INPEF: Straordinario successo per il Gala 2015: la Festa dei Diritti Umani e degli “Eroi silenziosi”

Allegati

24/dic/2015 12.23.15 Addetto Stampa I.N.PE.F Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Trascorsa ormai una settimana dalla Festa Sociale della Pedagogia Familiare in Italia, svoltasi​ lo scorso 11 dicembre all’Hotel Midas di Roma, rimangono impressi tanti bei momenti, tante emozioni e la gioia di aver vissuto una serata all’insegna dell’inclusione e della condivisione, insieme a ben quattrocento amici, tra ospiti italiani e internazionali, studenti, professionisti, artisti e collaboratori.

Ci fa piacere, quindi, ripercorrere con voi i momenti salienti di questa bellissima serata celebrata in difesa dei Diritti Umani e dei Diritti dei Bambini e a sostegno del Programma “Vivere Senza Psicofarmaci”.

 

Il Gala ha preso il via con il saluto del Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri e con la conferma dell’impegno futuro dello Stato nella difesa dei Diritti Umani, in particolare a tutela dell’infanzia e dell’adolescenza.

 

La Prof.ssa Vincenza Palmieri �“ Fondatore della Pedagogia Familiare e Presidente degli Enti che in Italia la rappresentano, ha quindi rivolto un caloroso benvenuto a tutti gli ospiti, alle autorità e agli studenti, soffermandosi sul valore dell’amicizia, sull’importanza di “fare rete”, sulla potenza degli “esseri spirituali” capaci di infiammare gli altri con la propria operatività, creatività, collaborazione.

 

Emblematico, in tal senso, è stato il momento della firma del contratto con l’Ambasciatore dell’Ecuador in Italia, Juan Fernando Holguìn Flores, con il quale, nel corso della serata, è stata rinnovata la collaborazione sui progetti a tutela e sostegno dei tanti, troppi bambini vittime di procedure di allontanamento dalle proprie famiglie. Sarebbero “30.000, tra italiani e stranieri, un dato preoccupante”, ha commentato l’Ambasciatore.

 

Proprio il lavoro costante e indefesso dell’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare con il Programma “Vivere senza Psicofarmaci” ha incontrato il rinnovato apprezzamento di Safiria Leccese, straordinaria madrina della Serata e conduttrice del programma Mediaset “La strada dei miracoli”, che ha precisato di aver “voluto partecipare insieme a tutta la famiglia a questo straordinario evento che è innanzitutto proprio la Festa delle Famiglie”.​

 

L’intervento di Alessandra Corrente, in rappresentanza dell’Associazione Nazionale dei Pedagogisti Familiari, ha evidenziato l’importanza di una professione e di una professionalità oggi più che mai indispensabili: basti pensare alle tantissime famiglie in difficoltà nella gestione dei figli, soprattutto degli adolescenti, ai genitori disorientati circa lo stile educativo da adottare, ai tanti, troppi casi di soprusi e violenza consumati entro le mura domestiche. E, a proposito di miracoli, gli “angeli senza ali” del Gruppo Teatrale dei “Diversi Talenti”, diretti dal regista Fabio La Rosa, hanno regalato ai presenti due intense performance che hanno emozionato e fatto riflettere sull’essenza della felicità e sul valore degli eroi del quotidiano, ricordando, tra gli altri, nomi del calibro di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

 

Quali migliori parole per introdurre uno dei momenti più emozionanti della serata: la consegna del Premio Nazionale in Pedagogia Familiare, tributato a 11 “eroi silenziosi”, persone normali ma allo stesso tempo straordinarie, che con le loro storie e i loro percorsi di vita, sono stati scelti come esempio di coraggio, di speranza e di successo; il successo di chi non ha perso la voglia di credere, di lottare, di farcela.

Alla cerimonia di premiazione, tra i costanti applausi di una sala gremita e partecipe, ha preso parte anche la giornalista Paola Zanoni, solidale con i principi ispiratori e la mission della Pedagogia Familiare e dell’Istituto, lieta di condividere il palco con gli uomini e le donne straordinari che sono entrati nell’Albo d’oro della Pedagogia Familiare.

 

Come Marco Alessandro, premiato “Per il suo coraggio nel difendere il futuro e la vita di un bambino, senza alcun timore per la propria. Un grande, silenzioso eroe dei nostri tempi”. O il successo di Selene e Mario, accompagnati dalle proprie figlie, premiati “Per aver coraggiosamente combattuto e vinto, oltre ogni vincolo e barriera, tutte le battaglie in difesa della loro splendida famiglia”. La famiglia De Colle, è stata invece premiata “Per aver combattuto forti, affiatati, insieme, nel nome del Diritto all’Apprendimento per tutti”.

 

Il riconoscimento è andato anche ad alcuni esponenti del mondo delle arti e dello spettacolo: a Luigi Oppido, Segretario Generale della Maisons des Artistes, “Per una vita spesa tra valori sociali ed impegno artistico. Per il costante, appassionato sostegno al Programma Vivere Senza Psicofarmaci”; al cantante Rocco Magnante, “Per una vita dedicata alla musica, oltre ogni tempesta. Per il suo sguardo profondo, mai rivolto al passato, dedito a cantare la bellezza e il futuro”; al gruppo teatrale integrato dei Diversi Talenti �“ diretti dal regista Fabio La Rosa, unitamente alla Presidente Titti Mazza �“ “Perché rappresentano la sintesi tra la bellezza spirituale, l’arte, il sapere, le emozioni e la scienza. Conoscerli è rappacificarsi con l’Universo”.

 

Anche la professionalità, le doti morali e l’impegno sociale hanno ricevuto il giusto tributo: il premio Nazionale di Pedagogia Familiare è quindi stato conferito all’Avvocato Francesco Morcavallo “Perché il coraggio è una qualità dell’anima, della conoscenza, della mente e del cuore” ; all’avvocato Francesco Miraglia “Per le battaglie vinte, per la dignità restituita a tante Famiglie, perché la prima linea è l’unica che garantisce il Futuro”. A Daniela Scarpetta, “esemplare Pedagogista Familiare” per “il suo impegno come donna di Giustizia” ma anche la sua forza nel combattere un’ostinata malattia, dunque “per aver fatto della sua battaglia per la vita un modello di coraggio”.

Pamela Acosta, pilastro dello staff dell’INPEF, è stato infine tributato dal Vice Presidente dell’Istituto stesso, il dott. Pierluigi Bonici, un particolare Premio “Per la dedizione, la semplicità, la determinazione. Per esserci sempre, col sorriso, nel nostro grande gioco di squadra”.

Nel corso della serata, il Presidente Palmieri ha illustrato  i progetti e i successi portati a compimento nell’arco del 2015: dal già citato progetto di tutela dei minori dell’Ecuador �“ che ha portato a casa tanti bambini di cui l’Ambasciata dell’Ecuador e l’INPEF si sono occupati, ai nonni che hanno vinto le loro battaglie ed hanno visto i nipotini rimanere con loro invece di essere portati in Casa Famiglia; dalle circa 400 persone che si sono avvalse del Programma Vivere Senza Psicofarmaci ai tanti ragazzi ed i bambini usciti fuori da percorsi diagnostici invalidanti che oggi stanno affrontando la vita e la scuola con successo.

Allietati dalle canzoni interpretate da Rocco Magnante Sugar e dal Tenore Luigi Cutrone, la serata ha visto quindi passare in rassegna le storie di successo dell’anno che sta per concludersi ma ha anche lanciato le prime suggestioni su ciò che deve ancora venire.

Cosa ci aspetta nel futuro? La Prof.ssa Palmieri ha raccontato lo straordinario progetto dei “Testimonial dei Diritti Umani” nelle Scuole e negli Ospedali che partirà in maniera stabile e sarà esteso su scala nazionale, nonché di una nuova grande novità di cui vi daremo presto maggiori informazioni, la nascita dell’Università degli Studi e dei Talenti di Roma Internazionale, una realtà assolutamente unica all’interno del panorama universitario internazionale.

Graditi ospiti presenti al Gala, oltre al citato Sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri, l’ex Ministro per la Famiglia Antonio Guidi, la Senatrice Rosetta Blundo �“ Vicepresidente della Commissione Parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza �“ e l’Onorevole Eleonora Bechis �“ membro della medesima Commissione e della Commissione Parlamentare per la Cultura, la Scienza e l’istruzione.

 

Non potevano mancare, inoltre, i Presidenti e rappresentanti di Associazioni e Fondazioni  come il CCDU, Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani con la presenza del Vice Presidente Silvio de Fanti che ha sottolineato il valore dell’azione sociale che il Comitato persegue, nella denuncia degli abusi psichiatrici e delle principali violazioni dei Diritti Umani, l’Associazione Nonne nonni penalizzati dalle separazioni, nella persona di Maria Bisegna, instancabile sostenitrice delle famiglie, dei nonni e dei nipoti, il Dott. Luigi Oppido con la Maison des Artistes, il Serra Club Italia e Roma con il prestigioso Presidente Maria Luisa Coppola, e la Fondazione Paolo di Tarso rappresentata dalla apprezzatissima Dott.ssa Viviana Normando.

 

E ancora, il Priore Generale d’Italia dell’Ordine Sovrano e Militare del Tempio di Jerusalem, Gennaro Luigi Nappo, la dott.ssa Raffella Calabretta in rappresentanza del Comitato Italiano Sport Contro Droga �“ Associazione Benemerita riconosciuta dal CONI. Gabriella Maffioletti �“ già Consigliere Comune di Trento e Flores Montemurro, già Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Matera. E ancora tanti altri, dall’amico Massimo Rosselli Del Turco, all’attivissimo Massimo Bardi, ​ a tutti i docenti Inpef, gli Studenti di ogni Master, ampiamente rappresentati, allo staff e ai media presenti.

 

Una serata particolarmente riuscita, dunque, perché ricca di passione e di amici. Quegli amici con i quali, assieme a molti altri, ci auguriamo di festeggiare traguardi sempre più ambiziosi, esattamente tra dodici mesi, mentre, ancora insieme, nei giorni e nei mesi a venire, ci vedremo uniti dall’impegno, dalla passione e dalla progettualità.

L’appuntamento è a dicembre 2016, con la nuova edizione: save the date!​


 


--
Ufficio Stampa I.N.PE.F
Via dei Papareschi 11 / Angolo Piazza della Radio - Roma
tel. e fax 06.55302868 - tel. 06.5803948
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl