I 7 errori da non commettere con il condizionatore

16/ott/2018 15:07:58 switchup Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Anche se l’estate ci ha salutato da quasi un mese, è opportuno sempre ricordare come utilizzare al meglio il nostro impianto di condizionamento, un elettrodomestico di grande utilità ma che, in caso di utilizzo errato o non corretto, può comportare gravi danni per l’ambiente circostante e per il nostro portafoglio. Vediamo quindi 7 errori che non vanno assolutamente commessi.

1 - Mantenere la temperatura troppo bassa

Rinfrescare casa sì, ma con moderazione: una temperatura è dannosa per la salute e per i conti. È quindi opportuno selezionare una differenza termica di 6°C tra l’esterno e l’interno dell’abitazione, così da evitare inutili sprechi di energia e shock termici.

2 - Non pulire i filtri

Oltre a favorire la proliferazione di muffe e batteri (dannosissimi per la nostra salute), la mancata pulizia dei filtri piò far aumentare i costi in bolletta del 15%. Ad essere precisi, per la massima efficienza è consigliabile effettuare la pulizia ogni 2 mesi.

3 - Posizionare il condizionatore vicino a fonti di calore

Collocare il condizionatore in aree caldo o in punti esposti alla luce diretta può determinare un consumo eccessivo di energia. Meglio scegliere un’area ombreggiata e riparata, senza però nasconderlo dietro tende e piante per non ostacolarne la ventilazione.

4 - Non effettuare la manutenzione

Eseguire la manutenzione del condizionatore (almeno una volta all’anno) estende la vita del condizionatore e, soprattutto, consenti di mantenere al massimo efficienza e consumi energetici.

5 - Non pulire il condizionatore tra una stagione e l’altra (ovvero adesso!)

Il ciclico passaggio da caldo e freddo e viceversa, porta a formare la condensa all’interno dell’apparecchio. Se questa non viene scaricata, si potrebbe verificare un pericoloso accumulo, che potrebbe poi portare alla proliferazione di batteri e muffe.

6 - Accendere e spegnere ripetutamente il condizionatore

I nuovi condizionatori inverter sono stati sviluppati per lavorare a regime una volta raggiunta la temperatura selezionata, quindi non è necessario spegnere e accendere continuamente. Anche perché così si risparmia fino al 30% in bolletta.

7 - Non verificare le dimensioni del condizionatore

Queste infatti devono sempre essere proporzionate all’ambiente da refrigerare. Un condizionatore troppo grande non riesce infatti né a determinare una temperatura uniforme né a ridurre l’umidità dell’aria.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl