SUA MAESTA' IL TONNO: VE LO PROPONIAMO PORCHETTATO

28/lug/2017 14.07.24 angelomontini Contatta l'autore

Iniziamo una rubrica in cui condivideremo, in pieno stile internet e social, alcune delle ricette che stanno affermando il successo nel nostro ristorante e che fanno tornare i nostri clienti all'osteria di pesce L'Amo in Monteverde. E sì perché ci capita spesso di sentire frasi tipo: “Prenderei... hai presente quella cosa che mi avete fatto l'altra volta... “. Si tratta dei cavalli di battaglia, appannaggio di tutti noi i cuochi.

 

Oggi vi racconteremo come si cucina il Tonno Porchettato.

Questo pesce è senza dubbio il re del mediterraneo. E' un pesce azzurro e come tale ha carni ricche di grassi insaturi e di omega 3. Si raggruppa in otto specie che generalmente vivono in profondità.

Le specie più rinomate sono il pinna gialla, l'ala lunga e il rosso.

 

Per noi cuochi il tonno è uno dei più grandi alleati in cucina perché molto gustoso adatto a vari tipi di cucina e non raggiunge di solito prezzi improponibili.

 

Per realizzare la ricetta che proponiamo all'osteria di pesce L'Amo, ovvero il Tonno Porchettato, vi serviranno i seguenti ingredienti:

 

Filetto di tonno rosso/pinna gialla da gr 250

Spezie fresche – Rosmarino, Basilico, Timo, Mirto, Menta, Salvia, Aglio

Spezie secche - Pepe nero, Chiodi di garofano, Zeste di lime, Zeste d'arancio

Soia

Sale affumicato

Olio evo (extra vergine d'oliva)

 

Il procedimento è apparentemente semplice, ma rispettate la cronologia delle operazioni e curate le fasi della preparazione una ad una.

 

Toilettare tutte le spezie, lo spicchio d'aglio, il pepe, i chiodi di garofano e triturate tutto finemente a punta di coltello aggiungendo le zeste di lime e d'arancia precedentemente tritate.

Una volta ottenuto questo composto ci servirà per panare il pesce, già inumidito da olio evo, sale e pepe.

Nel frattempo avrete riscaldato a fuoco alto una padella antiaderente; una volta calda ci adagerete il tonno panato con le spezie, facendolo cuocere per un minuto a lato.

Ultimata la breve cottura il tonno andrà impiattato con fantasia, aggiungendo la salsa di soia che il commensale volendo potrà utilizzare a piacere.

 

Per finire vi chiediamo: non sai cosa sia una zesta? Zeste è una parola francese usata per indicare la buccia degli agrumi.

Nell'osteria di pesce L'Amo usiamo molto le zeste: dall'antipasto al dolce, si possono grattugiare sulla pasta o sull'insalata e sono ottime in piatti di carne e pesce.

Le zeste, come sanno bene i siciliani, possono essere anche candite per creare dolci fantasiosi.

In casa per l'igiene e la pulizia o d'estate per tenere lontane le zanzare, hanno molteplici impieghi.

Addirittura sono adatte per un bagno rilassante visto che la loro fragranza ha proprietà calmanti per la mente, oltre a purificante per il corpo.

 

Se vi è piaciuta la ricetta e l'avete trovata utile per provarla a casa, scriveteci su Facebook per dirci quanto siete stati bravi.Altrimenti vi aspettiamo per provare il Tonno Porchettato nel nostro ristorante.

 

<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

Alla prossima ricetta!  

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl