Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Istituzioni Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Istituzioni Tue, 16 Jan 2018 10:32:53 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/1 Global Pasta Market Research Report- Forecast to 2023 Sat, 13 Jan 2018 09:20:36 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/toscana/465798.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/toscana/465798.html suraj taur suraj taur Market Scenario:

Pasta is made up of flour and egg, unleavened dough and produced in a variety of forms, usually served with a sauce which is of Italian origin. Pasta dough is typically made of wheat flour or semolina with durum wheat mainly in the South Italy and soft wheat in the North Italy. The constituents of pasta may vary according to the region of its manufacture, this may include rice, maize, chickpea and other flours. The trend of consumption of convenience food began in western world and spread to other regions rapidly.

Consumers look for convenience food as it is easily available, and possess nutritional value due to fortification, variety and product appeal. Due to changing lifestyles, consumers are spending less time planning and cooking meals at home as they consider preparing food time-consuming chore. Pasta is considered convenient as there is no need to put in efforts in cooking & chopping vegetables, this factor will support the growth of this market. Globally the market (value) for pasta is estimated to grow at the rate of about 5.85% from 2017 to 2023.

Request a Sample Report @ https://www.marketresearchfuture.com/sample_request/2428

Key Players:

The key players profiled in the pasta market are Nestlé SA (Switzerland), Ajinomoto Co., Inc. (Japan), The Unilever Group (Knorr) (U.K.), Campbell Soup Company (U.S.), Nissin Foods Co., Ltd (Hong Kong), Capital Foods Limited (India), ITC Limited (India).

Regional Analysis:

The global Pasta market is “Spread across” can be used to increase the readability. North America, Europe, Asia Pacific, and rest of the world (ROW). Among these, Europe region is expected to retain its dominance throughout the forecast period and will grow at a CAGR of 5.72%. APAC will be the fastest growing region in pasta market, market value will grow at a CAGR of 6.22 % and high growth in emerging economies such as China, India, Japan and ASEAN countries. Latin American countries, offer ample expansion opportunities for major players. The high consumption of processed and convenience food products in growing economies of Asia-Pacific and Latin America and growing demand for ready to eat food products especially in China and India will support the market growth during the review period.

Market Segments:

Pasta market has been segmented on the basis of sources which comprises of whole wheat, rice, maize, chickpea, and others. Among all the segments, wheat pasta accounts for the highest market proportion over the past few years and it is projected to dominate the pasta market during the forecast period. However, maize pasta segment will expand at a high growth rate during the forecast period.

Pasta has been segmented by type spaghetti pasta, penne pasta, fettuccine pasta, rotini pasta and others. Fettuccine pasta segment will witness higher growth rate during the forecast period.

Pasta has been segmented on the basis of distribution channel which comprises of store based and non-store based.

Pasta is segmented on the basis of by functionality that includes gluten-free, vegan and organic. Organic pasta will dominate the market, as the demand for chemical free food beverages products has been increasing in recent years from the health cognizant consumers.

Target Audience:

  • Pasta manufacturers
  • Raw material suppliers
  • End users (food industry)
  • Retailers and wholesalers
  • E-commerce companies
  • Traders, importers and exporters

Access Report Details @ https://www.marketresearchfuture.com/reports/pasta-market-2428

Key Findings:

 

  • Store based segment is anticipated to account the maximum market share in the Global pasta market throughout the forecast period of 2017-2023.
  • The spaghetti segment is projected to register the higher growth rate (5.77%) during the forecast period of 2017 to 2023.
  • In Europe region Italy dominates the market, and is expected to grow at CAGR of 5.72%
]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:11:50 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465721.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465721.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:06:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465720.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465720.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:05:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465718.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465718.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush

]]>
Progetto RUSH: un convegno europeo su plurilinguismo e lingue minoritarie. Italia, Croazia e Spagna si confrontano. Fri, 12 Jan 2018 15:05:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465716.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/friuli_venezia_giulia/465716.html Punktone Punktone 16 gennaio, Palazzo de Nordis, Cividale del Friuli (UD)

 

Convitto Paolo Diacono, Comune di Cividale del Friuli e ARLeF coordinatori del progetto triennale finanziato dall’EU 

Cividale del Friuli (UD) – Il valore culturale del plurilinguismo e l’importanza di tutelare le lingue minoritarie nel settore dell’istruzione in Europa, a partire dal friulano (in ambito locale), sono i temi principali del convegno d’avvio del progetto RUSH (acronimo di Re and Up Skilling Horizons) che si terrà martedì 16 gennaio dalle ore 9,30 alle 16,30 a Palazzo de Nordis (Piazza Duomo 5, Cividale del Friuli). L’evento si aprirà con l’illustrazione degli obiettivi, delle motivazioni e delle azioni concrete che saranno realizzate durante il ciclo triennale del progetto, a cura di William Cisilino di ARLeF (Agenzia regionale per la lingua friulana) e di Patrizia Pavatti del Convitto ‘Paolo Diacono’ (che assieme al Comune di Cividale coordinano l’iniziativa).

RUSH è un progetto triennale Erasmus+ finanziato dall’Ue e proposto da 8 partner istituzionali: al Convitto, ad ARLeF e al Comune si sono uniti l'ente Regione Galizia (Spagna), due scuole della Regione Galizia e la Croazia (Unione delle minoranze e scuola di Rovigno). Tutte scuole ed enti locali di livello provinciale, regionale e transnazionale, per un coinvolgimento complessivo di 3 Paesi (Italia, Spagna e Croazia). Obiettivo primario di RUSH è quello di analizzare, approfondire e sviluppare le tematiche relative alle competenze da mettere in atto da parte dell’insegnante plurilingue in Europa con l'utilizzo della lingua minoritaria. Il percorso progettuale prevede meeting transnazionali, attività di ricerca-azione nelle scuole primarie e secondarie, formazione dei docenti e attivazione di scambi per alunni. Due sono gli output previsti nei tre anni: la realizzazione di una Linea Guida per il docente plurilingue in Europa e la creazione di un centro risorse europeo per la comunità di pratica professionale. La Linea Guida sarà realizzata in lingua inglese, italiana, spagnola, croata, friulana e galiziana e sarà finalizzata a definire i titoli riconosciuti al docente plurilingue in Europa, creare moduli formativi attraverso l’apprendimento integrato di lingua e contenuto e ad aumentare le opportunità occupazionali dei docenti in Europa. Il centro risorse ospiterà i materiali per l’insegnamento plurilingue, prodotti dai docenti, che saranno a disposizione di tutte le scuole.

Al convegno d’avvio del 16 gennaio interverranno, in qualità di relatori, docenti universitari ed esperti provenienti da atenei ed istituti italiani (quali Bicocca di Milano, Federico II di Napoli, IPRASE di Trento, Intendenza Ladina di Bolzano) e da atenei e istituti europei (Comunità autonoma della Galizia, Università di Almerìa, Unione italiana di Slovenia e Croazia), per una riflessione e un confronto tra i diversi modelli di tutela e le diverse pratiche di successo per l‘insegnamento delle lingue minoritarie in Europa.

Si segnalano tra i relatori il prof. Agresti, uno dei più rilevanti esperti a livello accademico sulla questione delle lingue minoritarie, il prof. Gazzola, studioso a livello internazionale sulla pianificazione linguistica e sui riflessi economici delle politiche linguistiche, la prof.ssa Mannella che ha lavorato per la Commissione Europea e ha seguito con attenzione il tema delle lingue minoritarie, il prof. Iannacaro che è un linguista riconosciuto e ha curato, in particolare, una ricerca sulle lingue minoritarie per il Ministero dell'Istruzione.

«Siamo entusiasti di poter realizzare il progetto RUSH, che è stato autorizzato e finanziato dalla Commissione Europea come progetto strategico Erasmus Plus. Il progetto coinvolge diversi soggetti che a vario titolo sono competenti nell'ambito dell'istruzione e delle lingue minoritarie in Europa. Per la prima volta sarà concretizzata una ricerca azione a livello europeo con l'obiettivo di realizzare importanti opere di ingegno trasferibili e sostenibili per la qualificazione del docente plurilingue con inserimento a pieno titolo delle lingue minoritarie nel piano dell'offerta formativa – ha osservato Patrizia Pavatti, Dirigente scolastica del ‘Paolo Diacono’ - Questo convegno diventa un’occasione preziosa per mettere a confronto le pratiche educative delle lingue minori di diversi Stati europei e le differenti modalità di tutela del plurilinguismo, a cui riconosciamo una valenza europea tutt’altro che trascurabile. Non dimentichiamo inoltre che questi confronti favoriscono lo sviluppo di un senso di cittadinanza attiva e consapevole verso una dimensione interculturale, che è il nostro futuro».

«Esprimo viva soddisfazione per il concreto avvio del progetto - dichiara il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -. Siamo convinti che le importanti attività che verranno sviluppate nell’ambito di Rush contribuiranno ad affiancare e ad arricchire, attraverso scambi e contributi con i partner delle altre regioni d’Europa, quanto si sta già facendo per rafforzare competenze, formazione dei docenti nonché moderne modalità di apprendimento delle lingue – friulano compreso -  nelle scuole del nostro territorio».

«É con gioia che diamo il benvenuto a Cividale del Friuli agli illustri ospiti e partecipanti al progetto Rush. Abbiamo la consapevolezza di accoglierli in una città che guarda con orgoglio alla sua ricca e importante storia passata, ma che è protesa verso un futuro di città moderna in Italia e in Europa - dichiara Catia Brinis, assessore alle politiche sociali ed istruzione del Comune di Cividale del Friuli. – A Cividale del Friuli, crocevia e punto d'incontro delle civiltà latina, tedesca e slava, ogni anno vengono realizzate importanti iniziative culturali che fanno incontrare e dialogare uomini e donne di lingue, culture, tradizioni diverse. La lingua e l’identità di un popolo e di una terra sono valori fondanti di una comunità: la civiltà friulana, formatasi e sviluppatasi per oltre due millenni in questa appartata ma viva parte dell’Europa centrale, trova l’espressione più evidente e compiuta della propria individualità nella lingua friulana».

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione, che si può effettuare sulla pagina www.cnpd.it/rush(vedi programma allegato).

]]>
Lavoro, Palmeri: “Vertice in Regione con le OO.SS, lavoratori della ex Carrefour di Casoria, nuova Azienda.” Fri, 12 Jan 2018 12:51:32 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/465694.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/465694.html Mimmo Caiazza Mimmo Caiazza

L’assessore Sonia Palmeri interviene sulla questione dell’ex Carrefour di Casoria

 

Una delle prime vertenze che l'Assessore Sonia Palmeri ha dovuto fronteggiare è stata la condizione dei 150 ex dipendenti del Carrefour di Casoria, fallito nel 2011.

Come per ciascun tavolo di crisi aziendale l'Assessorato al lavoro ha iniziato incontri e confronti, circa una decina in 2 anni, con le parti sociali, con i lavoratori, Prefetto, Sindaco, ed anche con la nuova società che nel frattempo ha rilevato il sito.

Ogni sforzo utile e stato messo in campo al fine di contribuire a dare la possibilità di reimpiego nella nuova attività ai lavoratori espulsi dal ciclo produttivo.

“La nuova azienda, abruzzese- dichiara l'Assessore Palmeri- del settore abbigliamento, con circa 300 dipendenti su 7 punti vendita in Campania, è stata sempre molto disponibile al dialogo e non si è mai sottratta al confronto.

Sta infatti procedendo spedita ai lavori di insediamento della nuova attività nonché di sistemazione viaria e di valorizzazione dell'area che rischiava la desertificazione industriale.

Il 9 gennaio in Regione si è così tenuto incontro di aggiornamento, al fine di capire lo stato di avanzamento dei lavori e le prospettive dell'impresa, che sa di poter contare sui numerosi incentivi- conclude poi- all'assunzione ed alla riqualificazione professionale messi in campo dalla Giunta De Luca.”

 

 

SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

]]>
Feed Premix Market To Experience An Impressive Growth By 2023 Fri, 12 Jan 2018 08:20:55 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lazio/465658.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/lazio/465658.html suraj taur suraj taur Market Scenario:

Feed premix is mixtures of two or more ingredients, prepared commercially for livestock animals. They improve feed performance when added to feed. Also, it helps in enhancing the immune system, digestion, and feed intake in the animals. These premixes are commonly available in dried, and liquid forms. They not only improve feed quality but also animal health by reducing livestock diseases.

Growing population in developing countries has increased the demand for production of poultry, ruminants, and other livestock for consumption, which has uplifted the demand for feed premix in the market. Furthermore, increasing consumption of poultry and meat products is adding fuel to the growth of the global feed premix market.

Growing health concerns among the increasing global population together with increasing awareness about the benefits of feed premix is expected to uplift its demand. Feed premix is identified to be an effective alternative to the conventional antibiotics used in the poultry production.

Feed premix has gained status globally, as they improve the quality as well as quantity produced by the animals. Changing consumer’s preferences towards a healthy diet, natural products, and increasing meat consumption are the key drivers for the market. High nutritional benefits obtained from feed premix are also supporting its sale across the globe. Additionally, the enhancement of the product coupled with technological advancements is considered to be one of the significant reasons for the increasing growth of the feed premix market during the forecast period, 2017-2023.

Get a Sample Report @ https://www.marketresearchfuture.com/sample_request/5167

Major Key Players:

Some of the key players profiled in the Global Feed Premix Market: Land O Lakes Inc. (U.S.), Cargill Inc. (U.S.), ForFarmers N.V. (the Netherlands), Beijing Dabeinong Technology Group Co Ltd. (China), InVivo NSA SAS (France), Koninklijke DSM N.V. (the Netherlands), BIOMIN Holding GmbH (Austria), Godrej Agrovet Limited (India), De Heus Animal Nutrition BV (the Netherlands), and Lallemand Inc. (Canada)

Key Findings:

The Asia Pacific region is dominating in the global feed premix market

The demand for feed premix is high from poultry and livestock holders

December 2017, Cargill Inc. has opened its first animal nutrition premix plant in the Philippines. Local employees will produce animal nutrition premix solutions, made available to customers under the Provimi brand.

Market Segments:

The global feed premix market is segmented into type, livestock, and form.

On the basis of the type, it is segmented into amino acids, vitamins, minerals, antioxidants, and others. Among all, the amino acids segment is dominating the market followed by antioxidants. The amino acids are widely used in the feed of several livestock species for its high protein content.

On the basis of the form, it is segmented into dry, liquid, and others. The dry segment is dominating the market. Ease of handling and storage has uplifted the demand for the dry form.

On the basis of the livestock, the feed premix market is segmented into poultry, swine, ruminants, aquatic, and others. Among all, the poultry segment is dominating the market based on increased consumption of poultry and meat products globally. However, the ruminants segment is projected to witness steady growth over the forecast period owing to growth in the poultry industry.

Access Report Details @ https://www.marketresearchfuture.com/reports/feed-premix-market-5167

Regional Analysis:

The global feed premix market is segmented into North America, Europe, Asia Pacific, and rest of the world (RoW). The Asia Pacific region is dominating the market followed by North America. In the Asia Pacific region, China is the major contributor of poultry products, which, in turn, is boosting the market growth in this region. Furthermore, increasing consumption of poultry and meat products and rapidly growing population in developing countries of Asia Pacific is giving a push to the growth of the feed premix market.

 

Moreover, rising demand for poultry products in countries like the U.K and Germany in the European region is projected to boost the feed premix market over the review period.

]]>
MELANOMA: PEMBROLIZUMAB RIDUCE DEL 43% IL RISCHIO DI RECIDIVA DOPO RESEZIONE CHIRURGICA Thu, 11 Jan 2018 12:07:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/465537.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/465537.html Francy Antonioli Francy Antonioli La prof.ssa Paola Queirolo, responsabile del DMT (Disease Management Team) Melanoma e Tumori cutanei all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova: “Per la prima volta in 40 anni assistiamo a un dato importante sul beneficio della terapia adiuvante rispetto al placebo”.

 

Roma, 11 gennaio 2018 – Un anticorpo monoclonale umanizzato anti-PD1, riduce del 43% il rischio di recidiva dopo resezione chirurgica del tumore nei pazienti con melanoma, una neoplasia dei tessuti cutanei e del rivestimento della pelle che nel 2017 nel nostro Paese ha fatto registrare 14mila nuove diagnosi. 
MSD e l’Organizzazione Europea per la Ricerca e la Cura del Cancro (EORTC) hanno annunciato che lo studio di fase 3 EORTC1325/KEYNOTE-054 con pembrolizumab, somministrato in monoterapia nei pazienti operati per un melanoma ad alto rischio stadio III, ha raggiunto l’endpoint primario di sopravvivenza libera da recidiva (RFS). 
L’analisi dei risultati e la loro successiva revisione da parte della Commissione Indipendente di Data Monitoring hanno mostrato che la terapia adiuvante post-chirurgica con pembrolizumab permette una sopravvivenza libera da recidiva significativamente superiore rispetto ad un trattamento con placebo (HR=0.57; 98.4% CI, 0.43-0.74; p<0.0001). Inoltre il profilo di sicurezza di pembrolizumab in questo studio è risultato coerente con quanto osservato nei precedenti trial clinici effettuati su pazienti con melanoma avanzato. 
“Questo studio coordinato da EORTC è fondamentale – spiega la prof.ssa Paola Queirolo, responsabile del DMT (Disease Management Team) Melanoma e Tumori cutanei all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova -. Sono stati coinvolti 1.019 pazienti, da luglio 2015 a novembre 2016. L’obiettivo era valutare il beneficio del trattamento immunoterapico con pembrolizumab dopo la chirurgia della lesione e dei linfonodi positivi, nei pazienti con melanoma in stadio III. Pembrolizumab è stato quindi somministrato a questi pazienti per un anno dopo la resezione chirurgica. Per la prima volta in 40 anni assistiamo a un dato importante sul beneficio della terapia adiuvante nel melanoma rispetto al placebo. Nell’ultimo quarantennio infatti l’unico farmaco approvato in questa popolazione di pazienti è stato l’interferone, che però offriva risultati solo in alcuni sottogruppi. Alla luce di questo studio cambierà certamente la pratica clinica in modo radicale. I dati sono infatti solidi, se consideriamo la distanza dalla fine del trattamento: il primo paziente è stato inserito nello studio due anni e mezzo fa. È importante che l’iter di approvazione sia veloce, perché potremo parlare di pazienti guariti grazie a una strategia terapeutica tempestiva nella fase adiuvante. Grazie all’immuno-oncologia una percentuale di pazienti con melanoma in fase metastatica guarisce. Oggi questo studio implica un’ulteriore svolta epocale, perché indica l’opportunità di anticipare la terapia immuno-oncologica, instaurando il trattamento subito dopo la chirurgia senza attendere la ricaduta”. 
Sulla base del protocollo dello studio, il trial proseguirà per valutare altri endpoints chiave, inclusa la sopravvivenza globale. I risultati dello studio EORTC1325/KEYNOTE-054 saranno presentati nei prossimi congressi e sottomessi alle autorità regolatorie. 
“Si è trattata di una proficua collaborazione tra MSD e EORTC e i risultati di questa analisi mostrano il grande potenziale di pembrolizumab nel prolungare, in maniera significativa, il tempo libero da recidiva in pazienti con melanoma ad alto rischio”, ha affermato Roger Dansey, M.D., senior vice president and therapeutic area head, oncology late-stage development, Merck Research Laboratories. “I dati mostrano il beneficio rilevante che pembrolizumab offre ai pazienti con melanoma. Ringraziamo i pazienti, i ricercatori e i nostri partner di EORTC per il fondamentale contributo a questo studio.” 

]]>
Newsletter Adiconsum Flash n 12 del 2017 Tue, 09 Jan 2018 16:55:33 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/toscana/465556.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/toscana/465556.html MRComunicazione MRComunicazione



--
Ufficio Stampa Adiconsum Toscana
Antonella Tursi
Via Carlo del Prete, 135 - 50127 Firenze
tel. 055.3269042
t.m. 320 1740246
]]>
Lavoro, Palmeri: maggiore spinta al lavoro per le categorie protette Wed, 03 Jan 2018 13:42:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/464623.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/464623.html Mimmo Caiazza Mimmo Caiazza L’assessore Sonia Palmeri interviene in merito alle assunzioni previste per i disabili

 

Con il nuovo anno entrano in vigore regole più stringenti per le assunzioni obbligatorie.

I datori di lavoro che hanno in organico almeno 15 dipendenti devono, entro 60 giorni, obbligatoriamente assumere un disabile.

La disposizione che è stata prevista nel Jobs Act ed è entrata in vigore dal primo gennaio del 2018, prevede la sanzione pari a 153,20 euro al giorno, per ogni giorno di ritardo all'adempimento.

Il procedimento per non incappare nelle salatissime sanzioni è semplice:

- richiesta nulla osta nominativo, al servizio provinciale del collocamento mirato.

In alternativa:

- richiesta numerica con indicazione del profilo da ricoprire.

 

Gli uffici del collocamento mirato delle 5 province erano già pronti a dare informazioni ad imprese, consulenti, cittadini- afferma l'Assessore al Lavoro Sonia Palmeri- Insieme ai servizi ispettivi dell'ispettorato del lavoro abbiamo posto in essere una forte azione di informazioni e di sensibilizzazione all'obbligo verso i datori di lavoro, tale per cui da ottobre 2015 a ottobre 2017 sono stati avviati a lavoro oltre 2.000 categorie protette.

Un importante lavoro di responsabilità d'impresa e di consapevolezza sociale del valore del l'inclusione e dell'integrazione.

Dobbiamo continuare- conclude la Palmeri-a portare avanti obiettivi sempre più sfidanti per la nostra Campania”

 

 

SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

]]>
Il sito di divulgazione scientifica COSMOBSERVER pubblica il suo bilancio di missione l’otto gennaio Tue, 02 Jan 2018 21:21:22 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/464531.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/464531.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

COSMOBSERVER, Il sito di divulgazione scientifica dedicato allo spazio pubblica il suo terzo bilancio di missione

 

Il prossimo 8 gennaio sarà pubblicato su COSMOBSERVER il bilancio di missione 2017. Redatto dal fondatore di COSMOBSERVER ed esperto di marketing e comunicazione Emmanuele Macaluso, il bilancio di missione è un documento formale, attraverso il quale si rendono pubblici dati, analisi e risultati ottenuti da un’azienda nell’anno precedente.

 

Inserito nell’ambito delle attività di CSR (Corporate Social Responsability), conosciute in Italia come Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI), il bilancio non prende in considerazione solo i fattori finanziari, ma anche quelli tecnici e sociali. Elementi particolarmente importanti ed evidenti se si opera nella divulgazione scientifica.

 

Il bilancio di missione 2017 di COSMOBSERVER è stato redatto sotto la supervisione del Comitato Etico Scientifico del Manifesto del Marketing Etico.

 

“Siamo molto soddisfatti della stesura e dei risultati contenuti nel bilancio – dichiara Emmanuele Macaluso durante la conferenza stampa, che continua – I risultati ottenuti nel 2017, e ancor prima dalla sua fondazione, da COSMOBSERVER sono veramente importanti. Soprattutto nell’ambito della divulgazione e del coinvolgimento del pubblico, tenendo conto che al contrario di altre realtà del settore, abbiamo deciso di non falsare artificialmente i nostri volumi accedendo a servizi a pagamento sui social. Tutti i dati presenti nel bilancio sono quindi reali e riscontrabili. Le scelte editoriali e di trasparenza che abbiamo sempre adottato ci hanno portato a divenire in pochi anni una realtà credibile nell’ambito della divulgazione scientifica italiana. La stessa pubblicazione del bilancio è da considerarsi un fatto non comune in questo ambiente. Siamo fieri di essere tra i primi in Italia a perseguire questa strada, e del rapporto che stiamo creando quotidianamente con la platea alla quale comunichiamo. La strada è corretta, continueremo a percorrerla”.

 

Il bilancio sarà pubblicato il prossimo 8 gennaio su COSMOBSERVER all’indirizzo http://thecosmobserver.blogspot.it/, a pochi giorni dalla fine dell’anno di riferimento, e conterrà alcune anteprime relative alle prossime attività del sito di divulgazione scientifica dedicato all’astronomia, astrofisica e astronautica e a innovativi progetti off-line.

 

 

Di seguito i contatti di COSMOBSERVER

Web  http://thecosmobserver.blogspot.it

E-mail thecosmobserver@gmail.com

Facebook  https://www.facebook.com/cosmobserver/

Twitter  https://twitter.com/thecosmobserver

]]>
COMUNICATO DA PUBBLICARE CON FOTO ALLEGATE Tue, 02 Jan 2018 11:16:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/464812.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/464812.html Maria Parente Maria Parente

Titolo : “LE IMPRESE ITALIANE NON HANNO DISATTESO LE NOSTRE ASPETTATIVE:NUOVE OPPORTUNITÀ DI LAVORO IN MADAGASCAR”


La Chambre de Commerce et Industrie Italie-Madagascar presieduta dall’imprenditore napoletano Ciro Visone si  prepone di contribuire allo sviluppo dei rapporti di cooperazione e di interscambio economico per realizzare iniziative volte ad agevolare l’accesso delle imprese italiane ai mercati esteri,promuovendo contatti per la conclusione di affari e svolgendo un’intensa azione d’informazione e comunicazione sul territorio nazionale e internazionale. In data 18 ottobre 2017 e precisamente L’Hotel “Parco dei Principi Grand Hotel ” (RM) ha ospitato l’evento “Cooperazione e Sviluppo Italia/Madagascar-crescere insieme per un futuro migliore“coinvolgendo le più significative personalità della politica e dell’imprenditoria per pianificare gli obiettivi ad oggetto la crescita e lo sviluppo di uno Stato che ha richiamato già da tempo l’attenzione di diversi paesi europei. Alla presenza delle autorità malgasce ,con il Presidente Hery Rajaonarimampianina e con l’imprenditore Ciro Visone,si è tenuta una conferenza (in collaborazione con Unimpresa,presieduta da Giovanna Ferraro) con l’obiettivo di creare nuove opportunità di sviluppo per le piccole e medie imprese italiane. Gli accordi presi, nel complesso, mirano a migliorare la performance italiana in ricerca, sviluppo e innovazione per conseguire gli obiettivi di cooperazione e sviluppo, nonché per aumentare la capacità di sviluppo sostenibile del Madagascar di attrarre risorse economiche internazionali ed europee. Tra le intese raggiunte, quella che prevede la condivisione delle prossime uscite dei bandi pubblici di cooperazione internazionale.È stato sottoscritto un protocollo con l’Università Popolare degli studi di Milano che prevede lo stanziamento di un assegno di un milione di dollari per borse di studio e due lauree in onorificenza, una delle quali (in Scienze politiche) è stata assegnata al presidente della Repubblica del Madagascar, Hery Rajaonarimampianina. È stato poi siglato un protocollo d’intesa per lo sviluppo della pesca, delle infrastrutture e dei pagamenti monetari oltre che uno per l’agricoltura sostenibile, l’ambiente rurale e la sicurezza alimentare.

“L’obiettivo principale-afferma il Presidente Ciro Visone-è proprio quello di voler importare in Madagascar le attività e le sinergie che ne derivano dalla cooperazione degli imprenditori italiani.Bisogna ,dunque lavorare per avvicinare i due Paesi. L’Italia ha molto in comune con la comunità malgascia ed è per questo che è necessario fondere la cultura dei due paesi per dare vita a qualcosa di unico,straordinario. Personalmente,sono sceso in campo da vent’anni per aiutare questo popolo . E ne sono orgoglioso perché c’è la volontà di emergere,di guardare avanti,di crescere e diventare pian piano un punto fermo nell’economia mondiale. D’altronde sono diversi gli elementi che vanno a  loro favore: recarsi in Madagascar sarebbe sicuramente una ottima occasione per dedicarsi ad alcune attività, quali l’agricoltura , in quanto i terreni sono fertili e grassi, da considerare Bio a tutti li effetti. E le estensioni di terreno sono sproporzionati rispetto al numero degli abitanti ( 24 milioni di abitanti ed una estensione di terreno pari a più di 2 volte quella del nostro Paese) ed anche perché sono dei gran lavoratori. Da tenere presente che pure il comparto del turismo può offrire opportunità lavorative perché il bel tempo dura 10 mesi all’anno, con una temperatura media di 26 gradi centigradi e peraltro arrivano turisti da tutto il mondo e mancano infrastrutture alberghiere .Da sfruttare, poi, il manifatturiero, i Malgasci sono bravissimi ed esperti  nel cucire e nell’artigianato del legno e del ferro. “

L’imprenditore Ciro Visone,nonché cittadino malgascio,  nominato prima Consigliere tecnico del Ministro degli Esteri e, dopo Consigliere della Presidenza dell’Assemblea Nazionale della Repubblica del Madagascar,ne parla con un entusiasmo contagioso ,prestando nome e volto ad una impresa che richiede importanti capacità e notevole coraggio:” Tutti gli imprenditori dovrebbero seguire il mio esempio e tanti lo stanno facendo dopo aver partecipato alla conferenza dello scorso 18 ottobre, in particolare quattro imprese conseguono progetti di grande importanza con riguardo a differenti settori: estrazione mineraria,settore tessile,settore aeronautico e turismo. Nel mese di marzo ,prossimo il 2018,si terrà un nuovo convegno proprio in Madagascar e precisamente nella capitale Antanarivo per siglare accordi con più di trenta imprese italiane. Dunque,la conferma che,il lavoro è stato svolto in modo impeccabile dando luce a nuove ed importanti opportunità .”

 

a cura di Maria Parente


]]>
Osservazioni sul CdS Fri, 29 Dec 2017 17:59:15 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/sicilia/464760.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/sicilia/464760.html Comitato Pendolari Comitato Pendolari



]]>
Festeggiando il Natale insieme Fri, 29 Dec 2017 17:15:51 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/464755.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/464755.html Michele Michele

Domenica 24 dicembre, presso la Chiesa di Scientology di Novara, è stata fatta una festa per i bambini dell’Associazione Senegalese Baobab di Novara.

Una festa con tanto affetto ed amicizia, una bella fetta di panettone e pandoro ed in dono i libretti della campagna La Via della Felicità, gli opuscoli che invitano e promuovono a prendersi responsabilità per i propri simili, per il vicinato, le comunità e, di fatto, per il mondo.

 I 21 precetti della Via della Felicità promuovono la gentilezza, l’onestà e forniscono gli strumenti di base del vivere, aiutano nella prevenzione all’uso di stupefacenti e salvaguardano l’unità familiare.

È un messaggio che ha cambiato milioni di vite, non con prediche, ma attraverso il buon senso, facendo appello alla bontà fondamentale di ogni individuo. Sono disponibili a chiunque ne desideri una copia chiedendo di Elena o Violetta tel. 0321.691577.

Auguriamo a tutti un nuovo anno ricco di felicità ed amicizia.

Per Informazioni chiedere di Elena o Violetta tel. 0321.691577

]]>
VILLA LITTA: L’ARTE TERAPEUTICA ALL’HOSPICE DI LAINATE CON LA MOSTRA “EMOZIONI A COLORI” E L'ACCADEMIA D I BRERA Fri, 29 Dec 2017 11:20:28 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/464676.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/464676.html Ufficio stampa Lainate Ufficio stampa Lainate
L’ARTE TERAPEUTICA ALL’HOSPICE DI LAINATE CON LA MOSTRA “EMOZIONI A COLORI”:
ECCO COME CREATIVITÀ E BELLEZZA DIVENTANO STRUMENTI DI BENESSERE IN UN LUOGO CHE COSÌ DIVENTA D’INCONTRO


Domenica 7 gennaio a Villa Litta la presentazione del progetto che nei mesi scorsi ha coinvolto operatori,
educatori, psicologi, assistenti sociali e medici attivi nella struttura comunale gestita da Cooperativa Sociale Elleuno. Il
lavoro è stato guidato da artisti terapisti e da alcuni studenti del Biennio di Terapeutica Artistica dell’Accademia di Belle
Arti di Brera. 

Inaugurazione: domenica 7 gennaio, ore 17.30, nella Sala del Sole e nella Sala delle Virtù di Villa Litta.
Orari apertura: dal 7 al 14 gennaio, da lunedì 8 a venerdì 12 dalle 16.30 alle 18.30, sabato 13 e domenica 14 dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30.

In allegato comunicato dettagliato, invito e un'immagine della mostra.

Un saluto a tutti
Paola Busto


Ufficio Comunicazioni 
Comune di Lainate e Villa Litta
L.go Vittorio Veneto, 12
cell.3332162119
Pagina Facebook: Comune di Lainate
Pagina Facebook: l'Ariston Lainate Urban Center

P Evitate di stampare questo messaggio, se non ne avete reale necessità
]]>
Sottoscrizione Contratto trasporto ferroviario 2017-2026 Fri, 29 Dec 2017 09:24:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/sicilia/464662.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/sicilia/464662.html Comitato Pendolari Siciliani Comitato Pendolari Siciliani

Palermo 29 dicembre 2017

Al Presidente della Regione Siciliana On. Nello Musumeci

All’Assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità On. Avv. Marco Falcone

Al Dirigente Generale delle Infrastrutture e della Mobilità Dott. Fulvio Bellomo

A Dirigente Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità Servizio 2 Piano Regionale dei Trasporti e Trasporto Ferroviario Dott.ssa Carmen Madonia 

Al Dirigente Dipartimento delle Infrastrutture e della Mobilità Servizio 2 �“ U.O. S2.01 Trasporto Ferroviario Ing. Michele Zambuto

Loro Sedi

Oggetto: Contratto trasporto ferroviario 2017-2026.-

Esattamente due anni fa come oggi veniva sottoscritto il primo Contratto di Servizio “Ponte 2015-2016”per il trasporto ferroviario siciliano, tra la Regione Siciliana e Trenitalia. Oggi la Giunta regionale dovrebbe deliberare se approvare o meno il nuovo contratto decennale 2017-2026 da affidare all’Impresa ferroviaria Trenitalia Spa. La Regione ha avuto un anno di tempo per entrare nel merito di questo contratto decennale, tenuto conto che il contratto è scaduto esattamente il 31/12/2016 e visto anche quanto previsto nell’Intesa firmata il 25 giugno 2015 tra Regione e Trenitalia. Grazie alla bozza del Contratto decennale, consegnataci il 21 dicembre 2017 nell’incontro tenutosi il 19 dicembre scorso, grazie all’intervento del neo assessore ai trasporti On.le Marco Falcone, siamo venuti a conoscenza dei contenuti del  contratto.

Fatta questa premessa desideriamo dare cifre e numeri per quanto riguarda la bozza del Contratto decennale 2017-2026 per il trasporto ferroviario siciliano che la Regione dovrà firmare entro dicembre 2017. Sono previsti aumenti del costo dei biglietti e degli abbonamenti del 3.5% annui sino al 2026 che rapportati al costo di un abbonamento mensile medio di fascia chilometrica di 40 che passa dai 61,00 euro del 2016 sino ad arrivare al costo di 90,00 euro circa nel 2026;

I treno-km da effettuare in totale nel decennio sono 94.472.260, a questi vanno sommati i treno-km aggiuntivi pari a 12.127.740, ed infine vanno aggiunti i 1.930.577 treno-km (pari a 2 milioni di euro l’anno sino al 2027) del piano di ammortamento per il cofinanziamento dell’acquisto dei treni Minuetto (2002-2004) nostra stima. Il costo del Contratto di Servizio decennale ammonta a 1.115.359.200,00 a questi vanno sommati gli 83.380.000,00 finanziati con l’art.19 del collegato alla finanziaria per un importo totale di euro 1.198.739.200,00.

Una domanda ci sorge spontanea se l’impresa ferroviaria ha già incassato 223.071.840,00 per il Contratto di Servizio “Ponte 2015-2016” e ha investito 40 milioni di euro corrispondenti ai 6 treni “Jazz” messi in esercizio a fine 2016 e dovrà incassare ulteriori 1.198.739.200,00 di euro per il Contratto di Servizio “Decennale 2017-2026” perche gli investimenti previsti nel contratto decennale, da parte di Trenitalia, pari a 42,5 milioni di euro non vengono impiegati per l’acquisto di ulteriori mezzi rotabili da mettere in esercizio sin da subito e non per quanto previsto all’art. 16 del contratto, che prevede il revamping dei treni già in esercizio; interventi di ammodernamento impianti di Palermo, Messina e Siracusa; investimenti in tecnologia ed informatica.

Teniamo a precisare che stiamo ancora aspettando la linea telefonica fissa per informazioni all’utenza, il Wi-Fi, gli abbonamenti per le forze dell’ordine, gi abbonamenti scolastici e il Comitato di verifica e controllo con un componente dei comitati pendolari e per concludere chiediamo di chiamare le cose con il proprio nome. Nel decennale, a differenza di quanto previsto nel contratto ponte non viene mai menzionato l’aggettivo e sostantivo “PENDOLARE”: Lavoratore o studente che quotidianamente si sposta dalla località di residenza per raggiungere quella della propria attività e non passeggero che è tutt’altra storia.

Giosuè Malaponti �“ Presidente Comitato Pendolari Siciliani - Ciufer


--
Cordialità

Giosuè Malaponti - Presidente Comitato Pendolari Siciliani - Ciufer
recapiti: 3921727757 - 3475545402  - comitatopendolari@gmail.com  

Ricevi questa comunicazione perché sei iscritto alla newsletter del Comitato Pendolari Siciliani, ti ricordiamo che i tuoi diritti in materia di privacy sono tutelati nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003), ma se non vuoi più essere aggiornato sulle novità del Comitato Pendolari puoi cancellare la tua iscrizione in pochi secondi rispondendo “CANCELLA ISCRIZIONE” all’indirizzo email comitatopendolari@gmail.com


Mail priva di virus. www.avg.com
]]>
Concretizzate tutti i vostri progetti! Fri, 29 Dec 2017 07:59:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/abruzzo/464126.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/abruzzo/464126.html cavallini cavallini Offerta di prestito serio senza protocollo
Concretizzate tutti i vostri progetti!
Un credito li impegna e deve essere
rimborsato. Verificate le vostre capacità di rimborso prima di impegnarsi.
Ogni persona seria in un vicolo cieco, che ha cercata disperatamente questa
prestito vegliate sollecitare per potere avere un seguito favorevole
100%garantie.
5000 ............. 500.000€
Contattarlo:
loreda1960@gmail.com

]]>
PLAYENERGY: PREMIATI A CATANZARO GLI STUDENTI VINCITORI DELLA FASE REGIONALE DEL CONCORSO Wed, 27 Dec 2017 12:16:52 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/463933.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/463933.html domenico trapasso domenico trapasso  Si è concluso nel mese di Dicembre la fase regionale  di Playenergy, il concorso  Internazionale  che Enel promuove con gli studenti di molti paesi nel  mondo: dalla Russia all’Argentina, dalla Romania alla Colombia.

 Con oltre  420 kit distribuiti, per  oltre 330 scuole di vario grado  migliaia sono stati gli studenti che  hanno partecipato  all’edizione  2016-2017 del concorso Enel PlayEnergy, confrontandosi sui temi dell'energia e dell'ambiente.

La  selezione dei  progetti presentati dalle scuole Calabresi , è stata -  effettuata da una qualificata giuria,  composta da personalità della scuola, delle istituzioni, dei media e di esperti Enel, che ha decretato vincitori  Per la categoria “scuola primaria”

Per la categoria “Scuola Primaria” la giuria ha assegnato il titolo di vincitore regionale al progetto denominato Stefanaconi , presentato dalla classi I, II, II, IV e V   guidata dall’ insegnante  Anna Cugliari,  della  scuola elementare di Stefanaconi (VV).

Per la categoria “Scuola Secondaria di 2° grado” il premio è stato, invece, assegnato al progetto Sostenibilità energetica per contrastare i cambiamenti climatici, presentato dalla classe IV A  e V B , guidate dall’insegnante Luigi Concio ,  del liceo scientifico Raffaele Lombardi Satriani di Petilia Policastro (KR). 

 I premi alle  Scuole vincitrici, che partecipano di diritto alla selezione nazionale,  sono stati consegnati, nel corso di una breve cerimonia presso la Sala Consiliare del comune di Catanzaro.  Concetta Carrozza, assessore alla PPII del Comune di Catanzaro- delegata dal sindaco Sergio Abramo- , dal  sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, dal rappresentante dell’U􀃕cio scolastico regionale, Antonino De Giorgio, dal responsabile degli a􀃗ari istituzionali di Enel Calabria, Domenico Trapasso, e dal rappresentante di “e-distribuzione”, società del gruppo Enel, Quintino Jirillo.

Le due scolaresche sono poi state accompagnate dalle guide turistiche della città in una visita del Complesso monumentale e delle Gallerie del San Giovanni, alla mostra dei presepi dell’Ex Stac e al Parco della Biodiversità.

 Per l’assessore Carrozza “  È stata una bella giornata di approfondimento delle tematiche

dell’ecosostenibilità ambientale, del rispetto dell’ambiente, delle buone prassi chetutti i cittadini dovrebbero seguire per creare un mondo migliore” che ha lodato le scuole , giacchè  “I progetti premiati da Enel sono stati preparati a puntino da questi ragazzi e dai loro docenti e sono la rappresentazione più forte e concreta di quanto la scuola sia capace di formare cittadini consapevoli e attenti”

La titolare della delega alla pubblica istruzione, che si poi  è congratulata con le due scuole vincitrici del concorso “Playenergy” e ha ringraziato Enel  anche per la scelta di far conoscere ai ragazzi il patrimonio culturale e architettonico del capoluogo.

 

 

]]>
Agriculture Equipment Market: New Study Offers Insights for 2015 – 2022 Wed, 27 Dec 2017 10:37:58 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/marche/463923.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/marche/463923.html Monica Nerkar Monica Nerkar Global Agriculture Equipment Market Information Report By Product Type (Tractors, Harvesters, Cultivation & Soil Separation Equipment And Others), By Function (Harvesting, Planting & Fertilizing, Haying, Plowing & Cultivation And Others) And By Region - Global Forecast To 2022

Market Scenario

Agriculture equipment  refers to those machines which facilitate the production and processing of agricultural crops and agricultural livestock. Agricultural, land-based, and other farmers, such as planting, harvesting, irrigation and others.

The growth of the agricultural equipment market is due to the use of tools and machinery for agricultural activities. The increase in the adoption of technology driven by the increase in demand for food. The research and development of the new market is becoming increasingly important. The introduction of the agriculture process.

Get Sample of Report @  https://www.marketresearchfuture.com/sample_request/2182

Regional Analysis of Agriculture Equipment Market

Asia-Pacific region is expected to dominate the agriculture equipment market with the increase in demand of food in developing countries such as China and India. This increase in the demand for food with the increase in population is expected to generate demand for agricultural machinery. The growing mechanization of agricultural crops, increasing the growth of agricultural production in the region. 

Key Players

The key players of the Agriculture equipment market are AGCO Corp. (US), JC Bamford Excavators Limited (UK), Deere & Company (US), CNH Industrial NV (UK), Kubota Corporation (Japan), Iseki & Co., Ltd. (Japan), Daedong Industrial Co., Ltd. (US), Mahindra & Mahindra Limited (India), Escorts Limited (India) and others.

Access Full Report @  https://www.marketresearchfuture.com/reports/agriculture-equipment-market-2182

]]>
MRFR’s Absolute Analysis on Automotive Connectors Market, 2022 Wed, 27 Dec 2017 10:17:04 +0100 http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/istituti_cultura_italiana_estero/463919.html http://comunicati.net/comunicati/istituzioni/istituti_cultura_italiana_estero/463919.html Monica Nerkar Monica Nerkar Market Scenario 

Connectors are electromechanical components essential for connecting electrical circuits together. In automotive industry, the connectors are used in the automotive-oriented equipment to connect electrical devices and wires. 

The global Automotive Connectors Market is majorly driven by rise in the security needs in the automobile. Connectors are used in a majority of security systems in automobiles. With the increase in theft of automobiles, there is an increased need of security systems in the automotive, which further leads to the growth of the automotive connectors market.  With the booming smart car industry, the use of connectors in the smart cars is increasing. This leads to the growth of the automotive connectors market.  The increase in electrification in the vehicles is also expected to drive the demand of the automotive connectors market in the region. 

Get Sample of Report @ https://www.marketresearchfuture.com/sample_request/2365   

Segmentation of Automotive Connectors Market 

By Connection Type

  • Wire To Wire
  • Wire To Board
  • Board To Board 

By System Type

  • Sealed
  • Unsealed 

By Application 

  • Body Control & Interiors
  • Engine Control & Cooling System
  • Others

Regional Analysis of Automotive Connectors Market 

Asia-Pacific is expected to dominate the global automotive connectors market due the boom in manufacturing of vehicles in developing nations such as India and china and the evolution of concept & increase in manufacturing of electric vehicles. In Europe region, the rise in strict government regulations for the safety of automotive and passengers and the increase in safety concerns amongst the consumers is contributing to the growth of the automotive connectors market in the Europe region. 

Intended Audience

  • Automotive connectors’ manufacturers
  • Distributer & Supplier companies
  • End Users
  • Consultants and Investment bankers
  • Government as well as Independent Regulatory Authorities 

Key Players 

The key players of Automotive connectors market are TE Connectivity (Switzerland), Delphi Automotive (U.K.), Yazaki Corporation (Japan), Sumitomo Electric (Japan), Japan Aviation Electronics Industry (Japan), Amphenol Corporation (U.S.), Hirose Electric Co., Ltd. (Japan), Hu Lane Associates Inc. (Taiwan), Korea Electric Terminal Co. Ltd. (South Korea), Kyocera Corporation (Japan) and others.

Access Full Report @ https://www.marketresearchfuture.com/reports/automotive-connectors-market-2365  

]]>