PROVINCE, BELLUNO IN PIAZZA. IL VESCOVO ANDRICH GUIDA IL CORTEO

24/ott/2012 13.25.26 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

BELLUNO — Le campane che suonano all'unisono, la fiaccolata, i fuochi su aspri rilievi montani e il Pastore in testa al corteo. Ma le crociate non c'entrano; e anche se la scenografia ricorda le «missioni strepitose» di mezzo millennio fa, qui si parla dell'oggi. Lo spiega Giuseppe Andrich, il vescovo che guida il movimento per la «salvezza» del Bellunese: «Non si tratta di ottenere privilegi di qualche genere; ma di lottare per la libertà e la dignità del territorio. E' un dovere. E Chiesa e cristiani devono essere coerenti con 200 anni di Storia e con il percorso per la specificità del Bellunese nello Statuto regionale; iter che ha visto le autorità ecclesiastiche in prima fila». Insomma, la Provincia di Belluno è terra di montanari, di gente abituata al sudore e alla fatica; ma è una parte del Veneto e del mondo con caratteristiche proprie, che vanno rispettate.

 

CONTINUA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl