Migliori spoon per trout area, come sceglierli

04/mar/2020 15:50:50 marketing-seo.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo Spoon, ovvero, l’ondulante, è l’esca simbolo del trout area, tecnica sempre più in voga tra gli appassionati della pesca.

La trout area è una disciplina sviluppata in  Giappone della pesca a spinning ultralight, che riguarda la cattura delle trote nei laghetti di pesca sportiva, utilizzando attrezzature leggere ed esche fatte di piccoli ondulanti ed esche rigide armate di ami singoli e senza ardiglione.

Visto il successo degli spoon, sul mercato sono stati lanciati diversi cucchiaini ondulanti di varie forme e colori, questo mondo variegato può, comunque, essere sintetizzato in 4 forme di base.

Le differenze tra le 4 tipologie di spoon

Chi ha avuto modo di osservare le trote all’interno di un laghetto, avrà notato che queste non stazionano sempre nello stesso posto ma si spostano spesso, andando vicino al fondo, poi sospese a mezz’acqua o restando ferme in prossimità del fondo.

Per pescarle con delle esche artificiali, le soluzioni sono due: cambiare spesso il tipo di artificiali o si usa un artificiale in varie forme e dimensioni.

Per insediare le trote a galla si useranno dei mini spoon dalle forme allungate e sottili, mentre per pescarle sul fondo si sceglieranno quelli più compatti.

Inoltre, ci sono i modelli più classici a goccia e quelli ad aquilone che permettono di pescare le trote in diverse profondità, con il primo tipo che affonda subito, mentre il secondo, che oscilla più lentamente verso il basso.

In linea generale, andando dalla superficie verso il fondo si cambia forma del mini spoon passando da quelli leggeri, sottili e allungati verso quelli corti e tozzi, fino a quelli a forma di aquilone, mentre gli spoon a forma a goccia sono destinati a un utilizzo più “universale” su tutta la colonna d’acqua realizzabile con l’uso di modelli quanto più grandi e pesanti quanto più a fondo si vuole pescare.

Forma

Esistono decine di forme diverse, più o meno originali, di ondulanti specifici per la Trout Area che possono essere racchiusi in tre grandi famiglie: corto e largo, lungo e stretto, via di mezzo.

La forma corta e larga, anche grazie al peso ridotto, permette di affondare anche più velocemente rispetto agli altri tipi. Per cui è un tipo di spoon ottimo per sondare i fondali e gli strati più bassi della colonna d’acqua.

Gli spoon lunghi e corti, a differenza di quelli precedenti, distribuiscono il peso dell’ondulante su una superficie più ampia, motivo per il quale l’ondulante affonda molto più lentamente.  Ideale, quindi, per sondare i primi strati d’acqua.

Gli ondulanti con la forma “via di mezzo” sono numerosi, possono lavorare più o meno bene a varie profondità e con diversi tipi di recupero.  Sono utili nelle fasi di ricerca in cui non si sa bene quale sia il miglior colore da utilizzare e in quale strato della colonna d’acqua si trovino le trote.

Conclusioni

Gli spoon per la trout area sono numerosi e la scelta va fatta in base alle proprie esigenze di pesca, tenendo conto di tutte le sue varie fasi.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl