Napoleone? Oggi sarebbe imprenditore e startupper

24/nov/2015 09:31:45 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 

Napoleone? Oggi sarebbe imprenditore e startupper

Napoleone? Oggi sarebbe un imprenditore. Forse uno startupper. Se ne parla nel libro "Napoleone il Comunicatore" di Roberto Race. Nel 2016 il libro sulle doti comunicative del Bonaparte e sulla sua capacità di relazionarsi con i media uscirà anche in inglese ed in francese
Race: "Napoleone fa pensare a quei leader che sanno motivare e coinvolgere i loro collaboratori rendendoli partecipi delle sfide, che dovranno affrontare assieme.
Quello che per Napoleone è il campo di battaglia per l’imprenditore e il manager sono la fabbrica e il mercato, dove solo chi sa cosa vuol dire essere in prima linea può dare gli ordini ed essere ascoltato"

Napoli, 24 novembre 2015 - Capo popolo o Grande Normalizzatore della Rivoluzione Borghese? Genio soltanto Militare o, anche e soprattutto, Statista e Visionario, Grande Profeta, Precursore dell’Idea Europea? Imperatore o Dittatore?
Napoleone Bonaparte è un personaggio così poliedrico da prestarsi a queste e altre interpretazioni. Una sua caratteristica, messa in luce sapientemente dal giornalista e consulente in comunicazione strategica d'impresa Roberto Race in "Napoleone il Comunicatore" (Egea Bocconi), è l’impareggiabile capacità di dialogare con l’opinione pubblica. Una categoria concettuale che nasce proprio con lui.
"Napoleone il Comunicatore" esce nelle principali librerie italiane ed è disponibile sul sito della casa editrice dell’Università Bocconi e sulle principali piattaforme internazionali in ebook. E nel 2016 il libro sulle doti comunicative del Bonaparte e sulla sua capacità di relazionarsi con i media uscirà anche in inglese e in francese.

Come un leader costruisce il consenso? Qual è il suo rapporto con i collaboratori? Come coniuga carisma e spirito di squadra? Come utilizza tempi e modi del comunicare per vincere battaglie militari e politiche? Come strumentalizza iconografia, immagine, messaggio culturale per accrescere il suo potere personale? Come eterna se stesso al di là della sconfitta sul campo, unico perdente della storia che riesce a trasmettere ai posteri il proprio racconto di vita, sottraendolo alle manipolazioni dei vincitori in nome di una verità anch’essa artificiosa, costruita a tavolino nel Memoriale di Las Cases?

"Il Napoleone che racconto in questo volume - dichiara Roberto Race - fa pensare a quei leader che sanno motivare e coinvolgere i loro collaboratori rendendoli partecipi delle sfide, che dovranno affrontare assieme.
Quello che per Napoleone è il campo di battaglia per l’imprenditore e il manager sono la fabbrica e il mercato, dove solo chi sa cosa vuol dire essere in prima linea può dare gli ordini ed essere ascoltato.
Un identikit classico di quello che oggi consideriamo un imprenditore di successo nato come uno startupper...
Proprio come tanti leader, Napoleone sa che conta più essere autorevole che autoritario.
Napoleone, a modo suo e con tutte le contraddizioni e ambiguità con cui finisce per essere al tempo stesso «dittatore» e alfiere del nuovo diritto partorito dalla rivoluzione francese, è anche portatore di alcuni valori di cui si lamenta spesso la carenza nell’attuale classe dirigente e politico-istituzionale europea.
Napoleone- conclude Race- sa bene che «non si può guidare un popolo senza indicargli un futuro».
Credo che oggi la rilettura di Napoleone sotto questi termini possa favorire la riscoperta di aspetti della sua figura di una modernità impressionante."

Race risponde a tutte queste domande in un lavoro suggestivo, di lettura gradevolissima, che evidenzia come la lezione di Napoleone, opportunamente adattata, possa ancora oggi rappresentare un benchmark di assoluta qualità per costruire un percorso di leadership, in azienda come in politica e, più in generale, nella società. Ad arricchire il volume la prefazione dello storico Luigi Mascilli Migliorini, autore di una delle più importanti biografie sull’Imperatore, e la postfazione del guru delle relazioni pubbliche Mario Rodriguez.

---

L’autore
Roberto Race, giornalista e consulente in comunicazione e public affairs, ha promosso il primo network internazionale di ghostwriter per imprenditori, manager, diplomatici, militari e politici, che oggi coinvolge più di quaranta professionisti nel mondo.
Race ha lanciato la figura del direttore relazioni esterne e comunicazione “in affitto” proponendo ai clienti una consulenza direzionale che lavora in stretta sinergia con i Consigli d’Amministrazione e le direzioni commerciali e finanziarie delle aziende.

E’ segretario generale del think thank Competere e fa parte dell’Aspen Institute Italia come Aspen Junior Fellow, di RENA Rete per l’eccellenza nazionale, della Ferpi e del consiglio direttivo di INWARD Osservatorio Internazionale sulla Creatività Urbana.

 

###

Napoleon

 

 

 

Contatti:

Per intervistare l’autore 3339064533 o 3470885233

Per ulteriori informazioni sul libro egea.press@unibocconi.it

Le foto dell’autore sono scaricabili da questo link:
https://drive.google.com/folderview?id=0B94EIy0WUeXcdkJjWnhMcUJ5ajQ&usp=sharing

La copertina è scaricabile da:
www.stampa.unibocconi.it/editor/archivio_pdf/Napoleone20120618105635.jpg

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
Apple, Scoperto il Software Spia Capace di Spiare anche gli iPhone 6S e 6S Plus

Apple, Scoperto il Software Spia Capace di Spiare anche gli iPhone 6S e 6S Plus

Dopo la taglia da 1 milione di dollari lanciata da Zerodium un team di hackers ha scoperto le falle del sistema operativo iOS 9.0.2, che rendono possibili l'installazione di software spia anche nell'iPhone 6s e 6s plus... San Marino, 23/11/2015 - Da pochi giorni è possibile installare su iPhone 6S e 6S Plus - con Sistema Operativo…
Leggi Tutto...
 
 

"Una donna", grande classico al femminile, rivive in eBook

Milano, 24 novembre 2015 - Come mai un romanzo scritto oltre un secolo fa e qualificabile come un ‘classico’ come quello di "Una donna" di Sibilla Aleramo, risulta ancora attuale? Pubblicato nel lontano 1906 e ripubblicato nel corso degli anni in molteplici edizioni, esso nasce dall’esperienza autobiografica dell’autrice ed è frutto di quei fermenti sociali che portarono alla…
Leggi Tutto...
 
 
Confedercontribuenti:

Confedercontribuenti: "Bankitalia deve essere pubblica. Fuori le banche dal capitale sociale"

Roma, 23 novembre 2015 - Confedercontribuenti rilancia la battaglia perché Banca d’Italia diventi pubblica cosi come previsto dalle disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari imponevano entro la fine del 2008 alle banche azioniste di Bankitalia di cedere le proprie partecipazioni, affinché il capitale dell’istituto di vigilanza tornasse in mano…
Leggi Tutto...
 
 

Dopo i successi estivi arriva "Sempre il Sole", il nuovo singolo di Nikolas Antares

Dopo il successo del musical "Giulietta e Romeo" con Riccardo Cocciante e dopo lo scorso successo estivo del singolo “Il Mio Cammino” che ha molto girato in tutte le radio nazionali la scorsa estate,  il cantautore Nikolas Antares, pubblica il nuovo brano "Sempre il Sole",  che sarà lanciato da tutte le emittenti radiofoniche italiane il prossimo 7 dicembre.... Londra, 23 novembre…

 

“Topini in corsia” premiata dal MiBACT per "portare gioia tra le corsie dei reparti pediatrici"

L’iniziativa "Topini in Corsia", ideata dall’editore Cinzia Tocci per portare gioia e un sorriso in più tra le corsie dei reparti pediatrici, lanciata il 23 aprile 2015 nella Giornata mondiale del libro, sarà premiata dal Centro per il libro e la lettura del MiBACT durante la Fiera "Più libri più liberi" a Roma, venerdì 4 dicembre alle ore…

Banche, Confedercontribuenti: "Ingiusto scaricare le sofferenze sui cittadini"

Roma, 19 novembre 2015 - Le sofferenze bancarie, toccano il loro record storico. Le somme che le banche hanno difficoltà a farsi dare indietro hanno raggiunto quota 200,4 miliardi e la loro incidenza sul totale dei prestiti è salita ai massimi da 20 anni. A certificarlo è l’Abi. "Ma le soluzioni che propongono, per i…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl