Il Grande Chef napoletano mette le mani sul FUNGHETTO STORE?

05/mar/2018 23:23:57 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

NAPOLI – Notizia bollente fatta trapelare da persone molto vicine alloChef Napoletano. Sembra infatti che, l’amato e tanto acclamato Grande Chef sia in trattativa con Mr. Funghetto, alias Mariano Improta, per l’acquisizione di quote societarie del FUNGHETTO STORE, sito in via Michele Kerbaker n. 96, nel quartiere Vomero.

Le voci confermano la volontà del Grande Chef di voler mettere le mani sul prodotto più innovativo del panorama culinario campano e di apportare alcune modifiche al format: con l’inserimento di una selezione di idee salate che completerebbero il concept originario, per un’offerta più ampia che spazierebbe così, dal dolce al salato.

Il progetto in franchising infatti – nato dalla geniale intuizione dell’imprenditore Mariano Improta – offre l’opportunità di vivere un’esperienza dolciaria sempre nuova, dominata dalla filosofia dell’”Alternative food & drink” che presenta in chiave moderna prodotti a marchio combinati e immessi sul mercato per stupire occhi e palato dei clienti. Il format è in definitiva un contenitore di idee dolci che con l’aiuto e la maestria del Grande Chef e l’inserimento delle sue idee salate, farà vivere ancor di più un’esperienza completa del tutto diversa dal food tradizionale a cui si è abituati.

Come già accaduto con il “funghetto sweet” l’inimitabile idea dell’imprenditore Mariano Improta,l’unico e originale “mangia & bevi”, acclamato da famiglie, giovani napoletani e non solo, che offre l’opportunità di gustare una bevanda, calda o fredda, attraverso un caldo muffin farcito con l’ausilio di una cannuccia.

A breve quindi, sempre secondo le indiscrezioni, ci sarà il lancio di un nuovo prodotto salato creato dal Grande Chef e dei dolci di Mr. Funghetto a completare l’opera. Non resta che attendere e stare a vedere cosa realmente combineranno queste due icone partenopee.

Di certo un dubbio amletico si insinua: “Chissà che la stella persa sulla 63esima ‘Guida Michelin Italia’ dallo chef stellato Carlo Cracco – per il cambio di location del suo ristorante a Milano – passi, per magia, a Napoli, magari atterrando su di un goloso “funghetto”, un po’ come quel punto in ‘Serie A’ che passa, di settimana in settimana, tra le prime due squadre capolista, Juve e Napoli.”

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl