LA PERFEZIONE NELLA VERNICIATURA ANCHE NELLE GRANDI DIMENSIONI

21/mar/2018 16:49:42 Maria Gabriella Ferrazza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un processo minuzioso che se spiegato fa meglio comprendere la nostra idea di qualità

 

 

Tecnologie Galvaniche Innocenti ha tra i suoi tanti punti di forza la dotazione di numerosi impianti tra i quali quello, che può supportare elementi sottoposti al processo di verniciatura con una lunghezza fino a 14 metri con una portata in termini di peso di ben 5.000 kg.

La dimensione non è il solo unico punto di forza di questo imponente impianto. Dal suo processo si può passare sia al procedimento di verniciatura liquida, sia a quello di verniciatura a polvere. Ma passiamo ad analizzare le varie fasi, che caratterizzano il processo di lavorazione dei materiali prima di arrivare alla verniciatura. Sono infatti questi processi a garantire l’alta qualità delle verniciatura. L’attenzione e la professionalità con cui le fasi di pretrattamento vengono svolte fanno l’effettiva differenza per ottenere una verniciatura di altissima qualità.

La prima fase è il carico dei pezzi. Una fase che potrebbe sembrare banale, ma non è così. Infatti è proprio l’attenzione con cui i pezzi vengono posti sulla linea, che garantisce all’oggetto da trattare di essere perfettamente curato per ogni centimetro della sua superfice. Proprio per questo scopo il materiale deve avere dei fori che permettano un corretto aggancio sulla linea. Inoltre essi sono indispensabili per far defluire correttamente i liquidi usati nella fase di pretrattamento.

Si passa poi all’operazione di sgrassaggio dove vengono utilizzati prodotti decapanti acidi, che rimuovono le incrostazioni e altri contaminanti dalle superfici metalliche. I prodotti attivano la superficie per prepararla al successivo trattamento di lavaggio e forniscono una leggera incisione per una migliore adesione.

Il lavaggio è effettuato con acqua demineralizzata, che per sua natura è priva di sali minerali, calcare e gas e garantisce una perfetta pulizia per passare alla fase di fosfodecapaggio.

Questo processo viene utilizzato per disossidare le superfici ferrose e costituisce un vero e proprio trattamento e non un semplice decapaggio. Ha un costo abbastanza elevato, ma lascia sulla superfice del ferro, uno strato di fosfato, che rappresenta una discreta protezione contro il flash rusting (aggressione immediata della ruggine) e costituisce, quindi, una buona base per la verniciatura successiva.

Ma dobbiamo ancora effettuare alcune operazioni per garantire una perfetta verniciatura. Il materiale viene, quindi, sottoposto ad un’ ulteriore fase di lavaggio con acqua demineralizzata. Successivamente il materiale viene inviato alla fase di asciugatura utilizzando un forno, che opera con aria calda.

Prima di procedere alla verniciatura vera e propria, cha sia liquida o a polvere i pezzi devono essere minuziosamente controllati per accertarsi, che il materiale consenta una perfetta aderenza della vernice.

Il ciclo si conclude per la verniciatura liquida con una fase di essiccamento dopo il trattamento. La verniciatura a polvere necessita di un’ulteriore fase detta di polimerizzazione: il materiale viene posto in forni ad una temperatura, che varia dai 180° ai 220°. Tale processo consente alla vernice di essere resistente e quindi durevole nel tempo.

 

Con questo articolo abbiamo voluto, semplicemente, sottolineare quanto sia importante per noi porre la massima attenzione su ogni fase di lavorazione. Siamo consapevoli, che quanto detto verrà interpretato non in senso autocelebrativo, ma con lo spirito di servizio, che ci contraddistingue.

 Maria Gabriella Ferrazza

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl