Ragdoll, una razza di gatti da amare e coccolare

11/mar/2017 10.56.06 Gatti Ragdoll Silmarilions Contatta l'autore

La razza Ragdoll (il nome, in inglese, significa bambola di pezza) si distingue per il pelo lungo degli esemplari, gli occhi gradi di colore azzurro, il muso arrotondato, il mento pronunciato, la corporatura media, l'aspetto longilineo e un peso che, da adulto, non supera gli 8 kg. La grande popolarità raggiunta nel tempo da questo gatto è legata al suo carattere estremamente docile, tanto che non è riscontrabile alcun segno di aggressività. 

Nato da un accoppiamento tra un esemplare di origine persiana e un gatto birmano, fin dalle prime generazioni i cuccioli di gatto Ragdoll hanno stupito gli allevatori per la loro docilità. 

È possibile entrare in possesso di un esemplare di questa specie rivolgendosi all'allevamento di gatto Ragdoll Silmarilions. Tornati a casa con il cucciolo è opportuno lasciare al nuovo arrivato il tempo necessario per ambientarsi. Probabilmente, durante i primi giorni, il micio dedicherà gran parte del suo tempo a cercare la mamma e i fratellini. In queste fasi, è possibile distrarlo dal suo disagio incuriosendolo con dei piccoli giochini.

Ragdoll, una razza di gatti da amare e coccolare

Essenziale è anche il tono di voce utilizzato per rivolgersi al micio, che dovrà essere il più possibile calmo e rilassato. Se il piccolo si dimostra particolarmente spaventato, il ricorso a qualche delicata carezza contribuirà a tranquillizzarlo. Ovviamente, è importante che il micio abbia libero accesso al cibo, ad una ciotola di acqua fresca e a una lettiera. Scegliere fin da subito una zona precisa della casa, senza variare in continuazione il posizionamento dei diversi elementi. 

In questo modo verrà agevolato, e velocizzato, l'ambientamento del Ragdoll.

Per quanto riguarda l'alimentazione, nel corso del primo mese è importante seguire quanto fatto dall'allevatore.

Per favorire fin da subito il legame con il gatto, un consiglio è quello di dedicare parte del tempo alle spazzolate. Queste ultime avranno la capacità di rilassarlo. Quando il micio non sarà più un cucciolo, la toelettatura rimarrà un appuntamento molto apprezzato, da ripetersi con frequenza bisettimanale. Nel periodo della muta (in primavera) dovrà essere prestata un'attenzione ancora maggiore a tale operazione. 

Pur essendo una razza particolarmente attenta alla pulizia, nei mesi estivi può essere utile far effettuare al gatto un bagnetto. Per non avere problemi è necessario abituarlo fin da piccolo; evitare che i cuccioli di gatto Ragdoll si spaventino e non insistere nel caso in cui appaia evidente la loro preoccupazione. Ricordarsi che l'acqua non dovrà superare i 36 gradi, e fare unicamente ricorso a shampoo specifici per felini; un prodotto non destinato ai gatti rischierebbe solamente di far emergere fastidiose irritazioni cutanee. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl