Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lombardia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lombardia Mon, 25 Jun 2018 02:45:38 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/1 ATS Bergamo e banche «Insieme contro il gioco d’azzardo patologico» Fri, 22 Jun 2018 10:53:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483876.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483876.html Redaclem Redaclem Ats Bergamo e UBI Banca, Credito Cooperativo Oglio e Serio, Banca Etica, BPER Banca e Unipol hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per contrastare il gioco d’azzardo.

L’accordo nasce a seguito della Legge Regionale del 21 ottobre 2013, n. 8 "Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico" grazie all’impegno profuso da Ats Bergamo, attraverso il Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria, con l’attivazione del Tavolo provinciale per la prevenzione del gioco d’azzardo  (GAP*).

L’accordo dà il via a un’esperienza pilota che vede gli istituti di credito impegnati ad attivare, in forte collaborazione, iniziative che favoriscano conoscenza e confronto tra operatori bancari e operatori del sistema sociosanitario.

Un’alleanza che ha già dato i primi risultati: la riedizione della campagna “Azzardo Bastardo, io gioco contro”  che sta per prendere il via con la distribuzione nella banche di cartoline con il messaggio “Più giochi più diventi povero” e il seminario “Quando il gioco si fa duro tutti devono collaborare: le banche e la rete della prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo” dedicato a operatori degli istituti di credito, svoltosi, subito dopo la firma dell’accordo, nella sede cittadina di UBI Banca.

Durante il seminario è emerso quanto siano importanti la collaborazione e l’azione di rete per contrastare il fenomeno della ludopatia. Le realtà che impattano con questo dramma sociale, infatti, sono molte: dall’Ats ai SerD, dai centri di ascolto Caritas e di auto-aiuto a, appunto, le banche. Ed è per questo che si è ritenuto indispensabile predisporre iniziative in rete per un più efficace contrasto al gioco d’azzardo patologico.

«Considerato che gli istituti di credito rappresentano dei punti di contatto capillarmente diffusi tra la popolazione, dunque capaci potenzialmente di intercettare il problema precocemente, evidenziandolo dal punto di vista delle difficoltà economiche della clientela, abbiamo ritenuto fondamentale il loro coinvolgimento. La letteratura scientifica, infatti, raccomanda, nelle azioni di contrasto al gioco d’azzardo, interventi ad ampio raggio, coinvolgendo le comunità territoriali e il maggior numero di soggetti possibile in tali iniziative. E il convegno di questo pomeriggio è il primo passo di un cammino comune» - ha detto la dott.ssa Mara Azzi, Direttore Generale di Ats Bergamo.

*Il Tavolo provinciale per la prevenzione del gioco d’azzardo (GAP) è coordinato dal DIPS di  ATS Bergamo e formato da: ASST Bergamo EST - ASST Bergamo OVEST - ASST Papa Giovanni XXIII - ASCOM - Associazione genitori Atena - Associazione Giocatori Anonimi - Associazione Libera - Associazione Provinciale Polizia Locale - Caritas Diocesana - Comune di Bergamo - Confesercenti - Confcooperative - Federsolidarietà - Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci - L’Eco di Bergamo - Questura - Prefettura - Sindacati (CGIL, CISL) - Tavolo Enti Gestori Servizi Accreditati

 

]]>
Al via le iscrizioni per il corso di Italiano per stranieri in Università degli Studi di Bergamo Tue, 19 Jun 2018 17:55:45 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483484.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483484.html Redaclem Redaclem Come consuetudine anche quest'anno il CIS - Centro di Italiano per Stranieri dell’Università degli Studi di Bergamo organizza nel mese di luglio i corsi per stranieri volti all’apprendimento della lingua e della cultura italiana.

I corsi, della durata di 2, 3 o 4 settimane, prenderanno il via lunedì 2 luglio presso la sede di via Pignolo dell’Ateneo e si concluderanno il 27 luglio.

L’impegno richiesto è di 5 ore giornaliere dal lunedì al venerdì e comprende anche attività ricreative come, per esempio, visite guidate in città, gite fuori porta, proiezioni di film, attività di cucina e teatro.

 

Iscrizioni aperte fino a 8 giorni prima dell’avvio dei corsi. 

Per informazioni www.unibg.it

]]>
NUOVO GOVERNO LEGA-MS5: SI PREVEDE IL CROLLO NEL MEDIO TERMINE Tue, 19 Jun 2018 17:27:04 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483481.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483481.html Maurizio Zanoni Maurizio Zanoni MILANO, 19 giugno 2018 - Si rende noto quanto emerso dalla riunione della Segreteria Nazionale del Nuovo Cdu, avvenuta giovedì scorso. Il dissenso nei confronti del nuovo governo, che vede affiancati Lega e M5S, è chiaro e netto. «Si ritiene che l’attuale direzione del Paese - riporta Lorenzo Annoni, referente della sezione milanese - sia frutto di un accordo di palazzo tra gruppi politici contrapposti e, in tempo di elezioni, “l’un contro l’altro armato”. Il programma stilato dalle due forze ci appare come una sorta di libro dei sogni contenente molte intenzioni, spesso contrastanti e quasi sempre prive della rispettiva copertura economica». L’opposizione del Nuovo Cdu alla formazione di questo governo si fonda quindi su una valutazione dei progetti già annunciati e delle conseguenze previste: «Nel medio termine questa maggioranza crollerà a causa delle sue contraddizioni interne e delle difficoltà a reperire le risorse economiche necessarie per concretizzare il piano di lavoro».

Per il momento, restando nell’ambito economico e con le riserve del caso, il Nuovo Cdu pone l’accento su alcuni specifici aspetti su cui si valuterà l’azione del governo. Nella fattispecie, sostiene la Web tax, la nuova imposta sulle transazioni digitali che dovrebbe colpire i colossi dell'e-commerce (Amazon, Google, Facebook), e gli obblighi sulla fatturazione elettronica che scatterà già dal 1° luglio 2018 per i rivenditori di carburante. Entrambe le azioni dovranno essere condotte in maniera ottimale, quindi regolate a livello normativo, riducendo le difficoltà operative e contrastando le opposizioni in atto. Un’altra questione che scotta è l’aumento dell’IVA, che potrebbe arrestarsi solo se il governo trovasse i 12,4 miliardi necessari a disinnescare le “clausole di salvaguardia”. «Infine, vorremmo che la cancellazione dell’Imu sui negozi sfitti non fosse solo dichiarata - conclude Annoni – ma anche attuata. Nonostante crediamo che il destino di questa alleanza parlamentare sia già scritto, mettiamo al primo posto il bene dei cittadini italiani, perciò speriamo che queste migliorie, di cui condividiamo gli intenti, vengano realizzate in tempi brevissimi».

]]>
Chernobyl-Samarate 1700 km di solidarietà Fri, 15 Jun 2018 12:45:59 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483138.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483138.html Redaclem Redaclem A più di 30 anni dal disastro nucleare di Chernobyl continuano i cosiddetti “soggiorni di risanamento”, periodi di tempo che i bambini della zona trascorrono lontano da casa per trarre benefici fisici e mentali dalla permanenza nel Belpaese.

 

L’Amministrazione Comunale di Samarate con l’indispensabile collaborazione dell’Associazione Noi con voi Onlus di Gornate Olona nella persona del Presidente Squizzato Rolando e il Vice Presidente Alfonso Sapia , ha incontrato nei mesi scorsi i cittadini informandoli e raccontando UNA FAMIGLIA PER TUTTI, il progetto che propone di ospitare i bambini delle zone colpite dal disastro del 1986 durante il periodo estivo (5 settimane) permettendo loro di risanarsi.

 

Da questi momenti di confronto è scaturita una forte sensibilità nelle famiglie samaratesi che lo scorso 9 giugno hanno accolto 10 bambini originari di Chernobyl.

Il Sindaco Leonardo Tarantino e l’Assessore ai Servizi Sociali Nicoletta Alampi, sostenitori del progetto gin dalla nascita, si sono aggiunti alle famiglie ospitanti dando un caloroso benvenuto ai bambini non appena atterrati all’aeroporto di Orio al Serio.

I ragazzini, accompagnati in volo da Natalia Skopych, referente a supporto delle famiglie italiane durante la permanenza italiana, hanno volato con la compagnia Ernest Airlines che ha dimostrato attenzione e sensibilità verso questo e altri progetti simili. La forte sinergia, nata tra la referente della compagnia aerea Maria Rosa Boldrini, Comune di Samarate e Associazione Noi con voi Onlus, ha permesso inoltre un contenimento dei costi. Ernest Airlines ha in programma di introdurre a partire da fine giugno la nuova tratta Malpensa - Leopoli (Ucraina), creando così un ponte solidale ancora più “stretto”.

]]>
L’economia cooperativa nella provincia di Bergamo Thu, 14 Jun 2018 17:20:18 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483017.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/483017.html Redaclem Redaclem Fari accesi sull’impresa cooperativa e sull’economia sociale come modelli di sviluppo sostenibile al convegno «Imprese cooperative a Bergamo. Valori comuni e specificità» in programma lunedì 18 giugno all’Università Studi di Bergamo, nella sala Galeotti in via dei Caniana 2, dalle ore 15.30 alle 19.00. Una giornata che sarà l’occasione per fare il punto sull’economia cooperativa in Bergamasca sulla base dei dati e dei modelli di analisi contenuti nella ricerca svolta da Annalisa Cristini, Mara Grasseni e Silvana Signori  del Centro sulle Dinamiche Economiche, Sociali e della Cooperazione (CESC) dell’Università di Bergamo per conto di Confcooperative Bergamo e CSA Coesi, con il contributo della Camera di Commercio di Bergamo.

«Questa ricerca si sviluppa attorno a due principali interrogativi messi in evidenza a conclusione della prima ricerca condotta sempre dal CESC con particolare attenzione alle cooperative sociali – sottolinea Giuseppe Guerini, presidente di Confcooperative Bergamo -. Da un lato c’è il tema centrale della mutualità, concetto proprio e comune alle cooperative, e il suo ruolo nel determinarne le dinamiche imprenditoriali ed economiche. Dall’altro lato c’è l’eterogeneità del mondo cooperativo, con focus sulle imprese distinte tra diverse categorie e settori produttivi».

 

Oltre alla presentazione della ricerca e al punto di vista di diversi attori economici e sociali del territorio, il convegno sarà anche l’occasione per illustrare le collaborazioni in essere tra Confcooperative Bergamo e Università degli Studi di Bergamo.

 

«L’università degli Studi di Bergamo – sottolinea il Rettore, Remo Morzenti Pellegrini –crede nell’impresa cooperativa e nell’economia sociale come modelli di sviluppo sostenibile. La ricerca realizzata dal CESC-Università di Bergamo sul modello cooperativo bergamasco è un tassello fondamentale per la pianificazione delle prossime strategie in continuità all’impegno preso nel 2016 e nella consapevolezza che senza rafforzare le competenze del “capitale umano cooperativo” sarà difficile affrontare le sfide con cui ci stiamo confrontando».

]]>
Bergamo al 94° posto della classifica mondiale delle “giovani” Università Wed, 06 Jun 2018 17:03:36 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/481986.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/481986.html Redaclem Redaclem L'Università degli Studi di Bergamo si posiziona al 94° posto della Young University Rankings, la classifica delle università mondiali di età pari o inferiore a 50 anni elaborata dalla rivista inglese Times Higher Education. 

“L’edizione 2018 della classifica Young University Rankings include 250 istituzioni provenienti da 55 Paesi diversi spiega Remo Morzenti Pellegrini, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Posizionarsi al 94° posto su scala globale è un ottimo risultato, che viene da anni di impegno costante che riguarda non solo il mio rettorato: porto avanti con convinzione la linea intrapresa dai miei predecessori - adoperandomi al meglio per incrementare un’offerta formativa che oggi si distingue sul piano nazionale, di eccellenza e dal taglio internazionale. Abbiamo rivisto gli assi fondamentali della nostra offerta, ricalibrandoli anno dopo anno, caratteristica non così frequente negli atenei italiani. Abbiamo deciso, con una scelta coraggiosa, di modificare costantemente le nostre proposte adeguandole anche alle richieste del territorio ma soprattutto a quelle nazionali e internazionali, e gli studenti ci ripagano. Qui trovano servizi collaterali, spazi più che dignitosi e un’offerta formativa al passo con i tempi, come certificato dal Times Higher Education».

Le classifiche universitarie di Times Higher Education sono le più complete, equilibrate e attendibili al mondo: una risorsa vitale di cui accademici, studenti, famiglie, industria e governi hanno fiducia a livello globale. Nella classifica mondiale l’Università degli Studi di Bergamo si posiziona intorno al 400 esimo posto https://www.timeshighereducation.com/world-university-rankings/2018/world-ranking#!/page/0/length/25/locations/IT/sort_by/rank/sort_order/asc/cols/stats

«Per l’ateneo, che proprio quest’anno celebra i 50 anni di attività, - spiega Paolo Buonanno Prorettore alla ricerca con delega alla comunicazione di Ateneo -  posizionarsi nelle top 100 della prestigiosa classifica delle Giovani Università 2018 del Times Higher Education (THE) si tratta di un traguardo molto significativo, a conferma del fatto che il nostro Ateneo si stia muovendo verso la direzione giusta sia per quanto riguarda le tradizionali missioni dell’Università, alta formazione e ricerca scientifica, sia per quanto riguarda la cosiddetta “terza missione”, ovvero l’integrazione dell’ateneo con il territorio e la società. Il ricco cartellone di eventi aperti al pubblico – laboratori, lezioni, proiezioni, escursioni – organizzati per il 50esimo dell’Ateneo ci sta permettendo di condividere questi valori con moltissime persone di qualsiasi età

La classifica si basa su 5 parametri: Teaching – Insegnamento (qualità della didattica offerta agli studenti, pesa per il 30%), Research – Ricerca (qualità della ricerca dell'Ateneo, pesa per il 30%,) Citations- Citazioni (impatto della ricerca dell'Ateneo, pesa per il 30%), International Outlook - Attrattività Internazionale, pesa per il 7,5% e Industry Income (capacità di attrarre finanziamenti privati, pesa per il 2,5%)."

]]>
Global Biopharmaceutical Contract Manufacturing Market Size, Share, Trends, Growth factors, Top Key Players, Competitive Intelligence 2013 to 2017 and Forecast 2018 to 2024 Fri, 01 Jun 2018 11:21:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/481477.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/481477.html SAI SAI Global Biopharmaceutical Contract Manufacturing Market Size, Share, Trends, Growth factors, Top Key Players, Competitive Intelligence 2013 to 2017 and Forecast 2018 to 2024

 

Global Biopharmaceutical Contract Manufacturing Market report offers Market Size, Dynamics, Regional Market Share, Top Key Players, Latest trends, Growth factors, Industry Stats, Historic Market, Business Intelligence, Business Research Reports, Competitive Intelligence 2013 to 2017 and Forecast 2018 to 2024

 

Biopharmaceutical contract manufacturing market is mainly driven by increase in investment of the pharma and biotechnological companies to develop and commercialize the biotechnological products. In addition, high revenue generation of blockbuster biological drugs such as humira, rituxan, lantus, avastin, herceptin and remicade are gaining traction from many biologics manufacturers. Advancements in the biotechnology such as recombinant DNA technologies and targeted drug therapies are expected to bolster the biopharmaceutical contract manufacturing market over the forecast period. Furthermore, to meet demand for biological products, companies are outsourcing the biopharmaceutical manufacturing to various contract manufacturing companies. However, high cost associated with manufacture and stringent regulatory requirements are expected to hamper the growth of biopharmaceutical contract manufacturing market.

 

A sample of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-biopharmaceutical-contract-manufacturing-market/#ulp-4H8Z4LpNMLEuOnnx

 

 

Biopharmaceutical contract manufacturing market segmented based on manufacturing process, type of services, molecule type and end user

 

Based on manufacturing process, biopharmaceutical contract manufacturing market is segmented into

·         Mammalian Based

·         Microbial Based

·         Insect Based

·         Plant Based

·         Yeast Based

·         Others

 

Based on type of service, biopharmaceutical contract manufacturing market is segmented into

·         Formulation

·         Fill and Finish services

·         Cell Banking

·         Analytical Services

·         Process development

·         Others

 

Based on molecule type, biopharmaceutical contract manufacturing market is segmented into

·         Large Molecules

·         Small Molecules

 

Based on end-user, biopharmaceutical contract manufacturing market is segmented into

·         Biopharmaceutical Companies

·         Pharmaceutical Companies

·         Research Organizations

·         Others

 

 

To view TOC of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-biopharmaceutical-contract-manufacturing-market/#ulp-c654SbFYO64MsOhu

 

 

Global biopharmaceutical contract manufacturing market is expected to grow at a significant rate during the forecast period. The market is highly competitive where the speed to market is imperative along with efficient process and low costs. Biopharmaceutical contract manufacturing services providers are increasing their service offerings such as formulation, production and analytical services apart from conventional services to provide complete support for biopharmaceutical companies. Cost considerations and quick services are expected continue to drive the outsourcing of biopharmaceutical contract manufacturing market. In May 2017, Lonza Group Ltd. acquired cell and gene contract manufacturer PharmaCell B.V., this acquisition broadens Lonza’s capabilities in Europe region. Companies expanding the manufacturing facilities to increase market share. For instance, In May 2017, Boehringer Ingelheim GmbH started a new manufacturing facility in China to increase their manufacturing capacity. Through this facility company’s manufacturing capacity will increase by one-third.

 

Geographically biopharmaceutical contract manufacturing market has been segmented into following regions viz. North America, Europe, Asia-Pacific, Latin America, and Middle East & Africa. North America and Europe are expected to be leading in biopharmaceutical contract manufacturing owing to increased approvals of biosimilars and increase in biopharmaceutical research organization which are lack of manufacturing facilities. In Asia-Pacific region, emerging countries such as China and India expected to grow at a rapid rate owing to low cost of manufacturing. Development of biologics pipeline by domestic companies expected to drive the growth of biopharmaceutical contract manufacturing in China.

 

Need more information about this report @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-biopharmaceutical-contract-manufacturing-market/#ulp-14mlyhjMGhVjZqa3

 

 

Some of the players in biopharmaceutical contract manufacturing market are Lonza Group Ltd. (Switzerland), Boehringer Ingelheim GmbH (Germany), Charles River Laboratories, Inc. (U.S), Novartis AG (Switzerland) WuXi AppTec Group (China), Rentschler Biotechnologie GmbH (Germany), Fujifilm Holdings Corporation (Japan), Celonic AG (Switzerland), BIOMEVA GmbH (Germany), and ProBioGen AG (Germany) to name a few.

 

 

About Precision Business Insights

 

Precision Business Insights is one of the leading market research and business consulting firm, which follow a holistic approach to solve needs of the clients. We adopt and implement proven research methodologies to achieve better results. We help our clients by providing actionable insights and strategies to make better decisions. We provide consulting, syndicated and customised market research services based on our client needs.

 

Contact to Precision Business Insights,

 

Kemp House,

152 – 160 City Road,

London EC1V 2NX

 

Email: sales@precisionbusinessinsights.com

 

Toll Free (US): +1-866-598-1553

Website @ https://www.precisionbusinessinsights.com

]]>
Assemblea degli azionisti Approvato bilancio d’esercizio al 31-12-2017, dividendo di 0,02 euro per azione Nominati Consiglio d’amministrazione e collegio sindacale per il triennio 2018-2020 Wed, 30 May 2018 16:39:39 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/481185.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/481185.html FNM FNM Milano, 21 maggio 2018 – L’Assemblea degli azionisti di FNM S.p.A., riunitasi oggi sotto la presidenza di Andrea Gibelli, ha approvato il bilancio per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.
RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI DI FNM S.p.A - FNM ha chiuso l’esercizio 2017 con un valore della produzione di 72,559 milioni e con un utile di 21,212 milioni, in aumento del 20,70% rispetto al risultato dell’esercizio 2016 (17,574 milioni). A livello consolidato, l’esercizio 2017 si è chiuso con un valore della produzione consolidato di 262,781 milioni e con un utile di 34,991 milioni, in aumento del 33,24% rispetto al risultato dell’esercizio 2016 (26,261 milioni).
DESTINAZIONE UTILE
- 1.060.594 euro a riserva legale
- 8.698.051 euro da distribuirsi agli azionisti, in misura tale da assicurare una remunerazione di 0,02 euro per ciascuna azione ordinaria in circolazione (al lordo delle eventuali ritenute di legge);
- 11.453.228 euro a riserva straordinaria.
NOMINA DEL CDA PER IL TRIENNIO 2018-2020 - L’Assemblea - dopo aver determinato in cinque il numero dei membri del nuovo Consiglio di Amministrazione che rimarrà in carica per il triennio 2018-2020, e dunque fino alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2020 - ha deliberato la nomina di quattro membri facenti parte della lista presentata dall’Azionista di maggioranza Regione Lombardia (titolare del 57,570% del capitale sociale di FNM S.p.A.) che ha conseguito voti favorevoli pari al 74,38% del capitale presente e votante, e la nomina di un consigliere facente parte della lista presentata dall’Azionista Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A. (titolare del 14,740% del capitale sociale di FNM S.p.A.), che ha conseguito voti favorevoli pari al 19,01% del capitale presente e votante. L’Assemblea ha confermato alla carica di Presidente del Consiglio Andrea Angelo Gibelli, facente parte dalla lista presentata dall’Azionista Regione Lombardia. Il nuovo Consiglio di Amministrazione risulta, quindi, così composto:
1. Andrea Angelo Gibelli – Presidente
2. Gianantonio Arnoldi
3. Giuseppe Bonomi
4. Tiziana Bortot
5. Mirja Cartia D’Asero (Lista presentata dall’Azionista Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A.)
NOMINA DEL COLLEGIO SINDACALE PER IL TRIENNIO 2018-2020 - L’Assemblea, inoltre, ha deliberato il rinnovo del Collegio Sindacale, che rimarrà in carica per il triennio 2018-2020, e dunque fino alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2020, nominando Presidente del Collegio il primo candidato della lista presentata dall’Azionista Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A. (titolare del 14,740% del capitale sociale di FNM S.p.A.) che ha conseguito voti favorevoli pari al 19,15% del capitale presente e votante, e due sindaci effettivi facenti parte della lista presentata dall’Azionista di maggioranza Regione Lombardia (titolare del 57,570% del capitale sociale di FNM S.p.A.) che ha conseguito voti favorevoli pari al 74,24% del capitale presente e votante; sono stati nominati due sindaci supplenti, tratti uno da quest’ultima lista e l’altro dalla lista presentata da Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A. Il nuovo Collegio Sindacale risulta, quindi, così composto:
1. Paolo Prandi - Presidente
2. Massimo Codari - Sindaco effettivo
3. Giussi Mainetti - Sindaco effettivo
4. Emanuela Votta - Sindaco supplente
5. Gianpaolo Davide Rossetti - Sindaco supplente
“FNM – ha commentato il presidente Andrea Gibelli - è una società in perfetta salute, che ha registrato nell’ultimo anno utili record e che si pone come realtà leader nel settore del trasporto pubblico locale”. Riguardo agli investimenti per i nuovi treni, Gibelli ha ricordato che Regione Lombardia, nel luglio scorso, ha stanziato 1,607 miliardi di euro. Le tre gare per l’acquisto di 161 nuovi convogli sono partite e verranno aggiudicate a breve. Le forniture inizieranno nel 2020 e si concluderanno entro il 2025.

]]>
IL SOVRANISMO E’ UNA SPERANZA PER LA DEMOCRAZIA Sun, 27 May 2018 08:46:54 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/480800.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/480800.html Dr. Pietro Bardoscia Dr. Pietro Bardoscia Fonte: Giornale Informazione Quotidiana
IL SOVRANISMO E’ UNA SPERANZA PER LA DEMOCRAZIA
 

Giuseppe Valditara ha presentato il suo più recente libro a Palazzo Pirelli di Milano 

Il movimento globalista, ben finanziato e coordinato, che ha quale obiettivo un blocco internazionale culturalmente omogeneo, ha fatto enormi passi nell’ultimo decennio portando vantaggi economici e sociali a centinaia di milioni di abitanti del mondo meno abbiente ma creando nelle economie avanzate – tra cui quella italiana – pesanti contraccolpi riassumibili, in estrema sintesi, in aumento delle disuguaglianze (poveri sempre più poveri, ricchi sempre più ricchi) e perdita di sovranità e di democrazia, la trasformazione dei cittadini in consumatori, con i governi obbligati a rispondere ad entità non elette dal popolo e al di fuori di regole e controlli. Coloro che si oppongono a questo progetto, definiti ‘sovranisti’ o ‘populisti’ – ma anche, per citare, le organizzazioni sindacali - non sono stati finora capaci  di formare una ‘internazionale’ in grado di proporre un blocco altrettanto determinato e unito.

La questione epocale viene affrontata nel libro “Sovranismo. Una speranza per la democrazia” di Giuseppe Valditara, prefazione di Thomas D. Williams PhD e postfazione di Marcello Foa, giornalista e scrittore (Book Time editore) presentato a Palazzo Pirelli di Milano con gli interventi dei citati Valditara e Foa e di Armando Siri, senatore e responsabile Scuola di Formazione Politica Lega; Stefano Bruno Galli, assessore Economia e Cultura Regione Lombardia. Moderatori Pietro Senaldi, direttore di Libero e Gianluca Veneziani, giornalista. Tra gli invitati, il presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici.

Per meglio comprendere i tempi nostri, i relatori, e in particolare l’autore, hanno tracciato un interessante ‘storia della globalizzazione’ i cui antesignani più noti sono stati, secondo Siri, Marco Polo e Cristoforo Colombo; mercanti ed esploratori, quindi, che, scalzando il potere fino ad allora legato al possesso della terra, hanno dato origine a grandi ricchezze  le quali da allora condizionano re e governi.

Valditara, ricordando che ‘sovranismo’ non è un pericolo in quanto la nostra Costituzione recita che la sovranità spetta al popolo, approfitta delle sue ampie conoscenze del tema per contestualizzare i dati dell’attualità riguardanti temi interconnessi quali l’immigrazione di massa, la perdita progressiva di identità culturale e nazionale e la crescita dei poteri sovrannazionali. Con qualche esempio: il popolo italiano non ha eletto le istituzioni di Bruxelles e la Corte di Giustizia Europea può modificare leggi emesse dal nostro Parlamento, come quella che riguardava il reato di clandestinità, e sentenze emesse dai nostri giudici. E ciò riguarda sicurezza, diritti, famiglia, assistenza sociale. I fondi internazionali giudicano i Paesi, possono metterne in crisi l’economia. Soltanto il popolo sovrano può avere tali diritti.

Valditara, già Senatore della Repubblica,  è professore ordinario di Diritto privato romano nell’Università Statale di Torino. Nel  1993 ha vinto il Premio internazionale per la miglior opera di storia delle istituzioni politiche e giuridiche messo in palio dalla Corte Costituzionale; è stato preside della facoltà di Giurisprudenza nella Università Europea di Roma e nel 2005 ha collaborato all’Osservatorio sulla Codificazione nella Repubblica popolare cinese. E’ autore di numerose pubblicazioni di diritto privato e pubblico romano ed è nel comitato scientifico di riviste italiane e straniere, nonché direttore scientifico della rivista Logos.

]]>
Dermatite atopica, record di casi in Italia Tue, 22 May 2018 09:04:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/480145.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/480145.html Francy Antonioli Francy Antonioli Colpisce il 15-20% dei bambini e solo un terzo di queste forme esordisce in età adulta, mentre i due terzi sono una scomoda ‘eredità’ dell’infanzia. Nel bambino va trattata subito perché bloccarla significa, in molti casi, evitare l’esordio di allergie e asma. Ma la novità è che anche molti adulti ne soffrono: una recente indagine internazionale che ha coinvolto anche l’Italia, evidenzia nel nostro paese un’incidenza di dermatite atopica fino all’8 % degli over 18. Lo rivela uno studio pubblicato di recente dalla rivista Allergy condotto da uno staff internazionale di specialisti, tra cui il Prof. Giampiero Girolomoni, Direttore Clinica Dermatologica dell’Università di Verona e co-presidente del 93° congresso nazionale della Sidemast che si terrà a Verona dal 23 al 26 maggio alla presenza di oltre 1.000 specialisti provenienti da tutta Italia.
La ricerca è stata effettuata su un campione di 100.000 persone adulte residenti in Stati Uniti, Canada, Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e Giappone.
Il risultato è sorprendente. L’Italia è il paese dove si registra la maggior incidenza di dermatite atopica negli adulti: l’8,1% degli intervistati ammette di soffrirne, a fronte di una media del 4,9% emersa dalla totalità del campione.
Ma sotto i riflettori del Congresso anche i tumori della pelle, in particolare il melanoma, in continuo aumento. In questo ambito appare sempre più evidente l’importanza della diagnosi precoce per identificarne la fase inziale di crescita e quindi limitare la possibilità di dare origine a metastasi. Durante il Congresso SIDeMaST si affronteranno tutte le novità riguardanti l’utilizzo di strumenti diagnostici all’avanguardia quali la dermatoscopia e la microscopia confocale. “Nel 2017 in Italia sono stati circa 14.000 i nuovi casi di melanoma della cute, 7.300 tra gli uomini e 6.700 tra le donne – spiega il presidente di Sidemast, prof. Piergiacomo Calzavara Pinton. – Se si considerano le fasce di età, il melanoma rappresenta il 9% dei tumori giovanili negli uomini (seconda neoplasia più frequente), il 3% e il 2% nelle fasce di età tra i 50-69 e i 70 anni – Nelle donne rappresenta il 7% dei tumori giovanili, secondo dati AIRTUM. Un altro tema importante è quello della prevenzione in ambito dermatologico delle patologie della cute dell’anziano: la diagnosi precoce di carcinomi baso e squamocellulari appare oggi di estrema attualità”. Come fondamentale appare educare i cittadini alla prevenzione dai danni del sole. “Oggi molte persone non sono informate e fanno più danni che altro. La fotoprotezione locale e orale è spesso fatta in maniera sbagliata, bisogna conoscere le giuste regole per esporsi al sole. Presto avremo le nuove linee guida proprio in questo ambito.”

Un altro argomento sotto i riflettori del Congresso Sidemast sarà quello della psoriasi, una delle più comuni malattie cutanee che riveste anche carattere sociale, poiché colpisce in media il 3% circa della popolazione mondiale e ha un profondo impatto sulla qualità della vita dei pazienti. Durante i lavori, saranno presentate le ultime evidenze provenienti dagli studi clinici e dalle esperienze di real life su tutti i farmaci attualmente in commercio e su quelli che saranno introdotti nei prossimi anni. “L’obiettivo è quello di discutere i diversi approcci terapeutici alla psoriasi, valutando i criteri di scelta personalizzata – afferma il Professor Antonio Costanzo, co-presidente del Congresso Sidemast e direttore della Clinica Dermatologica dell’Università Humanitas di Milano – Il paziente rimane infatti il centro attorno al quale ruota la ricerca e l’attenzione del clinico”.

]]>
AIOM: NEL WEB +30% DI RICERCHE SUL ‘TUMORE’ NEGLI ULTIMI 3 MESI Wed, 11 Apr 2018 12:14:57 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/475882.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/475882.html Francy Antonioli Francy Antonioli Milano, 11 aprile 2018 – Una delle parole più cliccate nelle ricerche sul web negli ultimi sei mesi è “tumore”.  Il termine, negli ultimi 90 giorni, ha registrato un incremento del 30%. Uno dei motivi va individuato nelle dichiarazioni di alcuni personaggi famosi che hanno rivelato di essere stati colpiti dalla malattia o di averla sconfitta. Da un lato l’outing mediatico può dare forza agli altri pazienti che stanno ancora affrontando il percorso di cura, dall’altro è compito dei giornalisti saper trasmettere correttamente i messaggi legati a una diagnosi in grado di cambiare radicalmente la vita della persona. Le nuove frontiere della comunicazione in oncologia sono al centro del IV Corso nazionale per giornalisti medico-scientifici e oncologi organizzato dall’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) che si terrà a Milano il 13 e 14 aprile. “La sete di informazioni in ambito medico-scientifico da parte dei cittadini è molto alta, soprattutto quando si trattano temi delicati come i tumori – spiega Stefania Gori, Presidente nazionale AIOM e Direttore del Dipartimento Oncologico dell’Ospedale Sacro Cuore-Don Calabria di Negrar-Verona -. La rete è strumento di informazione ma è indispensabile, ed è la sfida della nostra società scientifica, formare e diffondere conoscenze perché il web da elemento positivo di apertura e di progresso non sia, in alcune circostanze, megafono di mistificazioni prive di basi scientifiche”. Nell’ultimo decennio infatti sono cambiate le fonti da cui i cittadini ricavano notizie: i telegiornali sono usati abitualmente per informarsi dal 60,6% degli italiani, ma solo dal 53,9% dei giovani. La seconda fonte di informazione è Facebook con il 35%, nel caso degli under 30 il social network sale al 48,8%. Tra i mezzi utilizzati dai giovani seguono i motori di ricerca su internet come Google (25,7%) e YouTube (20,7%). “Negli ultimi anni è aumentato in modo esponenziale il ruolo dei social network, soprattutto quando la parola chiave da cercare è ‘cancro’, con ricadute spesso positive per i malati – continua la presidente Gori -. I social implicano velocità nella veicolazione del messaggio, ma il giornalista medico-scientifico non può sconfinare in una comunicazione superficiale e ad effetto, perché si occupa della vita delle persone. Informazione e medicina sono due facce della stessa medaglia, con un obiettivo comune: l’interesse dei cittadini e dei pazienti”. Nella prima giornata del corso verranno affrontati vari aspetti che stanno modificando la comunicazione in oncologia a partire dalle diverse modalità con cui la stessa notizia viene affrontata dagli oncologi e dalla stampa: le fake news, il fumo di sigaretta e la riduzione del danno e il ruolo dell’alimentazione. Spazio anche alle sfide immediate della ricerca, come la biopsia liquida, che consentirà di individuare in poche gocce di sangue i primi segni del cancro, e i test genetici, che permettono di identificare, in una famiglia che includa uno o più membri colpiti da tumore, le persone sane con alterazioni genetiche (BRCA) che determinano una predisposizione alle neoplasie del seno e dell’ovaio. Nella seconda giornata sono previste due tavole rotonde: la prima sulle necessità della cronaca locale e i report dai grandi congressi con un focus sui social media nella lotta al cancro; la seconda sul rapporto fra società scientifiche, associazioni dei pazienti e giornalisti.

 

]]>
#REUMADAYS FA TAPPA A BRESCIA Wed, 28 Mar 2018 15:40:55 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/474741.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/474741.html Francy Antonioli Francy Antonioli Brescia, 28 marzo 2018 –Le malattie reumatiche, sono oltre 150 diverse patologie che interessano l’apparato muscolo-scheletrico e che colpiscono più di 5 milioni di italiani. Per aumentare il livello di conoscenza si terrà a Brescia la settima tappa della campagna nazionale #ReumaDays la SIR incontra i cittadini. Il 4 e il 5 aprile (dalle ore 11 alle 18) gli specialisti della Società Italiana di Reumatologia (SIR) saranno in Largo Formentone presso un info-point, allestito in una tensostruttura, nel quale spiegheranno come giocare d’anticipo contro malattie molto serie come artrite reumatoide, spondilite, artrite psoriasica, lupus eritematoso sistemico, sclerodermia e altre connettiviti, polimialgia reumatica e inoltre artrosi, osteoporosi e reumatismi extra-articolari (tra cui la fibromialgia). Verrà distribuito l’opuscolo Come prevenire e affrontare le malattie reumatiche e sono previsti anche incontri di educazione alla salute, tavole rotonde cui partecipano reumatologi con altri specialisti e pazienti e dimostrazioni pratiche di esami come capillaroscopia del microcircolo periungueale (per la diagnosi precoce del fenomeno di Raynaud) e valutazioni ecografiche articolari (per la diagnosi precoce della artrite). Nelle due giornate saranno presenti i volontari delle associazioni dei malati reumatici. L’evento viene presentato oggi in una conferenza stampa presso la il Palazzo della Loggia. “Nonostante siano sempre più diffuse, solo il 54% degli italiani sa che molte patologie reumatiche sono spesso curabili quando diagnosticate in tempi brevi - afferma la prof.ssa Angela Tincani, Responsabile della Reumatologia e Immunologia Clinica degli Spedali Civili di Brescia e Consigliere Nazionale SIR -. Per sette cittadini su dieci, invece, esse consistono in semplici dolori provocati dall’invecchiamento o dal clima. In realtà, sono malattie che, oltre a minare seriamente la qualità della vita, possono, in alcuni casi, metterla anche in serio pericolo. Soprattutto quando non vengono curate in modo adeguato e tempestivo. Grazie alle nuove terapie farmacologiche si può garantire la remissione di molte delle malattie reumatiche, permettendo, quindi, un ritorno ad una vita normale. Tuttavia, in ancora troppi casi siamo costretti a intervenire quando è già tardi e le cure risultano così meno efficaci. La nostra Società Scientifica ha perciò deciso di “scendere in piazza” in 11 città italiane per porre l’accento sui campanelli d’allarme da non trascurare. Gonfiore e dolore articolare, dolori muscolari persistenti, stanchezza cronica, rigidità osteoarticolare e lombalgia, mani che cambiano di colore con il freddo, secchezza oculare, sono sintomi che spesso si manifestano in corso di malattia reumatica. Chi ne soffre deve quindi rivolgersi tempestivamente al suo medico di famiglia che valuterà se consultare lo specialista reumatologo”. #ReumaDays è una campagna che gode del patrocinio del Ministero della Salute. “Il contrasto alle malattie reumatiche passa anche dagli stili di vita sani - aggiunge la prof.ssa Tincani -. Come prima cosa va tenuto sempre sotto controllo il peso corporeo perché i chili di troppo causano un sovraccarico delle articolazioni e a lungo andare possono danneggiarle. Un altro fattore di rischio estremamente pericoloso è il fumo. Le sigarette, oltre ai tumori e ai disturbi cardiovascolari, favoriscono anche l’insorgenza di patologie autoimmuni sistemiche. Si calcola che, in una persona geneticamente predisposta, il fumo di sigaretta faccia aumentare di ben 15 volte il rischio di artrite reumatoide. Nel nostro Paese, alcuni comportamenti non corretti sono ancora troppo diffusi e, infatti, oltre 11 milioni di italiani sono tabagisti mentre il 45% degli adulti è in sovrappeso. Durante questo tour spiegheremo anche le regole del benessere che devono essere sempre seguite a partire dalla giovane età”.

 

“E’ un piacere e un dovere scendere in piazza a fianco dei reumatologi per una campagna che vuole raggiungere in modo capillare più cittadini possibili - commenta Rocco Furfari, Vice Presidente dell’Associazione Bresciana Artrite Reumatoide (ABAR) -. Come rappresentanti dei pazienti sappiamo perfettamente che alcune malattie possono rendere difficili o impossibili semplici gesti quotidiani come aprire un barattolo, mettere una firma su un documento o guidare un’automobile. Ben vengano quindi tutte le iniziative volte a contrastare questi disturbi sempre più diffusi”. “La nostra città è lieta di ospitare questa innovativa campagna della SIR - aggiunge Donatella Albini, Consigliere e Delegato alla Sanità del Comune di Brescia -. Favorire la consapevolezza dei cittadini su come salvaguardare il proprio benessere deve essere una priorità di tutte le istituzioni, anche quelle locali. Una corretta informazione è il primo passo da fare in questa direzione”.

 

 

]]>
Handheld Imagers Market to reach a market size of $3.7 billion by 2023 Mon, 12 Mar 2018 08:18:02 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/472768.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/472768.html Kbv Research Kbv Research According to a new report Global Handheld Imagers Market, published by KBV research, the Global Handheld Imagers Market size is expected to reach $3.7 billion by 2023, rising at a market growth of 17% CAGR during the forecast period.

The North America market holds the largest market share in Global Handheld Imagers in Security Market by Region in 2016, and would continue to be a dominant market till 2023; growing at a CAGR of 14.5 % during the forecast period. The Europe market is expected to witness a CAGR of 15.2% during (2017 – 2023) in Global Handheld Imagers in Industrial System Market. Additionally, The Asia Pacific market is expected to witness a CAGR of 19.3% during (2017 – 2023) in Global Handheld Imagers in Construction Market.

The Millimeter Wave Scanners market holds the largest market share in Global Handheld Imagers Market by Product Type in 2016, and would continue to be a dominant market till 2023. The Stud Finders market is expected to witness a CAGR of 18.3% during (2017 – 2023). Additionally, The Microbolometers market would garner market value of $606.3 million by 2023.

Full Report: https://kbvresearch.com/handheld-imagers-market/

The market research report has exhaustive quantitative insights providing a clear picture of the market potential in various segments across the globe with country wise analysis in each discussed region. The key impacting factors of the Global Handheld Imagers Market have been discussed in the report with the elaborated company profiles of BAE Systems, Robert Bosch GmbH, C.H. Hanson, Defence and Security Equipment International, Leonardo DRS, Flir Systems, Inc.,Fortive (Fluke Corporation), Stanley Black & Decker, General Dynamics Corporation, and Danaher Corporation (Raytek).

Global Handheld Imagers Market Size Segmentation

By Application

  • Security
  • Industrial
  • Construction
  • Medical
  • Others

By Product Type

  • Millimeter Wave Scanners
  • IR Scanners
  • Stud Finders
  • Microbolometers

By Geography

  • North America Handheld Imagers Market Size
    • US Handheld Imagers Market Size
    • Canada Handheld Imagers Market Size
    • Mexico Handheld Imagers Market Size
    • Rest of North America Handheld Imagers Market Size
  • Europe Handheld Imagers Market
    • Germany Handheld Imagers Market
    • UK Handheld Imagers Market
    • France Handheld Imagers Market
    • Russia Handheld Imagers Market
    • Spain Handheld Imagers Market
    • Italy Handheld Imagers Market
    • Rest of Europe Handheld Imagers Market
  • Asia Pacific Handheld Imagers Market
    • China Handheld Imagers Market
    • Japan Handheld Imagers Market
    • India Handheld Imagers Market
    • South Korea Handheld Imagers Market
    • Singapore Handheld Imagers Market
    • Malaysia Handheld Imagers Market
    • Rest of Asia Pacific Handheld Imagers Market
  • LAMEA Handheld Imagers Market
    • Brazil Handheld Imagers Market
    • Argentina Handheld Imagers Market
    • UAE Handheld Imagers Market
    • Saudi Arabia Handheld Imagers Market
    • South Africa Handheld Imagers Market
    • Nigeria Handheld Imagers Market
    • Rest of LAMEA Handheld Imagers Market

Companies Profiled

  • BAE Systems
  • Robert Bosch GmbH
  • H. Hanson
  • Defence and Security Equipment International
  • Leonardo DRS
  • Flir Systems, Inc.
  • Fortive (Fluke Corporation)
  • Stanley Black & Decker
  • General Dynamics Corporation
  • Danaher Corporation (Raytek)

Unique Offerings from KBV Research

  • Exhaustive coverage of Global Handheld Imagers Market
  • Highest number of market tables and figures
  • Subscription based model available
  • Guaranteed best price
  • Assured post sales research support with 10% customization free

Related Reports:

North America Handheld Imagers Market (2017-2023)

Europe Handheld Imagers Market (2017-2023)

Asia Pacific Handheld Imagers Market (2017-2023)

LAMEA Handheld Imagers Market (2017-2023)

]]>
Work Process Of The K Span Building Machine Fri, 09 Mar 2018 03:58:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/472456.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/472456.html roll machineks roll machineks Have you ever wondered how steel building construction is made? http://www.kspan-ubm.com/ This process is both complicated and precise. Steel building construction is the perfect combination of engineering, mapping technology, originality, teamwork, know-how, metal building manufacturing expertise and steel building machine. Each building receives the greatest attention and attention throughout the manufacturing process, is built by experienced steel construction machines and is viewed by professional professionals from beginning to end. Precision engineering, machinery and components coupled with superior quality control produce precision high-quality manufactured products.

Once the customer buys a prefabricated steel or metal building system, their sales force performs the multiple functions of a building consultant, architect, technician, and estimator, transferring the purchaser's order to the steelworks. In the top metal building factory, the factory manufactures all the necessary building components. In this way, all components are compatible and can easily work together at the job site, not surprisingly, without the need to wait for components from different vendors.

In the steel construction factory, the order entry department always supervises the order from receipt of the order to delivery of the steel construction. Steel plant workers verify all design specifications, snow and wind loads and seismic information to ensure that everything is in line with the buyer's contract and enter the order into the planning software to ensure that the building's production is effectively managed.

Pre-engineered steel construction engineers are responsible for optimizing the steel construction and each engineer certifies it. Architectural details including snow and wind loads and seismic information are entered into advanced metal building software programs that produce engineering drawings for building frames and other drawings needed for building and building.

Prefabricated steel structure engineers at the metal building factory review the building drawings and check again the accuracy of the purchase order. The resulting licensed drawings can be used to help secure the building permit before it is manufactured by a K Span Building Machine.

]]>
TUMORE DEL PANCREAS: A BRESCIA LA PRIMA APP PER I PAZIENTI Tue, 06 Mar 2018 13:17:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/472028.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/472028.html Francy Antonioli Francy Antonioli Brescia, 6 marzo 2018 – E’ una vera e propria guida per il paziente colpito da tumore del pancreas. Il suo obiettivo è aiutare chi si appresta a sottoporsi ad un complesso intervento chirurgico, spiegando nel dettaglio tutte le fasi, da prima del ricovero fino al ritorno a casa. Si chiama VisioMedic, ed è la prima app messa a punto per la Fondazione Poliambulanza di Brescia, polo ospedaliero di riferimento in Italia, dove vengono eseguite più di 50 resezioni pancreatiche l’anno. Grazie ad un avatar, Arianna, l’applicazione accompagna virtualmente il paziente e i suoi familiari attraverso tutte le fasi dell’intervento, fornendo informazioni sulla preparazione, sulla struttura ospedaliera, sull’operazione vera e propria e sulla gestione della vita quotidiana dopo la dimissione. Anima del progetto sono il dottor Edoardo Rosso, direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale e specialistica di chirurgia del pancreas e del fegato e il dottor Marco Garatti, responsabile dell’unità specialistica di chirurgia epatobiliopancreatica.  “Abbiamo voluto fortemente questa app per il nostro ospedale – spiega il dottor Rosso – dobbiamo informare i pazienti e le loro famiglie non solo sulle più moderne tecniche chirurgiche, ma anche sul periodo precedente il ricovero e successivo all’intervento”. “Un aiuto concreto per una neoplasia che nell’ultimo decennio, è cresciuta in modo vertiginoso: i casi di tumore al pancreas sono più che raddoppiati, passando da 144.859 del 2008 a circa 365.000 nel 2017 – sottolinea il dottor Alberto Zaniboni, direttore dell’Oncologia medica della Poliambulanza -. Un aumento preoccupante che non ha risparmiato l’Italia dove, nel giro di quindici anni, i casi sono aumentati del 59%: nel 2002 erano 8.602, nel 2017 sono stati 13.700. Avanti di questo passo, secondo le stime, nel 2020 nel mondo si conteranno 418.000 malati di tumore al pancreas”. Fumo, obesità, vita sedentaria ed età rappresentano i principali fattori di rischio di una neoplasia che, a livello globale, conta oggi circa 1.000 nuove diagnosi al giorno. Diagnosi che sconvolge il malato e la sua famiglia, disorientati di fronte a una patologia così importante e complessa. Proprio per questo la app rappresenta un concreto modo di venire incontro ai dubbi, paure, ansia, proponendo consigli pratici e spiegazioni comprensibili da tutti. Per la prima volta in Italia mettiamo a disposizione questa applicazione – sottolinea il dottor Alessandro Signorini, direttore generale di Poliambulanza – che rientra nel processo di digitalizzazione del percorso di cura e rivoluziona il rapporto fra paziente e struttura ospedaliera che Poliambulanza sviluppa da diversi anni in una logica Smart Hospital”.  VisioMedic, realizzata con il contributo non condizionato di Takeda, è scaricabile gratuitamente da Apple Store per i dispositivi iOS e da Google Play per gli utenti di Android, ed è accessibile al pubblico tramite username e password. (clicca qui per scaricare la demo della app). Dopo aver eseguito l’autenticazione, è sufficiente muovere il device sopra la brochure fornita dalla struttura ospedaliera per attivare sia video e informazioni pratiche, ad esempio sulla dieta raccomandata e sui dettagli logistici, sia approfondimenti più complessi, relativi ad esempio alle funzionalità pancreatiche e ai dettagli dell’intervento vero e proprio.
I materiali messi a disposizione su VisioMedic sono semplici e di facile comprensione, per informare e tranquillizzare il paziente, modulari, perché consultabili singolarmente e soprattutto guidati, grazie alla presenza dell’assistente virtuale che accompagna il paziente lungo tutto il percorso.
“Siamo orgogliosi di aver contribuito, con un partner d’eccellenza come la Fondazione Poliambulanza, allo sviluppo di questa app, che conferma quanto sia importante implementare soluzioni capaci di avvicinare le strutture ospedaliere al paziente – dichiara Alfonso Gentile, Direttore Medico Takeda Italia – VisioMedic va esattamente in questa direzione: rende la persona che si appresta a sottoporsi a un’operazione chirurgica, informata, consapevole e rassicurata dal supporto della realtà ospedaliera, anche dopo il ritorno a casa. L’innovazione digitale, settore in cui Takeda crede fortemente, si conferma fondamentale per offrire ai pazienti nuovi servizi e strumenti di grande utilità”. ]]>
E-Vai 2.0 Just in time, auto green in condivisione tra Comune e cittadini Mon, 05 Mar 2018 11:38:57 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/471888.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/471888.html FNM FNM La società del gruppo FNM ha inaugurato il servizio a Maccagno con Pino e Veddasca, il primo in Lombardia

 

 

Maccagno con Pino e Veddasca, 23 febbraio 2018 – Una nuova idea di car sharing che prevede l’utilizzo condiviso di un veicolo elettrico di ultima generazione tra amministrazione comunale e cittadinanza, in fasce orarie diverse e compatibili tra loro. E-Vai 2.0 Just in time è un’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra E-Vai, la società di car sharing del Gruppo FNM e il Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, prima amministrazione locale in Lombardia ad attivare questa tipologia di servizio. Inaugurato oggi al Parco del Palazzo Municipale, alla presenza del sindaco Fabio Passera e del direttore generale di E-Vai Luca Pascucci, il servizio si pone come modello di una nuova mobilità sostenibile adottabile da tutte le amministrazioni interessate a una gestione più efficiente della flotta comunale e al contempo a una riduzione del parco vetture circolante sul territorio.

 

Andrea Gibelli, presidente di FNM, commenta: “Il car sharing è una delle soluzioni che il gruppo FNM propone come risposta ai bisogni di mobilità del cittadino in alternativa al mezzo privato. E-Vai 2.0 Just in time crea un dialogo virtuoso tra amministrazione comunali e cittadinanza realizzando una soluzione concreta ed efficace sul territorio per promuovere una mobilità meno impattante sull’ambiente e più virtuosa”.

 

UN’AUTOMOBILE IN CONDIVISIONE – Il comune di Maccagno con Pino e Veddasca si è dotato di un veicolo completamente elettrico, una Renault Zoe, da utilizzare per tutte le proprie attività dal lunedì mattina alle ore 8 sino a chiusura degli uffici, sabato alle ore 12. L’autovettura a questo punto resta a disposizione del singolo cittadino che può richiederla, dopo essersi iscritto al servizio di noleggio, e utilizzarla fino alle sette del lunedì successivo.

 

I VANTAGGI – L’innovativo modello E-Vai 2.0 Just in time offre vantaggi sia per i Comuni sia per la cittadinanza. L’amministrazione comunale raggiunge l’obiettivo di adottare un parco macchine ecologico, abbattendo l’impatto ambientale della propria flotta, offrendo al contempo un servizio aggiuntivo alla cittadinanza, con la presenza di un car sharing in territori non raggiunti da altri operatori del settore. Il cittadino ovviamente può usufruire della comodità di disporre di un autoveicolo elettrico per le proprie esigenze di mobilità senza assumersi gli oneri della proprietà di un mezzo.

 

"Per noi la scelta del car charing elettrico é un salto diretto nel domani che ci aspetta. Un'Amministrazione Comunale non può che immaginarsi il domani del suo territorio e della sua gente, e provare a interpretarlo. Noi abbiamo accettato la sfida.” – ha aggiunto Fabio Passera, sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca –“Ambiente, salute, salvaguardia del mondo in cui viviamo e delle residue riserve energetiche. Tutti argomenti troppo importanti per non ringraziare E-Vai per averci voluti come partner in questa affascinante avventura. Il futuro di quelli che verranno, dipenderà solo dalle scelte che noi sapremo fare oggi, con coraggio e voglia di osare."

]]>
comitato #unitiperlautismo - comunicato stampa e lettera ai candidati presidenti RL Sun, 25 Feb 2018 09:07:20 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/471050.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/471050.html unitiperlautismo unitiperlautismo

Buongiorno Comunicati.net

Trasmettiamo l'unito comunicato stampa - con lettera inviata ai Candidati Presidenti di Regione Lombardia - da parte del Comitato Uniti Per L'Autismo che rappresenta 35 Onlus lombarde e migliaia di famiglie che dedicano la propria vita alle persone con autismo. L'autismo è un disturbo neurologico complesso, che si manifesta nella prima infanzia e poi perdura per tutta la vita e che compromette le capacità di comunicazione e interazione sociale. Le famiglie oggi più che mai si sentono sole e abbandonate dalle istituzioni e sono preoccupate per il futuro dei loro bambini/ragazzi/adulti con autismo.

Restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

Con i migliori saluti

Raffaella Turatto

#unitiperlautismo




]]>
Middle East and Africa Wound Dressing Market: Market Estimation, Dynamics, Regional Share, Trends, Competitor Analysis 2012-2016 and Forecast 2017-2023 Tue, 20 Feb 2018 08:37:38 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/470399.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/470399.html pbi pbi

 

The Middle East and Africa Wound Dressing Market: By Type (Traditional, Advanced) By Product (Advanced (Foam Dressing, Hydrocolloid Dressing, Film Dressing, Alginate Dressing, Hydrogel Dressing, Collagen Dressing), Traditional (Artificial Skin & Skin Substitutes, Topical Agents, Wound closure products, Anti-infective dressings, Gauze, Lint, Plaster, bandages (natural or synthetic) and cotton wool)), By Geography (Gulf Cooperation Council (GCC) Countries, Israel, South Africa, Rest of MEA) – Market Estimation, Dynamics, Regional Share, Trends, Competitor Analysis 2012-2016 and Forecast 2017-2023

 

Wound is a disruption of skin epithelial lining or mucosa which results in thermal or physical damage. Depending upon the healing nature and duration, wound is classified as chronic wounds and acute wounds.  Wounds can be caused because of the incisions made in the body during surgeries. Wound dressing is treating the wounds by both external and internal surgical procedures.  Traditional wound dressings are used to treat acute wounds while advanced wound dressings are used to treat chronic wounds.

 

  

The Middle East and Africa Wound Dressing Market is majorly driven by advancements in the technologies and problems that are associated with traditional wound healing methods. Furthermore, increase in aging of population, government initiatives, and dire need of rapid and safe treatment for chronic wounds are also propelling the growth of the Middle East and Africa Wound Dressing Market. Rise in prevalence of lifestyle disorders leads to chronic wounds like venous leg ulcer, pressure ulcer, diabetic foot ulcer are expected to accelerate the growth of the Middle East and Africa Wound Dressing Market. However, high cost associated with the treatment, lack of awareness and reimbursement issues of new technologies are the few factors which are restraining the growth of the Middle East and Africa Wound Dressing Market.

 

Geographically Middle East and Africa Wound Dressing Market is segmented as Gulf Cooperation Council (GCC) Countries, Israel, South Africa, and Rest of MEA. The Middle East and Africa Wound dressing market is anticipated to show significant growth rate during the forecast period, owing to the rise in aging population, increase in chronic ulcers and ulcers, increase in initiatives taken by the government, rise in the prevalence and incidence of diabetes, accidents and injuries. According to the International Diabetes Federation, 14.7 Mn people are diagnosed with diabetes in Africa in 2012, and it is anticipated to double by 2030 and in 2015, 2.28 Mn cases were diagnosed with diabetes in South Africa. Surge in road accidents is expected to play a vital role in MEA wound dressing market. According to Government of South Africa, it is estimated that around 14,000 deaths due to road accidents every year in South Africa. As per to the WHO  reports, in South Africa every year 26Mn is spent on wound care because of burns from paraffin and cook stove incidents.

 

A sample of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/middle-east-and-africa-wound-dressing-market/#ulp-4H8Z4LpNMLEuOnnx 

 

 

 

The Middle East and Africa Wound Dressing Market is classified on the basis of product, type, end user, and geographical regions.

 

 

Based on Product, The Middle East and Africa Wound Dressing Market is segmented as

 

·         Advanced

·          

o    Hydrocolloid Dressing

o    Hydrogel Dressing

o    Foam Dressing

o    Alginate Dressing

o    Film Dressing

o    Collagen Dressing

 

·         Traditional

·          

o    Topical Agents

o    Gauze

o    Plasters

o    Artificial Skin & Skin Substitutes

o    Bandages

o    Wound Closure Products

o    Anti-infective Dressings

o    Lint

 

Based on Type, The Middle East and Africa Wound Dressing Market is segmented as

·         Traditional

·         Advanced

 

Based on the End-user, The Middle East and Africa Wound Dressing Market is segmented as

 

·         Inpatient Facilities

·         Community Medical Centres

·         Home health care

·         Outpatient Facilities

 

To view TOC of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/middle-east-and-africa-wound-dressing-market/#ulp-c654SbFYO64MsOhu

 

 

Some of the players in Middle East and Africa Wound Dressing Market,  Smith & Nephew plc  (UK), Hematris wound care GmbH (Germany), Wound  Care Technologies, Inc. (U.S.), Baxter International Inc. (U.S.), Mölnlycke Health Care AB (Sweden), Acelity LP Inc. (U.S.), Coloplast A/S (Denmark), ConvaTec Group Plc (UK), IonMed (Israel), Ethicon, Inc. (US), Medtronic plc (U.S.), 3M Company (U.S.), Derma Sciences, Inc. (U.S.), BSN Medical GmbH (Germany).

 

Need more information about this report @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/middle-east-and-africa-wound-dressing-market/#ulp-14mlyhjMGhVjZqa3

 

 

The Middle East and Africa Wound Dressing Market report gives a comprehensive outlook of Wound Dressing usage or adoption across the globe with special emphasis on key regions such as Gulf Cooperation Council (GCC) Countries, Israel, South Africa, and Rest of MEA. This report on Wound Dressing Market gives historical, current, and future market sizes (US$ Mn) of product, types, end users, and geographic regions. This report studies The Middle East and Africa Wound Dressing Market dynamics elaborately to identify the current trends & drivers, future opportunities and possible challenges to the key stakeholders operating in the market. In addition, The Middle East and Africa Wound Dressing Market report covers newer product introductions and competition analysis with vividly illustrated competition dashboard to assess the market competition. Moreover, PBI analysed The Middle East and Africa Wound Dressing Market to better equip clients with possible investment opportunities across the regions (Regional Investment Hot-Spots) and market unmet needs (Product Opportunities). Key stakeholders of the the Middle East and Africa Wound Dressing Market report include suppliers, manufacturers, marketers, policy makers engaged in manufacturing and supply of products.

 

Get access to full summary @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/middle-east-and-africa-wound-dressing-market/

]]>
Global Patient Monitoring Devices Market: Market Estimation, Dynamics, Regional Share, Trends, Competitor Analysis 2012-2016 and Forecast 2017-2023 Thu, 15 Feb 2018 08:13:10 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/469786.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/469786.html pbi pbi

Patient monitoring devices are the devices with the digital technology used to measure the person’s health condition. The accuracy of the results with patient monitoring devices may help to early diagnosis of the disease, leads to more efficient and specific treatment. The major advantages of the patient monitoring devices include accuracy of the results with less time and reduce the cost for disease diagnosis. These devices are commonly used to measure oxygen saturation level, pulse rate, body temperature, blood pressure, and heart activity among others. Physicians prefer the patient monitoring devices to enhance the excellence in the patient care.

 

 

Increase in the technological advancements such as wireless devices of patient monitoring devices, the rise in prevalence of various diseases such as diabetes and hypertension which require lifelong monitoring, increase in geriatric population, growth in the adoption of patient monitoring devices are anticipated to fuel the growth of patient monitoring devices. Moreover, increase in the healthcare awareness, ease of operating and availability of the wider products in the market, and rise in healthcare expenditure expected to propel the market Global Patient Monitoring Devices Market over the forecast period. However, product recalls, lack of awareness in rural areas, a high cost of the devices, and lack of favorable reimbursement policies for medical devices are the key factors restrain the patient monitoring devices market growth.

 

         

A sample of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/#ulp-4H8Z4LpNMLEuOnnx  

 

Patient monitoring devices market is segmented on the basis of product type, technology, application, and end user

 

Based on the product type, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Blood pressure monitors

·         Blood glucose monitors

·         Heart rate monitors

·         Pulse oximeters

·         Weight monitors

·         Sleep apnoea monitors

·         Breath monitors

·         Others

 

Based on the technology, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Portable devices

·         Standalone devices

·         Wireless technology devices

·         Others

 

Based on the application, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Cardiovascular conditions

·         Neurological conditions

·         Haematological conditions

·         Respiratory conditions

·         Physiological conditions

·         Others

 

Based on the end user, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Hospitals

·         Clinics

·         Ambulatory surgical centres

·         Home care settings

·         Others

 

     To view TOC of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/#ulp-c654SbFYO64MsOhu

 

Patient monitoring devices market is growing at a significant CAGR owing to increase in the prevalence of chronic diseases such as diabetes, cardiovascular, and neurological advancements. Market players majorly focusing on the innovation of new devices with advanced technology to gain larger market share. Acquisitions and mergers, collaborations, product approvals, product launchings, and patent approvals are the strategies followed by the competitors for increasing their revenue in the patient monitoring devices market. For instance, in September 2015, Zoll Medical Corporation acquired Kyma Medica Technology for broadening the product portfolio in cardiovascular monitoring devices. In addition, in March 2014, Nihon Kohden has awarded a U.S. patent for the advanced technology which reduces the false alarms in the patient monitoring systems.

 

 

Geographically, patient care monitoring devices are segmented into Europe, North America, Latin America, Asia Pacific, and Middle East and Africa. North America holds significant share in patient monitoring devices owing to rise in geriatric population prone to chronic diseases such as diabetes and cancer, increase in healthcare expenditure, and patent approvals for novel technologies in the region. In Europe, due to high adoption of novel technologies, technological advancements, and well-developed healthcare infrastructure are propelling the patient monitoring devices market. However, Asia Pacific exhibiting significant growth in global market which is attributed to growing prevalence of chronic diseases, rise in healthcare expenditure, and rise in per capita income are driving the patient monitoring devices market in the region.

 

 Need more information about this report @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/#ulp-14mlyhjMGhVjZqa3

 

 

Some of the players in patient monitoring devices market are GE Healthcare (U.K.), Philips Healthcare (Netherlands), Nihon Kohden (Japan), Roche Diagnostics Limited (Switzerland), Abbott Laboratories (U.S), Omron Healthcare (Japan), Zoll Medical Corporation (U.S.), Cardinal Health (U.S.), and Medtronic (Ireland) to name a few.

 

 

Get access to full summary @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/

]]>
Malattie reumatiche: Un italiano su due non conosce la prevenzione Thu, 18 Jan 2018 12:16:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/466399.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/466399.html Francy Antonioli Francy Antonioli  La SIR scende nelle piazze di 11 citta’ per istruire i cittadini


Roma, 18 gennaio 2018 – Per sette cittadini su dieci, infatti, le principali cause di questi disturbi sono il clima freddo o umido. Solo la metà indica tra i fattori di rischio gli stili di vita scorretti come l’eccesso di peso, il fumo di sigaretta o la sedentarietà. E il 90% vorrebbe ricevere maggiori informazioni e notizie da parte degli specialisti reumatologi. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR). Nelle prossime settimane gli specialisti della SIR “scenderanno in piazza” in altre 10 città della Penisola per spiegare ai cittadini come giocare d’anticipo contro patologie molto serie e potenzialmente invalidanti come artrite reumatoide, spondilite, artrite psoriasica o reumatismi extra-articolari. Nelle varie tappe saranno allestiti info point dove i cittadini potranno dialogare con gli esperti reumatologi e ricevere materiale informativo tra cui l’opuscolo, realizzato dalla SIR, Come prevenire e affrontare le malattie reumatiche. Inoltre saranno organizzate in ogni città specifiche lezioni di salute nelle scuole e nei centri anziani e tavole rotonde che vedranno la partecipazione di medici, cittadini e rappresentanti dei pazienti reumatici. L’obiettivo finale è aumentare il livello di conoscenza e consapevolezza sulle oltre 150 malattie reumatiche che colpiscono più di 5 milioni di italiani d’ogni fascia d’età. “Sono patologie destinate ad aumentare di pari passo con il crescere dell’età media della popolazione del nostro Paese - afferma il prof. Mauro Galeazzi, Presidente Nazionale SIR -. Solo l’artrite e l’artrosi interessano il 16% degli italiani mentre l’osteoporosi il 7,6%. Se non vengono curate in modo adeguato e tempestivo possono compromettere seriamente la qualità della vita ed essere anche mortali. Diventa perciò fondamentale la prevenzione, anche primaria: vanno seguite scrupolosamente alcune regole del benessere a partire dal controllo del peso corporeo. Anche le sigarette devono essere eliminate perché, oltre il cancro e i disturbi cardiovascolari, favoriscono anche l’insorgenza di patologie autoimmuni sistemiche. Si calcola che, in una persona geneticamente predisposta, il fumo aumenta di ben 15 volte il rischio di artrite reumatoide. Con questo tour vogliamo anche coinvolgere direttamente le Istituzioni; per questo è importante presentare questa campagna direttamente al Ministero della Salute”. “Insegneremo agli italiani come riconoscere i più evidenti segnali specifici delle malattie - prosegue il prof. Luigi di Matteo, Vice Presidente SIR -. Dolori articolari e muscolari persistenti, stancabilità, rigidità osteoarticolare e lombalgia, mani fredde, secchezza oculare, sono sintomi che contraddistinguono i disturbi reumatici. Chi ne soffre deve quindi rivolgersi tempestivamente ad uno specialista reumatologo. Oggi abbiamo a disposizione terapie con le quali possiamo garantire la remissione della patologia e quindi un ritorno ad una vita normale. Tuttavia, in ancora troppi casi siamo costretti a intervenire quando è già tardi e le cure risultano così meno efficaci. Le malattie alle ossa e agli organi di locomozione, infatti, rappresentano la terza causa di invalidità in Italia. L'assistenza socio-sanitaria per l'artrite reumatoide, l'artrite psoriasica e la spondilite anchilosante costa invece alla collettività più di 4 miliardi di euro l'anno, quasi la metà dei quali dovuti alla perdita di produttività dei lavoratori colpiti”. “Con questa iniziativa vogliamo anche promuovere, su tutto il territorio nazionale, la nostra specialità medica - sostiene la dott.ssa Manuela Di Franco delegato regionale SIR per il Lazio -. Il reumatologo è, infatti, una figura professionale che deve essere maggiormente incentivata e valorizzata all’interno del sistema sanitario per far fronte alle nuove sfide che dovremo affrontare nei prossimi anni”.

 

Le  città coinvolte dal #ReumaDays saranno: Ancona (28 febbraio - 1 marzo), Pescara (3-4 marzo), Potenza (9-10 marzo), Ragusa (12-13 marzo), Cagliari (17-18 marzo), Siena (21-22 marzo), Perugia (24-25 marzo), Brescia (4-5 aprile), Udine (7-8 aprile) e Padova (10-11 aprile).

 

 

]]>