Le manutenzioni da effettuare alla piscina sia interrata che fuori terra

12/mar/2016 08.29.23 Multisystem Center Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La manutenzione delle piscine prevede diversi interventi, alcuni dei quali da eseguire giornalmente, altri cadenzati in base all'uso, altri ancora da eseguire in presenza di eventi eccezionali, come dopo un temporale, cui si aggiunge l'ultimo attento e preciso intervento alla fine della stagione. Le attività di manutenzione vanno effettuate sia alla piscina interrata che fuori terra. In particolare quest'ultima rappresenta una soluzione economica, rapida e alla portata di tutti per trasformare un angolo di giardino in una piscina in cui trovare refrigerio durante le afose giornate estive, in attesa delle tanto agognate vacanze estive. Una piscina fuori terra non è altro una piscina che non necessita di essere interrata, ma può essere installata sul terreno.

Esistono prodotti diversi: da piscine in tessuto che richiedono pochissimo tempo per il montaggio a quelle rigide, che richiedono più tempo per il montaggio ma offrono decisamente un maggiore confort. Le piscine fuori terra sono semplici da installare ma richiedono, al pari delle piscine interrate, una manutenzione attenta e costante, finalizzata a garantire che l'acqua sia sempre limpida ed offra un ambiente estremamente igienico. E' importante dunque ogni giorno rimuovere le particelle in sospensione, quali insetti, foglie, mosche, vespe, moscerini, resti di vegetazione. Tale operazione richiede l'ausilio di un retino.

Con periodicità settimanale è inoltre fondamentale controllare e ripristinare il Ph della piscina, pulire l'intero sistema di filtraggio, spazzolare il fondale e le pareti, trattare l'acqua con il cloro. Ricordate che una carenza di cloro accompagnata da una temperatura abbastanza elevata facilita la formazione di alghe. Analogamente un Ph elevato può favorire la formazione di alghe. In particolare bisogna intervenire con le necessarie correzioni nel momento in cui il valore del Ph non risulta compreso tra la fascia 7 e 7,5. Per tali controlli è necessario avvalersi del kit specifico per misurare il valore del Ph e del cloro. E' comunque opportuno provvedere un paio di volte alla settimana alla pulizia dei cestelli degli skimmer. Bisogna altresì provvedere alla pulizia del cestello del filtro pompa. La necessità di provvedere alla pulizia del filtro della sabbia viene segnalata dal manometro ad esso collegato.

Oltre all'acqua, è necessario mantenere la vasca sempre ben pulita, oltre che per importantissimi motivi igienici, anche per non compromettere l'estetica della piscina stessa. E' necessario quindi provvedere periodicamente alla pulizia del fondo e delle pareti della piscina. Nel compimento di tali operazioni è necessario avvalersi dell'ausilio dello spazzolone e della scopa aspira fango. La vasca, se precedentemente svuotata per qualche motivo, dovrà poi essere riempita con acqua pulita, laddove possibile attingendo dall'impianto domestico. In caso contrario, potrete usare acqua di varia provenienza: ciò che appare fondamentale è però controllare la reazione all'immissione del cloro, prima di utilizzarla. Nel caso in cui l'acqua a contatto con il cloro non cambia colore, potrà essere senza dubbio utilizzata per riempire la vasca. Se a causa di un forte e violento temporale o per qualsiasi altra ragione, l'acqua non appare cristallina, è necessario intervenire con un trattamento di cloro. E' opportuno, in caso di simile inconveniente, verificare anche il valore del Ph.

Al fine di preservare la piscina dal freddo invernale, a fine stagione andrà coperta con un telo. Prima di effettuare tale operazione è necessario rimuovere i residui in sospensione e pulire il fondale, per un'ultima volta. Bisogna altresì mettere al sicuro l'intero gruppo di filtraggio dopo averlo pulito, ripristinare eventualmente il Ph ed aggiungere infine prodotti specifici in vista dell'imminente inverno. Qualora sia passato molto tempo dal precedente intervento, è infine opportuno provvedere al trattamento di cloro prima di coprire in maniera definitiva la piscina per il lungo riposo invernale. Nel caso in cui la grandezza e la tipologia lo consentano, la piscina potrà essere smontata, conservando le varie parti della stessa nella confezione originaria.

Ricordate che tutte le informazioni necessarie relative alle attività di manutenzione potrete trovarle all'interno della confezione della piscina, spesso accompagnate da un DVD illustrativo, che si rivela di grande aiuto non solo per il montaggio, ma anche per la manutenzione ed il ricovero invernale. Per quanto riguarda infine la piscina fuori terra, va aggiunto che il filtro è uno dei componenti più importanti. Esso dovrà lavorare per circa 10 ore al giorno al fine di assicurare acqua limpida e priva di qualsiasi tipo di impurità. Come ogni accessorio, anche il filtro con il tempo è destinato a sporcarsi e necissata pertanto di essere pulito. Il controfiltraggio rappresenta una delle operazioni di manutenzione più semplici. Un suggerimento importante è quello di non acquistare mai un sistema di filtraggio insufficiente per la piscina, al solo scopo di ottenere un risparmio.

Affinchè l'operazione di filtraggio sia adeguata, è fondamentale che il sistema abbia una capacità adeguata e proporzionata alle dimensioni della piscina. Altro suggerimento è quello di eseguire alla lettera il trattamento dell'acqua: tali procedure si basano infatti su elementi chimici quali il cloro, che se non maneggiato con la dovuta perizia ed accortezza, rischia di essere decisamente tossico. E' anche utile controllare la durezza dell'acqua una volta all'anno. Il calcio piò causare acqua torbida ed accumulo di sostanze sgradevoli nella piscina ed è fondamentale quindi che i livelli di calcio siano compresi tra 150 e 25o ppm.

E' bene controllare tali livelli una volta all'anno, portando dei campioni di acqua in laboratorio o, in alternativa, contattando la società idrica locale. E' importante sapere che non è sufficiente aggiungere elementi chimici all'acqua affinchè questa sia sicura, pulita e limpida: è necessario altresì che la manutenzione e la cura siano effettuate con cura, in maniera scrupolosa e con cadenza periodica. Avrai in questo modo tutto sotto controllo ed eviterai di trovarti all'improvviso con una piscina verde e maleodorante. La mancata o errata manutenzione comporta spiacevoli effetti collaterali.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl