Condizionatori: un must del mercato

30/lug/2014 11:11:28 Sith Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il primo ad usare il termine aria condizionata fu Stuart Cramer.
Ovunque vi troviate, ufficio, casa, luoghi pubblici (chiusi), in caso di afa o particolare freddo, la soluzione a cui ricorre qualsiasi (o quasi)  essere umano è il condizionatore, un vero must del mercato italiano (e non solo).

In quanto macchina termica, esso può produrre calore o frescura, e nasce per la regolazione del clima di un ambiente chiuso, come quello di un abitazione, oppure per altre applicazioni, quali la gestione climatica all’interno di un veicolo o aereomobile.
Ma procediamo con calma.


 

Pompe di Calore e Raffrescatori
Il funzionamento di un condizionatore d’aria si basa sull’utilizzo di un ciclo termodinamico, svolto su un fluido termovettore. L’evaporatore, organo di laminazione, condensatore e compressore ne rappresentano i suoi elementi più importanti.
Occorre distinguere tra:

-          Pompe di Calore (in grado sia di riscaldare che di rinfrescare)

-          Raffrescatori (capaci solo di “raffrescare” il locale in cui sono installati)

Prima di procedere all’acquisto del dispositivo, si consiglia di scegliere a favore della pompa di calore quando il locale da climatizzare non sia troppo grande (non oltre i 50 metri quadrati).

 

5 cose da sapere sui condizionatori

1.      Classi di efficienza energetica (indicano il consumo elettrico dell’apparecchio e vengono indicate nell’etichetta energetica)

2.      I marchi di sicurezza (Più sono le certificazioni raccolte dal dispositivo, maggiore sarà il costo, che tuttavia sarà garante di efficienza e risparmio)

3.     Rumorosità (I climatizzatori portatili sono tendenzialmente più rumorosi di quelli fissi)

4.     Tecnologia Inverter (gli apparecchi dotati di tale tecnologia, una volta raggiunta la tecnologia programmata, non si spengono ma resteranno in funzione per tenerla stabile)

 

5.     Mobili o Fissi? (I macchinari fissi richiedono un maggior dispendio energetico e costano di più, dal momento che non necessitano di installazione da parte di personale specializzato)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl