La Digitalizzazione? «Inefficace senza un progetto d'impresa»

16/lug/2017 20.10.38 IP Report Contatta l'autore

È come nel film “Per un pugno di dollari”, quando Ramón Rojo (Gian Maria Volonté) se ne esce con una sentenza memorabile: «Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto». Così, non è strano sentire, soprattutto nell’ambiente delle multinazionali, che sono attive su più fronti di mercato, espressioni come «quando una azienda tradizionale incontra una che sa utilizzare i dati, la prima è morta». Perché è la verità. Accade ogni giorno: Amazon sta facendo piazza pulita di retailer e megastore, anche se posizionati a Tribeca o in piazza San Babila. Il negozio virtuale globalizzato presente in tutti i pc, in tutti gli smartphone, divora realtà fisiche che hanno contenuti più limitati e postazioni definite sul territorio. Quanto alla manifattura, ce l’hanno spiegato le grandi università, come il Mit: l’azienda digitalizzata semina il panico nella concorrenza, soprattutto perché ha una redditività considerevolmente superiore (+ 26%). Ma c’è di più: chi raccoglie e manipola i dati provenienti dalla produzione e dai prodotti, tende a trasformare i prodotti in servizi espandendosi a monte e a valle della filiera. Pertanto, chi resta fermo rischia seriamente di essere cacciato dalla filiera. L’inerzia è mortale. E il Veneto e l’Italia in generale rappresentano realtà pericolosamente arretrate, superate 

CONTINUA
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl