Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lombardia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lombardia Tue, 20 Feb 2018 20:40:43 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/1 Global Patient Monitoring Devices Market: Market Estimation, Dynamics, Regional Share, Trends, Competitor Analysis 2012-2016 and Forecast 2017-2023 Thu, 15 Feb 2018 08:13:10 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/469786.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/469786.html pbi pbi

Patient monitoring devices are the devices with the digital technology used to measure the person’s health condition. The accuracy of the results with patient monitoring devices may help to early diagnosis of the disease, leads to more efficient and specific treatment. The major advantages of the patient monitoring devices include accuracy of the results with less time and reduce the cost for disease diagnosis. These devices are commonly used to measure oxygen saturation level, pulse rate, body temperature, blood pressure, and heart activity among others. Physicians prefer the patient monitoring devices to enhance the excellence in the patient care.

 

 

Increase in the technological advancements such as wireless devices of patient monitoring devices, the rise in prevalence of various diseases such as diabetes and hypertension which require lifelong monitoring, increase in geriatric population, growth in the adoption of patient monitoring devices are anticipated to fuel the growth of patient monitoring devices. Moreover, increase in the healthcare awareness, ease of operating and availability of the wider products in the market, and rise in healthcare expenditure expected to propel the market Global Patient Monitoring Devices Market over the forecast period. However, product recalls, lack of awareness in rural areas, a high cost of the devices, and lack of favorable reimbursement policies for medical devices are the key factors restrain the patient monitoring devices market growth.

 

         

A sample of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/#ulp-4H8Z4LpNMLEuOnnx  

 

Patient monitoring devices market is segmented on the basis of product type, technology, application, and end user

 

Based on the product type, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Blood pressure monitors

·         Blood glucose monitors

·         Heart rate monitors

·         Pulse oximeters

·         Weight monitors

·         Sleep apnoea monitors

·         Breath monitors

·         Others

 

Based on the technology, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Portable devices

·         Standalone devices

·         Wireless technology devices

·         Others

 

Based on the application, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Cardiovascular conditions

·         Neurological conditions

·         Haematological conditions

·         Respiratory conditions

·         Physiological conditions

·         Others

 

Based on the end user, patient monitoring devices are segmented into the following:

·         Hospitals

·         Clinics

·         Ambulatory surgical centres

·         Home care settings

·         Others

 

     To view TOC of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/#ulp-c654SbFYO64MsOhu

 

Patient monitoring devices market is growing at a significant CAGR owing to increase in the prevalence of chronic diseases such as diabetes, cardiovascular, and neurological advancements. Market players majorly focusing on the innovation of new devices with advanced technology to gain larger market share. Acquisitions and mergers, collaborations, product approvals, product launchings, and patent approvals are the strategies followed by the competitors for increasing their revenue in the patient monitoring devices market. For instance, in September 2015, Zoll Medical Corporation acquired Kyma Medica Technology for broadening the product portfolio in cardiovascular monitoring devices. In addition, in March 2014, Nihon Kohden has awarded a U.S. patent for the advanced technology which reduces the false alarms in the patient monitoring systems.

 

 

Geographically, patient care monitoring devices are segmented into Europe, North America, Latin America, Asia Pacific, and Middle East and Africa. North America holds significant share in patient monitoring devices owing to rise in geriatric population prone to chronic diseases such as diabetes and cancer, increase in healthcare expenditure, and patent approvals for novel technologies in the region. In Europe, due to high adoption of novel technologies, technological advancements, and well-developed healthcare infrastructure are propelling the patient monitoring devices market. However, Asia Pacific exhibiting significant growth in global market which is attributed to growing prevalence of chronic diseases, rise in healthcare expenditure, and rise in per capita income are driving the patient monitoring devices market in the region.

 

 Need more information about this report @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/#ulp-14mlyhjMGhVjZqa3

 

 

Some of the players in patient monitoring devices market are GE Healthcare (U.K.), Philips Healthcare (Netherlands), Nihon Kohden (Japan), Roche Diagnostics Limited (Switzerland), Abbott Laboratories (U.S), Omron Healthcare (Japan), Zoll Medical Corporation (U.S.), Cardinal Health (U.S.), and Medtronic (Ireland) to name a few.

 

 

Get access to full summary @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/global-patient-monitoring-devices-market/

]]>
Malattie reumatiche: Un italiano su due non conosce la prevenzione Thu, 18 Jan 2018 12:16:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/466399.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/466399.html Francy Antonioli Francy Antonioli  La SIR scende nelle piazze di 11 citta’ per istruire i cittadini


Roma, 18 gennaio 2018 – Per sette cittadini su dieci, infatti, le principali cause di questi disturbi sono il clima freddo o umido. Solo la metà indica tra i fattori di rischio gli stili di vita scorretti come l’eccesso di peso, il fumo di sigaretta o la sedentarietà. E il 90% vorrebbe ricevere maggiori informazioni e notizie da parte degli specialisti reumatologi. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR). Nelle prossime settimane gli specialisti della SIR “scenderanno in piazza” in altre 10 città della Penisola per spiegare ai cittadini come giocare d’anticipo contro patologie molto serie e potenzialmente invalidanti come artrite reumatoide, spondilite, artrite psoriasica o reumatismi extra-articolari. Nelle varie tappe saranno allestiti info point dove i cittadini potranno dialogare con gli esperti reumatologi e ricevere materiale informativo tra cui l’opuscolo, realizzato dalla SIR, Come prevenire e affrontare le malattie reumatiche. Inoltre saranno organizzate in ogni città specifiche lezioni di salute nelle scuole e nei centri anziani e tavole rotonde che vedranno la partecipazione di medici, cittadini e rappresentanti dei pazienti reumatici. L’obiettivo finale è aumentare il livello di conoscenza e consapevolezza sulle oltre 150 malattie reumatiche che colpiscono più di 5 milioni di italiani d’ogni fascia d’età. “Sono patologie destinate ad aumentare di pari passo con il crescere dell’età media della popolazione del nostro Paese - afferma il prof. Mauro Galeazzi, Presidente Nazionale SIR -. Solo l’artrite e l’artrosi interessano il 16% degli italiani mentre l’osteoporosi il 7,6%. Se non vengono curate in modo adeguato e tempestivo possono compromettere seriamente la qualità della vita ed essere anche mortali. Diventa perciò fondamentale la prevenzione, anche primaria: vanno seguite scrupolosamente alcune regole del benessere a partire dal controllo del peso corporeo. Anche le sigarette devono essere eliminate perché, oltre il cancro e i disturbi cardiovascolari, favoriscono anche l’insorgenza di patologie autoimmuni sistemiche. Si calcola che, in una persona geneticamente predisposta, il fumo aumenta di ben 15 volte il rischio di artrite reumatoide. Con questo tour vogliamo anche coinvolgere direttamente le Istituzioni; per questo è importante presentare questa campagna direttamente al Ministero della Salute”. “Insegneremo agli italiani come riconoscere i più evidenti segnali specifici delle malattie - prosegue il prof. Luigi di Matteo, Vice Presidente SIR -. Dolori articolari e muscolari persistenti, stancabilità, rigidità osteoarticolare e lombalgia, mani fredde, secchezza oculare, sono sintomi che contraddistinguono i disturbi reumatici. Chi ne soffre deve quindi rivolgersi tempestivamente ad uno specialista reumatologo. Oggi abbiamo a disposizione terapie con le quali possiamo garantire la remissione della patologia e quindi un ritorno ad una vita normale. Tuttavia, in ancora troppi casi siamo costretti a intervenire quando è già tardi e le cure risultano così meno efficaci. Le malattie alle ossa e agli organi di locomozione, infatti, rappresentano la terza causa di invalidità in Italia. L'assistenza socio-sanitaria per l'artrite reumatoide, l'artrite psoriasica e la spondilite anchilosante costa invece alla collettività più di 4 miliardi di euro l'anno, quasi la metà dei quali dovuti alla perdita di produttività dei lavoratori colpiti”. “Con questa iniziativa vogliamo anche promuovere, su tutto il territorio nazionale, la nostra specialità medica - sostiene la dott.ssa Manuela Di Franco delegato regionale SIR per il Lazio -. Il reumatologo è, infatti, una figura professionale che deve essere maggiormente incentivata e valorizzata all’interno del sistema sanitario per far fronte alle nuove sfide che dovremo affrontare nei prossimi anni”.

 

Le  città coinvolte dal #ReumaDays saranno: Ancona (28 febbraio - 1 marzo), Pescara (3-4 marzo), Potenza (9-10 marzo), Ragusa (12-13 marzo), Cagliari (17-18 marzo), Siena (21-22 marzo), Perugia (24-25 marzo), Brescia (4-5 aprile), Udine (7-8 aprile) e Padova (10-11 aprile).

 

 

]]>
TUMORE DEL RENE: OGNI ANNO IN ITALIA 3.400 CASI DOVUTI AL SOVRAPPESO Tue, 16 Jan 2018 12:34:46 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/466121.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/466121.html Francy Antonioli Francy Antonioli Milano, 16 gennaio 2018 – Ogni anno in Italia 3.400 nuove diagnosi di tumore del rene, il 25% del totale (13.600), sono riconducibili al sovrappeso. Un fattore di rischio ancora sottostimato dagli italiani visto che il 31,7% della popolazione ha problemi con la bilancia e il 10,5% è obeso. Una sottovalutazione che può portare a gravi conseguenze, infatti il 30% dei pazienti arriva alla diagnosi in stadio avanzato metastatico. Finora per questi malati le possibilità di trattamento erano scarse, ma negli ultimi anni stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione degli scenari terapeutici, approfonditi oggi in un incontro con i giornalisti a Milano. “In questa neoplasia la chemioterapia e la radioterapia si sono dimostrate, storicamente, poco efficaci – spiega il dott. Giuseppe Procopio, responsabile dell’Oncologia Medica genitourinaria della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano -. Per i pazienti con neoplasia in fase metastatica, i farmaci a bersaglio molecolare hanno permesso di allungare la sopravvivenza di oltre due anni. Queste terapie sono caratterizzate da un comune denominatore: svolgono un’azione ‘anti-angiogenica’, hanno cioè la capacità di inibire la formazione di nuovi vasi sanguigni. Questa azione interferisce con lo sviluppo del tumore che, per crescere, ha bisogno di ossigeno, di sangue e di nuovi vasi sanguigni che lo irrorino”. Il panorama terapeutico sta cambiando molto velocemente e, dopo l’ingresso della terapia immuno-oncologica, l’ultima novità è rappresentata da una nuova terapia mirata, cabozantinib, che ha evidenziato in uno studio di fase III miglioramenti clinicamente significativi, nel carcinoma a cellule renali in seconda linea, nei parametri di efficacia più importanti: sopravvivenza globale, sopravvivenza libera da progressione e tasso di risposta obiettiva. “Passi in avanti che hanno un impatto positivo sulla qualità di vita dei pazienti – sottolinea il dott. Camillo Porta dell’Oncologia Medica della Fondazione IRCCS Policlinico ‘San Matteo’ di Pavia -. Lo studio METEOR, che ha condotto all’approvazione della molecola, ha coinvolto 658 pazienti. Particolarmente evidente il vantaggio, pari a quasi 5 mesi, nella sopravvivenza globale rispetto a everolimus, l’attuale standard di cura (21,4 mesi rispetto a 16,5). La riduzione del rischio di progressione è stata del 49% e il tasso di risposta obiettiva è stato del 17% rispetto al 3% con everolimus”. “Per i pazienti è essenziale disporre in tempi brevi delle terapie innovative – afferma Maurizio Limitone di FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) Lombardia -. I vantaggi di questi trattamenti in termini di sopravvivenza e qualità di vita possono avere un impatto decisivo anche per il reinserimento sociale e lavorativo. Il bisogno di salute del paziente con una diagnosi di neoplasia è superiore a quello della popolazione generale. E persiste a lungo nel tempo, alla luce delle caratteristiche peculiari delle patologie oncologiche, dei loro effetti e delle specifiche risposte terapeutiche ed assistenziali. Guarire oggi non può voler dire solo aver vinto la personale battaglia contro la malattia. Si è guariti quando vengono ripristinate le condizioni di vita presenti prima dell’insorgenza della malattia e se vi è il pieno recupero del benessere fisico, psichico e sociale”. 

]]>
FLAT TAX PROMOSSA DAL NUOVO CDU: «PAGARE DI MENO PER PAGARE TUTTI» Fri, 15 Dec 2017 16:09:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/462743.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/462743.html Maurizio Zanoni Maurizio Zanoni MILANO, 15 dicembre 2017 - Il Nuovo Cdu si esprime in materia fiscale, sostenendo interamente la proposta di Forza Italia sulla “Flat Tax”, se non per una piccola modifica alla voce “Fattore Famiglia”.

«Rispetto alla formula presentata da Silvio Berlusconi, vorremmo infatti apportare una miglioria - spiega Lorenzo Annoni, referente della sezione milanese -: all’aliquota base del 25% intenderemmo aggiungere una addizionale, pari al 2%, attraverso cui reperire le risorse necessarie per finanziare sgravi fiscali in misura crescente al numero dei figli a carico, applicando così il “Fattore Famiglia” al nuovo modello fiscale».

Il vantaggio della “Flat Tax”, essendo un tipo di tassazione proporzionale e non progressiva, è quello di rimanere fissa per tutti i contribuenti, ovvero non aumenterebbe in percentuale all’aumentare del reddito. L’ipotesi è dunque di una aliquota base che si attesti al 25% per i redditi compresi tra 0 e 100mila euro, considerando che quella attualmente più bassa è al 23% e quella più alta al 43%. Inoltre, sarebbe introdotta una no tax area, ovvero un esonero previsto per le famiglie con un reddito annuo fino ai 10mila euro.

«Con la “Flat Tax” il carico fiscale si abbasserebbe in maniera significativa - prosegue Lorenzo Annoni -. Per fare degli esempi, se si guarda alla fascia dai 6mila ai 12mila vi sarebbe un risparmio da un minimo di 300 a un massimo di 1.300 euro annui. Che crescerebbe, tra i 1.000 e i 1.700 euro annui, per un reddito compreso tra i 12mila e i 26mila. E così via, avendo una diminuzione della tassazione anche fino a 5mila euro annui. Non solo, l’aliquota fissa sostituirebbe le cinque attuali. Ciò comporterebbe un notevole snellimento della burocrazia. Il cittadino sarebbe chiamato a compilare un modello unico dal quale emergerebbe quanto deve versare. Un calcolo immediato, che semplificherebbe il lavoro al singolo e anche agli operatori del settore tributario. E senza dimenticare l’abbattimento del costo di un servizio di questo tipo».

L’applicazione della “Flat Tax” porterebbe un ulteriore beneficio: l’evasione e l’elusione fiscale verrebbero meno a fronte di una una tassa decisamente più equa e quindi accettata all’unanimità.

«In pratica, pagheremmo di meno per pagare tutti - conclude Annoni -. Auspichiamo sinceramente la sua realizzazione perché crediamo fortemente in un sollievo fiscale per gli italiani nell’ottica di un più ampio sollevamento delle sorti socio-economiche del Paese». 

]]>
FLAT TAX PROMOSSA DAL NUOVO CDU: «PAGARE DI MENO PER PAGARE TUTTI» Fri, 15 Dec 2017 16:08:59 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/462742.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/462742.html Maurizio Zanoni Maurizio Zanoni MILANO, 15 dicembre 2017 - Il Nuovo Cdu si esprime in materia fiscale, sostenendo interamente la proposta di Forza Italia sulla “Flat Tax”, se non per una piccola modifica alla voce “Fattore Famiglia”.

«Rispetto alla formula presentata da Silvio Berlusconi, vorremmo infatti apportare una miglioria - spiega Lorenzo Annoni, referente della sezione milanese -: all’aliquota base del 25% intenderemmo aggiungere una addizionale, pari al 2%, attraverso cui reperire le risorse necessarie per finanziare sgravi fiscali in misura crescente al numero dei figli a carico, applicando così il “Fattore Famiglia” al nuovo modello fiscale».

Il vantaggio della “Flat Tax”, essendo un tipo di tassazione proporzionale e non progressiva, è quello di rimanere fissa per tutti i contribuenti, ovvero non aumenterebbe in percentuale all’aumentare del reddito. L’ipotesi è dunque di una aliquota base che si attesti al 25% per i redditi compresi tra 0 e 100mila euro, considerando che quella attualmente più bassa è al 23% e quella più alta al 43%. Inoltre, sarebbe introdotta una no tax area, ovvero un esonero previsto per le famiglie con un reddito annuo fino ai 10mila euro.

«Con la “Flat Tax” il carico fiscale si abbasserebbe in maniera significativa - prosegue Lorenzo Annoni -. Per fare degli esempi, se si guarda alla fascia dai 6mila ai 12mila vi sarebbe un risparmio da un minimo di 300 a un massimo di 1.300 euro annui. Che crescerebbe, tra i 1.000 e i 1.700 euro annui, per un reddito compreso tra i 12mila e i 26mila. E così via, avendo una diminuzione della tassazione anche fino a 5mila euro annui. Non solo, l’aliquota fissa sostituirebbe le cinque attuali. Ciò comporterebbe un notevole snellimento della burocrazia. Il cittadino sarebbe chiamato a compilare un modello unico dal quale emergerebbe quanto deve versare. Un calcolo immediato, che semplificherebbe il lavoro al singolo e anche agli operatori del settore tributario. E senza dimenticare l’abbattimento del costo di un servizio di questo tipo».

L’applicazione della “Flat Tax” porterebbe un ulteriore beneficio: l’evasione e l’elusione fiscale verrebbero meno a fronte di una una tassa decisamente più equa e quindi accettata all’unanimità.

«In pratica, pagheremmo di meno per pagare tutti - conclude Annoni -. Auspichiamo sinceramente la sua realizzazione perché crediamo fortemente in un sollievo fiscale per gli italiani nell’ottica di un più ampio sollevamento delle sorti socio-economiche del Paese». 

]]>
MASTER IN SERVICE DESIGN Tue, 05 Dec 2017 14:15:28 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/461591.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/461591.html POLI.design POLI.design Progettare servizi utilizzando un approccio di service design comporta immaginare soluzioni che siano vicine ai bisogni degli utenti finali e che creino valore sia per chi li utilizza, che per chi li produce. Il design dei servizi si riconferma essere uno degli ambiti core della ricerca e della formazione firmata Politecnico di Milano ed in particolare, il Master Universitario dedicato alla disciplina e gestito da POLI.design, ha da ottobre scorso inaugurato la V edizione forte della collaborazione di brand internazionali. 

“Le innovazioni di business in ambito Digital Customer Experience richiedono di mettere gli utenti dei nuovi servizi al centro dei progetti e di orchestrare creatività, metodo, competenze, capacità implementative e professionalità multiple, per portare vero valore alle persone nei diversi ecosistemi.” ci racconta Cristina Juliani, Digital Service Design | Innovation di Capgemini Italia.

Gruppo Iren, Capgemini Italia, Deloitte Digital ed Eataly sono la rosa delle aziende partner del percorso didattico che hanno compreso quanto il service design sia asset strategico aziendale per innovare, differenziare, competere.

Con l’obiettivo di formare progettisti esperti e capaci, il Master internazionale in Service Design di POLI.design, Politecnico di Milano, torna ad ottobre 2018 con la sua VI edizione.

Le selezioni sono già aperte: è possibile inviare la propria candidatura entro l'8 settembre 2018 a formazione@polidesign.net.

Sono state istituite alcune agevolazioni alla frequenza per candidati particolarmente meritevoli: le candidature devono essere inviate entro il 27/05/2018 ed il regolamento è disponibile alla seguente pagina http://polidesign.net/sites/default/files/FinancialSERVICE.pdf

Il percorso didattico è tenuto interamente in lingua inglese e si rivolge a candidati in possesso di un titolo di laurea triennale, magistrale o diploma universitario in design, architettura e ingegneria e a candidati laureati in altre discipline a cui il Service Design possa fornire una significativa integrazione alla propria preparazione professionale.

“Ci troviamo ad operare in una epoca di grandi trasformazioni economiche, sociali e ambientali che implicano un profondo ripensamento sul ruolo del design e sulle sfide progettuali per ripensare il futuro. I service designers saranno i protagonisti di questo processo innovativo di interazione tra i soggetti e le organizzazioni, saranno chiamati a definire nuove forme di impresa, nuovi modi di vivere i territori e le città, playgrounds globali in cui micro e macro si intersecheranno senza soluzione di continuità” ci spiega Beatrice Villari, Co-Direttrice del Master.

Il Master in Service Design rappresenta dunque uno sguardo rivolto al futuro, che propone l’unione dei saperi consolidati della disciplina progettuale e le ricerche proprie dei suoi ambiti di frontiera, come valutazione dei servizi, service design for government, service design e new manufacturing.

Per ulteriori informazioni, contattare l’Ufficio Formazione di POLI.design: tel. +39 02 2399 5911, e-mail formazione@polidesign.net.

]]>
Comunità Montana di Valle Camonica, FNM incontra stakeholder: insieme per sostenibilità e territorio Tue, 05 Dec 2017 10:41:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/461573.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/461573.html FNM FNM

Appuntamento con enti locali, scuole, università, stampa, operatori mobilità e associazioni

Obiettivo: raccogliere valutazioni sulle attività su cui il Gruppo dovrà investire

 

Breno (BS), 04 dicembre 2017 – FNM, in collaborazione con Comunità Montana di Valle Camonica, organizza un incontro con enti locali, scuole, università, stampa, operatori della mobilità e associazioni per raccogliere le valutazioni degli attori locali sulle attività e le operazioni del Gruppo, legate al tema della Sostenibilità e della Responsabilità Sociale d’Impresa.

DIALOGO APERTO - Queste valutazioni saranno elaborate per aggiornare ed evidenziare le tematiche su cui il Gruppo si focalizzerà per investire le proprie risorse e indirizzare il business. “Questi incontri di multi-stakeholder engagement – spiega il Vice Presidente di FNM Fabrizio Garavaglia - hanno l’obiettivo di promuovere un dialogo aperto e multidirezionale sui temi di sostenibilità, non solo tra il Gruppo FNM e il territorio, ma anche tra le stesse realtà organizzative, pubbliche e private, che costituiscono il cuore pulsante della società e dell’economia locale lombarda”.

BILANCIO DI SOSTENIBILITA’ E PIANO 2020 - L’azienda ha intrapreso un percorso di sostenibilità dal 2014 con il proprio Bilancio di Sostenibilità, documento che rendiconta le performance raggiunte in ambito economico, sociale e ambientale del Gruppo. FNM si è inoltre dotato, da giugno 2017, di un Piano di Sostenibilità 2020 che fissa più di 50 target puntuali in tema di sostenibilità.  

LA COMUNITA’ MONTANA DI VALLE CAMONICA - “Questo incontro con FNM – spiega il Presidente della Comunità Montana e Consorzio Bim di Valle Camonica Oliviero Valzelli – consente agli Enti territoriali di conoscere e quindi meglio definire e coordinare gli interventi già in atto sul tema della mobilità sostenibile di Valle, nonché di aprire un confronto articolato sui diversi aspetti che coinvolgono il trasporto ferroviario e le altre forme di trasporto pubblico e di mobilità privata sia interne alla Valle che con i territori contermini”. 

ASCOLTO DEL TERRITORIO - Il Gruppo FNM, per promuovere e partecipare attivamente al dibattito locale sui temi della Sostenibilità e della Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR), ha sviluppato negli ultimi anni diverse iniziative di ascolto sul territorio. L’appuntamento di Breno fa parte di questa attività. I partecipanti, attraverso una apposita piattaforma on-line, sono chiamati a esprimere le proprie valutazioni, sotto forma di “voto” riguardo alle tematiche proposte che verranno elaborate per il Bilancio di Sostenibilità 2017.

 

 

]]>
Treni, avviata gara per acquisto convogli ad alta capacità Mon, 30 Oct 2017 11:52:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457684.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457684.html FNM FNM

La fornitura prevista dalla Regione è di 100 treni, finanziamento massimo 1,1 miliardi

Presidente Gibelli: “Con rinnovamento flotta servizi migliori per viaggiatori”

 

Milano, 26 ottobre 2017 – Con l’invio della “Richiesta d’offerta” alle aziende iscritte nel Sistema di Qualificazione di FNM, è stata formalmente avviata la seconda delle tre gare per la fornitura di treni per il servizio ferroviario regionale che FERROVIENORD e FNM stanno perfezionando, in attuazione di quanto previsto dalla delibera della Giunta Regionale della Lombardia dello scorso 24 luglio (n. X/6932) e dalla legge regionale “Assestamento al bilancio 2017–2019”. Complessivamente, si tratta dell’acquisto di 161 nuovi treni (con finanziamento massimo di 1.607.000.000 euro).

 

CARATTERISTICHE TRENI – La seconda gara riguarda i convogli ad Alta Capacità (400-500 posti a sedere). La fornitura prevista dalla Delibera regionale è di 100 treni, destinati alle linee ad alta frequentazione, che dovranno essere bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita con velocità massima di 160 km/h. Il finanziamento massimo previsto dalla stessa Delibera regionale per questa fornitura è di 1.160 milioni di euro.

 

MODALITÀ E TEMPISTICA – La fornitura relativa a questa gara sarà regolata da un Accordo Quadro con una quantità massima di 120 convogli. Le imprese interessate potranno presentare un’offerta entro le 12.00 del 18 gennaio 2018. Sempre in base a quanto indicato dalla Regione, le forniture  dovranno concludersi entro il 2025. Nelle prossime settimane, sarà avviata la terza e ultima gara per i treni Diesel.

 

RINNOVAMENTO FLOTTA - “Stiamo rapidamente completando – commenta il presidente Andrea Gibelliil programma stabilito tra luglio e agosto con Regione Lombardia, che ha fortemente voluto queste gare e ha assicurato un impegno economico-finanziario straordinario. Il rinnovamento radicale della flotta che stiamo realizzando permetterà di offrire un servizio ancora migliore alle oltre 700.000 persone che ogni giorno viaggiano sui treni in Lombardia]]>
Treni, avviata gara per acquisto convogli ad alta capacità Mon, 30 Oct 2017 11:50:29 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457683.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457683.html FNM FNM

La fornitura prevista dalla Regione è di 100 treni, finanziamento massimo 1,1 miliardi

Presidente Gibelli: “Con rinnovamento flotta servizi migliori per viaggiatori”

 

Milano, 26 ottobre 2017 – Con l’invio della “Richiesta d’offerta” alle aziende iscritte nel Sistema di Qualificazione di FNM, è stata formalmente avviata la seconda delle tre gare per la fornitura di treni per il servizio ferroviario regionale che FERROVIENORD e FNM stanno perfezionando, in attuazione di quanto previsto dalla delibera della Giunta Regionale della Lombardia dello scorso 24 luglio (n. X/6932) e dalla legge regionale “Assestamento al bilancio 2017–2019”. Complessivamente, si tratta dell’acquisto di 161 nuovi treni (con finanziamento massimo di 1.607.000.000 euro).

 

CARATTERISTICHE TRENI – La seconda gara riguarda i convogli ad Alta Capacità (400-500 posti a sedere). La fornitura prevista dalla Delibera regionale è di 100 treni, destinati alle linee ad alta frequentazione, che dovranno essere bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita con velocità massima di 160 km/h. Il finanziamento massimo previsto dalla stessa Delibera regionale per questa fornitura è di 1.160 milioni di euro.

 

MODALITÀ E TEMPISTICA – La fornitura relativa a questa gara sarà regolata da un Accordo Quadro con una quantità massima di 120 convogli. Le imprese interessate potranno presentare un’offerta entro le 12.00 del 18 gennaio 2018. Sempre in base a quanto indicato dalla Regione, le forniture  dovranno concludersi entro il 2025. Nelle prossime settimane, sarà avviata la terza e ultima gara per i treni Diesel.

 

RINNOVAMENTO FLOTTA - “Stiamo rapidamente completando – commenta il presidente Andrea Gibelliil programma stabilito tra luglio e agosto con Regione Lombardia, che ha fortemente voluto queste gare e ha assicurato un impegno economico-finanziario straordinario. Il rinnovamento radicale della flotta che stiamo realizzando permetterà di offrire un servizio ancora migliore alle oltre 700.000 persone che ogni giorno viaggiano sui treni in Lombardia]]>
ACCURA presente il 26/27 Ottobre 2017 al “Life Tech Forum” a Venezia Wed, 25 Oct 2017 10:29:00 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457108.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457108.html ACCURA - Elisa Martorana Referente Comunicazione ACCURA - Elisa Martorana Referente Comunicazione ACCURA presente al “LIFE TECH FORUM”, manifestazione di rilevanza nazionale giunta alla seconda edizione: “Dalla sostenibilità nel settore socio-sanitario all’innovazione nel mondo farmaceutico e nei percorsi di cura fino alle nuove frontiere della salute digitale”. 


Due giorni di tavole rotonde e incontri, dove saranno presenti i maggiori esperti internazionali e nazionali del settore socio-sanitario, interverrà Roberto Giordano, General Manager di ACCURA, il 27 ottobre nella suggestiva cornice della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia. 


“Le nuove logiche di gestione proattiva dei pazienti cronici offrono l’opportunità di sviluppo di nuovi palyer nella sanità, ACCURA srl rappresenta la prima vera Desease Management Company, un interessante modello di Business Processes Outsourcing nella sanità.” 

Roberto Giordano,  General  Manager di  ACCURA
www.accura.it

]]>
ACCURA presente il 26/27 Ottobre 2017 al “Life Tech Forum” a Venezia Wed, 25 Oct 2017 10:28:58 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457107.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/457107.html ACCURA - Elisa Martorana Referente Comunicazione ACCURA - Elisa Martorana Referente Comunicazione ACCURA presente al “LIFE TECH FORUM”, manifestazione di rilevanza nazionale giunta alla seconda edizione: “Dalla sostenibilità nel settore socio-sanitario all’innovazione nel mondo farmaceutico e nei percorsi di cura fino alle nuove frontiere della salute digitale”. 


Due giorni di tavole rotonde e incontri, dove saranno presenti i maggiori esperti internazionali e nazionali del settore socio-sanitario, interverrà Roberto Giordano, General Manager di ACCURA, il 27 ottobre nella suggestiva cornice della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia. 


“Le nuove logiche di gestione proattiva dei pazienti cronici offrono l’opportunità di sviluppo di nuovi palyer nella sanità, ACCURA srl rappresenta la prima vera Desease Management Company, un interessante modello di Business Processes Outsourcing nella sanità.” 

Roberto Giordano,  General  Manager di  ACCURA
www.accura.it

]]>
concretizzare tutti i vostri progetti Thu, 31 Aug 2017 21:56:26 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/448819.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/448819.html cavallini cavallini Con noi, sarete in famiglia. E possiamo aiutarli.
Con euro sistema e la fluidità del suo Programma, (tutti salvato) è uno
vera sfida ed un'opportunità reale per persone che vogliono
bene svilupparsi finanziariamente. Possiamo aiutarli da 1.500 a
500.000€ per ogni persona desiderosa di farsi.
loreda1960@gmail.com

]]>
Welfare Abitativo Regione Lombardia Tue, 18 Jul 2017 12:53:27 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/440930.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/440930.html Dr. Pietro Bardoscia Dr. Pietro Bardoscia Fonte: Giornale Informazione Quotidiana

Welfare Abitativo Regione Lombardia – Direzione Casa, Housing sociale; Expo 2015 – Assoedilizia informa

A s s o e d i l i z i a
Informa
Workshop  sul welfare abitativo nella nostra regione
12,6 milioni di euro per l’emergenza casa in Lombardia 

La Direzione Casa, Housing sociale, Internazionalizzazione delle imprese e Expo 2015 hanno organizzato un workshop  per fare il punto sul welfare abitativo nella nostra regione, soprattutto approfondendo il ruolo che hanno i Piani di zona e che avranno ancora di più in futuro nella programmazione e gestione delle politiche abitative.

Vi hanno partecipato amministratori comunali,  dirigenti e funzionari degli uffici competenti, responsabili dei Piani di zona, rappresentanti del mondo della casa, tra cui Assoedilizia.

Regione Lombardia con uno stanziamento di 12,6 milioni di euro ha inteso promuovere iniziative che coinvolgono i Piani di Zona, i Comuni, le istituzioni e i soggetti territoriali diversi in chiave di integrazione delle politiche di welfare, a sostegno delle famiglie per il mantenimento dell’abitazione in locazione o per la ricerca di nuove soluzioni, abitative temporanee, volte al contenimento dell’emergenza abitativa.

Destinatari di questa importante misura sono 1523 Comuni lombardi e 98 piani di zona. Le azioni da attivare  riguardano: il sostegno alle famiglie in difficoltà nel pagamento dell’affitto, il sostegno temporaneo alle famiglie proprietarie di alloggio all’asta a seguito di pignoramento per mancato pagamento delle rate di mutuo ed infine il sostegno ai pensionati in difficoltà nel mantenimento  dell’alloggio in locazione.

I fondi regionali consentono  di sopperire alla carenza del Fondo Nazionale per il sostegno all’affitto non trasferito alle regioni da parte del Ministero delle Infrastrutture per l’anno in corso.

La misura “Emergenza abitativa 2017” rappresenta la prima di una serie di importanti provvedimenti sociali per la casa, che  prevede ulteriori 21 milioni di euro per sanare la morosità incolpevole e 2,5 milioni di euro per le azioni di contrasto all’emergenza abitativa. Complessivamente si tratta di un pacchetto di misure per la casa,  per un totale di oltre 36 milioni di euro, destinati ai cittadini, vittime della perdurante  crisi economica.

Ha aperto i lavori Fabrizio Sala, vicepresidente e assessore alla Casa, Housing Sociale, Expo 2015, e Internazionalizzazione delle Imprese;

Relazioni di:

Carmelo Di Mauro, direttore generale Casa, Housing Sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle Imprese.
Paolo Formigoni, Regione Lombardia, Unità Organizzativa Sviluppo Urbano, Housing Sociale, Promozione e relazioni internazionali sul tema: “Il quadro di contesto e le politiche regionali di welfare abitativo”;
Francesco Foti, Regione Lombardia, Unità Organizzativa Programmazione Politiche abitative su “Il nuovo regolamento dei Servizi abitativi pubblici: il ruolo della programmazione”;
Luigi Bernardi, IRS KCity “Le opportunità e i limiti delle misure regionali di welfare abitativo”;
Francesco di Ciò, IRS KCity “Le sfide della programmazione e gestione delle politiche abitative nei piani di zona”.
Conclusioni affidate a Paolo Formigoni.
Per informazioni sulla misure regionali “Emergenza Abitativa  2017” rivolgersi al proprio Comune di residenza per conoscere tempi di attivazione, criteri e modalità di partecipazione al bando o alla manifestazione di interesse.

]]>
La ricerca del piacere, dal desiderio alla dipendenza Tue, 11 Jul 2017 11:21:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/439873.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/439873.html White dentisti associati White dentisti associati Milano, 13 luglio 2017 - Cosa ci fa scegliere o preferire un determinato stile di vita? E se invece siamo costretti verso una serie di situazioni alle quali dobbiamo adattarci, cosa succede al nostro fisico e alla nostra personalità? Nell'ambito delle attività della White Academy, accademia nata per la formazione dei professionisti della salute, si svolgerà il convegno dal titolo: "La ricerca del piacere, dal desiderio alla dipendenza" che cercherà di rispondere a queste domande dando un’informazione a 360° svolta da un parterre di ospiti unico, con più di 25 anni di esperienza, autorevole e con una didattica efficace, alla portata di tutti i livelli.
Il tema infatti verrà approcciato dal punto di vista psicologico dal Prof. Vincenzo Russo (IULM), dal punto di vista medico dal Prof. Loris Prosper (San Raffaele Milano) e dal punto di vista del marketing e comunicazione dal Prof. Antonio Pelliccia (San Raffaele Milano). I tre relatori tratteranno temi assegnati con argomenti fondamentali, collegati ai nostri processi decisionali di scelta su come ci motiviamo verso la Prevenzione, come scegliamo l'Alimentazione e quali sono le logiche che ci spingono a prenderci cura di noi anche attraverso lo Sport. 
«Molte tematiche sono frutto di ricerche universitarie internazionali, trattate quotidianamente portate all’attenzione dei pazienti - ci tiene a specificare il Professor Loris Prosper - Il paziente informato è il centro delle nostre attenzioni. La sua salute generale dipende anche da noi e la soddisfazione delle sue aspettative si realizza anche attraverso la nostra missione istituzionale di formazione e informazione odontoiatrica».
SEGUE DIBATTITO E APERICENA.
]]>
Eveho partner di Unitre Milano all'evento "Education & Learning" Mon, 19 Jun 2017 14:35:23 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/437107.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/437107.html Ufficio Stampa Eveho Ufficio Stampa Eveho Unitre Milano e il network accademico internazionale “Education & Learning” – Global Knowledge Academic hanno organizzato VI Congresso Internazionale sull’Educazione e l’Apprendimento tenutosi dal 14 al 16 giugno 2017 a Milano in Via Ariberto 11 presso la Sede della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia del CRIFU (centro ricerca e formazione UniTre) e UniTre Milano struttura universitaria operante nel campo della formazione e dell'educazione permanente .

Il Congresso Internazionale sull’Educazione e l’Apprendimento si svolge ogni anno nelle più importanti Università del mondo come quelle di Londra e New York. Al Convegno hanno partecipato circa 300 Professori Universitari provenienti da tutto il mondo e specializzati in varie discipline.

Il focus dell'edizione 2017 è stato dedicato all’ Ermeneutica dell’arte per l’educazione. L’ermeneutica dell’arte si pone l'obiettivo di definire le soglie di identità artistiche ed espressive (secoli, luoghi, generazioni, gruppi e artisti), che consentono non solo la reinterpretazione dei codici primari (come “l’alfabeto”) ma anche di porre le basi per un nuovo orizzonte critico.

L'evento si è diramato in una serrata agenda fitta di convegni, eventi e attività di vario genere nelle quali sono state affrontate varie tematiche come la politica, la legislazione, l'educazione, la psicologia scolastica, l’apprendimento, le metodologie educative, le scienze, la tecnologia e la leadership.

Un ricco panorama di eventi tra cui lezioni magistrali, comunicazioni orali, workshop, poster, tavola rotonda e colloquio. Questi incontri hanno affrontato in modo molto specifico, approfondendo ogni aspetto di tematiche di grande attualità e di rilevante interesse strategico e scientifico. Gli autori hanno avuto l'occasione di esporre i propri lavori davanti ad esperti del settore e al grande pubblico con la possibilità di un'ampia interazione con tutti i partecipanti. Tante domande e interventi che hanno creato così un'importante sinergia tra speaker e pubblico.

Eveho ha partecipato all'evento con una selezione di prodotti rigorosamente Made in Italy simbolo delle eccellenze del territorio toscano, frutto della partnership con Agrifood che ha contribuito ad arricchire il buffet con prodotti di assoluta qualità. Tutti i numerosi partecipanti alle varie lezioni hanno potuto così gustare i prodotti tipici toscani nei momenti di pausa tra i vari congressi.

 

UNITRE Milano - Università delle Tre Età  -www.unitremilano.com

 

Ufficio Stampa: Studio Binaschi Milano -  www.studiobinaschi.it

]]>
Soddisfazione per l'evento "Education & Learning"promosso da Unitre Milano Mon, 19 Jun 2017 12:13:11 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/437067.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/437067.html Ufficio Stampa Eveho Ufficio Stampa Eveho Unitre Milano e il network accademico internazionale “Education & Learning” – Global Knowledge Academic hanno organizzato il VI Congresso Internazionale sull’Educazione e l’Apprendimento dal 14 al 16 giugno 2017 a Milano in Via Ariberto 11 presso la Sede della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia del CRIFU (centro ricerca e formazione Unitre)  e di UniTre Milano, struttura universitaria operante nel campo della formazione e dell'educazione permanente.

Il Congresso Internazionale sull’Educazione e l’Apprendimento si svolge ogni anno nelle più importanti Università del mondo come quelle di Londra e New York. Al Convegno hanno partecipato circa 300 Professori Universitari provenienti da tutto il mondo e specializzati in varie discipline.

Il focus dell'edizione 2017 è stato dedicato all’Ermeneutica dell’arte per l’educazione. L’ermeneutica dell’arte si pone l'obiettivo di definire le soglie di identità artistiche ed espressive (secoli, luoghi, generazioni, gruppi e artisti), che consentono non solo la reinterpretazione dei codici primari (come “l’alfabeto”) ma anche di porre le basi per un nuovo orizzonte critico.

L'evento si è diramato in una serrata agenda fitta di convegni, eventi e attività di vario genere nelle quali sono state affrontate varie tematiche come la politica, legislazione, l'educazione, la psicologia scolastica, l’apprendimento, le metodologie educative, le scienze, la tecnologia e la leadership.

Un ricco panorama di eventi tra cui lezioni magistrali, comunicazioni orali, workshop, poster, tavole rotonde e colloqui. Questi incontri hanno approfondito in modo molto specifico ogni aspetto di tutte le varie tematiche, soprattutto quelle di grande attualità. Gli autori hanno avuto l'occasione di esporre i propri lavori davanti ad esperti del settore e al grande pubblico con la possibilità di un'ampia interazione con tutti i partecipanti. Tante domande e interventi che hanno creato così un'importante sinergia tra speaker e pubblico, realizzando così un vero momento di crescita per tutti.  

 

UNITRE Milano - Università delle Tre Età  - www.unitremilano.com

 

Ufficio Stampa: Studio Binaschi Milano - www.studiobinaschi.it

]]>
Prove d'esame CfP Thu, 08 Jun 2017 14:24:10 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/436014.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/436014.html milano80 milano80

Prove d’Esame Cfp: tutti contro PRODE, ma il problema sono le schede di valutazione

Tutti contro PRODE. Il Sistema Informativo regionale per la gestione delle Prove d’Esame Cfp di qualifica dei Centri di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), messo a disposizione da Regione Lombardia, è finito nell’occhio del ciclone per un presunto malfunzionamento. Che ne avrebbe minato l’efficacia proprio nei giorni d’esame.

PRODE sotto accusa

L’accusa, infatti, era rivolta principalmente a PRODE. Quest’ultimo (clicca qui per sapere come funziona) è un sistema davvero rivoluzionario. Perché permette di pianificare le sessioni di esame di IeFP e Apprendistato. Ma anche di creare la prova centralizzata (testi, domande, griglie di correzione) e gestire la somministrazione dell’esame (preparazione della riunione preliminare, somministrazione dell’esame agli studenti). Oltre, ovviamente, agli esiti degli stessi. Un prodotto unico nel suo genere, all’avanguardia. Il problema è nato quando rallentamenti al sistema hanno generato disservizi importanti agli alunni e ai docenti. Il nodo della questione, però, è che non è stato il sovraccarico di dati nel sistema a portare a questo rallentamento. Ma le griglie di valutazione, errate all’origine, messe a disposizione da Regione Lombardia.

Regione Lombardia, griglie di valutazione errate

Il sovraccarico dei dati nel Sistema c’è stato, ma è stato rapidamente risolto con un potenziamento dell’infrastruttura. Sono state le griglie di valutazione degli alunni a provocare i problemi maggiori. Le cause sono ancora da accertare, ma intanto una cosa è certa: la DG Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia ha fornito moduli non idonei per la correzione dei compiti (le c.d. “griglie di valutazione”) delle prove di esame centralizzate di Italiano, Matematica e Inglese di qualifica IeFP. E questo per ammissione proprio di alcuni Centri di Formazione Professionale.

La bonifica successiva

A quel punto Lombardia Informatica è stata costretta ad effettuare un lavoro di ricerca su tutte le ‘griglie’. Per verificare la presenza di errori e per procedere ad una bonifica. Tecnici della società hanno dovuto effettuare numerosi interventi che hanno permesso il ripristino di nuove ‘griglie di valutazione’ e il regolare svolgimento degli esami. Il Sistema PRODE è ora pienamente fruibile. Sperando che possa essere utilizzato ancora a lungo. In quanto la sua funzionalità è indubbia: avere un software che permette di gestire Prova Di Esame, pianificare le sessioni e gestirne gli esiti, con tanto di monitoraggio e reportistica, è qualcosa di decisamente rivoluzionario.

]]>
Lavoro e società: Nasce Las Jobas, la città dei lavori 'fighi' per i giovani Wed, 17 May 2017 09:38:40 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/433088.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/433088.html speedypress speedypress

Realizzato grazie alla partnership tra Ryler e University.it, il progetto propone ai ragazzi esperienze professionali non convenzionali e divertenti presso le aziende più amate: una sorta di “Las Vegas” del lavoro giovanile.

Milano, 17 maggio 2017: In tempi di crisi arriva finalmente una novità positiva sul fronte del lavoro giovanile qualificato. Grazie alla partnership tra Ryler, primo acceleratore del lavoro giovanile qualificato e University.it, portale storico del mondo universitario dal 1999, è partito il progetto “Las Jobas - Solo Lavori Fighi”, un’iniziativa tra il recruiting e l’employer branding. Obiettivo del progetto è quello di selezionare e proporre ai giovani unicamente lavori divertenti, non convenzionali e motivanti presso le aziende più amate nella fascia tra i 20 e i 30 anni. Qualche esempio? A chi non piacerebbe fare il tester d’hotel presso catene alberghiere di lusso o il collaudatore di attrazioni presso parchi di divertimento? Con Las Jobas tutto questo diventa realtà.

Spiega Federico Pisanty, amministratore delegato e co-fondatore di Ryler: «Operando nell’ambito del lavoro giovanile qualificato, abbiamo ritenuto che fosse giunto il momento di capovolgere la “narrazione” corrente, ossia quella di una generazione perduta, destinata a svolgere unicamente professioni demotivanti e sottopagate. Abbiamo quindi pensato di andare da aziende e istituzioni note tra i ragazzi proponendo loro di provare a “conquistarli” in modo costruttivo, ovvero offrendo loro “esperienze da raccontare”. Da cui il nome, “Las Jobas”, una sorta di Las Vegas del lavoro giovanile». A supportare Ryler nell’iniziativa, University.it da sempre attento a raccontare il mondo degli universitari. Racconta Matteo Petocchi, project manager del portale: «Io sono giovane e desideravo parlare ai miei coetanei usando il nostro linguaggio. Quante volte ci si dice “Che figo sarebbe fare questo lavoro!”. Bene: noi vogliamo esaudire questo desiderio!».

Ryler collabora con diversi grandi gruppi imprenditoriali italiani, tra cui Eataly, Monster e Qui! Group. Sul fronte recruiting, ha realizzato inoltre, con il sostegno di Regione Lombardia, il “Recruiting Index”, l’indice utilizzato per la valutazione onnicomprensiva degli studenti in fase di assunzione. Con Las Jobas parte ora un fronte di employer branding a basso costo. Per le aziende coinvolte, infatti, la diffusione del proprio brand nell’habitat universitario avviene con investimenti minimi.

Conclude Pisanty: «Secondo una ricerca di Monster, l’83% dei candidati millennials desidera lavorare per aziende i cui valori corrispondono ai propri. È quindi strategico lo sviluppo di politiche di Employer Branding originali per attrarre i migliori talenti: con Las Jobas questo ora diventa possibile!».

Per Informazioni:

Matteo Petocchi : press@ryler.org - T. 346 3760425

]]>
Fabbro milano Fri, 05 May 2017 13:45:33 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/431474.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/431474.html Sergio Multiservice Sergio Multiservice Buongiorno cari amici,noi di Aziendamultiservice crediamo che la conoscenza sia il primo passo verso la consapevolezza di ciò che si può realizzare. Proprio per questo ci teniamo che i nostri clienti conoscano le infinite possibilità che oggi la tecnologia mette a disposizioni di chi, come noi rimane sempre aggiornato sulle novità delle serrature di sicurezza. Sapevi che le ultime novità coinvolgono il mondo della serratura con il mondo dell itech? La tecnologia fa passi in avanti e permttere di controllare sempre piu cose attrvaverso lo smartphone, fino ad arrivare a poter controllare anche le serrature della propria casa. Se non ne sapevi niente allora devi rivolgerti al giusto fabbro milano, in questo caso noi! che operiamo sul territorio lombardo quindi Milano e provincia

]]>
TUMORI: IL 63% DELLE ITALIANE SCONFIGGE LA MALATTIA Fri, 21 Apr 2017 11:58:50 +0200 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/429764.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lombardia/429764.html Francy Antonioli Francy Antonioli Roma, 21 aprile 2017 – Nel 2016 i tumori hanno colpito 176.200 italiane e oggi 1 milione e 700mila donne vivono dopo la diagnosi. Le percentuali di guarigione sono in costante aumento, infatti il 63% delle italiane colpite può affermare di aver sconfitto la malattia. E in una delle neoplasie femminili più frequenti, quella del seno, questi tassi raggiungono l’85%. L’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) aderisce alla “Seconda Giornata Nazionale della Salute della Donna” promossa dal Ministero della Salute e in programma domani. “Oggi abbiamo a disposizione armi efficaci per affrontare la malattia ma è essenziale migliorare l’adesione agli screening anti-cancro – spiega il prof. Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM -. Nel 2015 sono state invitate circa 1 milione e 728 mila italiane a eseguire la mammografia, fondamentale per individuare il tumore del seno in fase precoce, ma solo il 55% ha aderito. Preoccupa in particolare la differenza fra Nord (63%), Centro (56%) e Sud (36%). Ancora insufficiente anche l’adesione al Pap-test per l’individuazione del tumore della cervice uterina, uno dei più frequenti nelle giovani donne (under 50), al 5° posto con 2.300 nuove diagnosi stimate nel 2016 in Italia”. Nel 2015 sono state invitate a eseguire l’esame poco più di 1 milione e 624mila donne, ma ha aderito solo il 39,8%. Per la prima volta dal triennio 2008-2010 l’adesione è scesa, seppure di poco, sotto il 40%. Alcuni programmi di screening hanno sostituito il Pap-test con il test HPV (Human Papilloma Virus) a seguito della pubblicazione delle raccomandazioni del Ministero della Salute nel Piano Nazionale della Prevenzione 2010-2012. Numerosi studi infatti hanno evidenziato una maggiore sensibilità  del test HPV nell’individuazione di lesioni tumorali rispetto al Pap-test. “Il nostro Paese, primo in Europa insieme all’Olanda, ha deciso di innovare questo programma di prevenzione dando indicazione ai decisori regionali di spostarsi verso l’HPV come test primario dello screening cervicale – continua il prof. Pinto -. È un cambiamento che sta progressivamente prendendo piede: nel 2015, 49 programmi di screening hanno utilizzato la ricerca del Dna di tipi ‘ad alto rischio’ di papillomavirus umano come test primario di screening. La proporzione di donne invitate allo screening con questo esame è ora del 16%, quasi doppia rispetto al 2012. L’adesione è stata del 50,1%, superiore a quella generale all’invito allo screening”. I tumori più frequenti nelle donne sono quello della mammella (30%), colon-retto (13%), polmone (6%), tiroide (5%) e corpo dell’utero (5%). “Il vizio del fumo è sempre più al femminile – conclude il prof. Pinto -. Anche se questa abitudine è più diffusa negli uomini (33%), va comunque evidenziato che, nel complesso, il 23% delle italiane è fumatore abituale. Un dato inquietante che indica la necessità di intraprendere azioni ad ampio spettro di contrasto al tabagismo. Infatti tra il 1999 e il 2011 l’incidenza del carcinoma del polmone è diminuita del 20,4% tra gli uomini, mentre è aumentata del 34% nelle donne”.

]]>