Come preparare i sott'oli pugliesi

07/mag/2018 16:42:03 marketing-seo.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quando si decide di fare una conserva di verdure sott’olio l’elemento più importante è, appunto, un olio di qualità come lo sono quelli pugliesi, ancor meglio se viene acquistato direttamente in frantoio dopo la spremitura e imbottigliatura, perché si ha certezza della provenienza e della qualità.

L’olio pregiato di frantoio è alla base per una perfetta conservazione delle verdure, nonché protagonista delle ricette di tradizione pugliese più conosciute al mondo.

Sono diverse le verdure che possono essere conservate sott’olio, di seguito ve ne proponiamo alcune.

Le melenzane sott’olio

Le melanzane sott’olio sono il contorno di tante portate come antipasti, primi e secondi, solitamente vengono raccolte in estate ma consumate spesso durante il periodo invernale.

Per realizzare le melenzane sott’olio in casa dovete sbucciarle e affettarle e disporle a strani, condendole con aglio, mentuccia e sale, poi si devono spremere per bene facendo uscire l’acqua amara che contengono al loro interno.

Quando le melanzane pressate e spremute hanno assunto una colorazione molto bianca, allora si può dire che sono pronte per il passaggio successivo.

Dopo averle fatte riposare, si possono conservare nei vasetti, per insaporirle si aggiunge peperoncino fresco e origano e si ricopre tutto con l’olio fino all’orlo.

I vasetti devono rimanere aperti fin quando le melanzane non avranno eliminato le bolle d’aria, e poi dovranno essere chiusi ermeticamente; prima di assaggiarle far passare qualche mese.

Peperoni sott’olio

Prendere del prezzemolo e dell’aglio e tritarli in modo grossolano; lavare i peperoni ed eliminare i semi, poi tagliarli in senso verticale, lo spessore va scelto in base al gusto personale.

Mettete l’aceto in una pentola e salatelo e fate cuocere fino ad ebollizione per circa 10 minuti, poi scolate con cura le verdure e mettetele ad asciugare su un panno asciutto finché non si raffreddano.

Dopo che si saranno asciugati riporli in vasetti a strati, alternando ai peperoni uno strato di capperi, pezzi di acciuga, aglio, prezzemolo tritato e basilico, alla fine riempire con l’olio fino all’orlo e aspettare qualche giorno prima di consumarli.

I vasetti vanno chiusi ermeticamente in modo da non far entrare aria e vanno tenuto in un luogo asciutto e riparato.

I peperoni sott’olio possono essere consumati, così come le melenzane, durante aperitivi o come antipasto; se non avete tempo di prepararli in casa, c’è un sito che si occupa di vendita online sott'oli pugliesi, vengono proposte le melanzane, i peperoni e altri ortaggi sott’olio.

All’interno del sito trovate tantissimi prodotti tipici della regione Puglia, tutti di qualità superiore, non mancano vini, paté, ripieni, sughi, prodotti da forno, essiccati e molto altro per gustare l’essenza della vera cucina pugliese.

Il successo dei sott’oli pugliesi sta nella genuinità dei prodotti utilizzati, partendo dagli ortaggi fino all’olio extra vergine di oliva pugliese, famoso per essere uno dei migliori nel mondo.

I sott’oli sono anche un ottimo contorno, vengono utilizzati spesso per accompagnare secondi piatti a base di carne rossa e bianca; inoltre, alcuni ristoranti e locande li propongono anche sul pane per fare delle bruschette sfiziose e gustose, diverse dalle classiche con il pane e pomodoro.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl