Inaugura a Talamello una doppia mostra d'arte contemporanea dedicata al "corpo ineffabile".

Per questa occasione il Comune di Talamello, dove ha sede il museo Gualtieri - che fa parte dello SPAC - ospita una doppia mostra personale dei due giovani artisti Simona Bramati (Jesi 1975) e Desiderio (Milano 1978).

25/set/2008 10:42:34 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comune di Talamello (PU)

 

 

 

 

Inaugura  a Talamello una doppia mostra d’arte contemporanea  dedicata al “corpo ineffabile”.

 

domenica 28 settembre 2008, ore 18.00

Museo Gualtieri, Talamello (PU)

 

Gli artisti Simona Bramati e Desiderio protagonisti della doppia personale che sarà visibile fino al 16 novembre.

 

 

Il percorso espositivo del Circuito giovani SPAC (Sistema Provinciale d’Arte Contemporanea) arriva a Talamello con un progetto intitolato “Corpo Ineffabile”, a cura di Chiara Canali. Per questa occasione il Comune di Talamello, dove ha sede il museo Gualtieri – che fa parte dello SPAC – ospita una doppia mostra personale dei due giovani artisti Simona Bramati (Jesi 1975) e Desiderio (Milano 1978).

 

Oggetto di ricerca comune ai due artisti è dunque il corpo umano. Non solamente come forma distaccata da sé – tema forse percorso già troppo spesso nella società post-moderna – ma anche e soprattutto come esperienza di un racconto ineffabile, indicibile e invisibile, che prende forma nelle trame della loro pittura.

 

La “Cella”, affrescata nel 1437 da Antonio Alberti da Ferrara, ospiterà figure di piccolo e medio formato e un’installazione sotto il pianale dell’altare, mentre nel passaggio della “Fosa comunella” verrà presentato in anteprima l’ultimo cortometraggio di Desiderio.

 

“I due artistici scena a Talamello – scrive la curatrice – Simona Bramati e Desiderio hanno optato per una scelta di campo nei confronti della rappresentazione figurativa dell’uomo, tralasciando la suggestione del corpo come materia di studio in una visione meccanicistica e preferendo invece la percezione del corpo visto da una distanza intellettuale che si attua attraverso la riflessione della pittura”.

 

“Corporeità e ineffabilità sembrerebbero i termini di un ossimoro, e invece in questa analisi incarnano il binomio di un raffronto con il corpo che contiene in sé l’ipotesi di una enigmaticità e indecifrabilità dell’essere”.

 

Corpo ineffabile, che verrà inaugurato domenica 28 settembre alle ore 18.00,  è un progetto dell’Assessorato alle Attività Culturali-Editoria della Provincia di Pesaro e Urbino, realizzato con la Regione Marche, Assessorato alle Politiche Giovanili, nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro “Giovani ri-cercatori di senso” con il Ministero POGAS. La mostra è visitabile fino al 16 novembre, da mercoledì a domenica, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00.

 

 

Per informazioni:

Provincia di Pesaro e Urbino: 0721 3591 - Museo Gualtieri: tel. 0541 922893

 

Ufficio stampa Creattiva

Tel. 0541 709792 – fax 0541 708015 e-mail creattiva@creattiva.info - www.creattiva.info

Ref. Sara Marietti tel. 339 8807636

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl