"Il Castello di Bracciano. Guida Storico – Artistica" - Libro a cura di Elena Felluca ed Enzo Ramella.

Ad essa lavorarono due eminenti studiosi dell'epoca, lo storico ed archeologo Luigi Borsari e l'architetto Raffaello Ojetti coordinati dal principe Baldassarre III Odescalchi, propritario del maniero, promotore dei restauri e ideatore del progetto museale, l'opera è stata poi proseguita dai suoi successori fino ad oggi.

23/nov/2014 19:02:56 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Venerdì 28 novembre 2014 alle ore 17.00, nella Sala dei Cesari del Castello Odescalchi di Bracciano, si terrà la presentazione editoriale del libro “Il Castello di Bracciano. Guida Storico – Artistica di  L. Borsari - R. Ojetti a cura di Elena Felluca ed Enzo Ramella.

L'opera manifesta la volontà dei due giovani curatori di recuperare la memoria storica di un territorio ricco di testimonianze di un passato glorioso.

Il castello di Bracciano è il monumento storico più evidente del circondario, è una sontuosa costruzione, è un capolavoro di architettura, una fortezza inespugnabile che resistette all'assedio dell’esercito pontificio di papa Alessandro VI. Un tempo esso simboleggiava il potere e la dominazione degli Orsini ed era il centro amministrativo di un esteso territorio che divenne ducato nel 1560. Il museo del castello è costituito da un insieme di collezioni di Beni di vario genere ed è il frutto di un progetto nato alla fine del XIX secolo.

Il Manuale di viaggio intorno al Lago Sabatino, come riporta la copertina del libro, ripropone la prima guida storico-artistica del castello ricca di descrizioni e di informazioni che ricalcano le tappe fondamentali del tracciato storico a partire dall'epoca della sua edificazione fino al passaggio di proprietà dalla famiglia Orsini alla famiglia Odescalchi ed è stata pubblicata nel 1895 in previsione di rendere vistabile il museo creato all'interno, sebbene l'apertura ufficiale al pubblico avvenne nel 1952. Ad essa lavorarono due eminenti studiosi dell'epoca, lo storico ed archeologo Luigi Borsari e l'architetto Raffaello Ojetti coordinati dal principe Baldassarre III Odescalchi, propritario del maniero, promotore dei restauri e ideatore del progetto museale, l'opera è stata poi proseguita dai suoi successori fino ad oggi.

Quindi alla fine del XIX secolo venne concepita l'idea di creare un museo all'interno del castello ove esporre oggetti antichi permettendone la pubblica fruizione, un progetto museale che tende ad arricchirsi nel tempo con quella dinamicità che lo rende particolare nel suo genere.

Ad oggi, visitare il castello rappresenta un viaggio nel tempo e nello spazio, è un luogo di memoria che ha fatto da scenario ad eventi storici e politici e custodisce “tesori artistici”, espressione di secoli di attività intellettuale e culturale.

Le massicce torri del castello si elevano con maestosa imponenza fondendosi con le case e le chiese del borgo antico in un unico paesaggio pittoresco cinto da mura difensive ove un tempo viveva il popolo sottomesso ad un potere feudale. 

Questa nuova edizione di un testo originale arricchito di note critiche e dati storici con l'ausilio di documenti tratti da vari Archivi Storici è il frutto di studi che hanno tutto il sapore della volontà di riscoprire il patrimonio storico e storico-artistico di un territorio che richiede maggiore attenzione per le vestigia del passato.

L'opera è edita dalla Tuga Edizioni, casa editrice indipendente, nata sul finire del 2012 a Bracciano. Tra i suoi principali obiettivi quello di dare voce agli scrittori esordienti locali e recuperare e fissare le identità e il patrimonio culturali della comunità di cui è espressione. A tale scopo, ha creato la collana CinqueTorri, tra cui spiccano i titoli: Vocabolario del dialetto braccianese di Giovanni Orsini e Il castello di Bracciano. Guida storico-artistica a cura di E. Felluca e E. Ramella. La stessa attenzione verso il "vicino" viene dedicata al "lontano" attraverso la collana Torre de Belém, contenitore di testi provenienti dalla narrativa di lingua portoghese, di cui al momento sono stati pubblicati: Predatori di Pepetela, pluripremiato scrittore angolano, e Inês de Portugal di João Aguiar, compianto scrittore portoghese.


Il Castello di Bracciano. Guida Storico – Artistica
 Informazioni bibliografiche

 Titolo del Libro: Il castello di Bracciano. Guida storico-artistica
 Autori
Luigi Borsari Raffaele Ojetti
 Editore: Tuga Edizioni
 Collana: Cinquetorri
 Data di Pubblicazione:  Gennaio '2014
 Genere: architettura
 Argomenti
Bracciano Guide Castelli
 Pagine: 208
 Curatore: Felluca E. - Ramella E.
 ISBN-10: 8890813865
 ISBN-13: 9788890813863
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl