Patente B, quali sono le novità introdotte dal Ministero

04/apr/2017 22.24.59 marketing-seo.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Novità in arrivo per chi deve sostenere l’esame della patente B, ma anche per gli esaminatori incaricati di verificare l’idoneità del candidato. Con una circolare apposita emessa il 22 marzo 2017, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha cambiato alcune modalità di svolgimento dell’esame pratico, concentrando l’attenzione specialmente sulle manovre che (in una guida speciale) vengono illustrate passo a passo. Durante l’esame di guida quindi sarà necessario eseguire queste manovre, sia semplici che complesse, la cui esecuzione viene valutata dall’esaminatore facendo riferimento al manuale fornito dal Ministero: niente più quindi giudizi personalizzati o interpretazioni particolari, la valutazione dovrà essere uguale su tutto il territorio nazionale. Le nuove e precisissime linee guida fornite dal ministero non sono soggette ad alcuna lettura personalizzata, ma devono essere rigidamente seguite in modo da uniformare le valutazioni.

La circolare del Ministero è stata emessa in seguito a numerose segnalazioni secondo le quali, nelle diverse aree d’Italia, il comportamento del candidato alla guida veniva valutato differentemente, con maggiore o minore severità; a questo proposito le manovre più critiche erano la retromarcia, l’inversione di marcia, le rotatorie a più corsie, il parcheggio del veicolo. Nel testo redatto dal Ministero, che è composto da 22 pagine, si punta l’attenzione soprattutto sulle manovre più pericolose da effettuare durante l’esame di guida, esame che deve durare almeno 25 minuti: la retromarcia deve essere svolta tenendo conto della visuale diretta ed indiretta, l’inversione di marcia utilizzando correttamente gli specchietti e gli indicatori di direzione. Nel caso dell’immissione in una rotatoria a più corsie, le istruzioni sono molto dettagliate e variano a seconda della direzione che deve prendere il candidato.

Nel testo inoltre è prevista la bocciatura immediata nel caso l’istruttore o l’esaminatore siano costretti a ricorrere ai doppi comandi per qualsiasi motivo durante la guida, e anche nel caso vengano eseguite manovre che per il Codice della Strada comportano la sospensione della patente (cinture slacciate, superamento dei limiti di oltre 40 km/h, uso del cellulare, mancata precedenza, sorpasso in curva ecc).

I criteri quindi si annunciano più severi non solo per il candidato, ma anche per gli esaminatori, che dovranno rivolgersi al candidato in modo cortese, evitare di commentare a voce alta eventuali errori per non agitare il candidato e, in caso di bocciatura, spiegare in modo esaustivo e corretto le motivazioni della decisione.

Subito dopo l’emissione della circolare, i funzionari del Ministero si sono attivati per formare adeguatamente gli esaminatori, che di fatto hanno la responsabilità di rilasciare licenze a circolare su strada. In tal modo vengono evitate le libere interpretazioni e si pone un freno alla discrezionalità degli esaminatori, i quali dovranno a loro volta rimettersi sui libri per attenersi scrupolosamente, in fase di esame, alle nuove rigide linee guida del Ministero.

Presso la scuola guida ad Aprilia è possibile seguire corsi approfonditi per conseguire la patente B rapidamente e fruttuosamente, grazie agli insegnanti competenti e precisi e ai supporti informatici che vengono forniti ad ogni candidato, per meglio prepararsi all’esame teorico e pratico della patente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl