Oro: nuovo top di crescita previsto per il 2013, metalli industriali in caduta

09/nov/2012 09:23:16 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ ormai da parecchio tempo che l’oro continua la sua ascesa, un folto concorrere di fattori alimenta il fuoco che tiene in quota il relativo mercato e che di sovente incontra un nuovo top di crescita. Tra questi fattori troviamo senza dubbio la straordinaria incertezza che governa oggi l’economia in termini globali, i tassi di interesse particolarmente bassi, la situazione della EuroZona e la sua crisi riguardo il debito sovrano.  Tutto ciò, insieme all’incessante traino delle quotazioni alimentato dagli acquisti da parte di Cina ed India, prospetta una nuova rottura del record per il 2013 che con ogni probabilità giungerà alla quota 2000 dollari. Nell’ampio e variegato settore dei metalli i preziosi si presentano quali unici esempi di crescita, nel corso delle ultime settimane infatti sta riscuotendo notevole successo anche l’argento il quale era ormai assopito da diverso tempo, ora smosso da interessanti vibrazioni di mercato. Come detto, oltre questo sotto-settore di straordinaria importanza per gli investimenti e come bene di rifugio, i metalli soffrono; si svela in particolar modo complessa la situazione relativa i metalli dedicati all’industria. Rame, zinco e nickel sono certamente quelli maggiormente aggrediti dalla stagnazione dei consumi mentre l’acciaio, malgrado lo scivolone del settore auto e della siderurgia, resta saldo sulla realizzazione di strumenti di precisione, guide per macchine utensili e strutture per l’edilizia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl