SI E’ SPENTO GIUSEPPE INNOCENTI

17/ott/2018 14:36:04 Maria Gabriella Ferrazza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Addio ad un pioniere delle Galvanica nel Lazio

SI E’ SPENTO GIUSEPPE INNOCENTI

Fondatore delle aziende Trattamenti Galvanici industriali e Tecnologie Galvaniche Innocenti.

 

Chi ha conosciuto Giuseppe Innocenti ricorda un uomo dal carattere forte sempre pronto a dire “pane al pane e vino al vino”. Era fatto così: diretto, assertivo, senza peli sulla lingua ma con un grande senso religioso e, pur se con modi burberi, sempre pronto a comprendere il prossimo.

Ieri ci ha lasciato: alle 15,00 del 16 ottobre 2018, presso l’ospedale di Tor Vergata a Roma si è spento Giuseppe Innocenti, classe 1937 circondato dall’affetto della moglie Giuliana, dai figli e dai nipoti.

Da tempo affetto da una malattia degenerativa si è, fino alla fine, interessato alle aziende di famiglia dirette rispettivamente dalla figlia Barbara Innocenti e da suo marito (Trattamenti Galvanici Industriali in Morena –RM-) e dal figlio, Leonardo Innocenti (Tecnologie Galvaniche Innocenti in Anagni -FR-).

La sua storia professionale è esemplare: nel 1948, suo padre Luca fonda il primo laboratorio di pulitura di metalli nel cuore di Roma. Abituato dal periodo bellico ai sacrifici dal ’48 al ’69 sviluppa l’attività coinvolgendo Giuseppe che nel ’69 decide di ampliare l’impresa famigliare approfondendo i processi per la nichelatura e trattare, sempre più, i trattamento galvanici. 

Affascinato dal risultato che attraverso il trattamento galvanico si può ottenere sviluppa altissime competenze per migliorare le caratteristiche dei manufatti (resistenza alla corrosione o proprietà elettriche, meccaniche e ottiche). Nel 1985, con l’aiuto del figlio Leonardo, fonda un nuovo stabilimento ad Anagni destinato a sviluppare nuove tecnologie di trattamenti sugli acciai e con un settore specializzato nella verniciatura sia a polvere che liquida su qualsiasi supporto di base (ferro, legno, plastica, ecc.).

Negli anni ha affiancato i figli nella direzione aziendale affrontando crisi economiche e faticosi processi innovativi. La sua determinazione, il suo coraggio e la fede sono stati un esempio per tutti i collaboratori delle aziende, che lo ricordano con affetto e stima.

Bisognava frequentarlo un po’, Giuseppe Innocenti, per scoprire sotto quella superficiale ruvidezza caratteriale un uomo profondamente buono e onesto.

Addio Giuseppe, non ti dimenticheremo.  

 

Maria Gabriella Ferrazza

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl