CS di chiusura Cooking for Art chef e pizza chef Emergente Nord 2016-W37

01/dic/2016 15.19.18 Cooking for Art 2012 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COOKING FOR ART MILANO 2016

una tre giorni di alta cucina, ospitalità e grandi prodotti davvero indimenticabile!

 

Si è appena concluso al W37, una nuova prestigiosa location che ospita anche il ristorante Lume di Luigi Taglienti, Cooking for Art Milano, tappa che ha visto lo svolgersi della gara per la selezione degli emergenti pizza chef e chef dell’Italia settentrionale.

La gara più attesa, quella dei giovani chef del nord, ha visto gareggiare 16 under 30 divisi in 4 batterie, e si è conclusa con tre vincitori invece dei due previsti per via dell’ex-aequo del nordovest. Così alla finalissima di Roma vedremo: Michele Lazzarini sous chef al St Hubertus di San Cassiano, Davide Caranchini del Materia di Cernobbio e Stefano Bacchelli del Tosca di Ginevra. Gli ultimi due si sono sfidati per due volte con due giurie diverse per terminare sempre in perfetta parità! Una ricetta da citare? La bella tartare di salmerino con sambuco vino terlano e squame di salmerino di Lazzarini, che ha vinto anche il premio speciale di Confagricoltura per il suo rispetto del territorio.

Nella gara pizza una giuria d’eccezione, composta tra gli altri da Guglielmo Vuolo, Gino Sorbillo, Ciro Salvo e Corrado Scaglione, ha assegnato il via libera per la finale di Roma a Indrit Haraciu della pizzeria Berberè di Milano con una pizza zucca, funghi, parmigiano a scaglie e olio alla salvia e Niccolò Servadei di O’ Fiore Mio di Faenza con la sua Vegetariana d’Autunno.

Molti gli eventi che hanno incorniciato la gara, all’interno del Lume il neo stellato chef Luigi Taglienti ha per le tre giornate realizzato dei pranzi insieme al consorzio del Morellino di Scansano nonché due cene a quattro mani, la prima insieme allo chef Ezio Santin e la seconda con lo chef spagnolo Josean Alija del ristorante Nerua al Gugghenheim Museum di Bilbao.

Sempre all’interno del ristorante si sono svolti alcuni importanti eventi collaterali: sabato 26 per la “Giornata mondiale dell’olio extravergine di Oliva, le aziende di Confagricoltura guidate da Donato Rossi hanno realizzato un convegno che si è chiuso con due straordinari assaggi studiati per l’occasione a cura degli chef stellati Luigi Taglienti e Tano Simonato.

Domenica 27 novembre si è svolta la tavola rotonda sull’ospitalità Un Hotel Speciale organizzata da Teresa Cremona e The Travel News dove sono convenuti illustri rappresentanti del mondo alberghiero.

Lunedì 28 novembre  invece Lorenza Vitali ha condotto Emergente Sala, un nuovo format di gara dedicata all’accoglienza e al servizio, che ha visto la partecipazione straordinaria di Luca Gardini, Alessandra Veronesi, la giornalista Roberta Schira, Maurizio Palazzo, Michela Cimatoribus,  e altri importanti e noti professionisti della ristorazione e del vino come  Ivano Antonini . Cinque concorrenti in gara e alla fine i premiati sono stati il brillante Luis Diaz del ristorante Seta del Mandarin Oriental Hotel di Milano e la brava Carmilla Cosentino del ristorante “La Rei” del Boscareto Resort&Spa nelle Langhe, menzione speciale per la cultura del vino a Elisa Giachino del ristorante “Piazza Duomo” di Alba.

Il palco degli chef ha visto non solo gli under 30 in gara, ma anche le esibizioni di chef particolari come Stefan Fuss chef patron del Goldener Stern in Rohrbach che ha presentato prodotti e ricette della Baviera, regione ospite dell’evento, e ancora Emanuele Murgia Chef METRO Academy Milano.

Inoltre grazie alla collaborazione che da anni è in atto con la FIC abbiamo potuto vedere in azione due chef della NIC appena reduci dalle Olimpiadi della Cucina: Andrea Mantovanelli e Fabio Potenzato.  

Nell’area pizza, oltre alla gara le esibizioni di pizzaioli famosi, come ad esempio Giorgio Caruso, Corrado Scaglione e Guglielmo Vuolo, e la domenica sono state premiate alcune tra le Migliori botteghe di Milano secondo il sondaggio di Agrodolce. Citiamo almeno i 3 premi speciali andati per il Miglior Servizio a Panarello, alla Baita del Formaggio per la migliore Selezione di Prodotti, a Peck per la piacevolezza del locale. Dal sondaggio popolare su facebook e il sito di Agrodolce è stata invece eletta La Migliore Bottega di Milano  Salumi e Formaggi dei Fratelli Giancola.

Anche quest’anno nella tappa del Cooking for Art a Milano si è svolta la presentazione della guida del Touring Club Italiano Editore “Alberghi e Ristoranti d’Italia 2017” e sono state premiate le strutture più meritevoli del nord d’Italia, quelle dell’ospitalità la domenica, mentre i ristoranti il lunedì 28.

Tante le aziende che hanno partecipato anche a questa tappa, produttori, sponsor tecnici e del settore. Lunedì è stata la giornata di Parmigiano Identity, con la presenza di 10 tra i migliori produttori di parmigiano reggiano presenti con le migliori forme, organizzata dal Consorzio del Parmigiano Reggiano. Altri main sponsor dell’evento: le cucine Berto’s e i forni Unox che hanno consentito le gare di cucina, Agugiaro e Figna per le farine; Valoriani per i forni a legna; Metro Cash and Carry con i suoi prodotti; Ferrarelle; Lavazza; Pastificio dei Campi, La Granda, Confagricoltura, Olitalia e molti molti altri. Partner dell’evento W37 concept space.

LINK AGLI SCATTI: http://cloud.aromicreativi.com/owncloud/s/Nx6hRutmPeeo4Gw

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl