Le piante più adatte alla coltivazione indoor

18/feb/2020 17:32:32 marketing-seo.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

La coltivazione indoor è una tecnica che permette di coltivare qualunque tipo di pianta all’interno di un ambiente chiuso, che sia una grow box, una serra o una stanza, grazie a tecniche e prodotti specifici da utilizzare durante tutte le fasi di sviluppo e crescita delle piante.

Questo offre la possibilità di coltivare le piante in qualsiasi periodo dell’anno lo si desidera, ottenendo un ottimo risultato. La cosa importante è avere tutte le attrezzature giuste per la coltivazione indoor e seguire tutte le indicazioni che vengono solitamente illustrate in questo metodo.

Sebbene, è possibile coltivare qualsiasi tipo di pianta, ce ne sono alcune che sono più adatte alla coltivazione indoor e che vengono usate soprattutto per arredare e abbellire casa.

Non tutte le specie sono facili da coltivare, per cui abbiamo deciso di farvi un elenco di quelle che potete provare a coltivare da soli con il metodo di coltivazione indoor all’interno della vostra casa.

Bamboo della fortuna

Questa pianta ha origini africane, il suo nome è Dracaena Sanderiana, può essere coltivate sia in acqua che in vaso. Non ama la luce diretta del sole ma ha bisogno di un ambiente luminoso, sotto i 12 gradi il Bamboo della fortuna soffre molto e può anche morire.

Se viene coltivata in vaso l’annaffiatura deve essere regolare, mentre per la coltivazione in acqua, si raccomanda di preferire quella piovana ma va bene anche quella minerale.

Filodendro

Il Filodendro è una pianta molto amata e utilizzata nelle coltivazioni indoor, arriva dall’America Meridionale, dove vivono 275 specie diverse di questo arbusto.

È una pianta sempreverde rampicante, non è molto tollerante alla luce diretta. Se coltivata in vaso cresce molto bene ma solo se l’ambiente è luminoso. L’annaffiatura deve essere moderata durante l’anno, tranne che in primavera e in estate in cui ha bisogno di molta più acqua.

Ricordiamo che, seppur molto bella, questa pianta è tossica per cui deve rimanere lontano dalla portata dei bambini e degli animali.

Aphelandra

Aphelandra è una pianta che può superare i 3 metri di altezza in natura, ha origini in America centro-meridionale. Se si decide di coltivarla in vaso, la sua altezza non supera i 60 cm; le foglie sono molto belle, sono di colore verde intenso, le foglie hanno striature gialle o bianche.

Non sopporta le basse temperature, il freddo la può uccidere, sono da evitare anche sbalzi termici e l’esposizione alla luce diretta.  Le annaffiature devono essere regolari ma non eccessive per ciò che riguarda la quantità d’acqua.

L’impianto indoor

È possibile installare all’interno della propria abitazione o nel giardino un piccolo impianto indoor per la coltivazione di queste piante, generalmente è così composto:

L’Impianto Indoor è composto da:

  • §  Grow Box/ Grow Room
  • §  Sistema di Illuminazione
  • §  Sistema di areazione e filtraggio odori
  • §  Strumenti di controllo e accessori.
  • §  Sistemi per la regolazione della Temperatura e Umidità

Ricordiamo che migliore sarà l’impianto e migliori saranno anche i risultati ottenuti in fatto di microclima e di raccolti.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl