CS_ post conferenza Comune di Como | Giro102

29/apr/2019 13:15:16 luciana rota Contatta l'autore

Cari colleghi,

Diffondiamo la cartella stampa Giro102 a Como illustrata stamani in conferenza stampa al Comune di Como.

A seguire alcune ulteriori dichiarazioni oltre al comunicato stampa integrale.

Al seguente LINK DI DROPBOX tutti i contenuti anche foto digitali.
OPPURE SCARICA QUESTO WETRANSFER https://we.tl/t-NEZf9agmta

 

Cordiali saluti, LR

 

Dichiarazioni Conferenza del 29 04 2019

 

CLAUDIA STRIATO, direttrice Fondazione A. Volta

Il Giro d’Italia ci ha conquistato, affascinato, coinvolto in un festival culturale che tocca un po’ tutte le sensibilità artistiche. Mai avrei immaginato che alla direzione del Broletto mi sarei occupata di ciclismo, e della sua storia, di umanità che pedala e mai da sola, di letteratura della bicicletta e dei suoi valori. Un festival coinvolgente che viene tradotto �“ evento dopo evento �“ aspettando il Giro in parole, immagini, video, emozioni, suoni, ricordi, aneddoti e pensieri rivolti al futuro. Un corale bisogno di testimoniare, tutti, in modo diverso, la passione per le due ruote, che sono fortemente legate alla storia di Como e della sua gente. Abbiamo voluto la bicicletta, anche qui al Broletto, e non ci resta che pedalare. La direzione è quella giusta: il filo conduttore è il Rosa. Rosa come il Giro! Vi aspettiamo a Como.


CAROLA GENTILINI, direttrice Museo del Ghisallo, Ass. Cultura Comune di Como

Il passaggio del Giro �“ una storia di 110 anni che non perde mai smalto �“ ha sempre un effetto appassionante. Una scia rosa che contagia. Che piace alla gente. Mette allegria, porta energia positiva. È un passaggio ancora più bello quando la Corsa Rosa diventa un traguardo, una città di tappa come si dice in gergo. Allora, come accaduto a Como, tutte le nature dell’uomo si fondono per una causa: diventa pretesto culturale, artistico, letterario, economico, commerciale persino ecologico e �“ per fortuna �“ anche turistico! Così la squadra si fa Professional Team e mette insieme Fondazioni, Musei, professionisti, professori, esperti e appassionati, grandi e piccini: tutti per una causa, promuovere l’arrivo del Giro e omaggiare il ciclismo, i suoi valori, la sua storia e il suo presente, che è anche futuro e pedala con grande entusiasmo in una terra che ha la passione per le due ruote nel suo DNA.

 

ANTONIO MOLTENI, presidente Fondazione Museo del Ghisallo

Ogni volta che organizzazioni sportive, istituzioni, associazioni e la gente, gente comune per lo più, trovano l’occasione per un passaggio o per un coinvolgimento del Museo del Ghisallo, per noi è una festa. E preparare una festa con impegno e dedizione, per il passaggio del Giro ma non solo, anche per l’arrivo del Giro a Como, è questa volta un motivo di orgoglio in più. Lo è per tante ragioni. Lo è perché avrebbe fatto felice il nostro fondatore Fiorenzo Magni, lo è perché quest’anno di motivi per fare festa ce ne sono tanti: i 70 anni del Santuario a Magreglio che coincidono con i 70 anni di Polstrada al seguito delle corse, grandi amici del ciclismo da sempre, i 100 anni di Fausto Coppi che guarda caso 70 anni fa, proprio nel suo plurivittorioso 1949 anno in cui vinse tutto, decise di stabilire il record della scalata del Passo Ghisallo vincendo il quarto consecutivo (1946, 1927, 1948 e 1949) dei suoi 5 Giri di  Lombardia (l’ultimo nel 1954). Siam pronti alla festa, dunque! Anche al Ghisallo: con la sua esposizione temporanea al prestigioso Broletto di Como e con quella colorata e coinvolgente di Riccardo Guasco in mostra al museo. Il nostro Museo è nel pieno della sua 13ma stazione museale e vivrà due giornate bellissime, il 26 maggio con il passaggio della corsa e una maratona di eventi e il 27 maggio con altri eventi e la visita delle scolaresche… Viva il Giro e viva anche Como, ma prima e dopo vi aspettiamo tutti al Ghisallo!

  

Cartella Stampa |ASPETTANDO IL GIRO COMO PEDALA PER TURISMO, INNOVAZIONE, CULTURA E PER … PASSIONE

Como è pronta ad ospitarel’arrivo della tappa del Giro d’Italia numero 102 che scatta da Bologna l’11 maggio. Aspettando l’arrivo della tappa di domenica 26 maggio, la città si tinge di rosa con una serie di eventi nell’evento: tutti da vivere insieme, che trasformeranno Como in una grande piazza colorata e valorizzeranno in modo importante un territorio dai diversi DNA: turístico, educativo, commerciale, ecológico, sportivo e culturale. Per accompagnare l’arrivo della Corsa Rosa �“ evento di mediaticità mondiale �“ Como mette in scena numerose iniziative che interpretano tutte le vocazioni della città collegate dalla passione per il ciclismo!

 

Como, 29 aprile 2019 - Fondazione Alessandro Volta in collaborazione con il Comune di Como ha voluto apportare il proprio contributo alla città e al territorio costruendo un calendario di eventi che anticipano e preparano all’arrivo del Giro d’Italia.

«Fondazione A. Volta ha pensato di organizzare, congiuntamente al Comune di Como, eventi in attesa dell’arrivo di tappa del Giro d’Italia �“ dichiara Luca Levrini presidente di FAV -. Preparare, anche culturalmente, la città a questo momento sportivo è infatti essenziale sia per generare consapevolezza del rilievo di tale manifestazione sia per attivare in ognuno di noi i positivi valori quotidiani che potrebbe portare uno sport come il ciclismo». 

«Il Giro d’Italia non è solo un evento sportivo, piuttosto è un momento che ci permette di riflettere su alcuni aspetti che riguardano la cultura dello sport. Tra questi la tradizione sportiva italiana e del nostro territorio, il valore dello sport come profondo sacrificio e sana competizione, la partecipazione collettiva e popolare a un evento, la salute, l’ecologia e sostenibilità del muoversi con una bicicletta. Per questo motivo �“ prosegue Levrini �“ abbiamo organizzato un’iniziativa per le scuole medie della città, la proiezione di un film e tre incontri con personaggi del mondo dello sport. L’iniziativa per le scuole medie intende raggiungere gli oltre 3.000 allievi con un libretto che verrà consegnato dagli studenti di scienze motorie dell’Università degli studi dell’Insubria».

«Il libretto contiene uno scritto personale di Vincenzo Nibali, notizie sul Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo e spunti di discussione con gli insegnanti e le famiglie sulla salute e l’ecologia della biciletta. Gli incontri per la popolazione vedranno alternarsi autorità legate al mondo del ciclismo che affronteranno temi affini come la salute, l’ambiente, l’innovazione e la solidarietà. Il film vorrà dare importanza ad una figura fondamentale nell’etica e nel ruolo di squadra del ciclismo: il gregario. Tali iniziative intendono dare al valore dello sport un significato culturale che attinge nei valori e nelle virtù del ciclismo anche spunti per affrontare la vita di ogni giorno».

«Quando domenica 26 maggio vedremo sfilare i campioni protagonisti del Giro d’Italia sulle strade di Como �“ dichiara Mario Landriscina, sindaco di Como - la nostra città avrà già raggiunto il traguardo portando la corsa più bella del mondo sul lago più bello del mondo dopo 32 anni dall’ultima tappa. L’arrivo di questo evento permetterà a milioni di persone in tutto il mondo di osservare e apprezzare il nostro splendido territorio e offrirà ai comaschi una serie di iniziative per scoprire e lasciarsi coinvolgere dall’emozionante storia del Giro, delle eccellenze sportive che Como può vantare nella sua storia, dai molteplici risvolti culturali che lo sport promuove.

Le proposte presentate oggi sono rivolte a tutti, appassionati e neofiti del ciclismo. Tra maglie e biciclette d’epoca, immagini, ricordi preziosi di momenti entrati nella leggenda, ogni elemento si fa suggestione dello spirito positivo che vorremmo ci accompagnasse alla corsa rosa e oltre, scoprendo o riscoprendo la cultura e i valori che lo sport riesce a infondere con energia».

 

IL CALENDARIO DEGLI EVENTI ASPETTANDO IL GIRO A COMO

I TALK

Tre talk show allo Yacht Club Como (viale Puecher 11, Como), tutti dalle ore 18:30.

- SALUTE, SPORT SOSTENIBILE E AMBIENTE

Con il sostegno di Mapei Group.

giovedì 9 maggio

Interverranno: Maurizio Casasco, presidente FMSI (Federazione Medico Sportiva Italiana) e EFSMA (European Federation of Sports Medicine Associations); Adriana Spazzoli, presidente Fondazione Sodalitas, direttore Marketing e Comunicazione Mapei Group; Roberto Spata, velista, più volte vincitore di campionati Italiani, Europei e del Mondo. L’incontro sarà moderato da Pier Augusto Stagi, direttore responsabile del mensile Tuttobiciweb.
Saranno presenti: Paolo Bettini, già Commissario Tecnico della Nazionale ciclismo su strada, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atene nel 2004 e campione del Mondo 2006 e 2007; il ciclista professionista Luca Paolini, che alle spalle ha una lunga carriera (dal 2000 al 2015) con 23 successi: vincitore Giro del Piemonte 2002, freccia del Brabante 2004, medaglia di Bronzo ai mondiali Verona 2004.

Entrata libera previa iscrizione su: talk9maggio.eventbrite.it

 

- INNOVAZIONE E TECNOLOGIA

Con il sostegno di Colnago&C e di Maglificio Santini.

martedì 14 maggio

Interverranno: Davide Cassani, Supervisore Tecnico delle Nazionali di Ciclismo; Ernesto Colnago, costruttore e fondatore della Colnago; Monica Santini, amministratore delegato Maglificio Santini.

L’incontro sarà moderato da Riccardo Magrini, ex professionista e ds, commentatore tecnico di Eurosport “la casa del ciclismo in Tv”. Ospite illustre, il campione Gianni Bugno vincitore di due Mondiali (1991, 1992), vincitore di un Giro d’Italia (1990) e di numerose corse importanti fra le quali una Milano-Sanremo (1990) e un Giro delle Fiandre (1994).

Entrata libera previa iscrizione su: talk14maggio.eventbrite.it

 

- ETICA E SOLIDARIETÀ

Incontro organizzato in collaborazione con Casa Opera Don Guanella, Lecco e Yacht Club Como. Con il patrocinio di Panathlon International Club Como e il sostegno di Borgini Jersey.

venerdì 24 maggio

Interverranno: Maurizio Monego, vicepresidente del Comitato Internazionale Fair Play, già presidente commissione scientifico-culturale Panathlon International; Don Agostino Fasson, Casa Opera Don Guanella, Lecco; Beppe Dossena, Special Team già Associazione Cerchio Azzurro.

L’incontro sarà condotto dal giornalista Edoardo Ceriani, capo redattore pagine Sport ‘La Provincia’ di Como e panathleta.

Saranno presenti: Paolo Maldini: già difensore nel Milan, direttore sviluppo strategico area sport Milan e presidente Special Team; il campione Claudio Chiappucci vincitore della Milano-Sanremo (1991), di due Giri del Piemonte (1989 e 1995), di tappe al Tour de France e al Giro d’Italia; Paolo Savoldelli, campione vincitore di due edizioni del Giro d’Italia (2002 e 2005), imprenditore, opinionista e commentatore televisivo; Alberto Cova, mezzofondista vincitore della medaglia d’oro nei 10.000 metri ai Giochi Olimpici di Los Angeles 1984.

Entrata libera previa iscrizione su: talk24maggio.eventbrite.it

 

IL GIRO A SCUOLA

In collaborazione con il Corso di Laurea in Scienze Motorie dell’Università degli Studi dell’Insubria. Con il sostegno di Decathlon.

Nel mese di maggio sarà distribuito agli studenti delle scuole secondarie di primo grado del Comune di Como un libretto �“ con testi a cura del giornalista Nicola Nenci del quotidiano La Provincia - che racconta il Giro d’Italia descrivendone la storia, la tappa che arriva a Como, le relazioni con la salute e l’ecologia; importanti saranno i richiami al nostro territorio, in particolare al Museo del Ghisallo e alla figura di Fabio Casartelli, campione olimpico di ciclismo (corsa in linea), prematuramente scomparso a causa di una caduta al Tour de France. Il racconto è arricchito da un intervento del campione Vincenzo Nibali. La consegna dei libretti nelle scuole sarà a cura degli studenti di Scienze Motorie dell’Università degli Studi dell’Insubria.

 

IL FILM

Giovedì 23 maggio, ore 20:30, Cinema Gloria (via Varesina 72, Como)

Proiezione di WONDERFUL LOSERS: A DIFFERENT WORLD

Incontro organizzato in collaborazione con Associazione Como Verso Est e con il sostegno di Allianz Bank.

Un film di Arūnas Matelis, girato durante il Giro d’Italia 2015, testimonianza che esalta il ruolo dei gregari, coloro che fanno la differenza in una gara ciclistica e che sacrificano le proprie carriere e vittorie personali per i loro compagni. Il film invita a guardare dentro a un mondo insolito, le cui regole, gerarchie e sacrifici, nonostante la grande popolarità del ciclismo, sono conosciute a pochi. Candidato a partecipare agli Oscar 2019 quale miglior film straniero e miglior documentario. Seguirà dibattito condotto da Andrea Bambace, giornalista di Espansione Tv. Con la partecipazione della giornalista Luciana Rota autrice de “I portacolori della Siof” la scuola di ciclismo di Biagio Cavanna, massaggiatore di Fausto Coppi.

Biglietti disponibili su: 23maggio.eventbrite.it

 

 

LA MOSTRA

Iniziativa organizzata da Distretto Urbano del Commercio e dal Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio con la collaborazione di Fondazione Alessandro Volta. Con il sostegno di Bennet, Autovittani e Confartigianato.

Inaugurazione sabato 4 maggio alle ore 17:00, con i curatori le autorità e alcuni campioni della storia del ciclismo.

Da sabato 4 a lunedì 27 maggio al Palazzo del Broletto e nelle vie del centro di Como saranno allestite due sezioni della mostra, una riguardante il Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo e una che proporrà alcuni scatti del fotografo Fabrizio Delmati.

La prima sezione, Temporary Ghisallo Museum, al Broletto offrirà un viaggio speciale tra cimeli, immagini, voci e videoproiezioni.

Si vedranno e vivranno ricordi, emozioni, maglie e biciclette, pezzi unici della collezione del museo del Ghisallo di Magreglio, con fotografie e filmati. Al centro di questa mostra ci saranno alcune biciclette particolarmente importanti per la loro storia che evocano le grandi imprese sportive ed umane dei Tre Uomini che hanno fatto la storia del ciclismo: Coppi, Bartali e Magni.

Oltre a rappresentare un appassionato omaggio di Como al Giro, questa rassegna sarà un racconto nel racconto che guarda in alto verso il museo di Magreglio e verso la Grigna, che richiama Il Lombardia, che riporta alla volata di Paolo Rosola del 1987 sul traguardo di Como nel Giro di Visentini e di Roche, che lega ricordi ed emozioni della Corsa Rosa in un’infilata di colori e di immagini in bianco e nero, di maglie, rimandando alla storia del Santuario del Ghisallo tra i ricordi di Fausto Coppi nell’anno del suo centenario, quando il Campionissimo si rese protagonista con il suo rivale-amico Bartali di un pellegrinaggio indimenticabile.

La mostra è un progetto di Fondazione A. Volta, in collaborazione con il Comune di Como e la Fondazione Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio.  Con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Como, Camera di Commercio di Como, Museo ACdB 100 Coppi. La curatela è stata affidata al Museo del Ghisallo: Antonio Molteni, Carola Gentilini, Grazia Fasano, Natalia Corti. I testi e la ricerca iconografica a cura di Luciana Rota. Contributi ai testi di Luca Marianantoni, autore di 110 anni in rosa �“ Storie, imprese e statistiche del Giro d’Italia dalla prima edizione ad oggi (2019, Edizioni Pendragon).  Contributi fotografici: Archivio Museo del Ghisallo, Vito Liverani (Omega Fotocronache), Rcs Sport, Rcs Group, La Gazzetta dello Sport, Fabrizio Delmati, Mario Didier. Traduzioni: Maria Grazia Fasano. Coordinamento di Marco Fumagalli e Claudia Striato, direttrice Fondazione A. Volta. Prestatori: Famiglia Casartelli, Luca De Ponti. Video: Archivio Museo del Ghisallo, Polizia Stradale, Rai Teche.

 

Apertura: sabato e domenica dalle 10.30 alle 19.30; dal martedì al venerdì dalle 13.30 alle 19.30. Chiuso il lunedì. Scuole e gruppi anche la mattina su prenotazione a info@fondazionealessandrovolta.it

 

La seconda sezione, 2 ruote rosa, sarà una mostra diffusa della collezione di fotografie di Fabrizio Delmati, dal Broletto a Porta Torre, passeggiando tra i negozi delle vie dello shopping nel centro storico di Como. Una carrellata di immagini sulla più bella corsa del mondo, dagli anni Sessanta ai nostri giorni. Campioni, gregari, meccanici, massaggiatori, salite, discese, paesaggi. In esposizione anche le maglie dei campioni e delle squadre.

Al Broletto saranno esposte 26 immagini a colori che ripercorrono dagli anni Sessanta ai nostri giorni la fantastica storia dello spettacolo sportivo più seguito in 21 giorni.

Nelle vie dello shopping 70 immagini in bianco e nero racconteranno le emozioni delle gare del giro tra gioia, fatica e dolore. In alcune vetrine saranno esposte le maglie delle squadre che hanno partecipato alle precedenti edizioni del Giro.

 

Palazzo del Broletto

Di epoca medievale con successive aggiunte gotiche, il Broletto è situato nel cuore della Città Murata, tra la Cattedrale e il Vescovado. È stato sede delle istituzioni comunali a partire dal XIII secolo, a significare il forte legame tra il potere del Comune e la Chiesa. La facciata arricchita con elementi rinascimentali si presenta a fasce di marmo lombardo bianco, grigio e rosso, ed è affiancata dalla torre campanaria che in origine serviva a chiamare le adunanze pubbliche. Oggi è utilizzato come sede espositiva e per manifestazioni, mantenendo tutto il fascino della sua lunga storia.

 

Gli eventi in mostra:

Sabato 4 maggio, dalle 15 alle 17 “Le bande suonano il Giro d’Italia”, marching band per le vie dello shopping

Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 maggio dalle 10 alle 20 in Piazza Duomo Auto d’epoca della polizia stradale”: saranno in esposizione i mezzi storici della polizia stradale utilizzati nelle edizioni della gara.

Sabato 25 maggio dalle 10 alle 20 in Piazza Verdi “Ciclobaby”: in strada con il gruppo sportivo di Alzate Brianza gincana per piccoli ciclisti e tour guidato alla mostra diffusa lungo le vie dello shopping.

 

 

Per info e contatti:

 

Francesca Manfredi

Ufficio Stampa - Comune di Como

3381272415 - manfredi.francesca@comune.como.it

 

Paola Carlotti �“ Ellecistudio

Ufficio stampa Fondazione Alessandro Volta

3357059871 - paola.carlotti@ellecistudio.it

 

@LucianaRota
Comunicazione Museo del Ghisallo_ACdB
392 1968174
luciana.rota@me.com

 

PRESS AREA DIGITALE QUI https://www.ikkilab.it/728/aspettando-il-giro-como-pedala-per-turismo-innovazione-cultura-e-per-passione/

 

Avviso di riservatezza
La presente e-mail è ad uso esclusivo di colui al quale è indirizzata e potrebbe contenere informazioni riservate. Se l’avete ricevuta per errore ci scusiamo, Vi invitiamo a darcene immediata notizia scrivendo a luciana.rota@me.com ed a cancellarla definitivamente. La diffusione, l'utilizzo e/o la conservazione dei dati ricevuti per errore costituiscono violazioni alle disposizioni del Regolamento UE 2016/679 in materia di tutela dei dati personali.

Mail confidentiality footer
This message may contain confidential information and must not be copied, disclosed or used by anybody other than the intended recipient. If you have received this message in error, please notify us writing to luciana.rota@me.com and delete the message and any copies of it in compliance

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl