La gestazione del gatto, quello che devi sapere

02/mar/2021 15:13:05 Gatti Ragdoll Silmarilions Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La tua gatta è in dolce attesa? Niente apprensione: gravidanza e parto sono eventi che i felini, per istinto, sono perfettamente preparati ad affrontare. L'assistenza del compagno umano, però, si rivela preziosa in due sensi:

- supporta la salute della futura mamma e dei suoi cuccioli con un'alimentazione appropriata;

- favorisce il corretto sviluppo dei feti attraverso un monitoraggio costante e attivo.

La dieta è il primo, fondamentale accorgimento per sostenere al meglio la gravidanza: un alimento molto ricco e nutriente (vanno benissimo le crocchette e gli umidi per gattini) soddisferà pienamente il fabbisogno della futura mamma e dei suoi piccoli. Da preferire, i pasti piccoli e frequenti.

Questo, essenzialmente, è l'unico cambiamento di rilievo che si impone ad una gatta in gestazione: se ha voglia di correre, di giocare o di esplorare come di consueto, è bene assecondarla. Se è abituata ad uscire, però, è consigliabile impedirglielo negli ultimi giorni, così da evitare che partorisca lontano da casa.

La prima visita ostetrica va effettuata non appena si sospetta lo stato di gravidanza: se noti nella tua micia un comportamento anomalo ("igiene intima" ossessiva, fusa e miagolii troppo frequenti, affanno durante il movimento, nervosismo, vomito) portala subito in ambulatorio.

La gestazione del gatto, quello che devi sapere

Semplicemente palpando l'addome, il veterinario potrà verificare lo stato di gravidanza. Nella stessa occasione verrà fissato un calendario di visite e di esami volti a seguire l'andamento della gestazione. In questo programma, l'ecografia svolge un ruolo primario: questo strumento diagnostico, infatti, permette di controllare se i feti si stanno sviluppando correttamente. In più, grazie all'ecografia è possibile prevedere approssimativamente il giorno del parto.

Quanto dura la gestazione del gatto? I tempi variano a seconda di vari fattori (come la razza): in media, si va dai 64 ai 67 giorni. L'ultima fase è la più faticosa per la tua piccola amica: muoversi è sempre più difficile, le mammelle si ingrossano e aumenta il senso di irrequietezza. Consentile di appartarsi in un angolo silenzioso della casa, allestendole una cuccia ampia e morbida.

Il parto avviene solitamente in autonomia, tuttavia alla gatta fa molto bene avere accanto il proprio umano. In più, standole vicino, potrai accorgerti se qualcosa non va durante il travaglio (sofferenze eccessive, sforzi improduttivi, strane perdite, ecc.): in questo caso, contatta subito il veterinario, che potrà decidere per un parto cesareo.

Per saperne di più >>

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl