Progetto “Pace o Guerra: il 1914 I Dilemmi del Novecento” ad Oriolo con l’Archivio Flamigni laboratori e una mostra conclusiva

12/lug/2016 21:52:17 Progetto Pace o Guerra Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Questo Progetto è stato finanziato dalla Regione Lazio in base alla legge regionale n. 6 del 7 agosto 2013

 

COMUNICATO STAMPA

Progetto “Pace o Guerra: il 1914 I Dilemmi del Novecento”

ad Oriolo con l’Archivio Flamigni laboratori e una mostra conclusiva

 

Un lavoro articolato in tre fasi che ha consentito anche la valorizzazione della documentazione relativa alla Grande Guerra presente nella sezione postunitaria dell’archivio comunale

 

Il riordino dell’archivio, laboratori con gli studenti e una mostra documentale. Sono queste le iniziative che sono state portate avanti ad Oriolo nell’ambito del progetto “Pace o Guerra: 1914 I Dilemmi del Novecento”, che ha coinvolto anche i Comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano, Campagnano Romano, Cerveteri, Formello, Mazzano Romano, Tolfa e che è stato finanziato dalla Regione Lazio ai sensi della legge n. 6 del 7 agosto 2013.

Partner sul territorio il prestigioso Centro Documentazione Archivio Flamigni. Il lavoro fatto è stato molto articolato. Dopo l’approvazione da parte del Consiglio comunale di Oriolo del  progetto presentato dal Centro Documentazione Archivio Flamigni mirato ad attività di riordino e di valorizzazione della documentazione relativa alla Grande Guerra presente nella sezione postunitaria dell’Archivio del Comune di Oriolo Romano, è stato dato incarico alle archiviste collaboratrici del Centro, Simona Raccuia e Giulia Corradi, della realizzazione del progetto valutando idonee le loro competenze acquisite precedentemente in altre attività di valorizzazione di detta documentazione.

In accordo con l’allora assessore delegato all'Istruzione Renza Rella, si è provveduto poi a individuare un programma di massima suddiviso in tre fasi. Nella prima fase (ottobre-dicembre 2013) si è provveduto allo spostamento fisico e alla pulitura della documentazione, fino ad allora custodita presso depositi comunali non idonei alla conservazione, e alla ricognizione del contenuto dei faldoni relativi agli anni 1914-1920. La ricognizione ha permesso di selezionare i materiali necessari all'attività di laboratorio programmata con gli studenti delle classi III della scuola media “Santa Rosa Venerini” di Oriolo Romano. Nella seconda fase (marzo-maggio 2014) è stato progettato e realizzato il laboratorio con gli studenti delle classi III dal titolo “La prima guerra mondiale: avvenimenti, persone e luoghi nel comune di Oriolo Romano”. Nel primo incontro svolto presso la sede dell'Archivio Flamigni di Oriolo sono stati introdotti i concetti di archivio, cultura documentale e memoria, supportati dall’analisi di fascicoli e registri provenienti dall'archivio storico comunale. Si è provveduto inoltre a programmare, d’intesa con le insegnanti di storia e lettere, l'attività di laboratorio in quattro appuntamenti in classe durante i quali la documentazione dell’archivio comunale e quella fotografica e audiovisiva fornita agli studenti è stata contestualizzata dalla dimensione nazionale alla realtà locale e successivamente rielaborata in una presentazione in power point, con foto e testi scritti dai ragazzi. Realizzata anche una prima pagina di giornale del 1919 con la quale gli alunni hanno simulato l’esperienza redazionale scrivendo articoli relativi a eventi, persone e stile di vita del comune di Oriolo. Nella terza fase di lavoro (luglio-novembre 2015) si è provveduto a realizzare una mostra documentale e fotografica dal titolo “La prima guerra mondiale a Oriolo Romano (1914-1918)” e all’esposizione del risultato del laboratorio con le classi III della scuola media di Oriolo Romano. La mostra, ospitata presso Palazzo Altieri dall’8 agosto al 4 novembre 2015, è stata visitata da alcune classi della scuola elementare e della scuola media di Oriolo nel corso delle celebrazioni organizzate dall’amministrazione comunale durante la festa nazionale delle forze armate.

 

 

  • Centro Documentazione Archivio Flamigni - onlus

L'Associazione culturale Centro documentazione Archivio Flamigni – onlus nasce nel 2005 con lo scopo di raccogliere e descrivere la vasta documentazione acquisita e conservata dal senatore Sergio Flamigni in oltre 60 anni di lavoro politico, attività parlamentare e ricerca storica; ad oggi il patrimonio documentale del Centro comprende anche alcuni fondi archivistici donati da privati, in particolare da Emilia Lotti, dirigente dell’Udi, da Piera Amendola, assistente di Tina Anselmi durante l’VIII Legislatura e incaricata dell’archivio della Commissione d’inchiesta sulla Loggia P2, dall’avvocato Giuseppe Zupo, dall’ex partigiano e parlamentare del Pci Angelo La Bella e un fondo documentale depositato presso il Centro documentazione Archivio Flamigni dalla famiglia di Aldo Moro, che conserva la corrispondenza ricevuta dalla famiglia sia durante i 55 giorni del sequestro sia nei mesi immediatamente successivi, materiale fotografico e la rassegna stampa personale di Aldo Moro.

Fin dalla sua nascita il Centro di documentazione si è impegnato per creare un collegamento virtuoso tra realtà interessate allo studio e alla documentazione della storia italiana recente, in particolare alla stagione delle stragi e del terrorismo. In questo ambito si situa il progetto della Rete degli archivi per non dimenticare, promossa nel 2005, che a oggi comprende più di sessanta archivi, soprintendenze archivistiche, centri di documentazione e associazioni, che lavorano per conservare e rendere accessibili le fonti documentarie sui temi legati al terrorismo, lo stragismo, la violenza politica e la criminalità organizzata

Rientra tra gli scopi dell’Associazione l’impegno nella creazione di percorsi didattici interdisciplinari che pongano al centro il ruolo chiave di archivi, biblioteche e musei e la promozione di  laboratori; a tal fine, il Centro di documentazione offre collaborazione agli insegnanti che vogliano lavorare con i propri studenti su temi quali terrorismo, stragismo, movimenti e violenza politica nella storia dell'Italia repubblicana, costruendo insieme percorsi laboratoriali e moduli didattici specifici. 

Centro documentazione archivio Flamigni-onlus, via Lazio 76 Oriolo Romano 0699838121 – 0699837534 www.archivioflamigni.org, info@archivioflamigni.org

 

In allegato immagini delle iniziative portate avanti ad Oriolo

 

11 Luglio 2016 - Ufficio Stampa: Villani Comunicazione - info: progettopaceoguerra@tiscali.it




Con Tutto Incluso Light navighi fino a 20 Mega senza limiti e chiami a 0 cent/minuto verso tutti i fissi e i mobili in Italia a 19,95 euro/mese per sempre. In piu' ora l'attivazione e' Gratis! http://casa.tiscali.it/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl