni del mercato;

·         Applicare tecniche di performance management a progetti, servizi e processi della funzione sistemi informativi per prendere decisioni basate su dati oggettivi;

·         Descrivere in modo chiaro i servizi erogati dall’IT e negoziare i relativi livelli di servizio assicurando l’allineamento tra le esigenze delle business unit e i servizi erogati;

·         Comprendere i costi dell’IT e allocarli sui servizi erogati agli utenti e sulle business unit;

·         Aumentare la flessibilità dell’IT, variabilizzarne i costi e assicurare l’innovazione attraverso operazioni di IT Outsourcing selettivo;

·         Integrare la gestione dei rischi informatici nei processi decisionali ed operativi dell’azienda;

·         Assicurare il rispetto delle norme di legge rilevanti per la gestione dei sistemi informativi e l’acquisto di beni e servizi di natura informatica.

 

La nuova edizione del programma, della durata di 18 mesi e organizzato in formula week-end, è in partenza a febbraio 2018.

DOWNLOAD BROCHURE

 


Contatti

T +39 06 8522 2240/2354 §
Email emit@luiss.it

]]>
comunicato Wed, 11 Oct 2017 12:09:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456190.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/456190.html Redazione LUISS Business School Redazione LUISS Business School

Gentilissimi,

inviamo in allegato il testo di un comunicato.
In allegato potete trovare anche un’immagine, vogliate per favore indicarci le dimensioni qualora dovesse essere necessario adeguarle.

Siamo a disposizione per ogni richiesta o integrazione,

una buona giornata,

 

Amalia

 

Editorial Staff

 

Via Nomentana, 216 - 00162 Roma
redazioneluissbs@luiss.it
t +39 06 85222265

t +39 06 85222374

t +39 06 85225542

 

businessschool.luiss.it

 

http://static.luiss.it/images_10/loghi/LBS_BLU_RIDUZIONE_WEB.pnghttp://static.luiss.it/images_10/loghi/equis.jpg

 

http://www.luiss.it/images_10/icons/environment-icon.pngPlease consider the environment... do you really need to print this email?

 

]]>
yay some new stuff Fri, 29 Sep 2017 07:56:44 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/454398.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/454398.html ACLE ACLE

image

 

Yo!

 

I've acquired some new products for you, you'll definitely think it’s great, have a look at read more

 

See you soon, Giovanni Ferlazzo

 

From: pubblica [mailto:pubblica@comunicati.net]
Sent: Friday, September 29, 2017 12:56 AM
To: giovanni.ferlazzo@libero.it
Subject: oh god no

 

Translation:

 

Moon and Star, Hortator,

 

Azura's Great Champion,

 

God-denial, devil-death,

 

Great leader Nerevar

 

Nerevar.?

 

 

Nerevar, Hortator! (x2)

 

 

Moon and Star, Hortator,

 

Azura's Great Champion,

 

God-denial, devil-death,

 

prophesied reformer.

 

We pray for your

 

triumphant soul's return,

 

Nerevar.?

 

Sent from Mail for Windows 10

 

]]>
Transportation & Automobile Design Wed, 27 Sep 2017 15:41:48 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453748.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453748.html POLI.design POLI.design 10 anni di attività per il Master del Politecnico di Milano dedicato all’automotive

 

Avvio delle lezioni: marzo 2018

Disponibili agevolazioni alla frequenza entro il 27/10/2017

In collaborazione con Volkswagen Group Italia

 

È una pole position quella conquistata dal Master in Transportation & Automobile Design del Politecnico di Milano, che taglia in volata il traguardo dei 10 anni con alle spalle 9 edizioni di successo.

 

Fuor di metafora, è pur vero che il Master gestito da POLI.design rappresenta oggi un punto di riferimento nel panorama dell’offerta formativa di settore per quanti sognano di intraprendere la carriera di car designer nei Centri Stile delle più importanti aziende automobilistiche.

 

Fare design” l’imperativo alla base dell’approccio didattico che, nel pieno rispetto della tradizione politecnica, mira a trasmettere conoscenze tecniche e capacità pratiche per formare progettisti competenti e aggiornati.

 

Preziosa in tal senso la collaborazione pluriennale con Volkswagen Group, i cui designer partecipano attivamente alla didattica proponendo lezioni dai contenuti specialistici e assegnando agli studenti un tema progettuale sul quale misurarsi.

 

Il brief Volkswagen dell’edizione 2017, per esempio, ha riguardato il mondo delle vetture eco-dinamiche, con un focus specifico sul brand Audi. Gli studenti si sono cimentati nella progettazione di diverse tipologie di veicoli la cui forma aerodinamica fosse d’ausilio alla riduzione dei consumi e dell’impatto ambientale, in linea con le nuove norme anti-inquinamento. Contributo d’eccezione per la fase di revisione dei progetti, quello di  Dallara Automobili, altro prestigioso partner didattico.

 

Un momento di apprendimento e confronto per i giovani designer, abituati fin da subito a ragionare come progettisti – e non solo stilisti – di automobili, ed educati all’attenta interpretazione dei trend di mercato e delle esigenze del consumatore.

La X edizione del Master inizierà a marzo 2018.

Il Corso è a numero chiuso ed è riservato a un massimo di 20 allievi. Si rivolge prevalentemente a laureati in Disegno industriale, Architettura e Ingegneria, ma possono presentare domanda di ammissione anche candidati in possesso di titoli di studio equivalenti.

 

Sono disponibili due agevolazioni economiche del valore di 2.000 euro ciascuna da applicare alla quota di partecipazione. Deadline per richiedere uno degli esoneri: 27/10/2017.

 

Il regolamento che disciplina l'accesso alle agevolazioni economiche è disponibile al link:

http://polidesign.net/sites/default/files/Esoneri%20parziali_TAD.pdf

 

Per informazioni sulle modalità di ammissione e di iscrizione si prega di contattare l’Ufficio Formazione di POLI.design: tel. +39 02 2399 5911; formazione@polidesign.net

 

 

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 02.2399.7201; comunicazione@polidesign.net

]]>
Transportation & Automobile Design Wed, 27 Sep 2017 15:41:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453747.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453747.html POLI.design POLI.design 10 anni di attività per il Master del Politecnico di Milano dedicato all’automotive

 

Avvio delle lezioni: marzo 2018

Disponibili agevolazioni alla frequenza entro il 27/10/2017

In collaborazione con Volkswagen Group Italia

 

È una pole position quella conquistata dal Master in Transportation & Automobile Design del Politecnico di Milano, che taglia in volata il traguardo dei 10 anni con alle spalle 9 edizioni di successo.

 

Fuor di metafora, è pur vero che il Master gestito da POLI.design rappresenta oggi un punto di riferimento nel panorama dell’offerta formativa di settore per quanti sognano di intraprendere la carriera di car designer nei Centri Stile delle più importanti aziende automobilistiche.

 

Fare design” l’imperativo alla base dell’approccio didattico che, nel pieno rispetto della tradizione politecnica, mira a trasmettere conoscenze tecniche e capacità pratiche per formare progettisti competenti e aggiornati.

 

Preziosa in tal senso la collaborazione pluriennale con Volkswagen Group, i cui designer partecipano attivamente alla didattica proponendo lezioni dai contenuti specialistici e assegnando agli studenti un tema progettuale sul quale misurarsi.

 

Il brief Volkswagen dell’edizione 2017, per esempio, ha riguardato il mondo delle vetture eco-dinamiche, con un focus specifico sul brand Audi. Gli studenti si sono cimentati nella progettazione di diverse tipologie di veicoli la cui forma aerodinamica fosse d’ausilio alla riduzione dei consumi e dell’impatto ambientale, in linea con le nuove norme anti-inquinamento. Contributo d’eccezione per la fase di revisione dei progetti, quello di  Dallara Automobili, altro prestigioso partner didattico.

 

Un momento di apprendimento e confronto per i giovani designer, abituati fin da subito a ragionare come progettisti – e non solo stilisti – di automobili, ed educati all’attenta interpretazione dei trend di mercato e delle esigenze del consumatore.

La X edizione del Master inizierà a marzo 2018.

Il Corso è a numero chiuso ed è riservato a un massimo di 20 allievi. Si rivolge prevalentemente a laureati in Disegno industriale, Architettura e Ingegneria, ma possono presentare domanda di ammissione anche candidati in possesso di titoli di studio equivalenti.

 

Sono disponibili due agevolazioni economiche del valore di 2.000 euro ciascuna da applicare alla quota di partecipazione. Deadline per richiedere uno degli esoneri: 27/10/2017.

 

Il regolamento che disciplina l'accesso alle agevolazioni economiche è disponibile al link:

http://polidesign.net/sites/default/files/Esoneri%20parziali_TAD.pdf

 

Per informazioni sulle modalità di ammissione e di iscrizione si prega di contattare l’Ufficio Formazione di POLI.design: tel. +39 02 2399 5911; formazione@polidesign.net

 

 

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 02.2399.7201; comunicazione@polidesign.net

]]>
Transportation & Automobile Design Wed, 27 Sep 2017 15:41:03 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453746.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453746.html POLI.design POLI.design 10 anni di attività per il Master del Politecnico di Milano dedicato all’automotive

 

Avvio delle lezioni: marzo 2018

Disponibili agevolazioni alla frequenza entro il 27/10/2017

In collaborazione con Volkswagen Group Italia

 

È una pole position quella conquistata dal Master in Transportation & Automobile Design del Politecnico di Milano, che taglia in volata il traguardo dei 10 anni con alle spalle 9 edizioni di successo.

 

Fuor di metafora, è pur vero che il Master gestito da POLI.design rappresenta oggi un punto di riferimento nel panorama dell’offerta formativa di settore per quanti sognano di intraprendere la carriera di car designer nei Centri Stile delle più importanti aziende automobilistiche.

 

Fare design” l’imperativo alla base dell’approccio didattico che, nel pieno rispetto della tradizione politecnica, mira a trasmettere conoscenze tecniche e capacità pratiche per formare progettisti competenti e aggiornati.

 

Preziosa in tal senso la collaborazione pluriennale con Volkswagen Group, i cui designer partecipano attivamente alla didattica proponendo lezioni dai contenuti specialistici e assegnando agli studenti un tema progettuale sul quale misurarsi.

 

Il brief Volkswagen dell’edizione 2017, per esempio, ha riguardato il mondo delle vetture eco-dinamiche, con un focus specifico sul brand Audi. Gli studenti si sono cimentati nella progettazione di diverse tipologie di veicoli la cui forma aerodinamica fosse d’ausilio alla riduzione dei consumi e dell’impatto ambientale, in linea con le nuove norme anti-inquinamento. Contributo d’eccezione per la fase di revisione dei progetti, quello di  Dallara Automobili, altro prestigioso partner didattico.

 

Un momento di apprendimento e confronto per i giovani designer, abituati fin da subito a ragionare come progettisti – e non solo stilisti – di automobili, ed educati all’attenta interpretazione dei trend di mercato e delle esigenze del consumatore.

La X edizione del Master inizierà a marzo 2018.

Il Corso è a numero chiuso ed è riservato a un massimo di 20 allievi. Si rivolge prevalentemente a laureati in Disegno industriale, Architettura e Ingegneria, ma possono presentare domanda di ammissione anche candidati in possesso di titoli di studio equivalenti.

 

Sono disponibili due agevolazioni economiche del valore di 2.000 euro ciascuna da applicare alla quota di partecipazione. Deadline per richiedere uno degli esoneri: 27/10/2017.

 

Il regolamento che disciplina l'accesso alle agevolazioni economiche è disponibile al link:

http://polidesign.net/sites/default/files/Esoneri%20parziali_TAD.pdf

 

Per informazioni sulle modalità di ammissione e di iscrizione si prega di contattare l’Ufficio Formazione di POLI.design: tel. +39 02 2399 5911; formazione@polidesign.net

 

 

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 02.2399.7201; comunicazione@polidesign.net

]]>
Transportation & Automobile Design Wed, 27 Sep 2017 15:40:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453745.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/453745.html POLI.design POLI.design 10 anni di attività per il Master del Politecnico di Milano dedicato all’automotive

 

Avvio delle lezioni: marzo 2018

Disponibili agevolazioni alla frequenza entro il 27/10/2017

In collaborazione con Volkswagen Group Italia

 

È una pole position quella conquistata dal Master in Transportation & Automobile Design del Politecnico di Milano, che taglia in volata il traguardo dei 10 anni con alle spalle 9 edizioni di successo.

 

Fuor di metafora, è pur vero che il Master gestito da POLI.design rappresenta oggi un punto di riferimento nel panorama dell’offerta formativa di settore per quanti sognano di intraprendere la carriera di car designer nei Centri Stile delle più importanti aziende automobilistiche.

 

Fare design” l’imperativo alla base dell’approccio didattico che, nel pieno rispetto della tradizione politecnica, mira a trasmettere conoscenze tecniche e capacità pratiche per formare progettisti competenti e aggiornati.

 

Preziosa in tal senso la collaborazione pluriennale con Volkswagen Group, i cui designer partecipano attivamente alla didattica proponendo lezioni dai contenuti specialistici e assegnando agli studenti un tema progettuale sul quale misurarsi.

 

Il brief Volkswagen dell’edizione 2017, per esempio, ha riguardato il mondo delle vetture eco-dinamiche, con un focus specifico sul brand Audi. Gli studenti si sono cimentati nella progettazione di diverse tipologie di veicoli la cui forma aerodinamica fosse d’ausilio alla riduzione dei consumi e dell’impatto ambientale, in linea con le nuove norme anti-inquinamento. Contributo d’eccezione per la fase di revisione dei progetti, quello di  Dallara Automobili, altro prestigioso partner didattico.

 

Un momento di apprendimento e confronto per i giovani designer, abituati fin da subito a ragionare come progettisti – e non solo stilisti – di automobili, ed educati all’attenta interpretazione dei trend di mercato e delle esigenze del consumatore.

La X edizione del Master inizierà a marzo 2018.

Il Corso è a numero chiuso ed è riservato a un massimo di 20 allievi. Si rivolge prevalentemente a laureati in Disegno industriale, Architettura e Ingegneria, ma possono presentare domanda di ammissione anche candidati in possesso di titoli di studio equivalenti.

 

Sono disponibili due agevolazioni economiche del valore di 2.000 euro ciascuna da applicare alla quota di partecipazione. Deadline per richiedere uno degli esoneri: 27/10/2017.

 

Il regolamento che disciplina l'accesso alle agevolazioni economiche è disponibile al link:

http://polidesign.net/sites/default/files/Esoneri%20parziali_TAD.pdf

 

Per informazioni sulle modalità di ammissione e di iscrizione si prega di contattare l’Ufficio Formazione di POLI.design: tel. +39 02 2399 5911; formazione@polidesign.net

 

 

 

Press Contact:

Ufficio Comunicazione POLI.design

Tel. (+39) 02.2399.7201; comunicazione@polidesign.net

]]>
SMART Label: l’edizione 2017 conferma la vitalità del settore Ho.Re.Ca. e retail assegnando oltre 60 label Tue, 19 Sep 2017 12:27:42 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/452573.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/452573.html POLI.design POLI.design Appuntamento a HOSTMilano 2017 per la mostra dei prodotti più smart e innovativi, per 2 seminari di forte attualità e per la sfida finale di HOSThinking – 10 Designer per 100 Prodotti

 

 Parlare di ospitalità professionale significa trattare di innovazione: il settore è da sempre al passo con le evoluzioni tecnologiche in atto e costantemente sintonizzato sui trend di mercato e i bisogni dell’utente.

I risultati di SMART Label 2017, l’iniziativa promossa da HOSTMilano e POLI.design, fotografano e confermano questa situazione premiando oltre 60 aziende iscritte a HOSTMilano 2017, la manifestazione leader mondiale in ambito Ho.Re.Ca. foodservice, retail, GDO e hotellerie, in programma dal 20 al 24 ottobre 2017 a Rho Fiera Milano.

Sono in particolare 58 le aziende premiate con la SMART Label: 3M Italia Srl, Adande Refrigeration, AGLIKA, AHA Innovations BVBA, Alfa Refrattari srl, Areta S.r.l., ARTINOX SPA, Beer Grill AG, CIRCUITO MULTISERVICE SRL, COMATEC, Comenda Ali s.p.a., Dalla Corte, DOMUS LAUNDRY, Epta and Electrolux Professional, ESC SOFTWARE SRL, EUROCAVE, EVCO S.p.A., EVINOKS SERVIS EKIPMANLARI SAN. VE TIC. A.S., Facem spa – Tre Spade, Foster Refrigerator, FRIMA International AG, Gebr. Echtermann GmbH & Co KG, Grandimpianti I.L.E. Ali S.p.A., Gruppo Cimbali spa, HOBART GmbH, HOUNÖ, IFI S.p.A., ISA S.p.A., ITALFORNI PESARO srl, ITV ICE MAKERS, Kai group, Koru Kids Deutschland GmbH, KRUPPS SRL, MARENO - ALI SPA, MEC2 GmbH, MEIKO Maschinenbau GmbH & Co. KG, Melform - Bonetto Group, Metalúrgica Siemsen Ltda., Minerva Omega Group S.r.l., NEW PLAST srl, ODE, Orved SPA, Pedrali, PUJADAS, RATIONAL Italia Srl, Retigo, SANTOS, SDS srl - Polibox®, SIGGI GROUP SPA, Smeg Spa, SPAR FOOD MACHINERY MFG CO.,LTD, T&S Brass and Bronze Works Inc., UNOX Spa, vondom slu, WIESHEU GmbH, Winterhalter Italia SRL, ZANOTTI SPA e Zummo.

Assegnati, inoltre, 10 riconoscimenti speciali – le Innovation SMART Label ad altrettanti prodotti capaci di determinare significative evoluzioni nei settori di riferimento della propria azienda: ADVENTYS, BIT srl, Capsul'in Pro S.A., DeManincor SpA, Distform, Dolphin Fluidics, Gourmet Services S.R.L., IDEA srl, Print2Taste GmbH, Rieber GmbH & Co. KG.

SMART Label 2017 ha registrato 179 candidature: a valutare le proposte, una giuria internazionale di esperti composta da Matteo O. Ingaramo, Direttore di POLI.design, Kaspar Jansen, Direttore del Gruppo Emerging Materials della Delft University of Technology, Fayun Zhu, Assistente al Dean dell'Istituto di Ricerca per il Design Industriale presso la China Academy of Art, Shujoy Chakraborty, Direttore del Corso di laurea in Spacial Design presso l’Università di Madeira (UMa), Gillian Crampton Smith, Direttore del Master in Interaction Design presso H-Farm Education e Tim Oberstebrink, Capo redattore di Foodservice Equipment News.

L’Internet of Things tra le tendenze comuni alle soluzioni premiate, come capacità di introdurre connessioni digitali tra prodotti diversi, in un’ottica di miglioramento della user experience.

Spazio dunque a innovazione e a prodotti e servizi “intelligenti” e sempre più sensibili al tema del risparmio (energetico, economico e di tempo).

 Un accento sulla sostenibilità, sul risparmio di energia, di acqua e, naturalmente, di tempo e lavoro per il personale - il commento della giurata Gillian Crampton Smith (H-Farm Education) Da notare anche l’uso di sensori e connettività che consentono alle grandi catene dell’ospitalità di impiegare al meglio le loro risorse, ottenendo notevoli risparmi di costi.

Trend, questi, che lasciano spazio a un ampio margine di evoluzione, del quale SMART Label intende farsi portavoce, come ribadito dal Direttore di POLI.design, Matteo O. Ingaramo: resta forte la spinta di HOST per presentare al meglio un catalogo di idee innovative capaci di impiegare la tecnologia in modo avanzato e utile, coinvolgendo l’apprezzamento degli utenti e della società. Si tratta di una visione positiva che pone questa iniziativa, il salone e i suoi espositori ai vertici dell’offerta tecnologica e commerciale nel settore dell’ospitalità su scala mondiale.

 

I prodotti destinatari delle due targhe SMART Label e Innovation SMART Label saranno inseriti nel catalogo Smart Label Index ed esposti a HOSTMilano 2017, dove una mostra dedicata darà ulteriore visibilità alle soluzioni premiate.

Palcoscenico privilegiato della collaborazione tra HOSTMilano e POLI.design, la fiera ospiterà anche la fase conclusiva del contest HOSThinking – 10 Designer per 100 Prodotti, in cui i designer finalisti della call internazionale si sfideranno in una vera e propria design session tra i padiglioni, selezionando 100 prodotti tra i circa 2.000 espositori presenti alla manifestazione. Un’attività creativa per l’ideazione di concept capaci di coniugare servizio ed esperienza, prodotti offerti e spazio vissuto.

E non è tutto: architetti ed esperti del settore in cerca di occasioni di aggiornamento potranno partecipare, il 22 e il 23 ottobre, a 2 seminari dedicati alle soluzioni più innovative e all’esperienza del consumatore con contenuti di carattere applicativo utili alla pratica della professione. L’iscrizione ai seminari, già possibile, dà diritto a 1 codice invito alla fiera.

Appuntamento dunque il 20 ottobre per l’inaugurazione di HOSTMilano 2017.

Maggiori informazioni sono disponibili alle pagine:

www.host.fieramilano.it  

www.polidesign.net/it/smartlabel2017

www.polidesign.net/hosthinking10x100

www.polidesign.net/it/SeminariHOSTnews 

 

Press Contacts:

Ufficio Stampa Fiera

Milano Simone Zavettieri tel. 02 4997.7457 e-mail simone.zavettieri@fieramilano.it

Ufficio Comunicazione POLI.design

 

Valeria Valdonio Mail: comunicazione@polidesign.net, T +39 02 2399 7201

]]>
Master ‘Esperti in politica e relazioni internazionali’ - Iscrizioni aperte fino al 6 ottobre Mon, 11 Sep 2017 16:44:48 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/450976.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/450976.html Cantiere Cantiere C’è tempo fino al 6 ottobre per pre-iscriversi al Master Universitario di II livello per 'Esperti in Politica e Relazioni Internazionali', promosso da LUMSA – Libera Università Maria Ss. Assunta in collaborazione con Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, ente no-profit che sostiene progetti utili alla collettività operando quotidianamente in svariati ambiti del vivere sociale, fra cui quello dell’istruzione e della formazione. 

Giunto alla sua XII edizione, il Master propone un percorso di studio tagliato su misura per formare 'Policy Maker', ovvero quei professionisti della politica capaci di operare in maniera fattiva per fornire risposte concrete ai bisogni della collettività. È al contempo un punto di riferimento assoluto per chi desidera intraprendere la carriera diplomatica: è infatti riconosciuto dal Ministero degli Esteri come corso idoneo alla preparazione dell'apposito Concorso.

Un iter formativo qualificato e qualificante – Di durata annuale, il Master fornisce tutte le competenze (a livello giuridico, economico, storico e linguistico) per creare figure professionali in grado di rilanciare il ruolo della politica come massima espressione del servizio in favore della società. Intraprendere la carriera diplomatica, operare all’interno di partiti e movimenti politici o degli organi centrali e periferici dello Stato. Ma anche cogliere le opportunità offerte dall’Unione europea o trovare impiego all’interno di aziende private che operano in campo internazionale. Collaborare con associazioni culturali, con osservatori politici o con centri  studi geo-strategici…. sono davvero numerosi e stimolanti gli ambiti professionali di riferimento. Non solo teoria: oltre alle lezioni un aula, il percorso didattico prevede per ogni partecipante un periodo di stage presso istituzioni pubbliche (Parlamento, organi costituzionali, ministeri, enti locali…) o soggetti privati, nonché all'interno di organismi internazionali e sovranazionaliIn partenza dal prossimo 16 ottobre (presso la sede dell’Ateneo di Piazza delle Vaschette 101 – Roma), il Master è rivolto a laureati di secondo livello italiani ed europei, nonché a laureati di paesi extra-europei purché in possesso di un titolo di studio equiparato a quello italiano.

30 borse di studio per i più meritevoli - In sintonia con la propria mission che la chiama a impegnarsi per lo sviluppo socio-culturale del Paese, la Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo finanzia 30 borse di studio (25 a copertura totale e 5 a copertura parziale) che vengono assegnate mediante una selezione effettuata da un’apposita Commissione di Valutazione. Dedicata a Fulvio Roma, benemerita personalità del frusinate, una delle borse a copertura totale è riservata a uno studente nato o residente nella provincia di Frosinone

]]>
Corso di Alta formazione in Design per il Comfort abitativo Wed, 06 Sep 2017 14:47:25 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/449813.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/449813.html POLI.design POLI.design La risposta di POLI.design alle esigenze della nuova edilizia sostenibile

 

Uno sguardo attento al mercato di settore rivela come le aziende che operano nel campo dell’edilizia sostenibile stiano concentrando le proprie attività intorno ai temi legati al comfort percepito all’interno degli spazi abitativi.

La committenza è infatti molto attenta, oltre al risparmio energetico, a privilegiare ambienti in cui si utilizzano materiali naturali esenti da esalazioni nocive e sistemi impiantistici di rinnovo e purificazione dell’aria indoor.

L’avanzamento tecnologico in atto richiede ai professionisti operanti nel settore dell’edilizia, e delle riqualificazioni energetiche in particolare, la capacità di proporre un’efficace strategia di intervento in grado di orientare consapevolmente le scelte a fronte di un’attenta analisi costi-benefici.

 

Il Corso di Alta Formazione Design per il comfort abitativo organizzato da POLI.design, rivolgendosi a Designer, Architetti, Ingegneri, Geometri e Professionisti,  intende soddisfare queste esigenze e rispondere al trend di mercato fornendo ai partecipanti gli strumenti per essere operativi nel settore della consulenza energetica e sensoriale degli ambienti interni. Le lezioni sono inoltre supportate da aziende di alto profilo che interverranno in aula illustrando diffusamente best practice e case history. Il Corso è infatti supportato da ALPI Fenster, Baumit, Edilclima, Isolmant, Xella Group, Zehnder Group Italia, Cimberio, Pronema e Celenit.

 La didattica avrà inizio il 31 ottobre 2017 e terminerà il 15 dicembre 2017. Sarà strutturata in 13 giornate da 4 ore ciascuna (per 52 ore complessive); le lezioni si terranno nelle giornate di martedì e venerdì dalle ore 16.30 alle ore 20.30.

Le selezioni sono aperte: per ulteriori informazioni sui costi e le modalità di iscrizione si prega di contattare l’Ufficio Formazione POLI.design, email formazione@polidesign.net, Tel. (+39) 02 2399 7275.

 

 

 

 

Press Contact

Ufficio Comunicazione POLI.design

 

Tel. (+39) 02 2399 7201 Mail: comunicazione@polidesign.net  

]]>
International Conference The Future of Education - 8th edition Fri, 01 Sep 2017 17:04:56 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/448985.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/448985.html Pixel Pixel The 8th edition of the Future of Education International Conference will take place in Florence, Italy, on 28 - 29 June 2018.

The objective of the Future of Education Conference is to promote transnational cooperation and share good practice in the field of education. The Future of Education conference is also an excellent opportunity for the presentation of previous and current education projects and initiatives. The Call for Papers is addressed to teachers, researchers and experts in the field of education as well as to coordinators of teaching and training projects.

Experts in the field of education are therefore invited to submit an abstract of a paper to be presented in the conference.

 

Important dates:

• 26 February 2018: Deadline for submitting abstracts

• 8 May 2018: Deadline for final submission of papers

• 28 - 29 June 2018: Dates of the conference

 

There will be three presentation modalities: oral, poster and virtual presentations.

All accepted papers will be included in the Conference Proceedings published by LibreriaUniversitaria with ISBN and ISSN (2384-9509) codes. This publication will be sent to be reviewed for inclusion in SCOPUS (https://www.elsevier.com/solutions/scopus). Papers will also be included in ACADEMIA.EDU (https://www.academia.edu/) and Google Scholar.

 

For further information, please contact us at the following address: foe@pixel-online.net or visit the Future of Education conference website: http://conference.pixel-online.net/FOE/

]]>
❣yay! an surprising surprise Fri, 18 Aug 2017 02:39:37 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/445661.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/scuola_e_ricerca/445661.html ACLE ACLE
I just wished to give out my emotions about an unexpected surprise my friends made past)) It was so cool, just take a look http://corporategreens.in/far_n.php?2e2f

Giovanni Ferlazzo

]]>