PGTU, FINALMENTE PREVISTO TRAM A CORVIALE E FUNIVIA SUL TEVERE

18/apr/2015 17:41:31 Emanuela Mino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo 15 anni l’Assemblea Capitolina ha approvato il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), il documento di pianificazione e programmazione che ridisegna le politiche della mobilità della Città, con strumenti innovativi, volti a diminuire il traffico privato e ad incentivare il trasporto pubblico, dove si sceglie di investire sul ferro, sulle piste ciclabili e sulle pedonalizzazioni: un’ottima notizia non solo per la città ma anche per il Municipio XI perché nei piani di sviluppo di lungo periodo si prevede la realizzazione di due nuove linee tranviarie come quella dall’Eur a Corviale, con passaggio su via Isacco Newton, e quella che dalla stazione di Valle Aurelia, passando per Villa Pamphilli, si concluderà in zona circonvallazione Gianicolense, oltre alla cabinovia sul Tevere per collegare la Magliana all’EUR. - Lo dichiara Emanuela Mino, Presidente del Consiglio del Municipio XI.

Nel complesso, gli interventi previsti andranno non solo a decongestionare il Centro Storico dal traffico permettendo al contempo a romani e turisti di apprezzare il nostro patrimonio storico-archeologico che sarà così anche meglio preservato, ma saranno volti a creare migliori collegamenti con le Periferie, grazie alla realizzazione di nuovi corridoi della mobilità, a più corsie preferenziali, alla chiusura dell’anello ferroviario, a nuovi percorsi tramviari e ad una politica della sosta e del costo degli accessi nelle aree centrali della città che disincentivi l’utilizzo dell’automobile privata: l’obiettivo è quello di aumentare del 20% la velocità commerciale del trasporto pubblico e del 20% il numero di utenti sui mezzi pubblici.

Nel dettaglio, entro il 2018, si prevede la realizzazione del nuovo nodo Pigneto (fermata treni linee FL1-FL3 e scambio con tram e metro C), l’incremento della frequenza sulla linea su ferro tra Casilina e Ciampino e la prima tranche dell’anello ferroviario nord Ostiense-Vigna Clara; è inoltre previsto il potenziamento del passante ferroviario sud Ostiense-Tuscolana-Casilina-Tiburtina; delle linee FL1 (aeroporto Fiumicino), FL4 (Castelli), FL6 (Roma-Colleferro), FL7 (Roma-Latina).

 

Spero vivamente che a queste opere si accompagnino anche quelle che da tempo i cittadini del Municipio XI attendono, come la linea di tram annunciata qualche mese fa dal Sindaco e che, partendo dalla Stazione della Metro B “Marconi” attraverserà tutta l’omonima via per poi convergere, a Trastevere, con la linea 3 e concludere il suo percorso a Villa Borghese: dopo la cancellazione della Metro D che avrebbe raggiunto il quartiere Marconi e l’occasione sfumata dallo Stadio della Roma con la quale poteva essere portata la metro B da Tor di Valle a Muratella, le realizzazioni previste nel PGTU rappresenterebbero una reale soluzione permettendo finalmente un collegamento su ferro importante per il quadrante sudovest della Capitale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl