Libretto e passaporto, i documenti per viaggiare con il tuo gatto

25/lug/2019 15:35:43 Gatti Ragdoll Silmarilions Contatta l'autore

Esattamente come per gli esseri umani, la legge prevede una speciale "burocrazia" per i gatti che viaggiano.

Se hai deciso di portare il tuo gatto in viaggio con te, quindi, ricorda di controllare prima di tutto l'idoneità del primo, fondamentale documento che lo riguarda: il libretto delle vaccinazioni (o libretto sanitario).

Questo libretto contiene la registrazione di tutti i vaccini effettuati: viene quindi rilasciato dal veterinario, che provvederà ad aggiornarlo ogni volta che il tuo micio viene sottoposto a piani vaccinali, operazioni chirurgiche e altri particolari trattamenti medici.

Per poter essere in regola con le normative vigenti in merito al trasporto degli animali domestici, il libretto sanitario deve attestare l'avvenuta vaccinazione di base ( nel caso del gatto la trivalente, che comprende le profilassi contro gastroenterite virale, rinotracheite e calicivirosi).

Attenzione alle scadenze dei richiami: la copertura di un vaccino, infatti, è pienamente garantita solo se vengono rispettate le date stabilite.

Libretto e passaporto, i documenti per viaggiare con il tuo gatto

Se il tuo micio non ha ancora effettuato questi piani vaccinali o i relativi richiami alla scadenza, quindi, prima di partire dovrai portarlo in ambulatorio per provvedere di conseguenza.

A seconda della vostra zona di destinazione, il veterinario potrà stabilire la necessità di somministrare anche uno o più vaccini facoltativi, come la clamidiosi, la leucemia felina oppure l'antirabbica (indispensabile in alcune località italiane considerate "a rischio").

Se viaggiate fuori dai confini del territorio italiano, al libretto sanitario deve essere aggiunto un altro documento: il Passaporto Europeo per animali da compagnia.

Rilasciato dalla ASL, questo Passaporto specifico per gatti serve innanzitutto a dimostrare che il gatto è regolarmente vaccinato contro la rabbia: la profilassi antirabbica, infatti, è obbligatoria in molti paesi esteri.

Oltre a questa attestazione, il Passaporto contiene tutti i dati utili ad identificare l'animale (nome, età, sesso, razza, colore e aspetto del manto, numero del microchip); in caso di viaggi nei paesi extraeuropei, potrà riportare anche gli estremi di alcuni certificati particolari, come quello di buona salute del gatto.

Per maggiori informazioni >>

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl