Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Hobby e Tempo Libero Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Hobby e Tempo Libero Wed, 23 Jan 2019 14:38:26 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/1 Birraio dell'Anno: vince Marco Valeriani del birrificio Hammer Mon, 21 Jan 2019 16:19:07 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517809.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517809.html Fermento Birra Fermento Birra
View this email in your browser

Marco Valeriani del birrificio Hammer
vince il titolo di Birraio dell'Anno 2018


Per la seconda volta in tre anni il premio che riconosce il miglior produttore italiano viene consegnato a Marco Valeriani del bergamasco Hammer.
Nella categoria Emergenti trionfa Luca Tassinati del birrificio umbro Altotevere.

 

In dieci anni di storia il premio nazionale Birraio dell'Anno, che riconosce il miglior produttore di birra italiano, non era mai stato consegnato due volte alla stessa persona. Riesce nell’impresa Marco Valeriani del birrificio Hammer di Villa d’Adda (BG) che si aggiudica l’edizione 2018 del prestigioso titolo individuato grazie al voto di cento esperti italiani interpellati dal network Fermento Birra. Il premio annunciato come tradizione dal palco del teatro Tuscany Hall di Firenze, durante la tre giorni del festival, ha visto così andare in onda, la replica del 2016. Se ai due primi posti ricordati, si aggiunge il secondo posto dell'edizione 2017, il quadro appare evidente: se il Birraio dell'Anno è il Pallone d'oro della birra, Marco Valeriani è il Cristiano Ronaldo dei birrai.

In effetti per la maggior parte degli addetti ai lavori Marco è il prototipo del birraio perfetto: unisce al rigore e alla professionalità - ha un trascorso da addetto al controllo della qualità in Ferrero - che si traduce in birre dalla costanza ineccepibile, lo studio, la ricerca continua e la passione. Un mix esplosivo innescato, è doveroso ricordarlo, dagli investimenti della famiglia Brigati, soci fondatori, che si sono concretizzati in tecnologia di livello e un team affiatato e che ha dato vita ad un fenomeno produttivo conclamato da critica e pubblico.

Hammer è il riferimento indiscusso per le birre luppolate e se Wave Runner e Killer Queen, sono ormai degli standard nella categoria delle IPA, non sono mancate durante il 2018 birre occasionali degne di nota sia rilasciate nella linea sperimentale Workpiece, sia con il filone chiamato semplicemente American IPA: una gamma dove il birraio si è divertito a riproporre la stessa ricetta cambiando però di volta in volta la luppolatura.

Ma rinchiudere le produzioni di Marco Valeriani all’interno del campo, seppur ampio, delle luppolate d'ispirazione americana sarebbe riduttivo. In gamma, ed è uno dei motivi che sicuramente lo a portato alla vittoria, trovano posto stili più disparati: dalle belghe Blanche e Saison alle tedesche Kölsch e Pilsner. Senza dimenticare birre dai toni dark, un territorio produttivo dove soprattutto nell’ultimo anno Marco si è spinto con successo rilasciando sia etichette di ispirazione teutonica come le Schwarzbier, che di orientamento anglosassone come le Stout, declinate nelle numerose varianti.

Per quanto riguarda il podio, grande soddisfazione per il laziale Ritual Lab che vede il suo birraio Giovanni Faenza sfiorare la vittoria dopo aver conquistato il premio come Birraio Emergente solo l’anno scorso, mentre Luigi D’Amelio di Extraomnes si conferma ai piani alti della classifica conquistando per il secondo anno di fila il terzo posto. Seguono il laziale Conor Gallagher Deeks del birrificio Hilltop, quarto, e Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio marchigiano MC77, quinti ex aequo con Emanuele Longo del lombardo Lariano.

BIRRAIO EMERGENTE
Si aggiudica invece il titolo di Birraio Emergente 2018
, conferito a quel produttore con meno di due anni di esperienza alla guida di un birrificio, Luca Tassinati del birrificio umbro Altotevere di San Giustino (PG) che dopo qualche anno alla guida della beer firm Monkey Beer, ha preso il timone produttivo di un progetto solido che, se pur giovane, nell’ultimo anno ha cominciato a dare i suoi frutti con ricette eclettiche, che abbracciano stili molto differenti tra loro, eseguite sempre magistralmente. Da segnalare anche il secondo posto del romano Umberto Calabria del birrificio Jungle Juice Brewing, seguito da Giorgio Masio del birrificio Altavia di Sassello (SV), terzo. 

CLASSIFICA BIRRAIO DELL’ANNO 2018

1° Marco Valeriani del birrificio Hammer di Villa D’Adda (BG)
2° Giovanni Faenza del birrificio Ritual Lab di Formello (RM)
3° Luigi D’Amelio del birrificio Extraomnes di Marnate (VA)
4° Conor Gallagher Deeks del birrificio Hilltop di Bassano Romano (VT)
5° Emanuele Longo del Birrificio Lariano di Dolzago (LC) (ex aequo)
5° Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC77 di Serrapetrona (MC) (ex aequo)
7° Josif Vezzoli del birrificio Birra Elvo di Graglia (BI)
8° Marco Raffaeli del birrificio Mukkeller di Porto Sant'Elpidio (FM)
9° Mauro Salaorni del birrificio Birra Mastino di San Martino Buon Albergo (VR)
10° Agostino Arioli del Birrificio Italiano di Limido Comasco (CO)
11° Marco Ruffa del birrificio CR/AK di Campodarsego (PD)
12° Samuele Cesaroni della Brasseria della Fonte di Pienza (SI)
13° Alessio Gatti del birrificio Canediguerra di Alessandria
14° Alessio Selvaggio del birrificio Croce di Malto di Trecate (NO)
15° Gino Perissutti del birrificio Foglie d’Erba di Forni di Sopra (UD)
16° Luana Meola e Luca Maestrini del birrificio Birra Perugia di Perugia
17° Marco Sabatti del birrificio Porta Bruciata di Rodengo Saiano (BS)
18° Valter Loverier del birrificio Loverbeer di Marentino (TO)
19° Fabio Brocca del Birrificio Lambrate di Milano
20° Pietro Di Pilato del birrificio Brewfist di Codogno (LO)


CLASSIFICA BIRRAIO EMERGENTE 2018

1° Luca Tassinati del birrificio Altotevere di San Giustino (PG)
2° Umberto Calabria del birrificio Jungle Juice Brewing di Roma
3° Giorgio Masio del birrificio Altavia di Sassello (SV)
4° Adriano Giulioni del birrificio Babylon di Folignano (AP)
5° Alessandro Sanna e Federico Bianco del birrificio Bellazzi di San Lazzaro di Savena (BO)

Birraio dell’Anno è un evento realizzato da Fermento Birra con il supporto tecnico di Rastal, con la collaborazione di Mr MaltLallemande e J-Software.
Media partner: Fermento Birra MagazineThe Florentine e Controradio.

Sito: birraiodellanno.it

Galleria fotografica: https://photos.app.goo.gl/RCxkJtftN1ykmUKe6


Pagina FB: https://www.facebook.com/birraiodellanno/

 







This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Fermento Birra · viale Milton, 49 · Firenze, Fi 50129 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp
]]>
Olimpia Bergamo a un passo dalla Coppa Italia: mercoledì 23 gennaio la semifinale al Pala Agnelli Mon, 21 Jan 2019 13:54:05 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517757.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517757.html Redaclem Redaclem Oltre a dominare il proprio girone e dopo aver battuto Monini Spoleto nei quarti di finale, Olimpia Bergamo si trova a un passo dalla tanto attesa e desiderata finale della Del Monte Coppa Italia di Bologna. Un’occasione di riscatto verso un trofeo che lo scorso anno è sfuggito proprio a un passo dal traguardo, in favore di Ceramica Scarabeo Roma allenata da Coach Spanakis, ora alla guida dei bergamaschi.

Tra Bergamo e la finale del 10 febbraio è rimasto ora un solo ostacolo da superare, chiamato Synergy Arapi F.lli Mondovì. La semifinale della Del Monte Coppa Italia si disputerà al Pala Agnelli, via Alberto Pitentino a Bergamo, mercoledì 23 gennaio alle 20.30.

Per prenotare il proprio posto all’Unipol Arena di Bologna, la formazione bergamasca ha bisogno di scendere in campo con la spinta e il calore del pubblico del Pala Agnelli, che da inizio stagione si è sempre dimostrato un valore in più.

Per questo motivo è attiva la campagna Tutti per uno, uno per tre”, la promozione dedicata ai tifosi oro-blu, che permette fino a un massimo di tre ingressi al prezzo di un solo biglietto.

La promozione è valida anche per gli abbonati, che potranno assistere alla partita acquistando un biglietto ridotto, e per i soli residenti di Bergamo e Provincia.

I biglietti potranno essere acquistati martedì 22 gennaio, dalle 18.00 alle 20.00, e il giorno dell’evento, dalle 18.00, presso le biglietterie del Pala Agnelli.

Per l’occasione, all’interno del Volley News, magazine ufficiale della società e distribuito gratuitamente al palazzetto, saranno presenti dei poster speciali che potranno essere utilizzati dai tifosi per la creazione e composizioni di originali coreografie.

Bergamo e Olimpia meritano i palcoscenici delle grandi occasioni.

 

Per informazioni: info@olimpiapallavolo.it

Sito: https://olimpiabergamo.it/2019/01/18/tutti-per-uno-uno-per-tre-promo-coppa-italia/

Facebook: https://www.facebook.com/bergamoolimpia/

]]>
Olimpia Bergamo a un passo dalla Coppa Italia: mercoledì 23 gennaio la semifinale al Pala Agnelli Mon, 21 Jan 2019 13:53:11 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517756.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517756.html Redaclem Redaclem Oltre a dominare il proprio girone e dopo aver battuto Monini Spoleto nei quarti di finale, Olimpia Bergamo si trova a un passo dalla tanto attesa e desiderata finale della Del Monte Coppa Italia di Bologna. Un’occasione di riscatto verso un trofeo che lo scorso anno è sfuggito proprio a un passo dal traguardo, in favore di Ceramica Scarabeo Roma allenata da Coach Spanakis, ora alla guida dei bergamaschi.

Tra Bergamo e la finale del 10 febbraio è rimasto ora un solo ostacolo da superare, chiamato Synergy Arapi F.lli Mondovì. La semifinale della Del Monte Coppa Italia si disputerà al Pala Agnelli, via Alberto Pitentino a Bergamo, mercoledì 23 gennaio alle 20.30.

Per prenotare il proprio posto all’Unipol Arena di Bologna, la formazione bergamasca ha bisogno di scendere in campo con la spinta e il calore del pubblico del Pala Agnelli, che da inizio stagione si è sempre dimostrato un valore in più.

Per questo motivo è attiva la campagna Tutti per uno, uno per tre”, la promozione dedicata ai tifosi oro-blu, che permette fino a un massimo di tre ingressi al prezzo di un solo biglietto.

La promozione è valida anche per gli abbonati, che potranno assistere alla partita acquistando un biglietto ridotto, e per i soli residenti di Bergamo e Provincia.

I biglietti potranno essere acquistati martedì 22 gennaio, dalle 18.00 alle 20.00, e il giorno dell’evento, dalle 18.00, presso le biglietterie del Pala Agnelli.

Per l’occasione, all’interno del Volley News, magazine ufficiale della società e distribuito gratuitamente al palazzetto, saranno presenti dei poster speciali che potranno essere utilizzati dai tifosi per la creazione e composizioni di originali coreografie.

Bergamo e Olimpia meritano i palcoscenici delle grandi occasioni.

 

Per informazioni: info@olimpiapallavolo.it

Sito: https://olimpiabergamo.it/2019/01/18/tutti-per-uno-uno-per-tre-promo-coppa-italia/

Facebook: https://www.facebook.com/bergamoolimpia/

]]>
Lavorare negli eSports, alcuni consigli utili Sun, 20 Jan 2019 18:41:02 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517475.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517475.html marketing-seo.it marketing-seo.it Vi piacciono i videogames e vorreste diventare dei gamer professionisti e guadagnare soldi giocando? Poter lavorare facendo quello che più ci appassiona è il sogno di tutti, per chi ama i videogiochi avere modo di dedicargli tutto il tempo e le energie, trasformando una passione in un lavoro è sicuramente un obiettivo importante.

Diventare gamer professionisti e lavorare negli eSports è possibile ma non è facile come molti pensano, il fatto di non avere dei requisiti fisici per competere non vuol dire che l’accesso a queste discipline virtuali sia più facilitato, anzi, il solo talento non è sufficiente, per diventare dei gamer professionisti bisogna lavorare sodo.

Cosa fare per competere professionalmente negli eSport?

Come per tutti i lavori bisogna essere sicuri della scelta che si sta facendo e dalla strada da intraprendere, nel caso degli eSport la prima cosa da fare è scegliere il genere nel quale si vuole competere, come per tutti gli ambiti professionali, anche per gli sport elettronici, ci si deve focalizzare su un settore per il quale si è più predisposti.

Bisogna allenarsi seriamente, cercando di posizionarsi al meglio in tutte le classifiche e aumentando il grado nelle partite “ranked”; utile entrare a far parte di un team, inizialmente può essere un gruppo di amici che gioca a livello amatoriale.

Se si è bravi si può anche venire notati da un altro gruppo che potrebbe chiedere di arruolarsi nella propria squadra, esattamente come avviene nei giochi e negli sport tradizionali.

Dopo essere entrato in qualche gruppo bisogna cercare di farsi notare dalla community come Facebook o Youtube, grazie a queste organizzazioni nascono le Org, società che possono anche tesserare i giocatori, vendere merchandise e lavorare sui social.

Per diventare professionisti bisogna anche iniziare a partecipare ai tornei per conoscere i propri avversari e farsi notare, più importante sarà il torneo e migliore dovrà essere la performance.

Non sapete quale gioco scegliere?

Sulla scena degli eSports ci sono tanti genere e titoli anche molto famosi di cui avrete sicuramente sentito parlare perché presenti anche sulle console come le simulazioni calcistiche PES o FIFA, ma anche i famosi MOBA (League of Legends, DOTA 2), sparatutto come Counter Strike, Call of Duty e Overwatch, strategici come Starcraft e Clash Royale, non mancano i giochi di carte, per citarne un paio Hearthstone e Gwent.

Solitamente i giochi per chi vuole prendere parte agli eSports si giocano su PC, ma esiste una scena competitiva anche su console e sul mondo mobile, quest’ultimi giochi vengono chiamati touch eSport.

Lo scopo in tutti i giochi è comunque quello di scalare le classifiche e farsi notare, se si vuole fare carriera nel mondo degli eSport bisogna essere più che bravi, dei veri professionisti, oltre a poter essere potenzialmente scelti da team famosi, si può diventare anche testimonial del settore per grandi sponsor, un altro ottimo metodo di guadagno.

Ricordate: rendere la vostra passione un lavoro è possibile, basta impegno, costanza e tanto allenamento e prima o poi verrete notati.

]]>
@press | Invito - Alessandria Scolpita S26 ore17 Fri, 18 Jan 2019 18:04:48 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517351.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517351.html luciana rota luciana rota

@AlessandriaScolpita | Arriva il catalogo 


Sabato 26 gennaio 2019
LA PRESENTAZIONE A PALAZZO MONFERRATO con FULVIO CERVINI

Ore 17  -  Via San Lorenzo 21 

Info sulla Mostra QUI

image1.png

RSVP

Dott.ssa Simona Gallo

 

Responsabile Amministrativo Contabile

Responsabile Ufficio Fisco e Contabilità Speciali

Camera di Commercio di Alessandria �“ Via Vochieri 58

Tel. 0131 313209

Media @lucianarota +39 3921968174

 

Le informazioni contenute nella presente pagina e nei relativi allegati sono destinate esclusivamente al suindicato destinatario. La diffusione, la distribuzione e/o la copiatura del presente documento, dei suoi allegati o di sue parti da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell’art. 616 c.p. , che ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente telefonicamente al +3921968174 oppure inviando una e-mail a: luciana.rota@me.com. A questo indirizzo potete disiscrivervi dalla mailing list se non desiderate ricevere più queste informazioni alla stampa.

 

Inviato da iPhone

 

 

]]>
Il G.R.O.C.A. di COSMOBSERVER in alta quota per studiare l’eclissi totale di Luna del 21 gennaio Fri, 18 Jan 2019 10:12:56 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517034.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/517034.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

Il G.R.O.C.A. (Gruppo di Ricerca e Osservazione Cosmica e Astronomica), team di ricerca di COSMOBSERVER, in partenza per osservare l’eclissi totale di Luna del 21 gennaio.

 

Sarà un team di ricerca formato da astronomi, astrofili e astrofotografi quello in partenza per le Alpi piemotesi in vista dell’Eclissi di Luna del prossimo 21 gennaio.

 

Capitanato e coordinato dal divulgatore scientifico - e fondatore di COSMOBSERVER - Emmanuele Macaluso, il gruppo andrà in alta quota per poter studiare il fenomeno lontano da fonti di inquinamento luminoso e in un’area particolarmente adatta a questo tipo di attività, in grado di poter accogliere il team di ricerca e le sue attrezzature. La fornitura dei teloscopi è affidata al produttore italiano Konus, partner tecnico e fornitore ufficiale di COSMOBSERVER e del G.R.O.C.A.

 

Attivo fin dal 2015, ma fondato ufficialmente nel giugno del 2018, il G.R.O.C.A. fa parte della “Research Division” (Divisione Ricerca nda) di COSMOBSERVER, il progetto di ricerca e divulgazione che ha il suo headquarter a Torino, e che in pochi anni si è posto con grande credibilità all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo divulgativo italiano.

A causa dell’inquinamento luminoso, per studiare e fare attività di ricerca e divulgazione, il G.R.O.C.A. è “costretto” ad andare in alta quota, lontano da centri abitati e aree illuminate artificialmente. Purtroppo l’Italia, e in particolare l’area settentrionale del Paese, è la più inquinata di tutta Europa. L’attività di ricerca del GROCA viene quindi spesso svolta ad alta quota, in Italia e all’estero. Fanno parte del G.R.O.C.A. un team selezionato di ricercatori, divulgatori scientifici, astrofisici e astronomi. Tra i membri onorari citiamo l’astronomo Walter Ferreri e il divulgatore scientifico Piero Bianucci.

 

Abbiamo la fortuna di poter assistere a pochi mesi di distanza ad un’altra eclissi totale di Luna – dichiara Emmanuele Macaluso, che continua – Stiamo organizzando una spedizione in alta quota sulle Alpi piemontesi, in modo da essere riparati dal problema dell’inquinamento luminoso e poterci mettere nelle condizioni di poter sfruttare tutte le potenzialità dei nostri strumenti osservativi e di ricerca. I nostri astrofotografi sono pronti a scattare molte foto che condivideremo con il pubblico attraverso i social media (Facebook, Instagram e Twitter nda) e guarderemo il fenomeno attraverso i nostri telescopi. Il picco dell’eclissi sarà in piena notte, alle 5:41 ci sarà l’inizio della fase totale e la fase massima sarà alle 6:13,  vista la stagione e l’altitudine, ci aspettano temperature molto rigide. Sono sicuro che ne varrà la pena. Raccoglieremo dati per il nostro archivio e li metteremo a disposizione prossimamente”.

 

Scopri di più sul G.R.O.C.A. a questo link http://www.cosmobserver.com/GROCA.htm

 

Un impegno di coordinamento organizzativo e di ricerca notevole, che il GROCA affronterà e condividerà attraverso i canali ufficiali di COSMOBSERVER, di seguito elencati:

 

Canali ufficiali COSMOBSERVER

Web: www.cosmobserver.com

E-mail: thecosmobserver@gmail.com

Instagram: www.instagram.com/Cosmobserver

Facebook: www.facebook.com/cosmobserver

Twitter: https://twitter.com/thecosmobserver

]]>
Il Pinot Nero del mondo a Trieste con Alessandro Torcoli Wed, 16 Jan 2019 13:22:43 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/cucina/516479.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/cucina/516479.html L P R L P R

Il vitigno a bacca nera che più di tutti sa tradurre in sentori le caratteristiche di un territorio e di un’annata: questo è il Pinot Nero, croce dei vignaioli e delizia dei consumatori, in tutto il mondo manifestazione di competenza, dedizione e - spesso - eccellenza.

 

Ed è proprio del Pinot Nero e delle sue multiformi espressioni che Alessandro Torcoli - direttore di Civiltà del Bere, Accademico della Vite e del Vino, docente di Vino e Comunicazione presso diversi istituti di formazione superiore nonché autore del bestseller "Vinology" uscito per BUR �“ parlerà durante la sua masterclass presso il MIB �“ School of management di Trieste venerdì 8 febbraio.

Organizzata da Enoteca Adriatica in collaborazione proprio con il prestigioso istituto triestino, la “lezione con degustazione” è aperta anche ad appassionati non iscritti ai master del MIB e si terrà appositamente in orario serale.

 

Durante la masterclass saranno degustati sei Pinot Nero provenienti da altrettante prestigiose zone vinicole, rigorosamente alla cieca, per allenare le proprie capacità di analisi organolettica senza farsi suggestionare dalle etichette.

 

Le iscrizioni sono iniziate e la quota di partecipazione alla serata è scontata fino al 17 gennaio.

Quota standard: € 120,00

Soci Touring Club Italiano e Società dei Cavatappi Incrociati: € 110,00

Early booking, fino al 17 gennaio: € 90,00


Informazioni e iscrizioni:

Enoteca Adriatica (Alessio Rozzi)

alessio@enotecaadriatica.com

338 42 16 749 (anche Whats'App)



]]>
Giovani, tradizione in cucina e aperitivi: ecco gli ingredienti Taste 2019 Wed, 16 Jan 2019 12:24:40 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/cucina/516181.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/cucina/516181.html Redaclem Redaclem Nel cuore di Bergamo gli studenti dell’alberghiero si mettono ai fornelli nel ristorante didattico unico nel panorama nazionale

 

Giovani Chef portano in tavola fantasia e creatività unendoli ai sapori tradizionali della cucina italiana: questi sono gli ingredienti di Taste, il ristorante didattico nel cuore di Bergamo dell’Istituto iSchool, che hanno segnato il grande successo nel 2018 e sono pronti a ripartire più saporiti che mai per il nuovo anno.

Sono tre i componenti della ricetta di Taste:

Giovani Chef, cene Gourmet 100% studiate dagli studenti di iSchool; Sapori d’Italia @Taste, i menù del venerdì sera per scoprire diversi piatti attraversando regione per regione il Bel Paese con un pizzico di innovazione e AperiTaste, l’happy hour giovanile del sabato dalle 17 tra grandi classici e nuove tendenze.

Docenti e alunni collaborano a stretto contatto per rendere Taste un luogo ospitale per i propri commensali unendo attività ristorativa e pubblico. Taste vuole essere un punto di riferimento per la città dove poter concedersi un momento di pausa che possa essere una cena, un aperitivo o un semplice pasto nella cornice della splendida Piazzetta Zanchi, nel centro di Bergamo.

Un’esperienza che interpreta l’esigenza di educare i giovani unendo un’alta e qualificata formazione professionale.

Con il nuovo anno il ristorante riaprirà al pubblico con gli ingredienti giusti. L’appuntamento è per tutti i venerdì sera a partire dal 18 gennaio. Per scoprire il calendario delle regioni e per restare sempre aggiornati sul mondo di Taste http://taste.ischool.bg.it oppure https://www.facebook.com/TasteBergamo/ Per le prenotazioni mandare una mail a taste@ischool.bg.it o direttamente sul sito.

 

Date da segnare in agenda per assaporare ogni gusto targato Sapori d'Italia@Taste:

Venerdì 18 Gennaio: Friuli Venezia Giulia

Venerdì 25 Gennaio: Emilia Romagna

Venerdì 1° Febbraio: Liguria

Venerdì 8 Febbraio: Marche

Venerdì 15 Febbraio: Toscana

Venerdì 22 Febbraio: Abruzzo

Venerdì 8 Marzo: Festa della Donna

Venerdì 15 Marzo: Umbria

Venerdì 22 Marzo: Lazio

Venerdì 29 Marzo: Campania

Venerdì 5 Aprile: Sicilia

Venerdì 12 Aprile: Sardegna

Sabato 11 Maggio: Alsace en Route (Novità)

Venerdì 17 Maggio: Puglia

Venerdì 24 Maggio: Basilicata

 

Venerdì 31 Maggio Calabria


]]>
cs AcdB un anno dopo | RADDOPPIA PER IL SELFIE DAY NEI MUSEI Mon, 14 Jan 2019 19:15:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/515597.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/515597.html luciana rota luciana rota

@MuseoACDB | Un anno dopo


Lunedì 14 gennaio 2019
Alessandria Città delle Biciclette RADDOPPIA PER IL SELFIE DAY NEI MUSEI

Con #lebicidiFaustoCoppi il 16 gennaio 2019 tutti al Museo per #Coppi100
Palazzo del Monferrato - In Via San Lorenzo 21 – Apertura straordinaria Ore 16/19

COMUNICATO STAMPA

Alessandria, 14 gennaio 2018 - Un selfie in ricordo di Fausto Coppi nell’anno del centenario della sua nascita (che cade il 15 settembre 2019) può valere doppio. Anzi cento. Perché le biciclette con cui è possibile farlo, al Museo Alessandria Città delle Biciclette di via San Lorenzo 21, ad Alessandria, presso Palazzo Monferrato, sono due. E specialissime. Proprio nell’anno del Centenario del Campionissimo.

Mercoledì 16 gennaio 2019 con apertura straordinaria dalle 16 alle 19, il Museo AcdB aderisce alla giornata mondiale del selfie nei musei, raddoppiando la proposta! La suggestione è proporre un selfie con la bici del record dell’ora stabilito al Vigorelli nel 1942 da Fausto Coppi, una Legnano che mette i brividi, prestito del gemellato Museo del Ghisallo, o il selfie accanto alla bicicletta usata da un ragazzo che si farà… il garzone, della Collezione Chiapuzzo, “trabiccolo” che si attribuisce a Fausto Coppi quando era garzone appunto del salumiere Merlano (1934).

Un selfie anzi due in ricordo di Fausto Coppi è un bel modo per dare seguito all’iniziativa lanciata un anno fa ad AcdB e intitolata #lebicidiCoppi, iniziativa che raccolse un grande successo anche mediatico.

Tutto questo accade al Museo che racconta la storia della prima bicicletta giunta in Italia, ad Alessandria, nel 1867, con l’evoluzione di Biciclo, Michaux  e Draisienne, e con la ricostruzione storica delle primogeniture che si attribuiscono al capoluogo alessandrino (qui è nata la Gazzetta dello Sport, ma anche la Federazione Ciclistica Italiana, qui la prima assemblea internazionale dell’UCI, qui le prime corse in un velodromo e le prime randonnée con il Touring Ciclistico Italiano …).

AcdB festeggia così il suo primo anno di attività, un anno importante per come si è chiuso e per come si è riaperto con un flusso di visitatori di tutto rispetto, visitatori anche trainati dalla mostra Alessandria Scolpita, allestimento monstre al secondo piano di Palazzo del Monferrato, mostra internazionale di sculture lignee fra 400 e 500, che è stata inaugurata il 14 dicembre 2018 e in un mese ha portato anche al Museo una nuova luce di cultura sulle radici di Alessandria. 

AcdB ha fatto registrare dal primo gennaio al 31 dicembre 2018 ben 3.299 visitatori, di cui: 384 biglietti interi; 272 ridotti; 2.643 gratuiti. Da quando la visita al museo è abbinata alla mostra Alessandria Scolpita (cioè esattamente da un mese), ha registrato un successo di 630 visitatori che non hanno rinunciato all’accoppiata mostra e museo AcdB. Un bel successo.

Un anno di vita per il museo Alessandria Città delle Biciclette che ha dato grandi soddisfazioni al suo direttore,  Roberto Livraghi: La sensazione è stata quella di aver vissuto un anno intenso, ricco di eventi e di iniziative, così come lo aveva immaginato il gruppo che gestisce il museo. Abbiamo fatto tante cose. Alcune vanno al di là degli appuntamenti realizzati.

Cominciando da questi ultimi ecco cosa è accaduto in un anno di AcdB:

17 gennaio: selfie day con la bici di Fausto Coppi prestata dal figlio Faustino. Lo stesso giorno: presentazione del volume di Paolo Amadori e Paolo Tullini, Le bici di Coppi.
15 febbraio: presentazione del libro di Davide Dezan, Pedala!
14 marzo: evento di punzonatura della Gran Corsa in occasione della Milano-Sanremo.
16-17 marzo: presenza del Museo al Casino di Sanremo in occasione dell’arrivo della Classicissima di Primavera organizzata da RCS La Gazzetta dello Sport.
3 maggio – 1 luglio: mostra “Veni Vidi Bici! Riccardo Guasco e l’arte di illustrare la bicicletta”.
4 luglio: inaugurazione mostra fotografica di Roberto Bettini. Presentazione ufficiale della Scuola di ciclismo Mania Bike.
12 settembre: presentazione del museo AcdB alla Douja d’or di Asti.
16-22 settembre: Settimana Europea della Mobilità. Concorso fotografico “Scatta#alessandriainbici”. Giornata “Bike to work”. Pedalata serale “La strada è di tutti”. Tavola rotonda “Hai voluto la bicicletta? Pedala! Ma in sicurezza”. In collaborazione con FIAB, UISP, CVA e tutto il mondo che in città si muove intorno alle due ruote.
10-11 ottobre: mostra “Veni vidi Bici!” a Torino Graphic Days.
29 novembre: workshop “Il Giro non ha confini”, organizzato con l’Associazione CROSS (Associazione Cronisti e Storici dello Sport).
20 dicembre: presenza alla trasmissione “Radiocorsa” di Rai Sport, con un servizio dedicato al museo.

Conclude Roberto Livraghi: “Il 2018 si chiude e si apre collaborando al Concorso nazionale denominato Bicletterario, con la speciale sezione intitolata “Caro Fausto, ti scrivo …” Un premio che ci piace particolarmente per i suoi contenuti culturali.

Il bilancio è dunque in attivo anche per i numeri: Per il primo anno siamo abbastanza soddisfatti: sono entrati nel museo quasi quattromila visitatori, un numero che per la nostra realtà può essere considerato una buona base di partenza. Non certo di arrivo, però. Siamo impegnati a farlo crescere nel 2019, così come ci siamo già molto dedicati a dotare il museo di nuovi strumenti come il catalogo breve (in due lingue) che viene fornito gratuitamente a tutti i visitatori e che fa il paio con il pieghevole dedicato ai 3 musei del ciclismo che abbiamo in provincia (in tre lingue). Quest’ultimo viene diffuso anche negli altri due musei del territorio e soprattutto all’outlet di Serravalle grazie alla collaborazione del Consorzio Terre di Coppi.

L’olimpionico Marino Vigna, presente all’inaugurazione con la campionessa olimpica Antonella Bellutti e il ct delle nazionali di ciclismo Davide Cassani aveva fatto un appello affinché il museo fosse per gli studenti, piccoli e grandi. Spiega il direttore Livraghi: Questo è un settore di cui non siamo ancora soddisfatti è sicuramente quello scolastico: vogliamo crescere, anche se abbiamo ormai messo in cantiere alcune collaborazioni importanti sul piano dell’alternanza scuola-lavoro, come nel caso dell’ITIS Volta.

Ad AcdB sono arrivati nel corso dei vari eventi molti visitatori vip: “Noi li chiamiamo “gli amici importanti”. – continua Livraghi - Nel 2018 abbiamo avuto come detto l’onore della visita del CT della nazionale Davide Cassani, del presidente della Federciclismo Renato Di Rocco e del presidente dell’UCI David Lappartient, del direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti, del campione Elia Viviani, di tanti olimpionici di ieri e di oggi e di personaggi come Vittorio Brumotti. Oltre a tutti i giornalisti di settore più importanti, come Giampaolo Ormezzano, Pier Bergonzi, Claudio Gregori, Beppe Conti, Marco Pastonesi, Paolo Viberti, Dario Ceccarelli, Salvo Aiello, Davide Dezan… solo per citarne alcuni. Altri amici per noi fondamentali sono le famiglie dei campioni di casa nostra, come i Girardengo, i Coppi, i Cuniolo, i Malabrocca, i Meazzo, gli Zancanaro, i sioffini Chiapuzzo, ecc.

Poi c’è un 2019 Centenario della nascita di Fausto Coppi che è di fatto iniziato: “L’appuntamento è al centro dei nostri pensieri, così come dei molti amici e appassionati che se ne stanno occupando a Castellania, Novi, Tortona, Cassano Spinola, ecc. Sarebbe molto importante se il nostro territorio riuscisse a mettere a punto un programma complessivo, che tenga conto delle idee che ciascuno vorrà realizzare, ma che sia presentato e comunicato come un progetto unico a cui lavoriamo in tanti, in autonomia ma anche tutti insieme.”

Per AcdB un capitolo importante sarà rappresentato dalle biciclette di Fausto Coppi. “Dopo i prestiti ricevuti da Faustino Coppi (l’ultima bici usata da suo padre), Gianfranco Trevisan e Gianluigi Stanga (le Bianchi Corsa dell’accoppiata Giro-Tour del 1949 e delle vittorie alla Milano-Sanremo e al Giro di Lombardia di quell’anno), abbiamo ricevuto da qualche settimana la bicicletta (prestata dal Museo del Ghisallo, con cui siamo gemellati) sulla quale il Grande Airone ha battuto il record mondiale dell’ora nel 1942. Un quinto esemplare dal grande fascino, poi, è quello rappresentato dal modello Ideal del 1934 che il giovane Fausto usava per raggiungere il negozio di salumeria Merlano di Novi dove lavorava come garzone. Quest’ultima bicicletta appartiene alla collezione di Giovanni Chiapuzzo, attualmente gestita dai figli Mari e Roberto: un fondo importante, a proposito del quale abbiamo grandi progetti…

Ma il 2019 sarà anche l’Anno Campionissimo di Costante Girardengo: “Il Museo già custodisce alcune testimonianze formidabili della sua vita e attività sportiva. Ma la famiglia conserva una serie di cimeli – prevalentemente trofei e medaglie – di cui per motivi affettivi ragionevolmente non si vuole privare. Abbiamo perciò pensato di realizzare un grande pannello fotografico a colori con le foto di questi bellissimi oggetti. Fondamentale sarà per noi anche consolidare i rapporti con le associazioni di volontariato e in particolare con gli splendidi amici dell’UNITRE che ci consentono di offrire un’accoglienza di ottimo livello ai visitatori del museo.

E ci sono anche obiettivi più allargati, per così dire di Circuito museale: “Mentre continua il rapporto di collaborazione (ma di più, il nostro è un gemellaggio vero) con il Museo del Ciclismo del Ghisallo, possiamo ormai annunciare ufficialmente che ACdB dal 1° gennaio 2019 è stato accolto nel circuito regionale di Piemonte Musei, l’abbonamento che prevede una carta che dà accesso a oltre 100 musei piemontesi: analoga pratica abbiamo in corso per Lombardia Musei. Come è noto, a quei circuiti si viene ammessi solo se si è in possesso di determinati standard. Un altro rapporto importante per noi è quello con il Touring Club Italiano, con il quale il C.V.A. ha condiviso tanti ideali a fine Ottocento. Il Touring ha riservato un posto d’onore al nostro museo nel recente volume strenna dedicato ai propri soci: si intitola “Bicicletta”, ha splendide illustrazioni, diversi disegni di Riccardo Guasco ed è stato diffuso in circa 200 mila copie in tutta Italia.

www.acdbmuseo.it | Social FB – Instagram acdb_museo – Twitter @AcdB_Museo

Le informazioni contenute nella presente pagina e nei relativi allegati sono destinate esclusivamente al suindicato destinatario. La diffusione, la distribuzione e/o la copiatura del presente documento, dei suoi allegati o di sue parti da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario è proibita, sia ai sensi dell’art. 616 c.p. , che ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003. Se avete ricevuto questo messaggio per errore, vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente telefonicamente al +3921968174 oppure inviando una e-mail a: luciana.rota@me.com. A questo indirizzo potete disiscrivervi dalla mailing list se non desiderate ricevere più queste informazioni alla stampa.

 

]]>
L’anima gemella? Puoi trovarla, serve solo tempo. Mon, 14 Jan 2019 16:38:01 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/515544.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/515544.html Webpress Webpress Nell’era di Tinder e della disillusione post fiabe della Disney, sembra, e soprattutto per le nuove generazioni, che non si creda più nell’anima gemella.

Forse un po’ incantato come pensiero, ma perché rassegnarsi all’idea che l’anima gemella non possa esistere? Perché accontentarsi di fugaci incontri con persone selezionate solo in base alla vicinanza geografica, quando è possibile conoscere realmente qualcuno e selezionarlo in base a criteri differenti?

Un tempo esistevano le agenzie matrimoniali, ma nel XXI secolo, grazie ad  Internet, è possibile cercare qualcuno comodamente dal divano di casa.

Quando si cercano un uomo o una donna, chiaramente la prima cosa che balza all’occhio è l’aspetto fisico: ci sono uomini che preferiscono le bionde, altri le more, chi il seno grande, chi ha un debole per il fondoschiena. Le donne, da parte loro, guarderanno il colore degli occhi, la presenza/assenza di addominali, e anche la forma del sedere… Perché si, anche le donne lo guardano!

Superato lo step dell’aspetto fisico, si passerà a dettagli più privati e intimi, specifici di quella persona, fino ad arrivare al giorno dell’incontro.

Ci sono moltissimi siti di appuntamenti e di incontri, il web ne è pieno. Ma sai davvero di chi fidarti? Chi ti garantisce serietà, selezione e sicurezza?

IlMercatone è un portale di annunci di incontri che ti permette di trovare nella tua città tutti gli annunci di uomini e  donne disponibili a organizzare incontri romantici e non.

La quantità di annunci è molto ampia: sarà possibile per te inserire delle caratteristiche fisiche che prediligi in un uomo o in una donna, e automaticamente il sito ti mostrerà solo annunci di persone che rispondono a quelle caratteristiche.

Trovare di per sé la donna o l’uomo giusto è difficile, figurarsi l’anima gemella. Ma non demordere, cercando con attenzione vi si presenterà al momento giusto!

]]>
Regali San Valentino Sat, 12 Jan 2019 09:26:18 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/515251.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/515251.html CosediCuore CosediCuore CosediCuore anche per San Valentino 2019 ha preparato nuovi articoli personalizzati, tutti rigorosamente creati da Meri nel nostro laboratorio.

Se state cercando nuove idee per il vostro regalo alla persona del cuore non perdetevi il nostro articolo: Regali Personalizzati San Valentino 

Troveretei sicuramente tante nuove idee per il vostro regalo,  gli ogetti più beli sono tutti creati e personalizzati su ordinazione, quindi non aspettare l'ultimo momento per ordinarli altrimenti non riuscirete ad averli entro il 14 febbraio.

Cosedicuore.it è il sito dedicato ai regali personalizzati per dare voce alle emozioni.

]]>
COUPON SCONTO SEXYPECCATO.IT Thu, 10 Jan 2019 21:38:19 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/514953.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/514953.html Sexy Shop Sexy Peccato Sexy Shop Sexy Peccato

]]>
Labirintite, tutto quella che c’è da sapere Thu, 10 Jan 2019 12:19:54 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516918.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516918.html chiaramarina chiaramarina Buscopan, non solo un farmaco da banco Wed, 09 Jan 2019 10:38:08 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516920.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516920.html chiaramarina chiaramarina dermatite atopica, disturbo che non ha cura Tue, 08 Jan 2019 15:54:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516923.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516923.html chiaramarina chiaramarina Neuropatia diabetica, attenzione ai sintomi Mon, 07 Jan 2019 14:03:12 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516925.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/516925.html chiaramarina chiaramarina L’orto botanico di Bergamo: un tesoro da scoprire tra passato, presente e futuro Mon, 07 Jan 2019 09:58:53 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513783.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513783.html Redaclem Redaclem È stato un anno straordinario per l’Orto botanico di Bergamo e tante sono le iniziative in programma per il 2019. Con un obiettivo: far conoscere sempre di più a grandi e piccini, a esperti e neofiti, le meraviglie dell’universo green colmando il gap tra uomo e natura e dando il giusto riconoscimento alla biodiversità. Ecco cosa è stato fatto e cosa si farà.

 

Nel 2018 stati proposti al pubblico ben 143 appuntamenti tra corsi, visite guidate, conferenze, laboratori, attività ludiche, teatrali, musicali. Proposte che hanno suscitato l’interesse dei ben 65.000 visitatori delle 3 sezioni espositive dell’Orto botanico (Astino, Città Alta e Sala Viscontea), di cui quasi 7.000 studenti. E proprio per rafforzare sempre più il rapporto con i giovani, sono stati attivati progetti di tirocinio, di alternanza, di Dote Comune e di volontariato oltre ad alcuni progetti speciali come “MateOrto”, percorso matematico-botanico con il Centro MateMatita dell’Università agli Studi di Milano e un progetto di inserimento lavorativo in convenzione con il Comune di Stezzano. Inoltre, è in corso di approvazione la convenzione con il CSE per l’autismo per un progetto di prevenzione dalle infestazioni degli erbari e per la manutenzione dell’Orto Botanico.

 

Con i suoi servizi educativi, l’Orto ha coinvolto 6.942 studenti delle scuole di Bergamo, Brescia, Mantova, Milano, Sondrio, ha seguito 10 progetti di formazione dal Nido al Liceo e ha formato i Ludotecari della città per una migliore fruizione del patrimonio presente nei parchi cittadini. Con l’Associazione Amici dell’Orto Botanico sviluppa numerose iniziative come corsi di agricoltura biologica o di coltivazioni biointensive, visite guidate ed esperienze conoscitive. Inoltre, nel biennio 2017 – 2018 ha partecipato al progetto Orti Scolastici coinvolgendo 1.068 alunni in attività educative scolastiche. Inoltre, l’Orto botanico di Bergamo è l’unico partner italiano del progetto europeo BigPicnic, focalizzato sulla sicurezza alimentare e la ricerca e l’innovazione responsabili. L’Orto bergamasco è ben connesso in una fitta rete di relazioni non solo in Europa ma anche in casa: solo nel 2018, infatti, ha collaborato con più di 60 realtà tra progetti, manifestazioni, percorsi e azioni con obiettivi comuni. Un numero che dimostra la rilevanza di un luogo come questo per la società.

 

«Vogliamo un Orto aperto, plurale, multidisciplinare, capace di avvicinare il pubblico di tutte le età al mondo vegetale. Laboratori, mostre, conversazioni, proiezioni, concerti, spettacoli: sono modi diversi per comunicare le innumerevoli relazioni tra l’uomo e le piante, per creare sensibilità e farci contagiare dal fascino che solo questi organismi sanno suscitare. Per questo, negli ultimi anni stiamo potenziando la funzione di museo di relazione, promuovendo la coesione e l’inclusione sociale anche attraverso progetti di volontariato che portano nei nostri spazi persone diversamente abili e favoriscono l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Il tutto, mettendo sempre al primo posto la conoscenza, il valore dell’incontro, la creazione di uno scambio basato su esperienze dirette e coinvolgenti. Un metodo che ormai ci contraddistingue e che porteremo con noi anche nel 2019» - dichiara il direttore dell’Orto Botanico di Bergamo, Gabriele Rinaldi.

 

«Abbiamo lavorato tanto per un orto botanico che sia un luogo vissuto e che sia aperto alla città e ai suoi cittadini, superando l’idea del museo delle piante che molti hanno di luoghi come questo. – aggiunge l’assessore all’ambiente del Comune di Bergamo Leyla Ciagà - Un grande lavoro è stato fatto anche per costruire una didattica efficace sul valore della biodiversità e del diritto al cibo, entrando anche in una rete internazionale che ha visto il nostro orto accanto ai poi importanti orto delle principali capitali europee. I numeri che presentiamo oggi sono dimostrazione che la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta. Continuiamo a lavorare in questa direzione, non solo con l’ampliamento della valle della biodiversità, ma anche con il progetto di recupero della polveriera di Colle Aperto, spazio che sarà a servizio della sezione Dell’Orto di città alta e che consentirà di migliorare la fruizione di uno dei luoghi più suggestivi di Bergamo, ma anche di intensificare le proposte dell’Orto alla città».

 

Così ecco qualche piccola anticipazione sulle iniziative previste per il nuovo anno. La natura incontrerà l’arte con il ciclo «Paesaggi dipinti»: una serie di sei incontri per indagare l’evoluzione del paesaggio tra storia, botanica e arte. Il corso è organizzato da Orto Botanico di Bergamo, Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Bergamo, Centro di Ateneo di Arti Visive dell'Università degli Studi di Bergamo, in collaborazione con Rete Orti Botanici Lombardia, Ufficio Scolastico per la Lombardia, Ass. Amici dell'Orto Botanico e vede per ogni incontro la partecipazione di uno storico, un botanico e uno storico dell’arte. Dopo il successo del primo incontro tenutosi lo scorso dicembre con circa 200 partecipanti, il prossimo appuntamento, in programma giovedì 24 gennaio presso l’Auditorium di piazza della Libertà a Bergamo, sarà dedicato a “Il paesaggio svelato. XV secolo”.

Infine, l’Orto sta lavorando per sviluppare un frutteto biodiverso nella Valle della Biodiversità, per riqualificare l’Orto Botanico in Città Alta e per digitalizzare circa 40.000 campioni di erbario che saranno messi a disposizione del pubblico on line, nell’ambito del progetto BDL- Biblioteca Digitale Lombarda.

 

L’ingresso alle conferenze «Paesaggi dipinti» è libero e gratuito ma è richiesta la prenotazione all’indirizzo ortobotanico@comune.bg.it

]]>
Acquistare online conviene: ecco i motivi Fri, 04 Jan 2019 14:56:30 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513577.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513577.html Il Mercante di Ricambi Il Mercante di Ricambi  

Acquistare ricambi d’auto online: Il Mercante di Ricambi per la tua auto d'epoca

Grazie alle moderne tecnologie, è oggi possibile rivolgersi anche online ad imprese specializzate nel settore dei pezzi di ricambio. Ad esempio, su mercantericambi.com si possono trovare ricambi originali per auto d'epoca. 

Filtri dell’olio, pastiglie per i freni, dispositivi elettrici e parti del motore: sul web è possibile reperire ogni tipo di ricambio originale.

I vantaggi a disposizione dell’utente di un sito di ricambi online sono numerosi: è possibile consultare direttamente dal proprio PC l’assortimento dei pezzi di ricambio suddivisi per tipologia e per modello di auto e ordinare direttamente dal web i pezzi desiderati.

Acquistare online i pezzi di ricambio per la propria automobile non è soltanto comodo, ma anche assolutamente sicuro. Qualunque sia il metodo di pagamento prescelto, tra carta di credito, bonifico bancario e Paypal, la transazione è protetta grazie ai più moderni metodi di crittografia informatica, che scongiurano qualsiasi fenomeno di hackeraggio sui mezzi di pagamento. Inoltre, la comodità di ricevere direttamente a casa propria il ricambio scelto rappresenta sicuramente un vantaggio da non sottovalutare. Per la sicurezza e la longevità della propria auto c’è oggi una soluzione in più, comoda, sicura e a portata di click!

]]>
Il calendario degli eventi astronomici e astronautici più completo è su COSMOBSERVER Fri, 04 Jan 2019 08:42:06 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513385.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513385.html COSMOS Media Italia COSMOS Media Italia

Il sito di divulgazione scientifica fondato da Emmanuele Macaluso - COSMOBSERVER – pubblica il calendario degli eventi astronomici e astronautici del 2019

 

Sarà un anno ricco di appuntamenti per gli astrofili e gli appassionati di astronautica.

 

Il cosmo ci regalerà 2 eclissi lunari (una totale e una parziale) entrambe visibili dall’italia, Un’eclissi solare (non visibile dall’Italia), transiti, congiunzioni e i “cnsueti” sciami meteoritici. Un’annata da ricordare a lungo per gli amanti dell’astronomia.

 

Ricca anche l’agenda degli amanti dell’esplorazione spaziale. Inaugura l’anno l’Agenzia Spaziale Cinese con l’allunaggio sul lato “nascosto” del nostro satellite. Le aziende private, tra queste Boeing e SpaceX, faranno degli importanti test che potrebbero addirittura portare l’azienda di Elon Musk a mandare nello spazio il primo equipaggio. Ma non solo, le missioni “Juno” e “Parker Solar Probe” (NASA) ci regaleranno immagini spettacolari. Un occhio di riguardo per la partenza della Missione “Beyound” dell’astronauta italiano Luca Parmitano, in programma per il prossimo luglio. Nella seconda parte della missione, Parmitano diventerà il primo comandante italiano della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

 

“Il calendario degli eventi astronomici e astronautici è diventata ormai una tradizione – dichiara il divulgatore scientifico Emmanuele Macaluso, fondatore di COSMOBSERVER, che continua – Il calendario è aggiornato ovviamente alla data della pubblicazione e potrebbe subire qualche piccola variazione, soprattutto per gli eventi astronautici. Crediamo tuttavia di fornire un buon servizio ai nostri lettori, perché unire l’astronomia con l’astronautica, in un unico calendario, dà una visione d’insieme non particolarmente diffusa sul web. Auguriamo agli astronomi e astrofili “Cieli sereni” e agli amanti dell’astronautica una buona visione”.

 

È possibile vedere il calendario astronomico / astronautico di COSMOBSERVER a questo link  http://www.cosmobserver.com/articles/attualit%C3%A0/040-eventi-2019/eventi-astronomici-astronautici-2019.htm

 

Contatti COSMOBSERVER

Web: www.cosmobserver.com

E-mail: thecosmobserver@gmail.com

Instagram: https://www.instagram.com/Cosmobserver

Facebook: https://www.facebook.com/cosmobserver

Twitter: https://twitter.com/thecosmobserver

]]>
Seminario Veronelli e Vinidea: a gennaio incontro tecnico sulla mineralità dei vini Thu, 03 Jan 2019 15:14:13 +0100 http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513290.html http://comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/513290.html Francesco Brembilla Francesco Brembilla «La mineralità dei vini»

Mercoledì 23 gennaio 2019, dalle ore 14 alle ore 18

Ristorante Ezio Gritti
Piazza Vittorio Veneto 15 – Bergamo

 

Continua nel 2019 il calendario di appuntamenti dedicati alla formazione tecnica firmati Vinidea che il Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione per la cultura del vino e degli alimenti, propone a Bergamo in esclusiva per la Lombardia, presso il prestigioso Ristorante Ezio Gritti. A partire da gennaio, infatti, una nuova serie incontri rivolti ai produttori vitivinicoli, agli enologi, agli agronomi e agli assaggiatori esperti, approfondirà alcuni aspetti peculiari del processo di produzione vitivinicola e delle tecniche di analisi sensoriale.

Il primo appuntamento, mercoledì 23 gennaio 2019, ha titolo «La mineralità dei vini» e sarà condotto da Antonio Palacios dell’Università della Rioja, Laboratorio Excell Ibérica, affiancato in traduzione tecnica da Giuliano Boni, responsabile didattico di Vinidea. Basandosi sui risultati dell’esteso progetto di ricerca avviato nel 2012 dal Laboratorio Excell Ibérica in collaborazione con Outlook Wine, l’incontro indagherà la correlazione tra i componenti chimici, la percezione olfattiva e le associazioni emozionali nei vini comunemente definiti “minerali” con l’obiettivo di dare una definizione scientificamente fondata.

Il corso avrà una durata di 4 ore, dalle 14 alle 18, e gli Associati del Seminario Veronelli beneficeranno di condizioni economiche agevolate, con uno sconto del 30% sulla tariffa ordinaria. Per i soci Assoenologi la partecipazione al corso prevede il riconoscimento di 4 crediti formativi.

Gli incontri Vinidea proseguiranno, poi, sabato 2 marzo, con «Riconoscimento sensoriale dei difetti dei vini», appuntamento che prevede la degustazione di 60 vini contaminati artificialmente con composti responsabili di molteplici anomalie per indagarne i meccanismi di comparsa e di evoluzione.

 

***

«La mineralità dei vini»

COSTI E CONDIZIONI La quota ordinaria di iscrizione al corso è di 190 euro (IVA inclusa) entro il 7 gennaio. Agli associati al Seminario Veronelli è riservata la quota speciale di 130 euro (IVA inclusa). Dal 7 gennaio la quota ordinaria sarà di 240 euro (IVA inclusa), ai nostri associati sarà riservata la quota speciale di 180 euro (IVA inclusa). Termine iscrizione a esaurimento posti. Contatti: Segreteria SV segreteria@seminarioveronelli.com.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE È necessario iscriversi entro 3 giorni lavorativi prima della data di svolgimento. Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. L’iscrizione può essere fatta tramite l’apposito modulo, da inviare debitamente compilato a Vinidea via fax al numero 0523 876340 o e-mail all’indirizzo iscrizioni@vinidea.it.

L’iscrizione sarà ritenuta valida solo se inviata entro il termine indicato e se accompagnata dal pagamento della quota, secondo le modalità richieste.

 

]]>