Tributaristi: occorre chiarezza e rispetto degli intermediari fiscali da parte dello Stato

Allegati

26/giu/2019 09:38:43 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 
ComunicatiStampa.net
 
 

Tributaristi: occorre chiarezza e rispetto degli intermediari fiscali da parte dello Stato

Roma, 26 giugno 2019 �“ “ISA: occorre chiarezza e rispetto del lavoro degli intermediari fiscali”. Lo hanno dichiarato in una nota congiunta i Presidenti di ANCIT, Associazione Nazionale dei Consulenti Tributari Italiani, ANCOT, Associazione Nazionale Consulenti Tributari, ATI, Associazione Tributaristi Italiani, INT, Istituto Nazionale Tributaristi.

Il 20 giugno, alla riunione indetta dall’Agenzia delle Entrate sugli Indici sintetici di affidabilità fiscale, abbiamo appreso dal Direttore Antonino Maggiore, che sugli ISA “Si è andati lunghi”. Questa dichiarazione ci rinfranca per l’onestà intellettuale dimostrata, ma evidentemente non evita problemi e preoccupazioni.

A pochi giorni dalla prima scadenza fiscale (1 luglio 2019), dobbiamo ancora aspettare la pubblicazione del DPCM che dovrebbe, come già anticipato ufficiosamente dalla stampa specializzata, prorogare questa data. Ora una modifica al Decreto Crescita, sposta i termini al 30 settembre. Si tratta di una situazione di confusione ed incertezza che crea sfiducia, aumentando le difficoltà per i contribuenti e per gli intermediari fiscali iscritti alle nostre associazioni.

Proprio i nostri iscritti �“ segnalano le associazioni - hanno ricevuto la prima release del software sugli ISA, ma già sono iniziate le prime osservazioni che porteranno a brevissimo ad una seconda release. Si attende per tempo dalla stessa Agenzia delle Entrate una Circolare in merito. Lo scorso anno abbiamo votato, nella commissione Ministeriale ISA, già studi di settore, il rinvio dei primi Indici per partire tutti insieme. Oggi si sta facendo un grande lavoro e sicuramente nel prossimo futuro ne capiremo la portata epocale, così come già per la fatturazione elettronica.

Ma tutto ciò non può che portarci ad una presa di coscienza nell’interesse generale. I nostri assistiti devono comunque presentare la documentazione contabile e fiscale per il rinnovo dei fidi in banca. Gli studi non sanno come riprogrammare le attività interne per le elaborazioni dei modelli delle dichiarazioni fiscali perché rimangono in attesa di nuove istruzioni Ministeriali.

È chiara allora la necessità di una profonda riprogrammazione dell’agenda tributaria che tenga in debito conto il lavoro dei tributaristi da noi rappresentati. Anche perché il 2019 segnerà l’anno della svolta al digitale e del prossimo precompilato delle dichiarazioni IVA, come preannunciato dal Direttore Maggiore in audizione parlamentare.

Se sugli ISA si è andati troppo lunghi, per non ripetere l’errore è necessaria una presa di coscienza anche da parte della politica con una riapertura dei tavoli della semplificazione che tenga in considerazione la voce professionale di tutti gli intermediari fiscali, un elemento indispensabile per la riuscita di ogni progetto di digitalizzazione in ambito tributario. Noi ci siamo e siamo disponibili a fare la nostra parte.

I nostri associati - concludono le Associazioni - chiedono la possibilità di poter lavorare, senza nulla a pretendere, se non la chiarezza negli adempimenti. Ora la politica e la PA facciano la loro parte, nell’interesse dei cittadini/contribuenti e rispettando il lavoro dei professionisti, che di fatto svolgono una funzione pubblica in qualità di intermediari tra il Contribuente e l’Amministrazione Finanziaria.

 

ANCIT, Associazione Nazionale dei Consulenti Tributari Italiani
ANCOT, Associazione Nazionale Consulenti Tributari
ATI, Associazione Tributaristi Italiani
INT, Istituto Nazionale Tributaristi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

###

 

Contatti stampa:

ati@atitributaristi.it

 

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
A Spoleto Arte di Vittorio Sgarbi “l’artista delle donne” Matteo Fieno

A Spoleto Arte di Vittorio Sgarbi “l’artista delle donne” Matteo Fieno

A Spoleto Arte di Sgarbi il vincitore del Premio Caravaggio l’artista piemontese, di Alba, Matteo Fieno

Spoleto, 26 giugno 2019 – Nell’ambito della mostra internazionale d’arte “Spoleto Arte”, curata da Vittorio Sgarbi, che si terrà dal 29 giugno al 22 luglio prossimi, verranno esposte in via eccezionale 6 opere di…

Leggi Tutto...
 
 
Disturbi d’ansia, sono due milioni e mezzo di italiani a soffrirne

Disturbi d’ansia, sono due milioni e mezzo di italiani a soffrirne

Roma, 25 giugno 2019 –  Sono oltre due milioni e mezzo gli italiani che soffrono di disturbi d’ansia. A registrarlo il secondo rapporto Istat del 2017. I disturbi più comuni tra gli italiani sono questi:

· Disturbo d’ansia generalizzato

Caratterizzato dalla presenza di sintomi ansiosi (sia psichici che fisici) che non sono legati…

Leggi Tutto...
 
 
Animali e vacanze: ora negli hotel sofà prestigiosi, ciotole di design e raffinati gadgets per gli amici animali

Animali e vacanze: ora negli hotel sofà prestigiosi, ciotole di design e raffinati gadgets per gli amici animali

Comodi sofà, ciotole di design e gadget prestigiosi: i nuovi servizi “pet friendly” degli hotel di lusso per i 60 milioni di animali da compagnia presenti in Italia

Milano, 25 giugno 2019 – È in crescita costante il settore del Pet, ovvero degli animali da compagnia. Cresce così tanto che è stato coniato anche…

Leggi Tutto...
 
 

Al Satisfashion di Monaco il giovane stilista Alessandro Tosetti

Le creazioni del giovane stilista comasco Alessandro Tosetti sfilano alla prima edizione di Satisfashion, un evento dedicato alla moda e al lusso nel Principato di Monaco

Como, 24 giugno 2019 – Fresco di partecipazione alla sfilata di beneficenza a Oggiono (LC), il giovane stilista comasco Alessandro Tosetti ha valicato i confini italiani per prendere…

 

Morire in fila alle Poste? Anche uno scheletro in fila nell’irriverente spot di LetteraSenzaBusta

Milano, 24 giugno 2019 – È possibile morire per la lunga fila alle Poste? E’ quello che succede nello spot di LetteraSenzaBusta chiamato “Riposare in Fila? Meglio di No!”.
Uno spot irriverente per denunciare, senza peli sulla lingua, le lunghe attese in fila, anche nel 2019, per sbrigare delle semplici pratiche postali.

Lo spot…

La Presidenza del Consiglio dà il patrocinio al Premio "Penisola Sorrentina"

ROMA  – La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha conferito il Patrocinio alla XXIV edizione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito”.

Con una nota inviata da Palazzo Chigi rivolta al direttore del Premio  Mario Esposito viene confermata, anche per l’edizione 2019, la ventiquattresima, l’adesione governativa al Premio “Penisola Sorrentina” che ogni anno porta a…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl