Come prevenire il nuovo Coronavirus

30/nov/2020 18:48:00 marketing-seo.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’infezione da Sars-CoV-2 si sta diffondendo molto più velocemente in questa seconda ondata, adottare comportamenti corretti può aiutare a prevenire e bloccare la diffusione. Ma quali sono le regole da mettere in pratica per prevenire il nuovo Coronavirus?

La via di diffusione principale del Covid-19 è quella respiratoria, il coronavirus però, si può trasmettere anche tramite le mani che, possono diventare veicolo del virus che si deposita sugli oggetti toccati.

 Per cui il lavaggio e le disinfezione delle mani sono le due operazioni fondamentali per prevenire l’infezione. Se non si hanno a disposizione acqua e sapone, si possono anche usare dei disinfettanti per mani a base alcolica al 60%.

Togliamo alcuni dubbi in merito alla diffusione del virus all’interno di ambienti chiusi.

Pulire le superfici elimina il coronavirus?

Alcuni studi e dati preliminare suggeriscono che il virus riesce a sopravvivere per alcune ore sulle superfici, per cui, pulirle contribuisce ad eliminarlo.

Starnuto e colpo di tosse, bastano le mani?

No, perché se si è positivi al virus, le mani diventano veicolo di infezione, soprattutto dopo aver tossito o starnutito se, non vengono disinfettate per bene. Se le mani non vengono lavati è probabile contaminare superfici che potrebbero venire a contatto con altre persone, favorendo la trasmissione del virus.

Si consiglia di starnutire all’interno di fazzoletti usa e getta o all’interno del gomito.

Bastano le mascherine per le prevenzione del contagio?

No, le mascherine non sono sufficienti a prevenire il contagio, bisogna anche adottare tutte le misure igieniche di prevenzione.

La mascherina comunque indossata in tutte quelle situazioni in cui si sospetta di aver contratto il coronavirus o se si assiste una persona infetta.

Antivirali e antibiotici sono utili?

 Attualmente non esistono evidenze scientifiche che provino l’efficacia dei farmaci antivirali per la prevenzione al coronavirus. Gli antibiotici sono utili per combattere le infezioni batteriche ma non sono utilizzabili nel caso di infezioni virali come nel caso di quella da covid.

Test antigenici rapidi e sierologici

I test antigenici come il test rapido sars-cov 2 permettono di velocizzare l’individuazione di eventuali persone positive asintomatiche, per questo motivo sono stati adottati come strumento diagnostico di prevenzione in molti luoghi tra cui aeroporti, stazioni e scuole.

Con questi test rapidi è possibile trovare più positivi, grazie a soli 15 minuti di tempo che impiegano a dare il risultato. Con questo strumento diagnostico si punta a rallentare la diffusione del coronavirus, ricordiamo, però che, i test rapidi antigenici dovranno essere sempre seguiti dal tampone molecolare, in quanto unico test attendibile al 100%.

I test sierologici sono capace di trovare nel sangue eventuali anticorpi, questo permette di capire se un individuo è stato a contatto con il virus, ma non riescono indicare se c’è un infezione in atto in quel momento, per cui, anche questi vanno seguiti da un tampone molecolare.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl