MIBACT E FONDAZIONE FS INSIEME PER UN TURISMO SOSTENIBILE

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, presenterà alla stampa, sabato 11 aprile 2015, l'adesione del Mibact alla Fondazione delle Ferrovie dello Stato Italiane, che ha il compito di preservare, valorizzare e consegnare integro il patrimonio ferroviario italiano alle future generazioni.

Persone Val D'Orcia, Mauro Moretti, Michele Mario Elia, Dario Franceschini
Luoghi Italy, Abruzzi, Lombardy, Sicily, Siena, Valles, Departamento del Beni
Argomenti music

07/apr/2015 22:07:05 luca pagni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Treno a vapore in Val D'Orcia

MIBACT E FONDAZIONE FS INSIEME PER UN TURISMO SOSTENIBILE.

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, presenterà alla stampa, sabato 11 aprile 2015, l’adesione del Mibact alla Fondazione delle Ferrovie dello Stato Italiane, che ha il compito di preservare, valorizzare e consegnare integro il patrimonio ferroviario italiano alle future generazioni.

Conferenza stampa di presentazione itinerari storici.
 
Con il Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, l’AD del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, Michele Mario Elia e il Presidente della Fondazione Ferrovie dello Stato,  Mauro Moretti, la conferenza stampa si terrà a bordo di un treno storico con carrozze degli anni ‘20 lungo il tracciato dell’antica ferrovia della Val d’Orcia che partirà da Siena (Capitale della Cultura Italiana 2015) ed attraverserà tutta la Val d’Orcia con i suoi meravigliosi paesaggi, farà una sosta a Montalcino, fino ad arrivare alla stazione di Monte Antico.
 
Locomotive a vapore, diesel ed elettriche, carrozze in legno dei primi del ‘900 e “Littorine” per condurre i viaggiatori sulle linee ferroviarie che collegano borghi e paesi nascosti nel verde, spesso custodi di antichi monumenti, opere d’arte e vivaci tradizioni: un vero e proprio “museo dinamico” alla portata di tutti.

Oggi è possibile grazie ai treni storici della Fondazione FS Italiane, restaurati appositamente, che consentono di viaggiare, come in passato, alla scoperta dei tesori nascosti della Provincia italiana.

Quattro gli itinerari: oltre a quello proposto oggi della “Ferrovia della Val D’Orcia” nell’incantevole paesaggio delle “Crete Senesi”,  la “Ferrovia del Lago” in Lombardia, che si snoda da Palazzolo sull’Oglio a Paratico/Sarnico sulle rive del Lago d’Iseo; in Abruzzo, la “Ferrovia del Parco”, la seconda linea ferroviaria più alta della rete FS dopo il Brennero che s’inerpica fino a Roccaraso e i boschi della Majella. In Sicilia, infine, con la “Ferrovia della Valle dei Templi”, splendido itinerario che tocca Agrigento Bassa e Porto Empedocle, passando tra i Templi della Magna Grecia, Patrimonio dell’Unesco.
 
Un viaggio simbolico e reale, tappa iniziale di una proposta forte di sensibilizzazione alla radice più autentica della bellezza italiana, accanto a quella delle grandi méte artistiche: la territorialità diffusa e particolare, una geografia di splendore disseminata ovunque nel Paese.

Una Italia da attraversare lentamente per godere maggiormente del piacere della conoscenza e dei nostri tesori.
 

Fonte: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_18097144.html


 
 
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl